Peritonite, che cos'è? Sintomi e trattamento

La peritonite è il processo di infiammazione del peritoneo. Con la peritonite, la funzione degli organi è disturbata a causa della grave intossicazione del corpo. Il tessuto connettivo del peritoneo avvolge tutti gli organi interni della cavità addominale e funge da limitatore tra l'ambiente interno della cavità addominale e i muscoli addominali.

Quando esposto a microrganismi patogeni o agenti chimici sulla superficie del peritoneo, è in grado di rilasciare sostanze speciali che fermano questo processo. Se il numero di fattori patogeni è elevato, allora il peritoneo è coinvolto nell'infiammazione e si verifica la peritonite. La peritonite è una condizione molto pericolosa per la vita. Se si verifica, è necessario un trattamento medico di emergenza e un trattamento urgente, altrimenti la morte è possibile.

Cos'è?

La peritonite è un'infiammazione del peritoneo parietale e viscerale, che è accompagnata da una grave condizione generale del corpo. La definizione generale non riflette completamente la patologia problematica: dal punto di vista di un chirurgo pratico, gli ascessi della cavità addominale dovrebbero essere esclusi dalla definizione generale. Di norma, la peritonite è pericolosa per la vita e richiede cure mediche di emergenza. La prognosi in caso di trattamento tardivo o inadeguato di peritonite, la prognosi è molto sfavorevole.

cause di

La peritonite è primaria quando la malattia si sviluppa a causa di microrganismi che entrano nella cavità addominale con sangue o linfa e secondaria quando la malattia si sviluppa durante l'infiammazione, la perforazione, il danneggiamento degli organi nella cavità addominale.

Le seguenti cause possono essere distinte, portando alla comparsa di peritonite:

  1. Danni agli organi addominali;
  2. Operazioni eseguite sugli organi addominali;
  3. Peritonite ematogena (pneumococco, streptococco, ecc.);
  4. Processi infiammatori che si verificano negli organi addominali (appendicite, colecistite, salpingite, ecc.);
  5. Processi infiammatori di qualsiasi origine, non correlati agli organi addominali (flemmone della parete addominale dell'addome, processi purulenti localizzati nel tessuto retroperitoneale).
  6. Perforazioni negli organi addominali (ulcera duodenale o dello stomaco con ulcera peptica, appendice con appendicite gangrenosa o flemmatica, colecistite distruttiva, colon con colite ulcerosa non specifica).

Ci sono peritonite batterica e asettica. Gli agenti causali della peritonite batterica sono sia microrganismi aerobi (E. coli, Klebsiella, Proteus, Pseudomonas aeruginosa, stafilococco) che batteri anaerobici (batteri, clostridi, peptococchi). La peritonite è spesso innescata dall'associazione microbica, cioè da una combinazione di diversi microrganismi.

La peritonite asettica si sviluppa al contatto del peritoneo con sangue, contenuto gastrointestinale, bile, succo pancreatico. È interessante notare che dopo alcune ore la microflora è coinvolta nel processo patologico e la peritonite asettica diventa batterica.

Sintomi di peritonite

Tutti i sintomi osservati durante la peritonite possono essere suddivisi in locali e generali. I sintomi locali si verificano in risposta all'irritazione dell'essudato peritoneo, della bile, del contenuto gastrico. Questi includono dolore addominale, tensione muscolare della parete addominale anteriore, nonché sintomi positivi di irritazione peritoneale, che possono essere rilevati dal medico durante l'esame.

I sintomi comuni si sviluppano sullo sfondo di intossicazione. Questi sono sintomi non specifici come febbre, debolezza, tachicardia, nausea, vomito, confusione. Inoltre, il paziente è notato non solo i segni di infiammazione del peritoneo, ma anche i sintomi della malattia di base che ha provocato la peritonite.

Sintomi di peritonite della cavità addominale in fasi:

  1. Fase reattiva. La fase iniziale è caratterizzata dalla predominanza dei sintomi locali e dallo sviluppo iniziale del generale. La sua durata varia da diverse ore a diversi giorni. Nella peritonite purulenta acuta, la sua durata è limitata a 24 ore. In questa fase, il paziente è in una posizione forzata, di regola, sdraiato sulla schiena con le gambe portate allo stomaco. Compaiono sintomi comuni come febbre e palpitazioni cardiache. La temperatura è dovuta all'attività vitale dei batteri e alla loro penetrazione nel sangue. Il grado di aumento della temperatura è direttamente proporzionale alla patogenicità dei microrganismi. Quindi, con la peritonite da streptococco e stafilococco, la temperatura sale a 39 - 40 gradi Celsius. Con la tubercolosi - 38 gradi. Contemporaneamente all'aumento della temperatura, aumenta il numero di battiti del cuore. In questa fase della malattia, questo è dovuto alla febbre. È noto che per ogni grado elevato il cuore aumenta il numero dei suoi tagli di 8 battiti al minuto. Anche nausea e vomito compaiono in questa fase. La lingua del paziente diventa rivestita e asciutta. All'esame del paziente viene rilevata una respirazione superficiale. Con la sindrome del dolore moderata, la coscienza è chiara, con dolore shock - confuso. Anche in questa fase vengono identificati sintomi oggettivi di irritazione peritoneale, come il sintomo di Shchetkin-Blumberg.
  2. Fase tossica Questa fase dura da 24 a 72 ore. Comincia a prevalere i sintomi comuni causati da intossicazione generale, alterazioni del metabolismo dell'acqua e degli elettroliti e disturbi metabolici. Le tossine del sangue e della linfa sono diffuse in tutto il corpo. Prima di tutto, raggiungono il fegato e i polmoni, causando insufficienza epatica e problemi al polmone. La respirazione diventa frequente, superficiale, a volte intermittente. Il paziente continua a tormentare il vomito, il vomito diventa maleodorante. Le principali complicanze in questa fase sono associate alla disidratazione e ai disturbi idrici ed elettrolitici. In relazione alla violazione del tono vascolare e dei cambiamenti nella permeabilità della parete vascolare (tutti causati dall'azione delle tossine), il fluido penetra nella cavità peritoneale. Si sviluppa lo stato di anidemia, che è caratterizzato da una diminuzione del livello di fluido nel corpo. Il paziente è tormentato dalla sete, che non passa mentre beve. La lingua diventa secca, ricoperta di patina marrone. La pressione sanguigna scende e la frequenza cardiaca aumenta fino a 140 battiti al minuto. Allo stesso tempo, a causa dell'ipovolemia (bassa pressione sanguigna), i toni del cuore diventano sordi e deboli. Il vomito frequente porta alla perdita non solo di acqua, ma anche di sali del corpo. A causa di ipopotassiemia e iponatriemia, possono verificarsi convulsioni o aritmia. Le condizioni del paziente peggiorano ancora di più quando si sviluppa l'oliguria. In questo caso, il volume giornaliero di urina è ridotto dalla norma di 800 - 1500 a 500 ml. È noto che tutti i prodotti metabolici sono escreti nelle urine dal corpo. Questi includono urea, acido urico, indican. Tuttavia, quando oliguria, non vengono visualizzati, ma rimangono nel corpo. Ciò porta a una tossicità ancora maggiore del corpo. Allo stesso tempo, i sintomi locali della peritonite vengono cancellati. La tensione muscolare scompare e il gonfiore addominale viene a sostituirlo. In questa fase si sviluppa la paresi intestinale, che è caratterizzata dall'assenza della sua peristalsi. Anche il dolore scompare o scompare completamente, che è associato all'accumulo di essudato nella cavità peritoneale. Se non si adottano misure di emergenza, questa fase può andare al terminale.
  3. Terminal. Si sviluppa dopo 72 ore o più dall'inizio della malattia. È caratterizzato dalla disidratazione e dallo sviluppo di uno stato pre-comatoso. La faccia del paziente in questo stadio corrisponde alle descrizioni ippocratiche (facies Hippocratica). Le fattezze di un volto simile si affievoliscono, gli occhi e le guance affondano, l'incarnato diventa terroso. La pelle diventa molto secca e tesa a tal punto che le tempie vengono premute. La coscienza confusa, il paziente spesso giace immobile. L'addome è fortemente gonfio, la sua palpazione è indolore. Il polso del paziente è una respirazione intermittente e filiforme. Oggi, la fase terminale, ovviamente, è estremamente rara. La gravità dei sintomi locali e generali della peritonite dipende dalla portata della sua diffusione e dalla causa della malattia. Il flusso in scena classico è osservato con peritonite diffusa. In forme localizzate, i sintomi non sono così pronunciati.

diagnostica

La diagnosi di peritonite addominale comprende una storia accurata e una valutazione dei reclami dei pazienti. Chiariscono la patologia cronica degli organi digestivi, come è iniziata la malattia, il suo decorso, la gravità del dolore e le sindromi da intossicazione, la durata della malattia (fino a 24 ore, due giorni o 72 ore o più).

Metodi di esame strumentale:

  • Ultrasonografia della cavità addominale (secondo indicazioni e piccola pelvi);
  • radiografia della cavità addominale (in caso di perforazione dell'ulcera - presenza di gas libero, con ostruzione intestinale - ciotola Kloyber);
  • laparocentesi (puntura della cavità addominale - ottenimento di un massiccio versamento);
  • puntura attraverso il fornice vaginale posteriore (durante i processi infiammatori pelvici);
  • laparoscopia diagnostica.

Dai metodi di ricerca di laboratorio utilizzare:

  • emocromo completo (crescita dei leucociti a 12.000 e oltre, o una diminuzione dei leucociti a 4000 e sotto, spostando la formula a sinistra, accelerando la VES);
  • analisi del sangue biochimica (albumina, enzimi epatici, zucchero, enzimi pancreatici, ecc.);
  • analisi delle urine;
  • determinato stato acido-base.

All'esame clinico vengono valutati il ​​polso (fino a 120), la pressione arteriosa (diminuzione), la frequenza respiratoria e l'addome. La parete addominale viene palpata, si sente la cavità addominale, si determinano i segni di irritazione peritoneale.

complicazioni

Le complicazioni di un tipo specifico di infiammazione dipendono. I più comuni sono:

  1. Occorrenza di ostruzione intestinale - avere una stretta relazione con i picchi sopra descritti, perché portano a difficoltà nel promuovere il contenuto dell'intestino.
  2. Adesioni intraperitoneali (connessioni abnormi permanenti tra due aree infiammate della superficie peritoneale, a volte possono verificarsi aderenze tra il peritoneo e l'intestino);
  3. Gli ascessi intraperitoneale e subfrenico sono cavità chiuse contenenti pus, separate dal resto della cavità addominale dalle aderenze. La loro dissezione può essere il punto di partenza per la reinfiammazione del peritoneo.

Il trattamento consiste principalmente nel funzionamento e nell'eliminazione della causa dell'infiammazione peritoneale, ad esempio l'ulcera gastrica o la rimozione dell'appendicite. Inoltre, il trattamento può essere utilizzato sotto forma di antibiotici e analgesici.

Come trattare la peritonite?

Secondo i concetti moderni, uno dei principali fattori che determinano la gravità e l'esito avverso della peritonite è la sindrome da intossicazione endogena.

Nelle fasi iniziali dello sviluppo, i metodi chirurgici sono ampiamente applicati con successo con una riorganizzazione radicale della focalizzazione primaria e della cavità addominale. Tuttavia, in primo luogo, non è sempre possibile effettuare una radicale riorganizzazione della focalizzazione purulenta; in secondo luogo, dal momento dell'operazione, il processo infiammatorio nella cavità addominale può acquisire il carattere di un'infezione generalizzata. Sulla base di quanto precede, l'interesse della medicina moderna per i metodi di rimozione di prodotti tossici dal lume intestinale è comprensibile.

È abbastanza logico aumentare l'effetto della disintossicazione, ottenuto mediante il drenaggio del tratto gastrointestinale in combinazione con gli enterosorbenti. A questo proposito, la ricerca di tali enterosorbenti, che avrebbero tutte le qualità positive degli assorbenti granulari, ma differiva da essi per la fluidità e la capacità acquisita di passare attraverso vari drenaggi, è giustificata. Dati sperimentali e osservazioni cliniche suggeriscono che l'enterosorbimento con polifepina può essere utilizzato in un complesso di misure per combattere l'endotossicosi con peritonite diffusa.

Con alcune eccezioni (peritonite limitata di origine ginecologica), la diagnosi di peritonite acuta implica la necessità di un intervento chirurgico urgente per determinare ed eliminare la fonte di peritonite, riabilitazione.

Già nel 1926, S. I. Spasokukotsky parlò della necessità di un trattamento tempestivo: "Durante la peritonite, un'operazione nelle prime ore dà fino al 90% delle cure, il primo giorno - 50%, dopo il terzo giorno - solo il 10%" Va notato che nel 1926 non c'erano antibiotici che aumentavano drammaticamente la percentuale di recupero.

Dopo l'intervento

Nel periodo postoperatorio, possono esserci alcuni problemi associati al normale funzionamento dell'intestino, una forte sindrome del dolore, lo sviluppo di complicanze purulente. consigliata:

  • monitoraggio del paziente, valutazione oraria della frequenza respiratoria, polso, diuresi, pressione venosa centrale, scarico del drenaggio;
  • terapia infusionale con soluzioni colloide e cristalloide;
  • per riscaldare i pazienti, i mezzi di infusione vengono riscaldati a temperatura corporea;
  • i polmoni sono ventilati per 72 ore per assicurare un adeguato apporto di organi e tessuti con l'ossigeno;
  • una soluzione di glucosio viene somministrata tramite un sondino nasogastrico;
  • recupero precoce della motilità intestinale;
  • prevenzione del dolore. Gli analgesici narcotici sono usati in combinazione con farmaci anti-infiammatori non steroidei. Si usano fentanil, morfina, ketorolac.

prevenzione

Peritonite, di regola, è una complicazione delle malattie esistenti degli organi addominali. Si sviluppa spesso sullo sfondo di appendicite, pancreatite, ulcera gastrica. Lo scopo della prevenzione della peritonite è di informare la popolazione sul suo pericolo e sulla diagnosi tempestiva delle malattie che lo portano.

prospettiva

La durata del trattamento peritonite dipende dalle cause della malattia e dalla gravità del corso.

In media, questo è 2-4 settimane, ma con un processo comune e in corso, la prognosi è scarsa. Con un periodo fino a 24 ore, la prognosi per la peritonite è generalmente favorevole, con un periodo superiore a 24 ore, il tasso di mortalità varia dal 20 al 90%.

http://medsimptom.org/peritonit/

Infiammazione della cavità addominale: trattamento e sintomi | Come trattare l'infiammazione peritoneale

La peritonite è un'infiammazione del peritoneo con la separazione dell'essudato, spesso di natura acuta. I sintomi della malattia sono espressi da cambiamenti nel funzionamento di tutti gli organi e sistemi, gravi disturbi del metabolismo dell'acqua e degli elettroliti. Un trattamento ritardato dell'infiammazione della cavità addominale è spesso fatale.

Sintomi di infiammazione della cavità addominale

L'infiammazione della cavità addominale si manifesta con segni di una condizione patologica che ha portato allo sviluppo di peritonite. Dopo il contatto con la parete del peritoneo dei microanismi, si verifica una tipica reazione infiammatoria, manifestata:

  • essudazione infiammatoria,
  • iperemia,
  • edema,
  • dal dolore
  • reazione di temperatura.

I primi sintomi di infiammazione della cavità addominale sono dolori che sono specifici. La natura del dolore è l'irritazione dei recettori delle pareti del peritoneo con essudato infiammatorio.

All'inizio della malattia, il dolore si trova direttamente sopra l'organo la cui malattia ha causato lo sviluppo di peritonite. Il dolore è molto intenso, è costante, non è alleviato da analgesici antipiretici, i pazienti tendono ad adottare una posizione in cui il peritoneo è minimamente soggetto a attrito e tensione. Spesso i pazienti si trovano sulla schiena con le ginocchia piegate e tirate fino allo stomaco, tendono a mentire il più immobili possibile.

Sintomi oggettivi di infiammazione della cavità addominale, che dovrebbero essere controllati se ci sono lamentele di dolore addominale, sono i sintomi di Shchetkin - Blumberg.

Per testarlo, devi mettere la mano sulla parete anteriore del peritoneo e immergerlo nella cavità addominale, quindi rimuoverlo bruscamente. Se il paziente avverte dolore, il sintomo è positivo.

Con un'infiammazione limitata, questo sintomo può essere positivo solo nell'area dell'infiammazione, ad esempio l'infiammazione dell'appendice del cieco. Se il paziente avverte un dolore così intenso che non consente nemmeno una palpazione superficiale orientale, il sintomo è considerato nettamente positivo. All'esame, si nota una tensione locale o estesa dei muscoli della parete anteriore e, con infiammazione diffusa, si può notare una contrazione del muscolo navicolare.

L'esito più favorevole della malattia, possibile con una pronunciata protezione non specifica del corpo, è la limitazione dell'infiammazione in una particolare area. Ciò è dovuto al coinvolgimento dell'omento e alla perdita dei filamenti di fibrina.

Nella fase iniziale, l'infiammazione della cavità addominale è caratterizzata da vomito. Inizialmente, è di natura riflessa, e quindi può essere associato al bisogno paralitico dell'intestino, l'effetto paralizzante delle tossine sullo stomaco. Ciò spiega anche la mancanza di rumore peristalsi intestinale durante l'auscultazione.

Oltre a riconoscere la patologia di base che ha causato lo sviluppo di peritonite, si notano i sintomi di infiammazione della cavità addominale associati allo sviluppo di un ampio processo infiammatorio. Questa è una febbre con un aumento della temperatura corporea ai numeri subfebrilari, la tachicardia.

Sintomi diagnostici di infiammazione addominale

La tachicardia è molto importante per la diagnosi della malattia, poiché questa malattia ha un sintomo caratteristico - la tachicardia non corrisponde al livello della temperatura corporea. Con una leggera febbre, la tachicardia può essere molto significativa. Di solito si osserva una respirazione frequente e lo stomaco (o una metà) non è coinvolto nell'atto di respirazione.

Quando si esegue laparoscopia all'inizio dell'infiammazione, il peritoneo appare iperemico, edematoso, ispessito, opaco e talvolta ruvido. Di solito, questi cambiamenti sono espressi al massimo direttamente sopra la zona del fuoco infiammatorio. Successivamente, l'essudato inizia ad accumularsi nella cavità peritoneale. L'essudato con sintomi di infiammazione contiene una quantità significativa di proteine.

Un esame del sangue consente di identificare la leucocitosi, inizialmente insignificante, con un passaggio alla formula dei leucociti di sinistra, una VES leggermente superiore al normale.

Sintomi biochimici dell'infiammazione della cavità addominale:

  • diminuzione della proteina sierica totale,
  • aumento dei livelli di fibrinogeno
  • Proteina C-reattiva
  • con l'infiammazione degli organi interni possono apparire marcatori specifici.

Sintomi di infiammazione della cavità addominale in diverse fasi

Un giorno dopo l'inizio della malattia una quantità significativa di sostanze tossiche entra nel sangue. Un aumento della permeabilità della parete vascolare allo stadio 1 dell'infiammazione a seguito dell'esposizione a sostanze tossiche porta al rilascio di una parte significativa del plasma sanguigno nel tessuto. Ciò contribuisce anche a ridurre il livello di proteine ​​nel sangue. Esistono disturbi significativi dell'emodinamica dovuti ad un aumento del letto vascolare (espansione dei vasi sanguigni).

  • Perdita di volume di sangue alto con vomito,
  • il rilascio della parte liquida del sangue dal letto vascolare,
  • essudazione peritoneale

portare a ipovolemia. In questa fase, ileo paralitico dell'intestino porta all'assenza di rumore intestinale durante l'auscultazione, il riempimento dell'intestino con i gas porta alla comparsa di un suono timpanico durante la percussione, distensione addominale significativa, alterata scarica delle feci.

I sintomi di infiammazione della cavità addominale sono notevolmente aggravati. Ciò porta ad un aumento della gravità di tutti i sintomi. La febbre diventa frenetica in natura, l'impulso è notevolmente aumentato, caratterizzato da basso riempimento e tensione. La pressione sanguigna diminuisce. Intossicazione significativa porta alla comparsa di un aspetto caratteristico che appare durante la peritonite. Fu descritto da Ippocrate e prese il suo nome. Il viso di un tale paziente è pallido, i suoi occhi sono incavati, i lineamenti del viso iniziano ad affievolirsi, il naso e gli zigomi sporgono in modo significativo. La lingua è ricoperta da una spessa fioritura giallastra, asciutta.

La condizione di un tale paziente può essere valutata come grave, l'espressione del paziente è dolorosa, il paziente risponde con riluttanza alle domande.

La fase successiva dell'infiammazione si sviluppa 3 giorni dopo l'inizio della malattia. Vi sono gravi disturbi emodinamici, attività compromessa di tutti gli organi e sistemi corporei, che nella fase finale possono portare a fallimento di organi multipli e morte.

In questa fase, i sintomi dell'infiammazione addominale sono i seguenti:

  • il paziente è pallido,
  • la sua pelle è coperta di sudore freddo e appiccicoso,
  • potrebbe esserci una violazione della coscienza,
  • psicosi.
  • Pulse è già
  • la pressione arteriosa si riduce drasticamente.
  • Durante l'auscultazione del cuore, c'è una sordità dei toni cardiaci, vari disturbi del ritmo cardiaco.
  • Il rumore intestinale durante l'auscultazione non viene ascoltato.
  • La sedia è assente, ma si può notare vomito di contenuto intestinale.
  • L'orinazione è rara, la quantità di scarico delle urine diminuisce.

Trattamento dell'infiammazione della cavità addominale con metodi tradizionali?

Una persona che ha il sospetto di un'infiammazione della cavità addominale deve essere ospedalizzata in una struttura appropriata in breve tempo. Il movimento di pazienti che si trovano in uno stato di infiammazione di varia gravità è rapido e gentile. In anticipo, è necessario conoscere la possibilità di procedure mediche, che prevede il trattamento iniziale dell'infiammazione della cavità addominale.

Le attività che devono essere prescritte da un medico per il dolore addominale dipendono principalmente dalla malattia di base. Pertanto, spesso l'infiammazione della cavità addominale con diversi gradi di gravità viene diagnosticata mediante studi speciali. Questo è necessario per fare una diagnosi definitiva e prendere una decisione sulla nomina di un'operazione di emergenza, o semplicemente per elaborare tattiche di trattamento. Va notato che i medici vietano la diagnosi di infiammazione della cavità addominale di diversa gravità dell'assunzione di cibo, fluidi, nonché l'uso di farmaci analgesici e ipnotici.

Trattamento di moderata infiammazione addominale

In questa fase viene generalmente prescritto un trattamento complesso dell'infiammazione della cavità addominale. Tuttavia, spesso sono necessarie cure mediche di emergenza e interventi chirurgici. Viene eseguito immediatamente. Il trattamento chirurgico dell'infiammazione della cavità addominale dura spesso circa tre ore. Durante questo periodo, eseguire la correzione di emodinamica, elettrolito e alcuni altri disturbi.

Come trattare l'infiammazione peritoneale di un alto grado di gravità?

Quando una persona si trova in una condizione molto grave e compare sanguinamento interno, iniziano l'operazione al momento del ricovero in ospedale. Allo stesso tempo esegui la rianimazione. Con una natura molto complicata di infiammazione e una grande quantità di azione terapeutica, tutto è spesso coordinato da un consiglio di medici.

La prognosi del trattamento dipende spesso dal grado di infiammazione e dalla sua durata. L'infiammazione della cavità addominale è spesso determinata dal momento in cui la malattia si sviluppa e fino a quando il paziente appare in ospedale, inoltre possono esserci malattie associate.

La prognosi avversa nella diagnosi di infiammazione della cavità addominale è spesso ottenuta con peritonite, che non è stata trattata per un tempo molto lungo. Molto spesso nella vecchiaia, sullo sfondo dell'infiammazione, un intestino invalicabile appare gradualmente con necrosi trascurata, così come la trombosi dei vasi addominali. Va notato che in caso di infiammazione, l'ulteriore stato di salute del paziente dipende dalla velocità della diagnosi e dalla conduzione di tutte le procedure necessarie.

Cause del processo infiammatorio del peritoneo

I microbi, i patogeni dell'infiammazione sono diversi. Questi includono:

  • stafilococchi,
  • streptococchi,
  • E. coli
  • Pseudomonas aeruginosa,
  • Proteus,
  • ma dominato dalla microflora mista.

Oltre al non specifico, ci sono anche infiammazioni specifiche, ad esempio peritonite in una infezione tubercolare del corpo. Per il verificarsi dell'infiammazione peritoneale, è necessario un cambiamento nel microrganismo - una violazione della resistenza non specifica.

Il meccanismo di penetrazione dei microbi nel corpo è diverso. Nelle donne, la cavità peritoneale comunica con l'ambiente esterno attraverso le aperture delle tube di Falloppio e della vagina. Questo spiega l'infiammazione del peritoneo dovuta alla penetrazione dell'infezione.

Inoltre, un'infezione nella diagnosi dell'infiammazione della cavità addominale penetra nella cavità del peritoneo nelle malattie infiammatorie acute degli organi peritoneali - appendicite, pancreatite, colecistite purulenta ed empiema della cistifellea, malattie infiammatorie intestinali, ascessi epatici. Di solito, in questo caso, l'infiammazione purulenta della cavità addominale porta prima ad un aumento della permeabilità della parete dell'organo e alla penetrazione dei microrganismi e alla fuoriuscita nella cavità addominale.

Con la progressione del processo di infiammazione e la mancanza di una terapia adeguata aumenta la probabilità di perforazione di organi e penetrazione di pus in grandi quantità nel peritoneo.

Un altro motivo per cui si verifica l'infiammazione della cavità addominale è la penetrazione del contenuto infetto durante la perforazione degli organi interni, la causa più comune è la perforazione dell'ulcera gastrica, la rottura di un'appendice infetta o cistifellea, la colite ulcerosa, la rottura delle cisti suppurative, come il fegato e il pancreas. Questo è estremamente pericoloso, perché quando un organo cavo è perforato, una microflora estremamente virulenta raggiunge il peritoneo, causando un tipico processo di infiammazione.

L'agente infettivo nella diagnosi di infiammazione della cavità addominale può penetrare nella cavità del peritoneo direttamente con ferite penetranti nell'addome, dopo interventi chirurgici con non conformità con le regole di asepsi e antisettici o con suture applicate in modo non corretto. Nelle donne, l'infiammazione della cavità addominale può essere associata a patologia ginecologica: una complicazione di aborto non medico o gravidanza ectopica (es. Tubarica), malattie purulente-infiammatorie degli organi genitali femminili (come salpingo-ooforite, annessite, endometrite).

L'infiammazione della cavità addominale può verificarsi in alcune malattie terapeutiche: lupus eritematoso sistemico, malattia reumatica, alcune vasculiti. Spesso, l'infiammazione del peritoneo si trova in un tumore del peritoneo - carcinomatosi.

A seconda dell'eziologia del processo, l'essudato nella cavità peritoneale può avere il carattere di un sieroso, sieroso, emorragico, emorragico, purulento, putrido.

Come fa l'infiammazione della cavità addominale - la patogenesi della malattia

Il peritoneo è una membrana sierosa. Ha due fogli - viscerale e parietale. Il lenzuolo viscerale copre gli organi interni della cavità addominale e l'interno parietale appartiene alla parete addominale. Tra i fogli contiene la quantità minima di fluido che assicura l'uno contro l'altro i fogli. La membrana sierosa ha un gran numero di recettori, in connessione con questo essudato nella cavità del peritoneo o dei filamenti di fibrina irritano i recettori, provocando un dolore intenso. Il peritoneo fornisce metabolismo e fluidi, avendo la capacità di assorbire sia fluidi che sostanze dal peritoneo e di rilasciare fluidi contenenti filamenti di essudato e di fibrina.

Ciò fornisce una funzione protettiva all'addome: la perdita dei filamenti di fibrina e il coinvolgimento dell'utero causano una restrizione del processo infiammatorio nella cavità addominale. Tale peritonite è chiamata infiammazione della cavità addominale, come ascesso subfrenico, appendicolare, ecc. La natura dell'essudato, come in altri processi infiammatori, può essere diversa. Lo è

  • sierosa,
  • purulenta,
  • seropurulent,
  • a volte emorragico
  • e contenuto putrido.

Limitare l'infiammazione in una particolare area si ottiene solitamente saldando i fogli di peritoneo con fili di fibrina.

http://www.astromeridian.ru/medicina/vospalenie_brjushnoj_polosti.html

Sintomi di peritonite - opzioni di trattamento per l'infiammazione nella cavità addominale

La peritonite è un'infiammazione dei tessuti che rivestono la parete addominale e gli organi interni. Questa malattia ha una grande influenza e significato in molte malattie. Il peritoneo è una parete trasparente, lucida e liscia con una grande superficie. Forma una borsa che allinea le cavità addominali. Molto vascolarizzato e innervato.

Le cause dell'infiammazione peritoneale sono diverse: può essere il risultato di perforazione dello stomaco, duodeno, intestino tenue, intestino crasso, appendicite è anche una delle cause principali. Infiammazione del peritoneo, manifestata principalmente dal dolore nella cavità addominale. L'infiammazione del peritoneo può portare a gravi complicanze.

Tipi di infiammazione del peritoneo

In totale, ci sono tre tipi di infiammazione peritoneale:

  1. Peritonite spontanea;
  2. Peritonite secondaria;
  3. Infiammazione del peritoneo, a seguito di dialisi.

Cause e sintomi di infiammazione del peritoneo

Le cause più comuni di infiammazione peritoneale sono le malattie del tratto gastrointestinale e le loro complicanze. Spesso il punto di partenza per lo sviluppo della peritonite è la perforazione dell'ulcera gastrica o dell'ulcera duodenale. Un colpo improvviso del contenuto di questi organi nella cavità addominale provoca una reazione molto forte da parte sua.

Nella maggior parte dei casi

La perforazione di spessore sottile o spessa, causata da vari motivi (durante tifo, tubercolosi, sifilide, infezione fungina o processo oncologico dell'intestino), provoca effetti simili. Così come la rottura intestinale a causa della sua lesione diretta. L'appendicite acuta è un'altra causa molto comune di infiammazione peritoneale.

Un'altra causa di peritonite potrebbe essere il trasferimento dell'infezione al peritoneo dai tessuti circostanti l'intestino. La determinazione di questa causa di infiammazione peritoneale può causare difficoltà se il paziente non è in grado di fornire un'intervista completa a causa di una malattia.

Il dolore, come sintomo di una peritonite in via di sviluppo, è inizialmente localizzato nella regione dell'organo in relazione al quale la causa iniziale della malattia è correlata (ad esempio, nell'addome inferiore destro con infiammazione dell'appendice).

Il dolore copre gradualmente l'intera cavità addominale. Il suo personaggio dipende in gran parte dalla causa originale. Il dolore è spesso accompagnato da vomito o nausea. Lo sviluppo dell'infiammazione peritoneale è accompagnato da un ritardo di gas e feci.

Altri sintomi di peritonite includono:

  • gonfiore;
  • dolore addominale o tenerezza;
  • febbre;
  • fluido nella cavità addominale;
  • gas, costipazione;
  • problemi di minzione;
  • nausea e vomito;
  • polidipsia;
  • brividi.

Prevenzione e trattamento dell'infiammazione peritoneale

La diagnosi di peritonite viene effettuata sulla base di sintomi caratteristici, esame medico e test di laboratorio, che comprendono: esami del sangue, raggi X e tomografia computerizzata della cavità addominale.

La peritonite non sempre causa danni a qualsiasi organo, tuttavia, la ragione deve essere trovata il prima possibile e il trattamento deve essere eseguito il prima possibile, poiché l'infiammazione del peritoneo può essere pericolosa per la vita e causare varie complicazioni.

complicazioni dipende dal tipo specifico di infiammazione. I più comuni sono:

  • aderenze intraperitoneali (connessione permanente anormale tra due aree infiammate della superficie peritoneale, a volte possono verificarsi aderenze tra il peritoneo e l'intestino);
  • ostruzione intestinale ricorrente - avere una stretta relazione con i picchi sopra descritti, perché portano alla difficoltà di promuovere il contenuto dell'intestino.
  • ascessi intraperitoneale e subfrenico - sono cavità chiuse contenenti pus, separate dal resto della cavità addominale dalle aderenze. La loro dissezione può essere il punto di partenza per la reinfiammazione del peritoneo.

Il trattamento consiste principalmente nel funzionamento e nell'eliminazione della causa dell'infiammazione peritoneale, ad esempio l'ulcera gastrica o la rimozione dell'appendicite. Inoltre, il trattamento può essere utilizzato sotto forma di antibiotici e analgesici.

http://sekretizdorovya.ru/publ/peritonit/20-1-0-339

Infiammazione addominale, sintomi, trattamento e cause

Il nostro corpo ha una struttura piuttosto complessa, tutti gli organi e i sistemi in esso contenuti si trovano in determinati luoghi e interagiscono costantemente tra loro. Un numero significativo di organi si trova nella cavità addominale. Cosiddetto lo spazio che si trova nel corpo immediatamente sotto il diaframma. È coperto da un guscio sottile, che consiste in due fogli. Se gli organi addominali sono feriti o una malattia diversa, in alcune situazioni può portare allo sviluppo di peritonite. Questa condizione è anche conosciuta come infiammazione della cavità addominale, i sintomi e il trattamento, così come le cause di infiammazione, saranno discusse in questa pagina "salute popolare" in modo un po 'più dettagliato.

L'infiammazione nella cavità addominale (peritonite) è una malattia piuttosto pericolosa in cui le condizioni del paziente diventano estremamente gravi. Ecco perché se si sospetta che un paziente si sviluppi, il paziente necessita di ricovero immediato e assistenza medica qualificata.

Perché c'è un problema nella cavità addominale, quali sono le cause dell'infiammazione?

Il fattore più comune che causa la peritonite è la perforazione (rottura) dell'organo problema, mentre il suo contenuto cade all'interno della cavità addominale, che causa lesioni chimiche o infettive delle foglie di peritoneo.

Il divario può essere osservato in un numero di condizioni patologiche. A volte questa violazione è scatenata dall'infiammazione dell'appendice dell'intestino, questa condizione è classificata come appendicite. Inoltre, la perforazione può verificarsi durante la perforazione di ulcere gastriche o duodenali, quando un paziente ha una lesione da ulcera di questi organi. A volte questa complicazione si sviluppa a causa della rottura della parete intestinale dovuta alla deglutizione di un corpo estraneo, ad esempio parti di giocattoli nei bambini. Inoltre, i medici dicono che l'infiammazione della cavità addominale può verificarsi a causa di perforazione del diverticolo intestinale - in questa condizione, le protrusioni si osservano nelle pareti intestinali. Inoltre, è possibile la perforazione delle formazioni tumorali.

In alcuni casi, la peritonite è infettiva e infiammatoria. In questo caso, può svilupparsi sullo sfondo di appendicite acuta, colecistite o pancreatite.

È anche possibile e la forma postin vigore di infiammazione della cavità addominale. In tale situazione, può essere causata da un'infezione (infezione) di quest'area durante l'intervento chirurgico, da lesioni sostenute dall'essiccamento del peritoneo con tamponi di garza o dal trattamento della cavità addominale con varie sostanze piuttosto aggressive, ad esempio lo iodio o l'alcol, che viene eseguita durante l'intervento.

Un'altra peritonite può essere traumatica. In questo caso, la causa del suo sviluppo risiede nelle lesioni o lesioni dell'addome.

Poiché l'infiammazione della cavità addominale è una complicazione di vari disturbi o ferite e lesioni, i primi sintomi del suo sviluppo sono manifestazioni della malattia di base.

Con la progressione dei processi patologici la peritonite si fa sentire più chiaramente. Il paziente è preoccupato per il dolore pronunciato nell'addome, che spesso non ha una localizzazione chiara. I sintomi spiacevoli sono notevolmente migliorati con vari movimenti, così come durante la tosse e gli starnuti. Nella fase iniziale del processo infiammatorio, il dolore può verificarsi nella zona dell'organo interessato e quindi diffuso. Se la terapia non viene eseguita, allora il dolore può scomparire del tutto, questo suggerisce una necrosi sviluppata - la morte delle terminazioni nervose.

L'infiammazione della cavità addominale si manifesta anche con un pronunciato aumento della temperatura corporea (fino a 39 ° C e oltre), nausea e vomito, meteorismo. La peristalsi è assente. Il paziente assume una posizione caratteristica del corpo - piega le ginocchia e preme le gambe allo stomaco (così diminuisce l'intensità del dolore). La pelle appare pallida e secca e anche le labbra si seccano. La tachicardia si sviluppa, i suoni del cuore diventano attutiti. I processi patologici portano ad una diminuzione della pressione sanguigna.

I pazienti di solito si preoccupano, possono urlare di dolore, di solito hanno una sensazione di paura.

Se la malattia progredisce, possono verificarsi convulsioni, perdita della coscienza e persino lo sviluppo del coma.

Come viene corretta l'infiammazione della cavità addominale? Qual è il suo trattamento?

Se si sospetta una peritonite, il paziente deve essere ricoverato in ospedale in regime di degenza. La conferma della diagnosi è un'indicazione per un intervento chirurgico urgente. I chirurghi dovrebbero rilevare ed eliminare la fonte di infiammazione, ad esempio rimuovere l'appendice, suturare lo stomaco o l'intestino, ecc.

Successivamente, i medici effettuano lavaggi ripetuti dell'area peritoneale utilizzando soluzioni antisettiche, che consente di eliminare l'infezione. Inoltre, i medici drenano la cavità addominale e il bacino, creando così la possibilità di deflusso nel peritoneo. Anche attraverso i tubi di drenaggio può essere ripetuto il lavaggio con antisettici.

I pazienti con infiammazione della cavità addominale devono selezionare farmaci antibatterici. Vengono mostrati sollievo dal dolore e conduzione della terapia infusionale - per la correzione della disidratazione. Inoltre, i medici possono adottare misure per ottimizzare il lavoro degli organi interni. La terapia prevede l'uso di prodotti assorbenti (per la disintossicazione), antiemetici e antipiretici. Potrebbe essere necessario utilizzare farmaci sedativi, multivitaminici e farmaci anticonvulsivanti.

L'infiammazione della cavità addominale è una condizione estremamente pericolosa che richiede una correzione adeguata e immediata nell'unità ospedaliera. Il trattamento dell'infiammazione non può essere ritardato fino a domani.

http://www.rasteniya-lecarstvennie.ru/20854-vospalenie-bryushnoy-polosti-simptomy-lechenie-i-prichiny.html

Sintomi di peritonite (infiammazione del peritoneo)

L'infiammazione del peritoneo (peritonite) si sviluppa con l'introduzione di microbi patogeni in esso o l'ingresso di alcune sostanze chimiche. Il peritoneo è una membrana a doppio strato che riveste la cavità addominale e circonda lo stomaco, gli intestini e altri organi dell'addome. Questa membrana supporta gli organi addominali e li protegge dalle infezioni; tuttavia, a volte il peritoneo stesso può essere infettato da batteri o altri microrganismi. L'infezione di solito si diffonde da organi all'interno dell'addome. L'infiammazione può coprire l'intero peritoneo o essere limitata a un solo ascesso. Gaping ovunque nel tratto gastrointestinale è il modo più comune per l'infezione di entrare nel peritoneo. Nella maggior parte dei casi, i microbi vengono trasferiti al peritoneo direttamente da un focolaio infiammatorio situato in uno o in un altro organo della cavità addominale (appendicite acuta, colecistite, infiammazione degli organi genitali femminili, torsione intestinale, ecc.), Nonché lesioni penetranti dell'addome e in caso di perforazione degli organi cavi della cavità addominale (perforazione dello stomaco e dell'intestino, cistifellea, ecc.). Meno comunemente, l'infezione viene ematogena dal punto di infiammazione (mal di gola, ecc.).

La peritonite è la causa della situazione critica: i muscoli delle pareti intestinali si paralizzano e la promozione del contenuto intestinale si ferma. Tuttavia, con l'avvento degli antibiotici, la maggior parte delle persone guarisce completamente dalla peritonite con un trattamento adeguato.

motivi

sintomi

Esistono due forme di peritonite: diffusa, quando l'infiammazione cattura la maggior parte del peritoneo e limitata, in cui l'infiammazione si diffonde in una parte relativamente limitata di esso.

La forma più grave è la peritonite diffusa, che si sviluppa a seguito di un improvviso ingresso nella cavità addominale del contenuto gastrointestinale (durante la perforazione di un organo cavo), o pus (durante una penetrazione di ascesso). In questi casi appare improvvisamente un dolore acuto molto forte nell'addome. Nausea e vomito si uniscono presto a questo. Il vomito o l'impulso a ripetersi costantemente. Inizialmente, il vomito contiene detriti alimentari e quindi appare un liquido verdastro. I dolori addominali stanno crescendo, diventando insopportabili. Il minimo movimento del paziente o il contatto con l'addome causa un peggioramento del dolore. Lo stomaco diventa teso. Alla palpazione, è chiaramente determinato dalla tensione della parete addominale. La condizione generale del paziente si sta deteriorando bruscamente, la pelle diventa pallida, il polso è frequente, la respirazione è superficiale, le escursioni respiratorie della parete addominale sono bruscamente limitate o assenti. La temperatura corporea aumenta. Inoltre, la temperatura nell'ascella è significativamente inferiore rispetto al retto. In futuro, si verificano paresi intestinale e gonfiore. Con l'auscultazione, il rumore intestinale nell'addome non viene monitorato. L'aspetto del paziente cambia drasticamente, gli occhi affondano, il naso è affilato, il viso si copre di sudore freddo e appiccicoso, la cianosi appare, la lingua diventa secca.

Nei casi in cui la peritonite si sviluppa a seguito della transizione di infiammazione da uno o un altro organo della cavità addominale, la condizione generale e i disturbi soggettivi del paziente rimangono inizialmente caratteristici dell'organo addominale infiammato. Ma poi, in uno stato generale, si verifica un brusco deterioramento. I dolori addominali diventano più diffusi, i rumori peristaltici cessano di essere ascoltati. Per la diagnosi in questi casi i dati del palpatore sono cruciali. Se prima, il dolore e la tensione della parete addominale sono stati determinati nell'area del fuoco infiammatorio primario, quindi con la peritonite catturano rapidamente l'intero addome. Arriva un netto peggioramento delle condizioni generali del paziente.

Con una peritonite limitata, vengono inizialmente determinati solo i sintomi tipici dell'infiammazione di uno o un altro organo della cavità addominale (appendicite, colecistite, adnexite, ecc.). Solo dopo un po 'di tempo compaiono i sintomi caratteristici della limitata infiammazione del peritoneo: il dolore e la tensione della parete addominale sono notati non su tutto l'addome, ma in una certa parte di esso. Nelle restanti aree, l'addome rimane più morbido, meno doloroso e la tensione della parete addominale non è pronunciata, o solo leggermente.

diagnostica

trattamento

Trattamento - chirurgia d'urgenza, eliminando la causa della peritonite. Nello stesso momento, la terapia intensiva è effettuata: infusioni di una soluzione isotonic di cloruro di sodio, soluzioni di glucosio, plasma, sostituti di sangue, così come rimedi di cuore e antibiotici. Nel periodo postoperatorio stabilisci un'aspirazione permanente dei contenuti gastrici. Prozerina, fisostigmina e 10-20 ml di soluzione di cloruro di sodio ipertonico vengono iniettati per eccitare la peristalsi.

• Grandi dosi di antibiotici vengono somministrate per via endovenosa per il trattamento della peritonite batterica. • La chirurgia è spesso necessaria quando la peritonite si verifica a causa di una malattia che causa la perforazione del tratto intestinale, come ulcere gastriche e duodenali o rottura dell'appendice. • La somministrazione endovenosa di liquidi e alimenti è solitamente necessaria per prevenire la disidratazione e riposare l'intestino. • Gli analgesici possono essere usati per ridurre il dolore. • Un tubo che passa attraverso il naso nell'intestino è collegato al dispositivo di aspirazione per rimuovere il contenuto dall'intestino temporaneamente paralizzato.

http://medn.ru/statyi/peritonit-simptomy.html

Infiammazione acuta del peritoneo

eziologia

Gli agenti causali dell'infiammazione penetrano più spesso nel peritoneo nei seguenti due modi: attraverso il canale gastrointestinale e, in una donna, attraverso i genitali.

Con tutte le forme molto diverse di ulcere che si verificano nel canale alimentare, il processo può diffondersi fino alla sierosa e coinvolgere quest'ultimo nella sofferenza.

Ecco come nasce prima un'infiammazione limitata, che in certe condizioni può in futuro diventare comune, proprio come succede con la polmonite, alla quale si unisce la pleurite.

Cambiamenti anatomici nello stomaco o nell'intestino colpiti portano spesso al fatto che il processo ulcerativo termina con la perforazione completa della loro parete. Quindi, insieme al contenuto gastrico o intestinale, numerosi batteri entrano immediatamente nella cavità addominale e provocano un'infiammazione generale, quest'ultima sempre purulenta e molto spesso putrida.

Nei capitoli precedenti, abbiamo spesso menzionato la possibilità dello sviluppo della cosiddetta peritonite perforata o perforante sulla base di vari processi ulcerativi nello stomaco e nell'intestino. Abbiamo visto che i peritonite purulenta diffusa possono verificarsi a seguito di perforazione ulcera gastrica e duodenali perforate ulcera cancro allo stomaco, tifo, tubercolosi, sifilide, dissenteria ulcerazione dell'intestino, con ulcerazione "parete intestinale sopra il luogo di ogni restringimento dell'intestino, la formazione di ulcere da decubito in appendice causato dalla pressione di pietre fecali, ecc.

Un altro importante punto di partenza per lo sviluppo della peritonite sono gli organi genitali femminili. In passato, durante il parto e gli aborti, molto spesso veniva osservata l'infezione diretta del canale del parto, avvenuta dall'esterno. Le malattie infiammatorie derivanti da questa causa (endometrite, metrite e parametrite) possono diffondersi al peritoneo in vari modi.

Nell'endometrite settica, il processo infiammatorio a volte cattura direttamente i tubi, in modo che i batteri penetrino attraverso la cavità addominale. Al contrario, altri casi di endo-o parametrite purulenta sono usati dai vasi sanguigni (tromboflebiti purulenti) o dai vasi linfatici per diffondere il processo infiammatorio al peritoneo.

Se sulla base della parametrite si formano grossi ascessi, possono anche aprirsi nella cavità addominale. Tuttavia, è necessario sottolineare il fatto che in molti casi di peritonite settica post-partum, la maggior parte degli organi sessuali (utero e appendici) risultano essere abbastanza normali durante l'autopsia; nonostante il fatto che fossero i punti di ingresso per i batteri, essi stessi non avevano subito alcun cambiamento patologico permanente.
.

Oltre a entrambe le suddette cause di peritonite, ci sono ancora altre numerose possibilità per il suo sviluppo, che tuttavia si verificano meno frequentemente.

A volte la peritonite si verifica a causa della transizione del processo infiammatorio da altri organi addominali come

  • Ascessi di fegato, echinococco festante
  • Ulcere del dotto biliare causate da calcoli
  • Infiammazione purulenta del pancreas
  • Ulcere della milza, i suoi attacchi di cuore
  • Giada purulenta e pielite
  • Ascessi nel tessuto che circonda la vescica
  • Ulcere della prostata,
  • Cisti ovariche soppresse
  • Gravidanza tubarica
  • Muscolo lombare Psoas
  • Spondilite, ecc.

Possono in modo comprensibile causare la peritonite, spostarsi verso il peritoneo o perforare nella cavità addominale. Si deve prestare attenzione alla possibilità di peritonite a causa di pleurite.

Come vedremo nel prossimo capitolo, non solo tubercolare pleurite, ma anche purulenta, può andare al peritoneo, come le cavità pleurica e addominali sono in diretta comunicazione tramite i vasi linfatici diaframma. Quindi una delle cause importanti della peritonite acuta è le ferite addominali profonde.

Questo include non solo le solite ferite, ma anche le ferite operative della cavità addominale. In un numero significativo doantisepticheskoe laparotomie (ovariotomy ecc) aveva un esito negativo dovuto al fatto che durante l'intervento chirurgico penetrato nella cavità addominale infiammazione causata comuni patogeni peritonite settica.

La peritonite acuta può svilupparsi anche con una normale puntura per ascite, se la puntura viene eseguita da un trocar impuro. Molto meno comuni, se non del tutto, sono la peritonite dopo un trauma addominale senza la presenza di ferite profonde penetranti della parete addominale (emorragie interne, danni alla parete intestinale, ecc.). Nei neonati in casi isolati, la peritonite può svilupparsi a causa dell'infezione della ferita ombelicale.

Peritonite acuta molto meno comune, che è una manifestazione parziale di una particolare malattia comune. Ciò include la peritonite purulenta, che a volte origina da infezione ematogena, in generale sepsi e peritonite (estremamente rara e solitamente benigna) nel reumatismo articolare acuto.
.

Quest'ultimo può essere considerato simile alle infiammazioni "reumatiche" di altre membrane sierose (endocardia, pericardio, pleura). Come eccezione, tale peritonite reumatica può verificarsi, a quanto pare, come la malattia primaria. La possibilità di sviluppare una peritonite nella nefrite acuta o cronica è stata stabilita saldamente e anche da noi è stata osservata.

Corrisponde all'infiammazione del pericardio e della pleura, che spesso si incontra nella giada e probabilmente dipende dal ritardo nel sangue dei componenti tossici delle urine. Infine va rilevato che in casi rari incontra specifici peritonite gonorroyny, o che è attaccato ad un infezioni gonorroynoy comuni (a causa gonorroynym comune malattia, endocardite e m. P.) oppure si verifica la transizione normale quando gonorroynogo infiammazione nel peritoneo.

Da quanto precede risulta che la peritonite da un punto di vista puramente eziologico non è affatto una malattia omogenea. Gli agenti patogeni specifici - con l'eccezione di quei rari casi in cui abbiamo l'azione di tossine pure - sono del tipo più vario.

Nella peritonite perforante, il batterio coli sembra svolgere un ruolo importante. Oltre a lei, spesso devono fare i conti con gli streptococchi. In casi isolati sono stati riscontrati pneumococchi, stafilococchi, gonococchi, B. proteus, ecc., Nell'essudato peritoneale, con tutta probabilità si tratta di un'infezione mista.

Anatomia patologica

Oltre ai processi infiammatori in altre membrane sierose (pleura, pericardio), la peritonite, a seconda della natura dell'essudato infiammatorio, è divisa in un numero di forme. Già le proprietà dell'agente causale dell'infiammazione peritoneale sono determinate dal fatto che nella maggior parte dei casi è fibrinoso-purulento.

Se l'infiammazione si diffonde all'intero peritoneo, abbiamo una "peritonite generale diffusa". In questi casi, la foglia parietale del peritoneo e la superficie esterna dell'intestino all'apertura dell'addome appaiono chiaramente arrossate, a causa del forte riempimento dei vasi (iperemia).

In alcuni punti si ha un sanguinamento minore. Sierosa parte torbida a causa di esclusione di epitelio, e in parte a causa della più o meno significativa essudato fibrinoso che copre peritoneo strato sottile o spesso di fibrina coagulata.

Molto spesso vi sono numerosi legami tra i singoli anelli dell'intestino (confrontati con le aderenze pleuritiche), che nei casi freschi sono facilmente separabili, ma portano anche ad aderenze strette dei cappi intestinali. Insieme al versamento fibrinoso, la maggior parte della cavità addominale contiene essudato fibrinopurulento liquido libero. La sua quantità è estremamente diversa.

A volte in parti moderate della cavità addominale si accumula solo una quantità moderata di liquido torbido, a volte la quantità di essudato liquido può raggiungere diversi litri, in modo che la cavità addominale sia molto tesa. Raramente essudato siero-purulenta, generalmente ha carattere prevalentemente purulenta, molto spesso, soprattutto in peritonite, derivante da perforazione intestinale, e in molti casi, peritonite puerperale, essudato purulento prende causa del decadimento di maleodorante, carattere putrido (peritonite settica).

Se ci sono grandi fori perforati nella parete intestinale, una grande quantità di materia fecale e gas intestinali entrano nella cavità addominale. Con il collasso dell'essudato peritoneale purulento, a volte possono anche svilupparsi gas putrefattivi. Infine, va ricordato che in rari casi l'essudato diventa sanguinoso. La maggior parte dei casi di peritonite emorragica non sono correlati a questa area, ma alla peritonite tubercolare o carcinomatosa.

L'intestino è coinvolto in casi gravi e duraturi di peritonite per il fatto che il suo muro a causa dell'insorgenza di edema infiammatorio è significativamente ispessito, ma allo stesso tempo diventa flaccido ed è facilmente strappato. Maggiore duttilità parete edematosa intestinale, che a volte raggiunge paralisi completa della muscolatura intestinale, provoca un rigonfiamento molto significativa (gonfiore) di tutti o di singoli segmenti dell'intestino loro.

Le forme più leggere di peritonite generale con essudato sieroso sieroso-fibroso o predominante sono relativamente rare. Prima di tutto, ci sono alcuni casi di peritonite primaria invisibile (per lo più cronica) con esito favorevole, così come peritonite associata con l'ascite, che il paziente ha avuto per lungo tempo (vedi il prossimo capitolo).

In rari casi di peritonite nel reumatismo acuto, il risultato è probabilmente una questione di infiammazione con un essudato sieroso-fibroso. Oltre alla peritonite diffusa generale sopra descritta, dovremmo menzionare anche la peritonite locale, limitata (limitata), spesso incontrata. Anche qui ci sono, da un lato, forme lievi con essudato fibrinoso e, d'altra parte, infiammazioni purulente limitate (peritonite purulenta saccolata essudata).

La peritonite fibrinosa limitata si sviluppa come conseguenza della diffusione al peritoneo di una varietà di processi dagli organi vicini. Per le ulcere intestinali profondamente penetranti, è spesso possibile, ad esempio, notare una leggera peritonite limitata nel corrispondente sito della membrana sierosa.

Una peritonite semplice limitata può anche essere trovata in presenza di infarti superficiali della milza, in varie malattie del fegato e della cistifellea, raggiungendo la superficie esterna di questi organi e varie condizioni patologiche degli organi genitali femminili. In molti casi correlati a questa zona, la peritonite assume una forma cronica che porta a adesioni permanenti (peritonite adesiva).

Peritonite purulenta limitata causata dagli stessi motivi del generale. L'unica differenza è che con questa forma, le adesioni e le aderenze si sviluppano prima nella regione originale delle peritoniti, in modo che l'infiammazione rimanga limitata e non possa diffondersi nell'intero peritoneo.

Una peritonite purulenta saccolata si verifica più spesso dopo la perforazione del processo vermiforme nella forma di una cosiddetta peritiflitta purulenta (vedi Capitolo), quindi, come peritonite pelvica saccolata, si unisce principalmente all'infiammazione puerperale dell'utero e delle sue appendici.

Tuttavia, la peritonite purulenta incisa si trova anche nella perforazione delle ulcere gastriche e intestinali, nell'epidemia di tratto biliare purulento e in malattie simili. Se l'ascesso si trova direttamente sotto il diaframma, allora parlano di "ascesso subfrenico". Cambiamenti istologici più sottili nella peritonite acuta sono compatibili con l'infiammazione delle altre membrane sierose.

L'essudazione dai vasi consiste nel rilascio di un liquido, parzialmente coagulato (essudato fibrinoso) e nel rilascio simultaneo di numerosi globuli bianchi da vasi iperemici. Presto, inizia la neoplasia del giovane tessuto connettivo e dei vasi sanguigni, che si formano dai capillari della membrana sierosa o provengono dal tessuto connettivo del peritoneo e portano all'organizzazione dell'essudato fibrinopurulento. Pertanto, nei casi cronici di peritonite, le aderenze del tessuto connettivo si sviluppano tra i singoli anelli intestinali.

In corso cronico, alla fine portano a un significativo ispessimento e rugosità nell'uoento e nel mesentere (peritonite deformante). Tuttavia, nella maggior parte dei casi di peritonite purulenta, la morte si verifica già nella prima fase acuta dell'infiammazione. Se nei casi più semplici di peritonite è venuta una cura, allora l'essudato dopo la sua decomposizione grassa dei suoi elementi cellulari può dissolversi. Circa l'esito della peritonite purulenta limitata è indicato nella descrizione delle sue forme cliniche.

La diagnosi

In molti casi, la diagnosi di peritonite, basata sui principali sintomi caratteristici (dolore e gonfiore, vomito, fenomeni di collasso generale), viene effettuata abbastanza facilmente. In molti casi di peritonite secondaria, che si verificano durante una malattia già accuratamente diagnosticata (tifo, ulcera, stomaco, malattia postpartum, ecc.), Non vi è dubbio nel punto di partenza della sofferenza. Al contrario, nei casi di peritonite apparentemente primaria, al fine di accertare la causa della malattia, è necessario procedere da una storia accurata o una considerazione precisa delle prime manifestazioni della malattia.

A volte è particolarmente difficile fare una diagnosi di peritonite a causa del fatto che in determinate condizioni altri processi dolorosi nell'intestino producono sintomi molto simili. Se, ad esempio, grave flatulenza con gravi sintomi generali, addominale tenerezza, ecc si sviluppa nella febbre tifoide, quindi è facile fare una diagnosi di peritonite, senza successiva autopsia.

Una varietà di ulcere intestinali profondamente penetranti a volte rendono l'addome così sensibile alla pressione che è anche facile confonderlo con la peritonite. Spesso difficile è la diagnosi differenziale tra peritonite perforata e ostruzione intestinale acuta.

Il quadro generale grave della malattia con entrambe le lesioni è lo stesso, e la peritonite diffusa può, a causa della paralisi intestinale o con grave flatulenza, portare anche a una completa ritenzione delle feci e persino a vomito putrido ("fecale") (il cosiddetto "ileo paralitico").

D'altra parte, la peritonite comune spesso si unisce all'ostruzione intestinale, cosicché a volte avvengono contemporaneamente entrambe le condizioni dolorose. Come i segni principali, anche se non sempre indiscutibili, di distinguere tra questi stati, presentiamo quanto segue:

Differenza di peritonite da ostruzione intestinale

peritonite

  • Un esordio febbrile, accompagnato da dolore all'addome, a volte in uno spazio limitato.
  • Lo stomaco è molto sensibile alla pressione, molto teso.
  • Nell'ulteriore corso della malattia, i dolori tendono a diminuire.
  • Mancanza di movimenti intestinali peristaltici visibili.
  • Il vomito fecale è raro, il vomito frequente e il singhiozzo sono frequenti.
  • Nella cavità addominale è determinata dall'essudato.
  • Lo scarico di gas non si ferma completamente.

Ostruzione intestinale

  • Nessun inizio febbrile. Con l'ostruzione dell'intestino dal blocco, non c'è dolore.
  • All'inizio l'addome è morbido; con la pressione non è particolarmente doloroso.
  • Il dolore addominale aumenta gradualmente t.
  • Motilità intestinale a volte visibile. I loop intestinali si fanno sentire sotto forma di rulli.
  • Vomito chiaramente fecale Singhiozzo raramente.
  • Assenza o successiva leggera essudazione libera nella cavità addominale.
  • Chiusura completa dell'intestino

Infatti, a questo proposito, si incontrano spesso errori diagnostici, come detto sopra, in modo che la peritonite che è arrivata sia completamente visibile. Questo accade quando i sintomi locali (dolore, flatulenza) sono minori. A volte solo un rapido cambiamento delle condizioni generali, del polso e della temperatura attira l'attenzione sull'inizio della peritonite.

Anche la diagnosi di peritonite limitata è spesso difficile. In alcune gravi condizioni febbrili che rimangono poco chiare, l'autopsia mostra suppurazioni profonde nella cavità addominale. Non si dovrebbe mai dimenticare di raccogliere una storia approfondita e svolgere uno studio dettagliato (anche per rectum et vaginam).

In conclusione, consideriamo necessario ricordare che anche un utero gravido e una vescica molto affollata e quindi dolorosa possono dare origine a diagnosi sbagliate di peritonite. Varie condizioni che coinvolgono gonfiore nei pazienti isterici portano ad una falsa ipotesi di peritonite.

trattamento

Sebbene il trattamento della peritonite stia diventando sempre più chirurgico negli ultimi anni, riteniamo tuttavia necessario dare qui almeno il trattamento sintomatico interno della peritonite, in quanto è usato in parte in linea con il trattamento chirurgico, in parte quando il trattamento chirurgico inutile o non disponibile.

Da "mezzi di distrazione" esterni si può prevedere un'influenza favorevole solo in alcuni casi. La lubrificazione della superficie dell'addome con tintura di iodio e lo sfregamento dell'unguento grigio è così privo di scopo che dovrebbero essere lasciati a lungo. L'applicazione locale di ghiaccio all'addome è onnipresente.

Porta ad una diminuzione del dolore e, forse, anche ad una diminuzione della peristalsi intestinale, ottenendo così un effetto favorevole. Tuttavia, il ghiaccio non è tollerato da tutti i pazienti, e talvolta impacchi caldi e impacchi o l'uso di un bagno di calore elettrico forniscono un sollievo molto maggiore. Con una peritonite pelvica limitata, che ha un punto di partenza nelle malattie degli organi genitali femminili, la vescica del ghiaccio agisce generalmente meglio di un impiastro caldo.

Dei mezzi interni di importanza essenziale nel trattamento della peritonite è solo una cosa: l'oppio. Grandi dosi di oppio, ogni 1-2 ore 15-20 gocce di tinta. Opii o 0.05 extr. Opli, agisci quasi sempre favorevolmente. Allevia il dolore, riduce il vomito e le eruttazioni. La diminuzione della motilità intestinale causata dall'oppio porta anche al sollievo del dolore e, possibilmente, alla restrizione del processo infiammatorio.

Nella mia esperienza, grandi dosi di oppio sono trasportate da pazienti con peritonite incredibilmente bene, che possono dipendere dall'assorbimento ritardato dell'oppio nell'intestino. La sostituzione dell'oppio con iniezioni sottocutanee di morfina è raccomandata solo quando è desiderabile ottenere un effetto narcotico il più presto possibile, così come quando il dolore intenso o il vomito persistente continuano dopo l'assunzione di oppio. In questi casi, è possibile registrare l'oppio sotto forma di clistere (tintura di oppio) o candele. La morfina (per via sottocutanea), il pantopon, l'atropina, ecc. Sono usati anche nella serie dell'oppio.

A volte alcuni sintomi particolari richiedono un'attenzione speciale. Contro il vomito, oltre all'oppio, vengono prescritti cubetti di ghiaccio, piccole quantità di ghiaccioli, a volte cloroformio, cocaina, ecc.. Con forte flatulenza, cercano di rimuovere alcuni gas dall'introduzione più profonda del tubo intestinale.

Si raccomanda anche la klistery con trementina (cucchiaio di trementina da 200,0 g di soluzione liquida). I fenomeni di collasso e debolezza cardiaca richiedono l'uso di stimolanti (principalmente iniezioni di Oleum canforatum, quindi di caffeina, champagne, ecc.). Inoltre, si raccomanda di somministrare clisteri o sottocutanea, nonché infusione endovenosa di una soluzione allo 0,6% di cloruro di sodio.

I pazienti alimentari per lo più difficili. A volte è necessario quasi completamente smettere di ricevere i poveri. Successivamente, sono più applicabili piccole quantità di latte freddo, brodo di carne fredda, tè ecc.

Il trattamento chirurgico della peritonite acuta sta diventando sempre più importante. Il fatto che l'assistenza con un ascesso limitato nella cavità addominale possa essere fornita solo attraverso l'intervento chirurgico non richiede prove particolari.

Tuttavia, anche con la peritonite acuta generale, la laparotomia è stata raggiunta, sebbene non brillanti, ma risultati degni di nota, che richiedono sempre più insistentemente nuovi esperimenti, che in condizioni normali la prognosi di tali malattie era quasi del tutto sfavorevole.

Prima una laparotomia rivela la fonte da cui si è sviluppata l'infiammazione peritoneale, e prima viene rimosso, più è probabile un risultato stabile nel recupero. Una descrizione più dettagliata del trattamento chirurgico della peritonite va oltre lo scopo di questo manuale.

http://lifemed24.com/gastroyenterologiya/bolezni-bryushiny/ostroe-vospalenie-bryushiny.html

Pubblicazioni Di Pancreatite