Rimozione della cistifellea

La cistifellea è un organo situato nella parte superiore destra della regione addominale. Svolge le funzioni di deposito (processo cumulativo) ed escrezione del fluido biliari. Partecipa ai processi digestivi nel corpo.

La bile è prodotta nel fegato. Nei processi patologici, la formazione di pietre (pietre) nella cistifellea richiede un intervento chirurgico per rimuovere l'organo. Nelle donne, la malattia del calcoli biliari viene registrata più spesso che negli uomini.

La medicina moderna offre diversi modi per rimuovere un organo. La procedura con un impatto minimo sugli organi interni è detta laparoscopia. Una persona può condurre una vita normale dopo l'intervento, osservando alcune restrizioni.

Quando è necessaria la laparoscopia

La colecisti è suscettibile di infiammazione, malnutrizione (l'obesità è un fattore grave nelle malattie degli organi). Colecistite, colelitiasi (ICD), polipi sulla cistifellea peggiorano lo stato di salute. I sintomi di nausea, vomito, dolori acuti nella zona destra dell'ipocondrio sono noti, aumenti della temperatura corporea, crampi addominali dopo cena, prurito della pelle.

La malattia influisce negativamente sul corpo. Le diagnosi sono indicazioni per la rimozione dei calcoli biliari (cistifellea), poiché il funzionamento dell'organo è limitato. Non partecipa al processo digestivo, infatti non funziona. Durante la progressione della malattia della colecisti, il corpo si adatta gradualmente a farne a meno. Altri organi iniziano a rispondere alla funzione di espellere la bile.

La procedura per tagliare la colecisti danneggiata è chiamata colecistectomia laparoscopica. Chirurgicamente, l'organo viene rimosso, che è il punto focale del processo infiammatorio e del venditore ambulante dell'infezione.

Il rapido rilevamento della malattia e la rimozione tempestiva della cistifellea contribuiscono al rapido periodo di riabilitazione senza complicazioni. Il metodo chirurgico rimuove le pietre dalla cistifellea. I processi infiammatori lasciati incustoditi mettono il rischio di progressione della malattia negli organi vicini. Ci possono essere infiammazione del pancreas (pancreatite), gastrite, colite ulcerosa del duodeno e dello stomaco. Il periodo postoperatorio in questo caso richiederà più tempo per ripristinare la salute del paziente.

Misure preparatorie per la procedura di rimozione di ZH

La laparoscopia è uno dei tipi di tecnologia moderna in chirurgia, in cui viene eseguita un'operazione di perforazione (attraverso piccole incisioni). È usato come metodo operativo per lo studio degli organi addominali. Il metodo è diventato diffuso a causa delle conseguenze minime dopo la procedura.

Prima di un intervento chirurgico, devi sottoporti ad una visita medica completa. Il paziente viene inviato per test di laboratorio:

  • Urina (analisi generali e biochimiche);
  • Test dell'epatite;
  • Esame del sangue per l'HIV;
  • Emocromo completo;
  • Determinazione del gruppo sanguigno;
  • Fattore Rh;
  • Risonanza magnetica (MRI);
  • Raggi X al torace;
  • Esame ecografico dell'addome (ecografia).

Per quanto riguarda i risultati dei test entro il range normale, l'esito della procedura sarà più favorevole.

Importante previa consultazione con un medico. È necessario informare se c'è un'allergia ai farmaci, intolleranza individuale ai componenti. Il medico dovrebbe spiegare al paziente come si svolgerà la procedura di rimozione dell'organo, quanto tempo andrà, spiegare dove va la bile e scompare dopo che la bolla è stata rimossa, familiarizzare con le possibili conseguenze, quali complicazioni sono.

Il medico prima della laparoscopia ha prescritto una dieta speciale per pulire il corpo. Questo aiuta ad alleviare lo stress sugli organi digestivi. 2-3 settimane escludono: cibi fritti, grassi, affumicati, piccanti, bevande gassate, legumi, latticini, pane. L'alcol è proibito in qualsiasi forma. Sono consentite minestre di verdure leggere e pappe. Una corretta alimentazione riduce il carico sullo stomaco.

Una seria preparazione per la chirurgia è importante per la laparoscopia di successo. Al paziente possono essere prescritti lassativi. Il giorno della procedura non può mangiare liquido e mangiare. Il paziente viene sottoposto a un clistere prima di rimuovere l'organo. Nella sala operatoria, è necessario rimuovere tutti gli articoli: orecchini, anelli, orologi, occhiali, lenti a contatto, ecc.

Descrizione della laparoscopia della cistifellea

L'operazione pianificata di rimuovere la cistifellea non è difficile, a basso impatto. Con il normale stato di salute e la salute del paziente, la procedura è semplice e veloce. Caratteristiche della procedura durante la rimozione del corpo:

  • Stack azionato sul tavolo operatorio sulla schiena.
  • Applicare l'anestesia generale.
  • Trattare l'area in cui verrà eseguita la puntura.
  • La procedura viene eseguita con dispositivi e apparecchiature mediche sterili (strumenti endoscopici, aspiratore, laparoscopio, trocar, insufflatore).
  • Durante la laparoscopia per rimuovere la cistifellea sull'addome, vengono fatte 4 incisioni (forature). Se il metodo chirurgico della laparoscopia fallisce, viene presa la decisione sulla chirurgia addominale di emergenza. Questo fa un'incisione nella parte destra dell'addome.
  • Con l'aiuto di dispositivi sovrapposti condotto d'organo.
  • Poi c'è una rimozione laparoscopica della cistifellea (la migliore opzione attraverso l'ombelico), la bile rimanente viene rimossa.
  • Al posto del corpo mettere il drenaggio. Produrrà deflusso di fluido dal luogo di rimozione dell'organo.
  • Usando laparoscopia, le pietre vengono rimosse dalla cistifellea attraverso una puntura.
  • Dopo aver rimosso l'organo, viene applicata una sutura a ciascuna puntura, dopo la guarigione non vi è quasi nessuna cicatrice (i tagli cicatrizzati non sono visibili).

Chirurgia addominale (laparotomia)

Viene eseguito sotto l'influenza dell'anestesia. Il paziente fa un'incisione con un bisturi (circa 15 cm) e rimuove la LR. Quindi viene eseguito un esame di controllo, i punti vengono messi sull'incisione. L'operazione richiede in media 4 ore.

La laparoscopia può essere eseguita in Evpatoria.

Il tempo dell'operazione

Innanzitutto, viene eseguita la fase di preparazione. Risultati dei test valutati e condizioni del GF per l'operazione. In base alla gravità della malattia e alle caratteristiche anatomiche del corpo, è previsto un tempo di intervento.

Sarà meglio per una persona se l'operazione va rapidamente, quindi l'effetto dell'anestesia sul corpo richiederà meno tempo. La procedura di rimozione richiede circa 1 ora. Per dire esattamente quante ore ci vorrà, il chirurgo non può dire. A volte l'operazione dura fino a 6 ore.

Cause che influenzano la durata e il decorso del processo chirurgico:

  1. La presenza di processi infiammatori concomitanti degli organi addominali.
  2. Il complesso dell'uomo.
  3. Concrements in the cistifellea.

Il periodo di riabilitazione dipende dalla qualità dell'operazione.

Periodo postoperatorio

Nel corso di un'operazione riuscita, una persona viene trasferita all'unità di terapia intensiva. Il paziente esce dall'anestesia. Le prime ore il paziente dovrebbe sdraiarsi ed essere sotto la supervisione di un medico. È vietato alzarsi dal letto e camminare, mangiare, bere. Il paziente prende antidolorifici. Se c'è dolore all'addome e non va via, diventa più acuto, la sutura è sanguinosa, la ferita è stata imbrattata, devi immediatamente informare il medico.

  • Il secondo giorno, puoi bere leggeri brodi freschi, formaggi dietetici, yogurt. Quindi il menu può diversificare il cibo consentito. Si consiglia di rendere il cibo frazionario. Ci sono spesso piccole porzioni. Il cibo dovrebbe essere riservato allo stomaco. La dieta è una regola importante per il periodo di riabilitazione dopo la rimozione del tessuto adiposo. Si consiglia al paziente di monitorare l'aumento di peso ed evitare l'eccesso di cibo.
  • Non puoi mangiare: cibi grassi, cibi piccanti, speziati, salsicce, verdure sott'olio, funghi, dolci con l'aggiunta di cacao, pane bianco, fagioli, bevande gassate, kvas, alcool. Dovrebbe smettere di fumare.
  • Il primo mese dovrebbe limitare lo sforzo fisico sul corpo, rispettare rigorosamente il menu dietetico, per monitorare lo stato di salute dopo aver mangiato. Non è consigliabile guidare su mezzi di trasporto e strade in cui si sta agitando. È vietato visitare bagni, piscine, lettini abbronzanti, condurre uno stile di vita attivo, relazioni sessuali entro 90 giorni dalla rimozione dell'organo.
  • Al paziente viene prescritto un trattamento completo per la riabilitazione dopo colecistectomia. Questi sono medicamenti, ginnastica speciale e metodi di esercizi di massaggio, menu dietetico.
  • È importante osservare uno stile di vita sano e le raccomandazioni del medico curante, poiché la bile viene espulsa direttamente nell'intestino, la violazione della dieta rischia di peggiorare la salute, è irto di serie complicazioni.
  • Dopo 6 mesi, il corpo viene ripristinato.

Possibili complicazioni dopo colecistectomia laparoscopica

L'operazione non ha gravi conseguenze per l'organismo e la vita di una persona, poiché viene eseguita per via laparoscopica e a basso impatto. Ma possono verificarsi i seguenti effetti postoperatori:

  • La progressione delle malattie croniche;
  • La formazione di un ematoma intra-addominale è pericolosa;
  • peritonite;
  • Coaguli di sangue apparivano nelle feci;
  • Lo sviluppo di cisti nel letto ZH;
  • Può bruciare nell'addome;
  • Un bernoccolo o un sigillo appare sul sito della cucitura;
  • Problemi intestinali (feci anormali, flatulenza);
  • Mal di gola, tosse;
  • Ricorrenza di colica epatica;
  • La formazione di pietre nel tratto biliare.

Per evitare conseguenze negative, è necessario seguire le raccomandazioni prescritte dal medico, seguire una dieta. Se trovi i segnali di pericolo, contatti immediatamente il medico.

Controindicazioni alla colecistectomia laparoscopica

Non ci sono controindicazioni assolute alla procedura. La rimozione della febbre aiuta una persona a liberarsi da sintomi spiacevoli e conseguenti complicazioni della malattia. Ma ci sono casi in cui l'operazione dovrebbe essere posticipata:

  • Gravidanza. Primo e ultimo trimestre.
  • Attacchi di colecistite acuta.
  • Cattivi risultati delle analisi del sangue, urina. In questa situazione viene prima effettuata la terapia medica e, dopo il miglioramento, inizia la laparoscopia.
  • Ernia grande.
  • Scarsa coagulazione del sangue
  • Condizione severa del paziente. La colecistectomia può aggravare la salute.
  • Operazioni recentemente trasferite sulla cavità addominale.
  • Sindrome di Mirizzi.
  • Malattie infettive al momento della procedura.

L'operazione per rimuovere un LF non funzionante è sicura per gli esseri umani, a condizione che il chirurgo esperto si prepari ed esegua la laparoscopia da un chirurgo altamente qualificato.

Dopo la laparoscopia, il paziente deve sempre seguire una dieta. La quantità di cibo consentito viene gradualmente aggiunta alla dieta. Lo stress fisico sul corpo è auspicabile per limitare per sei mesi.

http://gastrotract.ru/obsledovanie/udalenie-zhelchnogo-puzyrya.html

Che cos'è la laparoscopia della colecisti, punti importanti e caratteristiche della sua azienda

Le moderne tecniche chirurgiche ci permettono di abbandonare le operazioni addominali, che sono state utilizzate dieci anni fa. In particolare, oggi laparoscopia della cistifellea viene eseguita in quasi tutte le cliniche, sebbene l'inizio sia stato fatto non molto tempo fa - nel 1987 da un chirurgo in una clinica francese. Gli attuali chirurghi praticanti hanno già padroneggiato a sufficienza la tecnica delle operazioni laparoscopiche, che possono aumentare significativamente le possibilità di recupero dei pazienti.

Cos'è la laparoscopia

Laparoscopia è chiamata chirurgia a basso impatto, in cui l'accesso al corpo attraverso diverse piccole incisioni. La dimensione delle incisioni varia, ma durante l'intervento chirurgico sulla cistifellea, la squadra del chirurgo necessita di 1,5 cm per ottenere l'accesso necessario all'organo, che è molto meno traumatico di una vasta incisione nel mezzo del peritoneo. Le complicazioni con tale accesso si verificano raramente e la riabilitazione dura alcuni giorni. Le controindicazioni alla laparoscopia sono praticamente assenti.

La laparoscopia per la malattia della cistifellea viene utilizzata per diversi scopi:

  1. diagnosticare la malattia, se senza un esame esterno della cistifellea non è possibile effettuare una diagnosi accurata;
  2. per il trattamento diretto della patologia (ad esempio, per rimuovere la cistifellea con colecistite calcicola).

In alcuni casi, è possibile combinare due tipi di intervento in uno. Se la colecistite calcanea sospetta è fatta esattamente come una diagnosi, e lo stato del corpo non consente di ritardare l'operazione, allora la rimozione del calcoli biliari viene effettuata nel periodo della laparoscopia diagnostica, traducendola in operativa.

La colecistectomia è l'operazione chirurgica più popolare. Questo è il cosiddetto "gold standard" nel trattamento radicale della colecistite, poiché il metodo è abbastanza efficace e meno traumatico per il paziente, dura fino ad un'ora. Se i pazienti precedenti presentavano complicazioni dopo l'intervento chirurgico addominale, un'anestesia esperta era difficile per il corpo, indossavano una benda durante il periodo postoperatorio, quindi l'intervento laparoscopico consente di liberarsi di questi problemi in misura significativa. La riabilitazione del paziente nel periodo postoperatorio è il più veloce possibile.

Benefici della laparoscopia

Nonostante la prima laparoscopia sia stata percepita scetticamente da molti chirurghi, ora i suoi vantaggi non sono solo dichiarati ad alta voce, ma anche confermati dai risultati a lungo termine delle operazioni eseguite. Chiamiamo i principali vantaggi in laparoscopia della cistifellea prima della chirurgia addominale precedentemente utilizzata:

  1. il minimo trauma rispetto al metodo precedente: puoi eseguire solo quattro piccole incisioni con una dimensione di un centimetro, l'operazione implica l'anestesia;
  2. bassa perdita di sangue (circa quaranta millilitri), a causa di minori danni ai vasi sanguigni;
  3. breve riabilitazione - il paziente può essere rimandato a casa in un paio di giorni, e in alcuni casi, il giorno dopo, quando l'anestesia scomparirà;
  4. nessuna necessità di indossare una benda nel periodo postoperatorio;
  5. è possibile tornare al lavoro e ad uno stile di vita normale una settimana dopo l'operazione, quando tutte le funzioni vengono ripristinate;
  6. il dolore dopo l'intervento chirurgico non è quasi sentito, e se tale è presente, il dolore può essere rimosso con analgesici convenzionali;
  7. tali complicanze postoperatorie come l'ernia e le aderenze non compaiono dopo la laparotomia.

Com'è l'operazione?

La laparoscopia della cistifellea viene eseguita utilizzando tre strumenti principali: un laparoscopio, un insufflatore e un trocar. Inoltre, con ogni intervento chirurgico, vengono utilizzati un irrigatore e un set di strumenti endoscopici.

  1. Un laparoscopio è un tubo ottico con un sistema di lenti, una sorgente di luce e una videocamera. La lunghezza e lo spessore del laparoscopio possono variare a seconda dell'organo a cui si accede. La fotocamera del laparoscopio è collegata al monitor, sul quale il chirurgo può vedere tutto ciò che accade all'interno del corpo del paziente, senza tagliare la cavità addominale.
  2. Lo scopo principale dell'insufflatore è quello di fornire anidride carbonica in modo che lo spazio aereo venga creato all'interno della cavità addominale e l'intervento possa essere effettuato. Questo strumento consente di spingere gli organi interni e migliorare la revisione della cistifellea durante l'intervento.
  3. Trocar è un'attrezzatura medica speciale che fa buchi nella parete addominale. Il trocar è costituito da un tubo con un mandrino. Dopo aver perforato la cavità addominale, lo stiletto viene rimosso e il tubo rimane nel punto di accesso.
  4. L'irrigatore e l'aspiratore vengono utilizzati per il lavaggio del campo operatorio e l'aspirazione del liquido (ad esempio sangue) durante l'operazione.
  5. Una serie di strumenti endoscopici comprende varie graffe, forbici e morsetti, che sono necessari nel processo di esecuzione di una laparotomia.

Test diagnostici e di laboratorio

Prima dell'operazione, al paziente viene assegnato un numero di test diagnostici. Sulla base dei risultati del test, è possibile non solo stabilire se stessi nella diagnosi, ma anche scoprire lo stato generale di salute del paziente durante questo periodo, la sua prontezza all'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea e anticipare possibili complicanze. Tra gli studi che devono essere fatti al paziente, i seguenti test:

  1. sette giorni prima dell'intervento, viene eseguito un esame generale delle urine e del sangue;
  2. per gli stessi giorni, il sangue viene donato per la biochimica;
  3. un esame del sangue per determinare il gruppo e il fattore Rh;
  4. esame del sangue per la sifilide (idealmente - non meno di trenta giorni prima della laparotomia);
  5. esame del sangue per epatite e virus dell'immunodeficienza umana.

Immediatamente pochi giorni prima dell'operazione, il paziente viene sottoposto a uno studio sulla cistifellea e sul fegato. A tale scopo, è possibile eseguire un'ecografia, una biochimica del sangue, una colangiopancreatografia e altre procedure a discrezione del medico curante.

Preparazione per una laparotomia

Prima dell'operazione viene presentato al paziente il piano, il risultato desiderato e le possibili complicazioni. Nonostante il fatto che non ci siano praticamente complicazioni dopo la laparotomia, il contenuto della conversazione preoperatoria non è cambiato da molti anni. Il paziente viene informato del tipo di anestesia che riceverà e di come l'anestesia durante la laparoscopia possa influire sulla sua salute, quali complicazioni potrebbero essere e quanto a lungo richiederà la guarigione.

Se il paziente accetta l'operazione, viene eseguita la preparazione per laparoscopia della colecisti:

  • il paziente prima dell'operazione può mangiare solo cibo leggero, l'ultima volta alle sette di sera, e il giorno della laparotomia, al paziente è vietato mangiare e bere;
  • il giorno prima dell'operazione viene somministrato un lassativo, viene fatto un clistere purificante;
  • se necessario, al paziente possono essere somministrati sedativi;
  • viene misurata la temperatura durante la notte.

Esecuzione di un'operazione

Prima di una laparoscopia, al paziente viene somministrata un'anestesia endotracheale, durante la quale il paziente non avverte dolore e la funzione respiratoria è controllata da un apparato speciale.

All'inizio dell'operazione vengono eseguite le incisioni necessarie: una sotto l'ombelico, la seconda sotto lo sterno, la terza sotto l'arco costale e la quarta a livello dell'immaginario collegamento della linea dall'ombelico e dall'ascia. Con un fegato ingrossato, può essere necessaria una quinta puntura: quanti tagli - il medico decide durante l'intervento. Gli strumenti necessari vengono inseriti nelle incisioni e inizia la chirurgia laparoscopica.

Dopo aver rimosso la cistifellea, le incisioni vengono suturate con una sutura per ciascuna puntura. L'anestesia interrompe l'alimentazione e il paziente si risveglia e inizia il recupero postoperatorio.

Controindicazioni alla chirurgia

Nonostante l'apparente facilità della laparotomia e dell'anestesia debole, la chirurgia laparoscopica, come ogni altro intervento, ha controindicazioni. In particolare, le controindicazioni saranno:

  1. cardiopatia recente, ad esempio, infarto miocardico, dopo il quale il paziente non può essere sottoposto ad anestesia;
  2. una controindicazione alla chirurgia è anche un ictus recente;
  3. problemi con la coagulazione del sangue;
  4. temperatura elevata senza motivo apparente;
  5. obesità di terzo e quarto grado;
  6. gravidanza nella seconda metà del termine;
  7. cancro dell'organo;
  8. cambiamenti nella cistifellea, interferendo con le manipolazioni su di esso.

In alcune circostanze, il chirurgo può insistere sulla chirurgia, sebbene la laparoscopia richieda il trattamento delle anomalie addominali. Tuttavia, l'operazione viene eseguita nell'infiammazione del dotto biliare, nell'ostruzione delle vie biliari e nello sviluppo di ittero, pancreatite acuta, cirrosi epatica, cambiamenti nelle dimensioni della bile dovuti a fasce benigne che compaiono, nella fase acuta dell'ulcera gastrica.

Recupero postoperatorio del paziente

Con un'operazione riuscita, al paziente è permesso di alzarsi dal letto lo stesso giorno e prendere del cibo liquido. Già il secondo giorno dopo la laparoscopia della cistifellea, si può mangiare il cibo della solita consistenza secondo la tabella n. 5. I pazienti non indossano la benda.

Il novanta per cento dei pazienti operati con una cistifellea eliminata con successo vengono rimandati a casa il secondo giorno, se l'anestesia durante questo periodo non ha prodotto complicazioni di salute. I medici spiegano come affrontare le sovrapposizioni sulle ferite, fornire raccomandazioni sulla nutrizione. Una settimana dopo l'intervento, il paziente viene a rimuovere i punti.

Dopo che i punti sono stati rimossi, i pazienti possono tornare al lavoro, osservando la dieta e limitando lo sforzo fisico dopo la laparoscopia per le prime due settimane per prevenire i picchi. La riabilitazione in questi casi non dura a lungo e termina con successo, la lista dei malati viene somministrata per una settimana.

Di norma, non si verificano complicazioni dopo la laparoscopia, ma in alcuni casi i pazienti possono sperimentare:

  1. sanguinamento da vasi danneggiati;
  2. danno ai condotti;
  3. febbre di basso grado pochi giorni dopo l'intervento chirurgico;
  4. infiammazione nel sito di puntura;
  5. danno agli organi interni, come il fegato;
  6. trocar per puntura d'intestino;
  7. enfisema sottocutaneo.

Si noti che tali complicazioni sono eccezioni alle regole e si verificano solo nella metà di tutti i casi. Fondamentalmente, il periodo postoperatorio funziona senza problemi. Con tutte le precauzioni, l'operazione ha successo e il paziente estende il ricovero ospedaliero.

http://zpmed.ru/lechenie/laparoskopiya-zhelchnogo-puzyrya.html

Laparoscopia della cistifellea

La chirurgia per asportare la cistifellea si chiama colecistectomia. Può essere eseguito utilizzando incisioni addominali o forature in esso. In quest'ultimo caso, la chirurgia viene definita laparoscopia. L'operazione è meno traumatica, non richiede tagli lunghi, le complicazioni sono estremamente rare.

Caratteristiche anatomiche della cistifellea

La cistifellea è un piccolo organo, vuoto all'interno e simile a una sacca. Si trova sotto il fegato. La bolla ha un corpo, una piccola estremità stretta (collo) e la sua continuazione è il condotto che si collega con lo stesso fegato. Si fondono in un comune - choledoch, che scorre nell'intestino tenue. Alla congiunzione dei condotti c'è una valvola che regola l'iniezione della bile.

La parte superiore della vescica è adiacente al fegato, la parte inferiore - al peritoneo ed è coperta da un film di collegamento. Nella parte centrale del corpo ci sono i muscoli che aiutano a spingere la bile accumulata. All'interno della vescica è protetto da membrane mucose. Il fondo del corpo adiacente al muro dell'addome. I condotti variano in lunghezza, quantità.

La funzione principale della vescica è nell'accumulo di bile. Non appena il grumo di cibo è nello stomaco, la sostanza viene rilasciata nell'intestino tenue. La bolla è vuota di riflesso. Senza questo corpo, puoi tranquillamente esistere, ma la qualità della vita è notevolmente ridotta.

Colecistectomia laparoscopica: descrizione generale

Laparoscopia della cistifellea è la rimozione chirurgica di un organo. A volte lo stesso termine è usato anche per guarire le pietre formate. La caratteristica principale della laparoscopia è che il chirurgo esegue tutte le manipolazioni attraverso le forature in cui sono collocati gli strumenti necessari. La visibilità all'interno del peritoneo fornisce un laparoscopio. Questa è una piccola mini videocamera su una lunga asta, dotata di una torcia luminosa.

Un laparoscopio viene inserito nel foro perforato e l'immagine viene trasmessa a uno schermo esterno. Secondo lui, il chirurgo è orientato durante l'operazione. Varie manipolazioni sono eseguite da trocars. Questi sono piccoli tubi cavi in ​​cui sono collocati gli strumenti chirurgici necessari. Su trocar ci sono dispositivi speciali. Con il loro aiuto vengono eseguite manipolazioni con strumenti: cauterizzazione, serraggio, taglio, ecc.

Vantaggi della laparoscopia rispetto alla laparotomia

Durante una laparotomia, la parete addominale viene tagliata in modo che il chirurgo possa vedere l'organo desiderato. Questa operazione è chiamata laparotomica. Prima della sua laparoscopia ha molti vantaggi:

  • piccolo dolore postoperatorio a breve termine;
  • le forature sono fatte al posto dei tagli, che minimamente danneggiano i tessuti;
  • l'ernia è estremamente rara;
  • cicatrici o punti di sutura sono difficilmente visibili, a volte non sono affatto visibili.

Inoltre, la chirurgia laparoscopica per rimuovere la cistifellea è caratterizzata da un breve periodo di recupero. L'uomo inizia a camminare dopo sei ore. Nell'istituzione medica è da 1 a 4 giorni. La capacità di lavorare viene ripristinata molto rapidamente. Laparoscopia e laparotomia hanno lo stesso schema di funzionamento in fasi. Entrambi sono eseguiti in passaggi standard.

Tipi di operazioni laparoscopiche

La laparoscopia della cistifellea è di due tipi: escissione del corpo o lisciviazione di pietre da esso. Tuttavia, la seconda opzione non è quasi mai utilizzata per diversi motivi:

  1. Se ci sono molte pietre nella bolla, allora la bolla deve essere rimossa, perché è così deformata che non può svolgere le sue funzioni. Inoltre, il corpo infiammerà regolarmente, il che porta alla comparsa di altre patologie.
  2. Se le pietre sono piccole o piccole, sono preferibili altri metodi di eliminazione - con l'aiuto di droghe o ultrasuoni.

La rimozione delle pietre è anche chiamata laparoscopia, se eseguita attraverso punture. Tuttavia, non vengono sbucciati, viene rimosso tutto il corpo.

Indicazioni e divieti per la laparoscopia della vescica

La laparoscopia è fatta per tutte le varietà di malattia di calcoli biliari o delle sue complicanze. Le indicazioni per l'intervento chirurgico sono:

  • Colecistite - calcosa, non di pietra, asintomatica (con chirurgia acuta eseguita nei primi giorni);
  • formazioni polifere;
  • cholesterosis.

È controindicato fare laparoscopia della cistifellea con:

  • pancreatite;
  • deformità cicatriziali nel collo dell'organo;
  • colecistite: cancrena, "porcellana", perforata;
  • oncologia o sospetto di esso;
  • localizzazione intraepatica degli organi;
  • fistole;
  • patologie respiratorie;
  • un pacemaker installato;
  • un ascesso;
  • patologie cardiache;
  • localizzazione non chiara (o posizione anomala) degli organi;
  • disturbi emorragici;
  • dopo precedenti operazioni laparotomiche sul peritoneo.

La laparoscopia della cistifellea non viene effettuata nel 3 ° trimestre di trasporto di un bambino, con ipertensione portale, infiammazione della parete addominale, grave obesità. Se è possibile prelevare il tartaro in un modo diverso o eliminare la patologia da farmaci, l'operazione viene temporaneamente posticipata.

Preparazione per la chirurgia laparoscopica

La preparazione per laparoscopia della cistifellea inizia tra due settimane. Prima vengono dati OAM e OAK, viene determinata la biochimica, il gruppo sanguigno, viene controllato il suo rhesus e viene controllata la coagulazione. Un coagulo-ed elettrocardiogramma è fatto. Il sangue viene testato per la sifilide, tutti i tipi di epatite e l'infezione da HIV. Una macchia è presa dalla vagina. Se i test sono normali, la persona è autorizzata a subire un intervento chirurgico. Per eliminare le complicazioni, è possibile eseguire ulteriori metodi diagnostici (ad esempio, ecografia, TC, ecc.).

Sette giorni prima della procedura, è necessario interrompere l'assunzione di farmaci che influenzano la coagulazione del sangue. Un giorno prima della laparoscopia della cistifellea, è necessario iniziare a seguire la dieta raccomandata dal medico. Alla vigilia dell'operazione, la cena viene servita fino a mezzanotte, poi viene fatto un clistere (la procedura viene ripetuta al mattino).

Condizioni obbligatorie e scelta dell'anestesia

Prima di eseguire laparoscopia della cistifellea, il paziente viene immerso in anestesia (generale). Quindi è inoltre collegato all'apparato di respirazione artificiale. L'aria entra nel corpo attraverso il tubo. Se l'anestesia tracheale non può essere eseguita (ad esempio, per gli asmatici), viene iniettata in una vena.

Tecnica di rimozione della cistifellea

Dopo che l'anestesia funziona, un tubo sottile viene spinto nello stomaco. Rimuove il contenuto del corpo. La sonda rimane in essa fino al completamento dell'operazione e impedisce l'ingresso di contenuti gastrici nel tratto respiratorio.

Dopo che il dispositivo è stato inserito, il viso del paziente è coperto da una maschera che porta al dispositivo di respirazione artificiale. Questa è una condizione necessaria, dato che l'anidride carbonica pompata nel peritoneo comprime i polmoni, il che interrompe il loro funzionamento.

Una piccola incisione è fatta nell'ombelico. Attraverso di esso (di solito anidride carbonica) il gas viene pompato nel peritoneo per gonfiarsi, il che garantisce il massimo accesso degli strumenti agli organi giusti, mentre i vicini non sono feriti. Un trocar con una videocamera viene inserito nel foro vicino all'ombelico.

Nello stomaco (a destra) vengono fatte altre tre forature. I trocar sono inseriti in essi in cui sono inseriti gli strumenti necessari. La posizione della bolla è determinata. Se ci sono aderenze vicine, vengono rimosse per rilasciare l'organo. Poi si scopre il grado di pienezza della bile d'organo.

Se la bolla è sovradimensionata, viene tagliato un muro. Una parte del liquido viene aspirata attraverso il foro. Quindi un morsetto viene applicato all'incisione. Il choledoch si trova e viene tagliato, l'arteria associata alla vescica viene rilasciata. È bloccato con due staffe e la nave viene tagliata tra di loro. Quindi i bordi sono cuciti.

La bolla è tagliata fuori dal fegato. I vasi che hanno iniziato a sanguinare sono bruciati da una scarica elettrica. Quindi la bolla viene delicatamente separata dal resto dei tessuti trattenendola e tirata fuori attraverso il foro nell'ombelico. Un laparoscopio esamina il peritoneo dall'interno - se ci sono sanguinamenti, bile o tessuti alterati in esso. Quando sono presenti, vengono rimossi e le navi vengono cauterizzate. Quindi un liquido antisettico viene iniettato nel peritoneo per risciacquare la cavità, quindi il liquido viene aspirato via.

Tutti i trocar vengono rimossi dalle forature, i fori vengono suturati o sigillati. Se è richiesto il drenaggio, rimane un foro. Il tubo rimane nel corpo per un paio di giorni - per rimuovere la sostanza antisettica residua. Se non è necessario, il drenaggio non viene messo.

La durata della chirurgia laparoscopica è di 40-90 minuti. In caso di sanguinamento grave, lesioni agli organi adiacenti alla vescica o altre difficoltà che non possono essere corrette attraverso le punture, il peritoneo viene tagliato e viene eseguita la normale chirurgia addominale.

Rimozione di concrezioni

La rimozione delle pietre dalla vescica è quasi la stessa della laparoscopia dell'organo. L'operazione viene eseguita in anestesia generale, la persona è alla respirazione artificiale fino alla fine. Quindi tutte le azioni vengono ripetute fino all'introduzione di trocars. Al rilevamento delle aderenze, vengono rimossi.

Quindi si incide la parete dell'organo, si inserisce un tubo per aspirare il contenuto. Al termine della procedura, l'incisione viene suturata. Quindi l'interno del peritoneo viene lavato con una soluzione antisettica. I trocar vengono rimossi, le forature vengono suturate.

Recupero dopo laparoscopia

Dopo la laparoscopia della cistifellea, il paziente esce gradualmente dall'anestesia. Per sei ore è a riposo. Quindi puoi iniziare a muoverti, sollevarti e rotolare (senza movimenti bruschi). Ancora qualche giorno, la razione normale viene ripristinata.

http://medsins.ru/issledovaniya/laparoskopiya-zhelchnogo-puzyrya.html

Come si effettua la laparoscopia della cistifellea?

Laparoscopia della colecisti è il "gold standard" per il trattamento chirurgico della colelitiasi. A causa della combinazione di radicalismo e bassa invasività dell'intervento chirurgico, il periodo di riabilitazione del paziente è ridotto di un fattore 2-5.

Il metodo operativo non è privo di alcuni aspetti negativi e possibilità di complicazioni, ma è preferibile aprire la chirurgia nella maggior parte dei casi.

Qual è il metodo laparoscopico di chirurgia?

La laparoscopia è un esame endoscopico utilizzato per la colo-gastro-colecistectomia e altri organi addominali.

La creazione di sistemi ottici ad alta risoluzione e manipolatori di vari design ha permesso di effettuare il trattamento chirurgico dell'ICD attraverso i fori di spillo. Per la prima volta è stato effettuato dal chirurgo francese Ph. Mouret. In Russia, la prima colecistectomia laparoscopica (LCE) è stata condotta nel 1991 da Yu I. Gallinger.

Rispetto alla chirurgia a cielo aperto, la chirurgia della cistifellea - laparoscopia è:

  • invasività minima dei tessuti molli - riduzione della perdita di sangue, riduzione del dolore postoperatorio;
  • ridurre il rischio di infezione dello spazio operativo;
  • rischio ridotto di formazione di aderenze - le superfici sierose degli organi interni non vengono raffreddate e non seccate;
  • ridurre il rischio di complicanze "tradizionali" - polmonare, formazione di ernie ventrale, ostruzione intestinale;
  • rapido recupero delle funzioni fisiologiche - 1-2 giorni;
  • ridurre la necessità di farmaci - un minimo di effetti avversi e tossici;
  • effetto cosmetico - tracce da 3-5 fori 5-10 mm di diametro sono meno evidenti.

L'alto costo dell'intervento endosurgico è livellato riducendo il costo dei farmaci, riducendo il periodo di ospedalizzazione e riabilitazione del paziente.

La laparoscopia è più sicura della chirurgia aperta?

Nonostante gli ovvi vantaggi del metodo laparoscopico, comporta alcuni pericoli, come qualsiasi intervento chirurgico. Le cause di lesioni o danni durante la laparoscopia sono anomalie dell'anatomia durante le aderenze, i cambiamenti infiammatori e la negligenza nell'inserimento del trocar. LCE è un'operazione "gioielleria" che richiede al chirurgo di lavorare con i manipolatori, una buona comprensione delle sfumature delle caratteristiche topografiche e anatomiche dell'area di intervento.

Esistono tre categorie di rischi di laparoscopia:

  1. Come risultato del riempimento della cavità addominale con il gas:
  • non minaccia la vita del paziente - l'ingresso di gas nello spazio preperitoneale, sotto la pelle;
  • embolia gassosa massiva: ipossia acuta, morte - con la penetrazione di gas nei vasi del sistema venoso.
  1. Danno meccanico:
  • aorta, vasi ileali, vena cava - alta probabilità di morte;
  • vasi della parete addominale anteriore - non pericolosi;
  • sanguinamento intra-addominale - non pericoloso, eliminato durante la laparoscopia.
  1. Danno termico:
  • violazione dell'afflusso di sangue, coagulazione dei vasi sottili - difficile da diagnosticare, difficile da ricostruire.

I tentativi di interrompere l'emorragia in condizioni di visibilità limitata causano lesioni aggiuntive.

Indicazioni per la chirurgia

Cos'è la laparoscopia della colecisti? Un nuovo modo per accedere agli organi interni.

Elenco delle indicazioni per LHE

  • colecistite - acuta per 48-72 ore, calcanea cronica, senza pietre;
  • colecistolitiasi asintomatica;
  • colesterosi, poliposi della cistifellea.
  • colecistite con peritonite - la complessità della riabilitazione della cavità addominale;
  • gravidanza - lo spostamento degli organi e l'allargamento uterino limitano la revisione: nei periodi successivi è possibile un effetto negativo sul feto;
  • cirrosi epatica, neoplasie maligne della colecisti - LCE può essere eseguito in tali pazienti nelle prime fasi di tumori asintomatici;
  • disturbo emorragico - controllo del sanguinamento e attuazione di misure per fermarlo;
  • infiammazione dei tessuti della parete addominale anteriore - la minaccia di infezione;
  • disturbi pronunciati della respirazione e dell'attività cardiaca - la tensione del pneumoperitoneo influenza negativamente la funzionalità del cuore, schiaccia i polmoni.

Migliorare le tecniche di chirurgia laparoscopica della cistifellea accorcia la lista delle controindicazioni. La decisione finale viene presa dal medico individualmente per ciascun caso di JCB in conformità con i principi generali della chirurgia.

Preparazione per laparoscopia

Assicurati di essere d'accordo con il tuo medico e potrebbe includere tutta una serie di misure preventive e terapeutiche.

Lo schema standard comprende 2 fasi:

  1. Paziente ambulatoriale: rispetto delle regole di stili di vita salutari e severa dieta, studio di laboratorio e strumentale.
  2. Stazionario - preparazione per laparoscopia della cistifellea nel reparto chirurgico dell'ospedale.

ambulatoriale

Il rifiuto di cibi grassi e piccanti, il fumo e l'alcol aiuterà a preparare il corpo a un intervento chirurgico ea ridurre il rischio di complicanze.

Prima della laparoscopia, non è raccomandato un serio sforzo fisico, lezioni sui simulatori sportivi.

A casa, è conveniente effettuare la depilazione dall'addome, il pube.

Laboratorio di base e studi strumentali:

  • analisi delle urine;
  • sangue per CSW (RW), epatite, HIV;
  • analisi biochimica del sangue - bilirubina, creatinina, ALT, AST, fosfatasi alcalina, glucosio, urea, amilasi, proteine ​​totali;
  • CBC + piastrine + VSC;
  • ECG;
  • Ultrasuoni della cistifellea;
  • radiografia del torace;
  • mammografia - donne di età compresa tra 40 anni.

È più opportuno lasciare il passaggio della spiacevole procedura FGD fino al ricovero.

Quando ti rivolgi al reparto chirurgico devi avere dei risultati:

  • studi di laboratorio e strumentali;
  • esame da parte di un oncologo;
  • esame del ginecologo - per le donne;
  • Ispezione del terapeuta distrettuale.

Così come la direzione del chirurgo dalla clinica di distretto - un prerequisito per la laparoscopia della colecisti gratuitamente.

Allo stesso tempo, si consiglia di acquistare calze compressive o bende elastiche fino a 5 m di lunghezza - per fasciare i piedi prima dell'operazione dalle dita all'inguine. È preferibile posticipare l'acquisto di una benda: dopo la laparoscopia, la dimensione dell'addome può diminuire in modo significativo.

permanentemente

La maggior parte della ricerca dovrà essere ripetuta - questo approccio minimizza i rischi di complicanze e consente ai medici di valutare le dinamiche dei cambiamenti che si sono verificati.

Oltre agli FGD obbligatori, gli esami strumentali possono essere integrati con risonanza magnetica, TC, ecografia della cistifellea con la definizione di funzioni, radiografia dei polmoni. Durante la comunicazione con specialisti del reparto chirurgico, non esitate a ripetere le informazioni sulla vostra allergia, gravidanza.

Un anestesista, un chirurgo fornirà informazioni sull'operazione imminente, il piano delle attività preparatorie:

  • al giorno - pasti leggeri, a cena l'ultimo pasto e acqua;
  • pulizia clistere la sera - è consentito sostituire con l'uso di lassativi speciali;
  • doccia accurata;
  • mattina del giorno dell'intervento - di nuovo un clistere, non puoi prendere lassativi;
  • doccia o solite procedure igieniche - lavare la pancia e l'ombelico con sapone;
  • protesi dentarie, occhiali, lenti a contatto rimosse;
  • gioielli, denaro, telefono costoso saranno depositati nella cassaforte;
  • bendare le gambe o indossare calze a compressione se necessario aiuterà l'infermiera.

È meglio indossare una vecchia maglietta pulita o una maglietta che non ti dispiaccia se butti via sangue, fluidi corporei e farmaci. Slip che forniscono conforto al paziente, diventano un problema per il personale quando si installa il catetere.

In attesa del tuo turno, è meglio ricordare di cose piacevoli, leggere un libro, lavorare a maglia, guardare la TV, senza pensare che ci sarà laparoscopia della cistifellea, che cos'è e che cosa finirà.

Come viene eseguita la chirurgia della cistifellea con laparoscopia?

L'operazione viene eseguita da un team chirurgico. I risultati di tutte le manipolazioni all'interno della cavità addominale sono visualizzati sul monitor.

Come fare una laparoscopia della cistifellea:

  1. Un ago viene inserito sopra o sotto l'ombelico per forzare il gas nella cavità addominale.
  2. Viene inserito un trocar per il laparoscopio: viene eseguita un'ispezione visiva degli organi interni.
  3. Vengono introdotti altri trocar strumentali 2-4: il numero esatto viene determinato per una situazione specifica.
  4. La cistifellea è staccata dagli organi vicini.
  5. Il dotto cistico e la sua arteria sono isolati, tagliati e intersecati.
  6. La separazione della cistifellea dalle pareti del fegato.
  7. Rimozione della cistifellea - in caso di difetti della parete, viene inserito in un sacchetto di plastica per impedire l'ingresso di pietre, perdite di bile all'interno della cavità addominale.
  8. Lo spazio subepatico viene lavato con soluzione fisiologica.
  9. I canali delle ferite vengono lavati con una soluzione antisettica.
  10. Tessuto muscolare suturato 1-3 punti.
  11. La cavità addominale è nuovamente riempita di gas - per l'esame di controllo.

Alla fine della manipolazione, i siti di puntura e le suture vengono elaborati. Le bende sono attaccate con colla medica, gesso.

Quanto dura l'intervento?

La durata è determinata dal corso dell'intervento - 30-120 minuti.

Nell'ambito del LCE, la questione della soppressione delle corde singole tra gli organi e la parete addominale anteriore, l'eliminazione delle aderenze è risolta.

L'uso di tecniche video-laparoscopiche consente l'implementazione di un ampio programma:

  • eseguire ultrasuoni intraoperatori (AI) e CG;
  • condurre un audit IO del tratto biliare extraepatico;
  • per indagare su obs, condotti epatici, rimuovere le pietre.

Qualcosa si sente male durante la laparoscopia?

Nella sala operatoria il paziente viene consegnato su una barella. La colecistectomia laparoscopica viene eseguita in anestesia generale. Ultime sensazioni - un piccolo dolore dell'iniezione con l'introduzione dell'anestesia. Tutti i desideri al personale medico sono meglio espressi prima dell'iniezione.

Il paziente si sveglia nell'unità di terapia intensiva. Per controllare le condizioni del paziente, le seguenti sono collegate ad esso:

  • tonometro - cambiamento della pressione sanguigna;
  • elettrocardiografo - il ritmo del cuore;
  • analizzatore ematologico - analisi delle caratteristiche del sangue;
  • catetere - monitoraggio della quantità e della composizione delle urine.

Viene inoltre installato un sondino nasogastrico per evitare che il vomito penetri nell'apparato respiratorio se il paziente diventa nauseabondo. L'introduzione di farmaci attraverso la flebo.

Quasi sempre in rianimazione il paziente dorme: gli effetti dell'anestesia, della tensione nervosa e dell'affaticamento fisico, come dopo ogni operazione.

Il periodo postoperatorio, possibili complicazioni dell'operazione

Il modo migliore per ridurre al minimo i rischi di complicanze è seguire le raccomandazioni mediche.

Le solite regole di comportamento il giorno dopo la laparoscopia:

  • bevanda calda - acqua naturale, tè, gelatina liquida, brodo debole in piccole porzioni;
  • movimento - puoi sederti, camminare, basandoti sui tuoi sentimenti.

Si raccomanda di controllare la minzione, le condizioni generali. Puoi mangiare ogni altro giorno - piccole porzioni di cereali, zuppe, purè di patate in 2-3 ore.

Durante la settimana si verificano periodi di tosse grave, le conseguenze dell'installazione di un tubo endotracheale per garantire l'ostruzione delle vie aeree durante l'anestesia generale.

I punti vengono rimossi dopo 5 giorni, ma si raccomanda di praticare sport nell'ambito della terapia fisica non prima delle 4-5 settimane dopo la laparoscopia. Oltre ai disturbi alimentari, all'attività fisica, la causa delle complicanze può essere:

  • infiltrato paraumbilical - dolore doloroso, flatulenza;
  • infiltrazione subpatica - febbre alta, sindrome del dolore destro;
  • pancreatite acuta - dolore acuto nell'addome.

Dolore emergente o prolungato, febbre, indigestione, disfunzioni intestinali dovrebbero essere prontamente segnalati al medico.

Video utile

Per ulteriori informazioni sulle caratteristiche del periodo di recupero dopo la laparoscopia della cistifellea, vedere questo video:

http://pechenka.online/zhelchnyy/zhkb/laparoskopiya.html

Cos'è la laparoscopia della cistifellea e come viene eseguita

L'intervento chirurgico per alcune malattie rimane l'unico modo per salvare la vita del paziente. Una delle condizioni difficili per il trattamento conservativo è la colelitiasi. Con pietre di grandi dimensioni, non è possibile portarle fuori naturalmente, quindi devi fare un'operazione. La laparoscopia è ora considerata il "gold standard" di tale terapia.

Cos'è la laparoscopia della cistifellea

La laparoscopia della cistifellea è un metodo chirurgico relativamente nuovo che può essere utilizzato a scopo diagnostico o terapeutico. Pertanto, viene chiamata la procedura stessa, e non il risultato che viene ottenuto dopo di essa. Ad esempio, con l'aiuto della laparoscopia, è possibile esaminare in dettaglio l'organo per l'esatta rilevazione della patologia, per rimuovere le pietre esistenti o eseguire una resezione completa.

Durante la chirurgia addominale, il chirurgo taglia il peritoneo e vede il risultato della malattia con i suoi stessi occhi. Strumenti di saldatura, esegue manipolazioni mediche con le proprie mani. Dopo la procedura, l'incisione viene suturata e il paziente ha una cicatrice evidente in questo luogo.

Una caratteristica distintiva del nuovo metodo è l'accurato accesso agli interni del peritoneo, per il quale viene utilizzato il laparoscopio. Questo dispositivo è una videocamera con una torcia elettrica che trasmette l'immagine risultante a un monitor di grandi dimensioni.

Il medico fa una foratura sull'addome del paziente e la lunghezza dell'area danneggiata non supera i 2 cm. Attraverso di essa, il dispositivo, insieme a strumenti speciali, entra nel peritoneo. Il medico osserva l'organo problematico e le sue manipolazioni non in diretta, ma sullo schermo del monitor con un'immagine proveniente dalla fotocamera. Questo approccio è considerato accurato e sicuro e consente inoltre di ridurre al minimo i difetti estetici e le cicatrici di grandi dimensioni.

Indicazioni per la chirurgia

I medici dicono che ultimamente con l'aiuto della laparoscopia producono solo una resezione completa della cistifellea. Questo nonostante il fatto che la procedura sia adatta anche per l'estrazione delle pietre formate. Nell'identificare grandi pietre, i chirurghi ritengono che la struttura e le funzioni dell'organo stesso siano significativamente compromesse.

Dopo aver rimosso le pietre, vi è un'alta probabilità di ricorrenza o altri problemi biliare. Poiché la vescica non è un organo vitale, la sua estrazione completa è possibile, anche se comporta alcune restrizioni per la persona in futuro.

La chirurgia laparoscopica per rimuovere la cistifellea viene assegnata nelle seguenti condizioni:

  • Colecistite cronica
  • Polipi rilevati
  • Infiammazione acuta
  • Colesterosi (accumulo di colesterolo nelle pareti della vescica).

Per l'ittero ostruttivo, laparoscopia viene eseguita anche a causa di calcoli nei dotti, che aiuta a liberarsi del calcolo e liberare il tratto biliare.

Dove e da chi

Per l'operazione, il paziente viene inserito in un ospedale statale. Questo può essere il dipartimento di chirurgia generale o gastroenterologia. Sulla manipolazione c'è un anestesista, che decide il processo di sollievo dal dolore e controlla le condizioni del paziente. La procedura stessa viene eseguita da un chirurgo.

Anestesia o anestesia

La rimozione biliare comporta anestesia preventiva. Durante la laparoscopia viene utilizzata solo l'anestesia generale, che viene combinata con la ventilazione artificiale dei polmoni. A discrezione del medico, il farmaco può essere iniettato o maschera per inalazione. La scelta del farmaco è fatta dall'anestesista, tenendo conto delle analisi ottenute nel periodo preoperatorio.

I vantaggi della laparoscopia prima della laparotomia

La chirurgia addominale, in cui viene praticata una grande incisione nell'addome e organi interni visivamente visibili, è chiamata laparotomia. Indipendentemente dal modo di accedere alla cistifellea, le fasi e le tecniche della manipolazione sono le stesse. Tuttavia, la tecnica laparoscopica presenta alcuni vantaggi:

  • Sensazioni malsane e la loro intensità scompaiono durante il giorno. Per alleviare il dolore, gli antidolorifici sono sufficienti, e nella chirurgia addominale a volte sono necessari analgesici narcotici.
  • I tessuti peritoneali sono meno danneggiati a causa di forature e non una completa incisione di laparotomia.
  • Il paziente può camminare ed eseguire le azioni abituali, non coinvolgendo il carico 4 ore dopo l'intervento.
  • La riparazione dei tessuti è più veloce. La prestazione del paziente ritorna in una settimana.
  • La perdita di sangue con laparoscopia semplice è 30-40 ml.
  • Il soggiorno obbligatorio nella clinica non dura più di 4 giorni.
  • Le cicatrici che rimangono dopo la procedura sono praticamente invisibili e il paziente non ha complessi per quanto riguarda i difetti estetici.
  • La probabilità di ernia postoperatoria è ridotta più volte.

Preparazione per l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea

Prima della laparoscopia, il paziente viene sottoposto ad un esame dettagliato. Per comprendere il quadro generale dello stato di salute, prima della colecistectomia, il medico avrà bisogno dei risultati di test di laboratorio e metodi di ricerca aggiuntivi:

  • Determinazione del fattore Rh.
  • Parametri biochimici del sangue (prestare attenzione all'attività degli enzimi epatici).
  • Stato dell'HIV e test della sifilide.
  • Coagulazione.
  • Controlla l'epatite.
  • Dati generali di urina e sangue.

Da esami supplementari dal dottore sono nominati:

  • Stati Uniti. Aiuta a capire con precisione la localizzazione del corpo, i suoi confini, lo spessore delle pareti, il numero di pietre.
  • Elettrocardiogramma. Condotto con due obiettivi: escludere la patologia dal cuore o dai vasi sanguigni e sapere quale tipo di reazione si attende dal corpo del paziente per la chirurgia e l'anestesia.
  • Colangiopancreatografia retrograda. Tale esame endoscopico viene eseguito meno frequentemente. La procedura consente di vedere le condizioni dei dotti biliari e della vescica stessa, grazie al mantenimento di uno speciale agente di contrasto.

La preparazione è una fase importante prima dell'operazione, trascurandola aumenta più volte la probabilità di complicazioni o un esito negativo dell'intervento. Quando vengono rilevate anomalie nei parametri studiati, al paziente può non essere consentito di sottoporsi a laparoscopia e prima prescrivere un'altra terapia per eliminare il problema identificato.

Nella fase di preparazione, il paziente viene informato sulla presenza di malattie croniche o controindicazioni. Durante l'operazione, le violazioni esistenti saranno monitorate più da vicino. I farmaci per la laparoscopia dovrebbero essere compatibili con il trattamento in corso del sistema respiratorio, endocrino o di altro tipo.

La preparazione include anche alcune limitazioni da parte del paziente. Il giorno prima dell'intervento, l'ultima volta che puoi mangiare non più tardi di 18 ore. E dopo le 22.00 non puoi nemmeno bere, perché l'operazione deve essere fatta al mattino a stomaco vuoto. Prima della procedura, la pulizia intestinale è prescritta con un lassativo o clistere.

Com'è l'operazione?

Prima della laparoscopia, il medico racconta al paziente le fasi della procedura, risponde alle domande che sono sorte e avvisa di possibili complicazioni. Il paziente può essere invitato a lasciare lenti a contatto e gioielli fuori dall'area sterile.

La chirurgia della cistifellea richiede l'eliminazione del dolore. Per questo utilizzare l'anestesia generale. Allevia il dolore e rilassa anche i muscoli addominali, che facilita la procedura di laparoscopia. L'efficacia dell'anestesia locale per tale chirurgia non sarà sufficiente. I farmaci e il dosaggio selezionano l'anestesista, che è presente all'operazione.

Quando la coscienza di una persona viene disattivata, viene inserita una sonda speciale nello stomaco, che rimuove il liquido con i gas. È necessario prevenire il vomito o l'ingestione di secrezioni gastriche nei polmoni, che è un'asfissia pericolosa. In questa posizione, il dispositivo viene lasciato per l'intera operazione.

Quindi una persona viene messa su una maschera attaccata alla ventilazione meccanica. Senza questo dispositivo, il paziente non sarà in grado di respirare da solo durante la laparoscopia. Dopo aver eseguito tali procedure, il paziente viene preparato direttamente per la procedura chirurgica stessa:

  • La prima incisione è fatta nell'ombelico, attraverso il suo stomaco pompato con anidride carbonica per aumentare il volume del peritoneo e raddrizzare gli organi. Dopo l'inflazione, la fotocamera viene introdotta con una torcia.
  • Quindi il medico fa tre forature dall'ipocondrio destro. Attraverso di loro vengono introdotti strumenti che rimuoveranno la bolla.
  • Il chirurgo esamina attentamente l'organo, ne determina l'intensità e stima la quantità di secrezione all'interno. Se necessario, sta pompando il contenuto in eccesso.
  • Il medico pizzica il dotto biliare con l'arteria circolatoria, e quindi inizia la selezione della vescica.
  • Il chirurgo lo taglia attentamente e gradualmente, e quando appare un sanguinamento, cauterizza i luoghi con una corrente elettrica.
  • Dopo la completa resezione della vescica, viene estratta attraverso un'incisione nell'ombelico.

Prima della fine dell'operazione, il medico riesamina il peritoneo per assicurarsi che non vi siano emorragie e danni. L'antisettico viene versato nella zona precedente della vescica per lavare gli organi interni. Quindi il liquido viene aspirato o fornisce la sua scarica indipendente libera.

La laparoscopia termina con la rimozione degli strumenti. Il chirurgo può cucire le punture o semplicemente attaccarle in modo che guariscano naturalmente. In uno dei fori a volte lasciare un tubo di drenaggio. La rimozione della cistifellea non richiede più di 1,5 ore.

Se durante la procedura ci sono difficoltà con la rimozione dell'organo, il medico può eseguire una laparotomia.

In questo video, puoi vedere chiaramente un'operazione simile. L'orologio nervoso non è raccomandato.

Periodo postoperatorio

Alla fine di tutte le manipolazioni necessarie da parte del chirurgo, il paziente viene fermato dal dispensare il farmaco anestetico e si sveglia. Le prime 6 ore di cui hai bisogno per rispettare il riposo a letto, allora ti è permesso compiere semplici azioni e mantenere la solita attività, escludendo un aumento dello stress.

In primo luogo, il medico ti consentirà di bere solo acqua non gassata e successivamente aggiungere del cibo alla dieta. Dieta nel periodo postoperatorio di giorno:

  • Il primo è l'acqua.
  • Il secondo è che sono ammessi cibi leggeri e morbidi, che trasportano un carico minimo sul tratto gastrointestinale. Si può mangiare brodo senza grassi, frutta, latticini, carne bollita e tritata.
  • Il terzo - i soliti piatti, tranne quelli che causano una maggiore formazione di gas (legumi, contenenti lievito). Salatura, spezie e cibi piccanti sono anche esclusi, in quanto provocano secrezione di bile attiva.
  • Quarto - a partire da questo giorno, e anche per i prossimi mesi, si raccomanda di aderire alla tabella di dieta n. 5.

Alcuni momenti di riabilitazione del paziente:

  • Dolore probabilmente lieve nei punti di foratura e giusto ipocondrio.
  • Se il disagio non aumenta, laparoscopia è passata senza complicazioni.
  • Il sollevamento pesi e l'aumento dello sforzo fisico nei prossimi 10 giorni dovrebbero essere evitati.
  • La biancheria intima dovrebbe consistere in tessuti di cotone, in modo da non irritare la pelle in punti di ferita.
  • Si raccomanda di escludere l'attività sessuale per 2 settimane.

Possibili complicanze della laparoscopia

A volte l'operazione non è così efficace come suggerito dal medico. Poi ci sono situazioni impreviste, tra cui:

  • Perforazione di altri organi interni.
  • Bleeding.
  • Peritonite.

Le conseguenze di tali condizioni sono piuttosto pericolose, quindi richiedono cure mediche urgenti.

Recensioni

Alina: "Ho deciso di sottopormi a laparoscopia dopo aver parlato con il medico. L'operazione è stata rapida e senza conseguenze. Nonostante il fatto che sotto la politica sia fatto gratuitamente, volevo ringraziare il dottore per l'alta qualità del lavoro e della professionalità. "

Lydia: "La procedura era necessaria a causa del gran numero di pietre nel fiele. Lo specialista ha raccomandato la rimozione completa dell'organo per prevenire successive ricadute. Sono passati 3 anni, ma niente mi infastidisce. "

Irina: "A giudicare dalle recensioni, la laparoscopia è sicura ed elimina davvero il problema con la biliare. Volevo fare la procedura a pagamento, tuttavia, il prezzo era così diverso che non potevo scegliere una clinica. Di conseguenza, ha approfittato della politica e si è rivolta al Dipartimento di Gastroenterologia. La qualità dei servizi ricevuti e lo stato di salute sono ora abbastanza soddisfatti. "

Arthur: "La durata dell'operazione non è più di un'ora. Tuttavia, durante questo periodo puoi liberarti del problema che è stato problematico per anni. Raccomando la laparoscopia, come metodo affidabile per trattare con le pietre nel fiele ".

Opinione medica

Se la vescica viene rimossa, la laparoscopia viene utilizzata come metodo sicuro ed efficace. Per evitare possibili complicazioni, è necessario considerare attentamente la fase preparatoria e il periodo di riabilitazione. Osservando le raccomandazioni del medico, ti libererai facilmente del tuo problema e tornerai al normale ritmo della vita in 2 settimane.

http://projivot.ru/zhkt/laparoskopiya-zhelchnogo-puzyrya.html

Pubblicazioni Di Pancreatite