Quanto durerà la colonscopia?

La colonscopia è un'endoscopia informativa del colon. Molti pazienti che sono stati prima prescritti una tale procedura sono interessati a quanto dura una colonscopia. Qui molto dipende dallo scopo dello studio, perché può essere non solo una diagnosi. Se necessario, possono essere effettuate manipolazioni terapeutiche. In alcuni casi, tale studio non richiede più di 15-20 minuti.

Durata della colonscopia

La colonscopia intestinale non è l'esame più piacevole per il paziente, ma è di grande valore per il medico. Occupa un posto speciale tra le procedure diagnostiche, consentendo di eseguire alcuni interventi terapeutici: fermare un sanguinamento minore, tagliare con precisione un polipo, rimuovere un corpo estraneo che è entrato nel lume intestinale. Tutto ciò ha un impatto sulla durata della procedura: maggiore è la quantità di manipolazione eseguita, più tempo ci vorrà.

Uno studio standard eseguito con una corretta preparazione del paziente non durerà più di 40 minuti. Se si effettuano ulteriori manipolazioni in parallelo, ad esempio la raccolta di materiale biologico per l'esame istologico, il passaggio della colonscopia può richiedere più tempo. Il tempo aumenta con una scarsa preparazione per lo studio, che ha comportato la presenza di masse fecali nel lume del colon. In alcuni casi, può essere negata una colonscopia. La risposta esatta alla domanda su quanto dura una colonscopia sarà data dal medico che prescrive la procedura.

Se si sottopone una colonscopia a sospettare un processo oncologico, la procedura sarà estesa - oltre a un esame dettagliato e alla valutazione della mucosa, il medico eseguirà una biopsia (taglia un pezzo di tumore), dopo di che potrebbe essere necessario del tempo per interrompere alcune emorragie.

A chi viene assegnata una colonscopia?

Nonostante la presenza nell'arsenale del medico di tecniche di imaging come l'imaging a risonanza magnetica e computazionale, la colonscopia intestinale è il metodo di diagnosi preferito - il costo dello studio è inferiore e le possibilità sono maggiori.

Tra le principali indicazioni dovrebbe essere notato:

  • patologia del cancro in presenza di sospetto;
  • polipi del colon radiograficamente esposti;
  • dolore persistente nel tratto gastrointestinale di genesi inspiegabile;
  • temperatura prolungata, perdita di peso irragionevole, perdite di viscere.

Tra le controindicazioni per tale studio vanno segnalate colite ulcerosa, sanguinamento pesante, peritonite, shock, infarto, insufficienza polmonare.

Il progresso della colonscopia

Questo studio si svolge su una base ambulatoriale e non richiede il ricovero in ospedale del paziente. L'uomo si adatta alla sua sinistra e preme le sue ginocchia al petto. Il sollievo dal dolore in molti casi non è richiesto, dal momento che il dolore a breve termine può essere osservato solo con l'introduzione del tubo nel retto e con il passaggio di curve naturali. In alcuni casi, viene eseguita l'anestesia locale e in alcuni pazienti - sedazione o anestesia. I bambini fino a 12 anni sono trattati in anestesia leggera.

Mentre l'endoscopio si sposta nell'intestino, viene iniettata aria, che leviga le pieghe naturali, consentendo allo specialista di esaminare attentamente le mucose. A causa di ciò, il paziente può provare una sgradevole sensazione di distensione, ma dopo la fine della procedura, l'aria viene pompata e lo stato ritorna normale. I moderni complessi endoscopici consentono non solo di ispezionare visivamente la membrana mucosa, ma anche di effettuare registrazioni video ad alta risoluzione, il che facilita la diagnosi e consente di monitorare accuratamente i cambiamenti durante gli esami successivi.

Una preparazione adeguata è un prerequisito per procedure rapide.

Affinché la colonscopia avvenga nel modo più rapido e indolore possibile e non è necessario ripeterla, è importante prepararla correttamente. Il medico o l'infermiere curante spiega dettagliatamente al paziente tutte le sottigliezze di questo processo. È importante seguire rigorosamente tutte le istruzioni. La parte principale della formazione è legata alla dieta. È piuttosto severo, ma tali restrizioni richiederanno solo due giorni.

Dalla dieta sono completamente esclusi:

  • uva, albicocche, banane, agrumi;
  • verdure crude;
  • miglio, orzo, piselli e altri legumi;
  • noci;
  • prodotti da forno;
  • cioccolato;
  • bevande gassate, latte intero.

Entro due giorni, la dieta dovrebbe essere cibi non grassi. Sono ammessi minestre leggere, carne e pesce bolliti, prodotti caseari, pane integrale. Puoi bere composte diluite, tè verde (invece di zucchero, è preferibile usare miele naturale). Se è necessario prendere medicine prescritte da altri specialisti, è necessario informare il medico generico essente presente.

Egli apprezzerà la possibilità del loro ricevimento prima dello studio. Assicurati di escludere tutti i farmaci coloranti, ad esempio contenenti ferro. Il carbone attivo non è raccomandato. Direttamente alla vigilia della colonscopia, il medico può prescrivere un clistere purificante, che viene sempre più sostituito dai moderni lassativi. Sono necessari per una colonscopia a prendere un minimo di tempo e passare senza complicazioni.

L'ultimo pasto è consentito 16-18 ore prima della colonscopia.

Dovrebbe essere estremamente leggero - brodo, tè non zuccherato, acqua minerale. Direttamente il giorno dell'esame sono consentite solo bevande trasparenti e non zuccherate. Di norma, al mattino viene prescritta una colonscopia.

Non avere paura di complicazioni: le moderne attrezzature ti consentono di eseguire tutte le manipolazioni in modo rapido e indolore. Le complicazioni dopo colonscopia non si verificano quasi mai. Molto raramente, quando il paziente è sotto anestesia, possono verificarsi lesioni della mucosa o perforazione dell'intestino, ma tali complicanze sono state riscontrate in casi isolati.

http://diagnostinfo.ru/skopiya/colonoscopy/skolko-vremeni-dlitsya-kolonoskopiya.html

Quanto dura una colonscopia

Quanto dura la colonscopia del colon e su quali fattori dipende la durata della procedura?

Colonofibroscopy è uno speciale metodo endoscopico per lo studio del colon, che è stato recentemente prescritto per molte persone che hanno problemi con il tratto gastrointestinale. Quando ai pazienti viene prescritto un rimando per una determinata procedura medica, alcune persone vogliono sapere per quanto tempo dura la colonscopia del colon e su quale sia la sua durata.

In effetti, la durata della diagnosi non è un indicatore fisso e dipende, a sua volta, da fattori specifici, tra cui:

  • la qualità delle attrezzature utilizzate, la sua modernità;
  • esperienza dello specialista nello svolgimento di procedure simili;
  • livello di abilità del personale medico;
  • la presenza di lesioni (ulcere, fuochi di sanguinamento) o entità estranee;
  • struttura intestinale, grado di curvatura;
  • la necessità di ulteriori manipolazioni.

Se una persona deve sottoporsi a un'ispezione di routine, in cui alcune patologie non vengono trovate, una copia intestinale durerà circa 10-20 minuti. Va tenuto presente che casi speciali richiedono l'introduzione dell'anestesia locale. La procedura in sé è praticamente indolore, tuttavia alcune persone potrebbero avvertire una soglia di dolore basso. Per i bambini sotto i 12-13 anni, lo studio viene eseguito in anestesia leggera.

A volte, oltre alla diagnostica, i medici devono eseguire altre manipolazioni precedentemente non programmate. La rimozione più frequentemente eseguita di un oggetto estraneo dal lume dell'intestino, la cauterizzazione di piccole fonti di emorragia o la raccolta di una determinata area di tessuto per ulteriori analisi istologiche.

Inoltre, le micro-operazioni sono spesso fatte, per esempio, polipectomia (eliminazione dei polipi), eseguita utilizzando uno speciale anello diatermico, tagliando accuratamente tumori inutili. Quanto dura la colonscopia in questi casi? Al momento delle procedure parallele, lo studio può richiedere da 45 minuti a diverse ore, a seconda della quantità di manipolazione e del livello della loro complessità.

A volte il medico curante prescrive una colonscopia per sospetta oncologia. Questa circostanza influisce anche sulla durata della sessione, poiché richiede un'attenzione particolare per lo stato delle membrane interne del retto. I dispositivi specializzati progettati per l'intervento chirurgico potrebbero non essere affatto utili: solo la potente fotocamera incorporata nel dispositivo endoscopico sarà responsabile della parte principale del lavoro (ovvero la visualizzazione del tratto gastrointestinale).

Va tenuto presente che il tempo dello studio aumenta in modo significativo in caso di abbandono di una preparazione di alta qualità per la diagnosi. Pertanto, in anticipo, dovresti visitare il tuo medico, che svilupperà un piano individuale per la preparazione per una colonscopia, che include la dieta, la pulizia dell'intestino con clisteri e l'uso di ulteriori preparazioni mediche. Se le raccomandazioni mediche sono state eseguite in conformità con il piano designato, allora una colonscopia, con un alto grado di probabilità, passerà non solo rapidamente, ma anche meno traumatico per il paziente.

http://diametod.ru/faq/skolko-vremeni-dlitsya-kolonoskopiya

Quanto dura una colonscopia: la durata dello studio, da cui dipende

L'esame endoscopico del colon o colonscopia viene effettuato a scopo diagnostico o terapeutico. Questo è un esame informativo e poco costoso che è ampiamente utilizzato per la prevenzione del cancro. Le persone di età superiore ai quaranta sono raccomandate per averlo ogni due anni. Considerare come dura la colonscopia e quanto dura.

Durata della colonscopia

La colonscopia diagnostica è uno studio minimamente invasivo, cioè, dopo la sua conclusione, il paziente non ha bisogno di essere ricoverato in ospedale ed è autorizzato a tornare a casa. Ma se la procedura viene eseguita con uno scopo terapeutico (operazione), a volte è necessaria una preparazione speciale, con l'introduzione di soluzioni per infusione e successiva osservazione, quindi il paziente viene ricoverato in ospedale. Ad esempio, in caso di sanguinamento intestinale, è necessario ripristinare il volume del fluido circolante, quindi soluzioni saline, vengono iniettati i componenti del sangue.

L'essenza della diagnosi

La colonscopia video viene eseguita utilizzando un apparecchio speciale con un tubo flessibile lungo, al termine del quale è installata una videocamera mini-video. Attraverso un tubo flessibile, è possibile inserire vari microtools per la manipolazione e l'aria per raddrizzare le pieghe intestinali per l'ispezione.

Durante la procedura, il medico inserisce il tubo nel retto e gradualmente lo promuove. L'immagine dalla telecamera entra nel monitor, concentrandosi su di essa, il diagnostico ispeziona attentamente la mucosa, preleva pezzi di tessuto da aree sospette. Pertanto, è difficile determinare immediatamente la durata della colonscopia dell'intestino, poiché è necessario esaminare l'intero colon e potrebbero esserci diverse lesioni.

Quanto tempo è necessario per preparare la colonscopia

Affinché il contenuto intestinale non interferisca con l'ispezione, è necessario preparare adeguatamente l'intestino. Per fare ciò, 2-3 giorni prima della procedura, al paziente viene prescritta una dieta priva di lastre e il giorno prima della procedura di pulizia intestinale. La purificazione è effettuata usando:

  • pulizia, sifone clistere;
  • microclysters;
  • farmaci lassativi.

Il metodo di pulizia è scelto dal medico.

Video utile

Ciò che è importante sapere sullo specialista della procedura dice in questo video.

La durata dello studio stesso in anestesia e senza di essa

La colonscopia è una procedura spiacevole, ma quasi indolore. Il fatto è che l'intestino non ha recettori del dolore e la zona anale è anestetizzata con anestetici locali. Attualmente, la colonscopia in anestesia o sedazione per via endovenosa è diventata molto popolare. Questa tecnica ha i suoi pro e contro.

I benefici dell'uso di sollievo dal dolore generale sono i seguenti:

  • il paziente non avverte dolore con l'introduzione del colonscopio;
  • nessun disagio durante l'ispezione;
  • È più facile per il medico esaminare la mucosa, poiché il paziente è calmo.

Ma l'anestesia generale non può essere eseguita da tutti. Ad esempio, in caso di patologie dell'apparato cardiovascolare e respiratorio, l'anestesia generale può essere pericolosa.

I pazienti sono interessati a: "Quanto tempo impiega una colonscopia con l'anestesia?". Ci vogliono 5-10 minuti per metterlo a dormire. Durante questo periodo, cateterizzazione della vena e introduzione di un farmaco anestetico. Alla fine, il paziente rimane sotto osservazione fino al completo risveglio. La sonnolenza dura 2-5 ore, quindi il paziente può essere autorizzato a tornare a casa, con l'inserviente.

Periodo di recupero dopo colonscopia

Dopo la colonscopia diagnostica, il periodo di recupero è breve. Se non ci sono state complicazioni durante la procedura, il paziente può tornare a casa alla fine della giornata. A volte l'anestesista raccomanda al paziente di rimanere durante la notte in clinica, se il risveglio è lento, o se è necessaria l'osservazione dopo le manipolazioni.

Quando si rimuovono i polipi, si interrompe il sanguinamento, il paziente riceve un congedo per malattia per 5-10 giorni. Durante questo periodo, deve seguire una dieta per ripristinare la funzione intestinale completa.

http://endoskop.guru/zhivot/zhkt/klns/skolko-dlitsya-kolonoskopiya-po-vremeni.html

Durata della colonscopia

La colonscopia è un esame diagnostico del colon e del colon con un dispositivo speciale: un colonscopio. La procedura è abbastanza complicata, richiede una lunga formazione e alte qualifiche del medico. Per capire quanto può durare una colonscopia, è necessario comprendere la tecnologia della sua implementazione.

L'essenza della diagnosi

Il colonscopio è un tubo flessibile lungo (fino a 145 cm). È dotato di illuminazione a LED, telecamera e fori per l'introduzione di strumenti aggiuntivi - coagulatore, pinza.

La sonda è inoltre dotata di uno speciale dispositivo per l'alimentazione dell'aria. È necessario per lisciare l'intestino. Questo facilita il passaggio dell'apparato.

La colonscopia consente di trasferire l'immagine dell'intestino sul monitor. Può rivelare anche le più piccole deviazioni, eseguire una biopsia, rimuovere piccole lesioni e bruciare ulcere sanguinanti ed erosioni.

opportunità

La colonscopia intestinale può rilevare:

  1. Cancro, anche a livello cellulare.
  2. Erosione e ulcerazione.
  3. Colite ulcerosa atipica
  4. Tubercolosi intestinale
  5. La malattia di Crohn.
  6. Polipi, diverticoli, emorroidi, tumori, oggetti estranei.
  7. Anomalie patologiche della mucosa intestinale, alterata motilità, presenza di processi infiammatori.

testimonianza

Indicazioni per la diagnosi sono varie anomalie patologiche nel corpo e il sospetto di loro. Colonscopia con:

  1. Costipazione cronica o diarrea.
  2. Impurità nelle feci: muco, pus, sangue.
  3. Dolore all'addome.
  4. Formazioni rilevate da altri metodi di indagine.
  5. Sospetto di cancro, ostruzione intestinale, morbo di Crohn, colite ulcerosa.
  6. Perdita di peso acuta e irragionevole.
  7. Anemia - per eliminare il sanguinamento e le ulcere.

Inoltre, la colonscopia dell'intestino è raccomandata ogni pochi anni per i pazienti che hanno raggiunto l'età di 50 anni e con una storia di malattie oncologiche nei parenti.

Controindicazioni

La colonscopia potrebbe non essere sempre eseguita. Ci sono un certo numero di situazioni in cui la procedura è proibita:

  1. Insufficienza cardiaca o polmonare.
  2. Processi infiammatori nell'intestino.
  3. Scarsa coagulazione del sangue
  4. Esacerbazione della colite ulcerosa.
  5. Parodontite.
  6. Malattie infettive acute
  7. Diverticolite.
  8. Emorragia intestinale estesa.

Inoltre, la colonscopia non è raccomandata per i pazienti sotto i 14 anni e le donne in gravidanza.

formazione

La durata della colonscopia include la preparazione. Questo è il palcoscenico più lungo. È la pulizia completa dell'intestino.

Prima della procedura, il paziente viene prescritto:

  1. Dieta senza scorie di tre giorni. È vietato utilizzare alimenti che portano alla formazione di gas. Nella dieta includono zuppe leggere, dietetiche, pesce, latticini, succhi di frutta. L'ultimo pasto dovrebbe essere entro e non oltre il pranzo alla vigilia dello studio.
  2. Clisteri. Raccomanda, se il soggetto può con il loro aiuto, pulire l'intestino. In caso contrario, sono prescritti lassativi.
  3. Assunzione di medicinali lassativi. Il farmaco più comunemente prescritto "Fortrans". A 20 kg di peso è necessario bere 1 sacchetto di medicina, diluito in un litro d'acqua. Ultima ammissione - non oltre 4 ore prima della procedura.

L'intestino deve essere completamente pulito dappertutto. Se ciò non viene fatto, la colonscopia dovrà essere posticipata e ripetere tutti i passaggi preparatori.

Come viene eseguita la colonscopia?

Una colonscopia intestinale viene eseguita da un coloproctologo. Si svolge in più fasi:

  1. Il paziente viene posizionato sul lettino nella posizione fetale. Dovrebbe sdraiarsi sul lato sinistro, raddrizzare la gamba sinistra e piegare la destra.
  2. La punta della sonda con cautela nei movimenti circolari è inserita nell'ano.
  3. Il dottore avanza attentamente il colonscopio attraverso l'intestino. Allo stesso tempo, dà una corrente d'aria per lisciare la mucosa e l'infermiera può premere sull'addome del paziente per dirigere il tubo.
  4. Se durante la diagnosi sono state trovate piccole lesioni, vengono rimosse immediatamente con l'aiuto di una pinza e il sanguinamento è cauterizzato.
  5. Se necessario, una biopsia viene eseguita durante la colonscopia.

L'esame è sempre associato al disagio. Pertanto, è consigliabile non eseguire una colonscopia senza anestesia e applicare un tipo di anestesia: locale, generale o di sedazione. L'anestesia totale può richiedere più tempo.

Quanto dura una colonscopia?

Quanto durerà un esame dell'intestino dipende da diversi fattori:

  1. Qualifiche ed esperienza del dottore.
  2. Qualità e moderne attrezzature diagnostiche.
  3. La struttura dell'intestino di un particolare paziente: quanto è piegata.
  4. La presenza di tumori, sanguinamento, espressioni.
  5. Necessità di svolgere altre procedure: biopsia, moxibustione, micro-chirurgia.

In media, una colonscopia richiede circa 15 a 20 minuti. La sua durata può variare. Se la permeabilità intestinale è buona, non ci sono patologie, il periodo è ridotto a 10 minuti. Se sono presenti deviazioni o sono necessarie ulteriori manipolazioni, il tempo aumenta a 40 - 60 minuti.

Periodo post-esame

Dopo la colonscopia, si raccomanda di osservare il riposo a letto per diverse ore. È meglio sdraiarsi sullo stomaco: è più facile passare lo scarico dei residui dell'aria dall'intestino. Non ci sono restrizioni dietetiche. Al paziente è permesso di mangiare qualsiasi cibo.

A volte un medico può chiedere di non bere o mangiare per diverse ore. Questa raccomandazione viene fornita nei casi in cui è stata eseguita la micro-chirurgia sull'intestino.

La colonscopia è generalmente una procedura sicura. Possono verificarsi solo occasionalmente (nell'1% di tutti i casi) complicanze:

  1. Perforazione della parete intestinale. Di solito si verifica in presenza di processi purulenti o ulcerazioni della mucosa. In questo caso, il medico esegue un intervento chirurgico e rimuove il danno.
  2. Bleeding. Forse dopo la rimozione di polipi e altre formazioni. Eliminato immediatamente
  3. Dolore nell'addome. Appare dopo una biopsia o rimozione di tumori. L'uso di analgesici è indicato.

La colonscopia è il metodo più accurato e informativo per esaminare l'intestino. Permette di rilevare la maggior parte delle patologie nella fase iniziale di sviluppo. La sua durata dipende dalle caratteristiche fisiologiche del paziente, dalla necessità di altre manipolazioni, dalla qualità dell'attrezzatura e dall'esperienza del medico.

http://zhktrakt.ru/issledovaniya/prodolzhitelnost-kolonoskopii.html

Quanto tempo impiegano la colonscopia e importanti suggerimenti per la procedura

La maggior parte dei pazienti presenta un esame endoscopico degli intestini come un terribile tormento. Pertanto, una delle domande più interessanti: quanto dura una colonscopia? In questo articolo parleremo della durata della procedura stessa e del periodo di preparazione, nonché se la diagnosi è effettivamente dolorosa.

Gli intestini sinuosi e molto lunghi sono difficili da verificare usando tecniche non invasive: MRI, TC, ultrasuoni e raggi x. Pertanto, è stato inventato un metodo endoscopico di esame di un organo dall'interno. L'attrezzatura consiste in un tubo sottile cavo lungo circa 1,5 metri, una videocamera alla fine, luci, e strumenti chirurgici in miniatura che vengono inseriti attraverso la cavità del tubo per la manipolazione.

Muovendosi lungo l'intestino, il colonoscopio invia un'immagine al monitor. L'unicità della procedura è che può eseguire non solo un'ispezione visiva, ma consente anche al medico di eseguire una serie di azioni:

  • Biopsia di sospetto epitelio o educazione;
  • Rimuovere polipi rettali, sigmoidi e del colon;
  • Coagulare piccole crepe e ferite, alleviando il sanguinamento;
  • Elimina cicatrici e aderenze come causa di scarsa permeabilità.

La colonscopia è limitata a sezioni dell'intestino crasso. Pertanto, per esaminare le aree superiori del corpo non si applicano. Tuttavia, vale la pena notare che la maggior parte delle patologie sono localizzate precisamente nel retto e nel colon. Polipi particolarmente adenomatosi che possono rinascere nel cancro. La probabilità della loro insorgenza aumenta dopo 50 anni, quindi la diagnosi è raccomandata per tutti i pazienti di età matura.

Attenzione! La colonscopia è inclusa nell'elenco dei servizi forniti secondo la politica OMS, tuttavia, non tutte le compagnie di assicurazione pagano per l'anestesia, quindi è necessario chiamare e conoscere questa possibilità. Oppure paga te stesso per l'anestesia.

È impossibile condurre un esame interno dell'intestino crasso senza prima pulire il corpo delle feci. Pertanto, entro pochi giorni, il paziente inizia a prepararsi per una colonscopia.

Stage numero 1:

Viene prescritta una dieta che previene l'aumento della flatulenza e della stitichezza. Sono esclusi prodotti semilavorati, verdure crude e frutta, dolci e noci. Cibo consigliato: brodi e zuppe, pesce, latte acido, cereali, succhi, tè debolmente fermentato.

Fase 2:

Durante il giorno, iniziano a pulire l'organo dai contenuti. Effettuare a casa un clistere completo per lo svuotamento dell'intero intestino crasso è improbabile che abbia successo. Pertanto, al paziente vengono prescritti lassativi. Oggi, il metodo migliore è l'uso di soluzioni speciali. Ad esempio, Fortrans, che viene mescolato in acqua al ritmo di un pacchetto per litro. La quantità del farmaco è determinata dal peso del paziente - un sacchetto di 20 kg.

Se è prevista una colonscopia la mattina successiva, l'intera soluzione dovrà essere bevuta la sera dalle 17.00 alle 21.00 Quando la procedura viene eseguita dopo pranzo, puoi dividere il farmaco in 2 dosi e bere una parte la sera e l'altra al mattino.

Di conseguenza, si produrrà un potente effetto lassativo che permetterà all'intestino di svuotarsi completamente. Dal momento del primo sorso di Fortrans e prima che la colonscopia sia impossibile.

Di conseguenza, la dieta richiede 3 giorni per pulire l'intestino per diverse ore.

Attenzione! Se il paziente non è in grado di condurre un allenamento di alta qualità, la colonscopia verrà cancellata.

L'esame dell'intestino produce in realtà sensazioni sgradevoli e anche un po 'dolorose. Pertanto, nelle cliniche moderne utilizzare il sonno del farmaco, la cosiddetta sedazione, per alleviare il paziente dal disagio. Per via endovenosa o attraverso una maschera, viene data l'anestesia, dopo di che la persona si addormenta strettamente. Ciò che non è un'anestesia generale completa, quindi, non è richiesto un recupero a lungo termine.

Dopo che il paziente si è spogliato e disteso sul divano, viene messo a dormire e la procedura inizia:

  • Trattare l'area dell'ano e il dispositivo con antisettici e anestetici;
  • Inserisci la punta del colonoscope;
  • L'anidride carbonica o l'aria viene pompata dentro per aprire tutte le pieghe dell'organo;
  • Inizia un'ispezione graduale del rivestimento interno dell'intestino;
  • Al rilevamento di polipi, crepe, aderenze eliminarli;
  • Una biopsia viene prelevata da siti di epitelio sospetti;
  • Dopo aver completato il percorso fino alla fine dell'intestino crasso, ritirare l'attrezzatura;
  • Sveglia il paziente;
  • Lascialo sotto il controllo dell'anestesista nell'unità di terapia intensiva.

La diagnosi dell'area disponibile per la colonscopia richiede 10-15 minuti. Se c'è bisogno di procedure chirurgiche, la procedura può durare 0,5-1 ora.

Consigli dalla colonscopia del passato! Dopo Fortrans, è meglio non usare la carta igienica e lavare con acqua. Altrimenti ci sarà irritazione, che influenzerà il dolore all'ano durante la colonscopia. È inoltre possibile lubrificare la crema di grasso anale.

L'impatto sulla durata dell'esame dell'intestino ha diversi fattori:

  1. Medico di qualificazione L'esperienza di un coloproctologo, la capacità di utilizzare le attrezzature è una componente importante di un'azione efficace e rapida.
  2. La qualità dell'attrezzatura I nuovi colonscop sono modernizzati in modo tale che la procedura richieda meno tempo.
  3. Caratteristiche individuali del paziente La struttura dell'intestino, la presenza di passaggi difficili possono complicare la diagnosi.
  4. Lo stato del corpo. Colpito da lesioni, erosioni e infiammazioni, l'intestino richiede un attento avanzamento degli strumenti, quindi lo studio è in ritardo.
  5. La necessità di ulteriori manipolazioni. Biopsia, polipectomia, coagulazione delle fonti di sanguinamento, rimozione delle aderenze - ogni azione richiede diversi minuti, il che aumenta la durata della procedura.

Attenzione! A volte è accettabile utilizzare altri metodi di ricerca, che sono un'alternativa alla colonscopia dell'intestino. Ad esempio, colonscopia virtuale.

Al completamento della diagnosi, il paziente viene lasciato sotto la supervisione dello staff medico per un po 'di tempo. Per quanto tempo il ritorno alla normalità durerà dipende dal tipo di anestesia e dalle procedure eseguite:

  1. Se solo la diagnostica è stata eseguita utilizzando la sedazione con Midazolam o Propofol, il paziente può essere immediatamente risvegliato. Circa mezz'ora rimarrà in una posizione supina per aspettare i resti di gas dall'intestino.
  2. Se le procedure chirurgiche sono state eseguite in anestesia generale, la persona viene inviata all'unità di terapia intensiva. Lì l'anestesista controlla il risveglio e le condizioni del paziente. In media, ci vogliono circa 2 ore per tornare alla normalità.
  3. La diagnosi dell'intestino senza anestesia verrà eseguita un po 'più a lungo per ridurre al minimo il dolore. Il paziente potrebbe non sentirsi bene a causa di eccitazione e disagio. La durata del recupero dipende dal caso specifico e può richiedere da 2 a 4 ore.

Attenzione! Se dopo una colonscopia con l'uso di anestesia, debolezza, vertigini, la confusione non si ferma, allora non è possibile lasciare l'ospedale in questo stato. Dovresti informare il tuo anestesista della tua indisposizione.

Dall'esperienza di persone che hanno subito una colonscopia in un sogno, si scopre che si è addormentato e si è svegliato, non ricordo nulla. Per quanto tempo lo studio non lo sapeva, ma si è svegliato in circa un'ora. Molti, per ricevere l'anestesia, si sono rivolti alle cliniche pagate. La procedura costò loro da 9 a 12 mila rubli, che includevano lo studio stesso, l'anestesia, i servizi di un anestesista e alcuni test preliminari.

Secondo le valutazioni dei pazienti dopo colonscopia senza anestesia, la durata della diagnosi variava da 15 a 30 minuti. E molti sono rimasti sorpresi dalla mancanza di sensazioni insopportabili. E 'stato spiacevole, e solo.

Attenzione! Dopo l'anestesia generale, i pazienti sono rimasti apatici e scarsamente comprensibili anche dopo 2 ore. Pertanto, consigliano di chiedere a qualcuno della famiglia di aspettarti e portarti a casa.

  1. La durata della procedura è diversa per tutti.
  2. Una colonscopia massima può richiedere circa 60 minuti.
  3. La preparazione sotto forma di pulizia intestinale da parte di Fortrans richiede 6 ore durante questo periodo, è necessario bere la soluzione e sedersi sul water.
  4. Il recupero in ospedale richiede una media di 1-2 ore.
  5. Dopo la colonscopia, lo stomaco a volte fa male fino a 1-3 giorni.
http://polips.ru/drugoe/skolko-dlitsya-kolonoskopiya.html

Durata della colonscopia: quanto dura la procedura

Una colonscopia è una procedura in cui lo studio dell'intestino crasso viene eseguito utilizzando un'attrezzatura speciale. Il ruolo di tale attrezzatura è un colonoscopio, che è un lungo tubo elastico dotato all'interno di una videocamera. Oltre alla videocamera, il dispositivo è dotato di una sorgente luminosa, che viene presentata sotto forma di un punto LED, nonché uno strumento medico come un coagulatore e una pinza. Il metodo di ricerca dell'intestino crasso non è il più piacevole, dal momento che il tubo endoscopico viene inserito attraverso l'ano.

Caratteristiche di preparazione per colonscopia

Prima di ricorrere a una colonscopia, il paziente deve essere preparato. La fase preparatoria comprende una dieta priva di scorie, che dovrebbe essere seguita già 2-3 giorni prima dell'inizio dello studio. Tale dieta rappresenta la necessità di escludere dalla dieta quei prodotti che contribuiscono alla formazione di accumuli di scorie nell'intestino. Per escludere dalla dieta dovrebbero essere cibi come legumi, verdure, in quanto sono arricchiti con fibre, pane nero, prodotti di farina e frutta. La colonscopia intestinale viene eseguita esclusivamente a stomaco vuoto e con una preparazione adeguata del paziente per lo studio.

Oltre ad osservare la dieta priva di scorie, il paziente deve venire allo studio con intestino pulito. La pulizia intestinale viene eseguita in due modi: mettere un clistere o prendere speciali preparazioni lassative. Per quanto riguarda i clisteri, quindi per la pulizia completa dell'intestino sarà necessario mettere almeno 3-4 clisteri. Molti preferiscono la seconda opzione per la pulizia dell'intestino, che viene eseguita con l'aiuto dei lassativi. Se il paziente viene preparato, allora permetterà:

  • condurre ricerche più accurate;
  • ridurre il dolore durante lo studio;
  • accelererà il processo;
  • eliminare lo sviluppo di conseguenze impreviste in cui il paziente si vergognerà.

Dopo una corretta preparazione, il medico valuta le condizioni del paziente, dopo di che chiede di familiarizzare con l'accordo sull'esame colonscopico dell'intestino e di firmarlo.

Importante sapere! Per 1-2 giorni, il medico può richiedere al paziente di superare alcuni test, rispetto ai quali è possibile determinare lo stato di salute, oltre a prevedere la possibilità di condurre lo studio.

Condurre ricerche

La procedura per l'esame del retto è la seguente:

  • Inizialmente, il paziente è posto sul lato sinistro, piegando la gamba destra all'altezza del ginocchio, e quello sinistro deve essere raddrizzato;
  • lo specialista elabora l'ano con un gel speciale, dopodiché l'endoscopio si inserisce lentamente;
  • durante il passaggio dell'endoscopio, viene fornita aria all'intestino, che consente di raddrizzare le pareti dell'organo di prova, evitando il loro danneggiamento;
  • dopo l'introduzione dell'endoscopio a 30 cm, il paziente può avvertire dolore, che è normale;
  • l'esame intestinale viene eseguito nel momento in cui viene rimosso l'endoscopio.

Durante lo studio, il medico non solo osserva l'immagine sullo schermo del monitor in un formato ingrandito, ma ha anche la capacità di registrare ciò che sta accadendo. Nello studio, se c'è una necessità, uno specialista può effettuare la raccolta di particelle di tessuto per un esame di laboratorio più dettagliato.

Importante sapere! Spesso, lo studio viene effettuato utilizzando farmaci anestetici locali. Si ricorre all'anestesia generale se si prevede di eseguire la procedura per un lungo periodo di tempo o se il paziente esprime il desiderio di condurre uno studio in anestesia generale.

Durata dello studio

I pazienti hanno spesso una domanda su quanto dura una colonscopia? La domanda è pertinente, dal momento che poche persone godono di tale procedura, che, oltre al dolore, causa anche ritrosia e sensazioni spiacevoli. Quanto tempo richiederà l'esame endoscopico dipende da molti fattori, quindi è semplicemente impossibile dirlo con certezza. La durata dell'endoscopia è influenzata dai seguenti fattori:

  • ragioni e indicazioni per la procedura;
  • preparazione del paziente;
  • qualifiche mediche;
  • attrezzatura novità;
  • la necessità di un intervento chirurgico.

Tradizionalmente, i medici rispondono alla domanda del paziente su quanto dura la procedura, che la sua durata è compresa tra 20 e 60 minuti. In ogni singolo caso, quando la diagnosi preliminare è nota al medico, può dire un tempo più preciso richiesto per lo studio.

Se lo studio rivela anomalie o neoplasie, come i polipi, il medico decide sulla loro rimozione. In questo caso, il passaggio dello studio può essere ritardato indefinitamente. Se precedentemente si sa che uno studio dell'intestino richiede molto tempo, il paziente viene messo in uno stato di sonno medico. Ciò consente allo specialista di condurre manipolazioni più accurate ed eliminare anomalie patologiche.

Quanto dura una colonscopia dipende dal colonscopio stesso. Nuovi dispositivi consentono di inserire l'endoscopio rapidamente, grazie al diametro minimo del tubo (fino a 10 mm). I modelli obsoleti vengono introdotti lentamente, poiché durante il passaggio del dispositivo è possibile provocare una perforazione della parete intestinale. Questa è la complicazione più pericolosa in cui l'intestino è danneggiato e attraverso il foro nella cavità addominale entrano le masse fecali. Ciò accade molto raramente, ma se ciò accade, il paziente viene urgentemente inviato per un intervento chirurgico.

Recupero dopo colonscopia

Se la procedura ha successo, dopo il suo completamento, il paziente viene inviato al reparto per un po 'fino a quando l'intestino si riprende. Il paziente non deve alzarsi finché non è autorizzato dall'esaminatore. Dopo una colonscopia, se la procedura ha richiesto poco tempo, il paziente sentirà una maggiore formazione di gas, che indica il rilascio di aria, che è stata introdotta durante lo studio.

Se la procedura prevede la rimozione di polipi o altri tipi di interventi chirurgici, il paziente deve essere limitato all'uso di cibo e acqua per qualche tempo. In assenza di complicazioni e miglioramento del benessere, il paziente può andare a casa, ma accompagnato da parenti. Dopo la colonscopia, si avvertirà prurito e fastidio all'ano, ma tali sensazioni scompaiono per 2-3 giorni.

Quando viene indicata la colonscopia?

Il paziente può aver bisogno di sottoporsi alla procedura per l'esame dell'intestino crasso se vi è il sospetto di sviluppo di processi patologici in questo organo. Le principali indicazioni per l'esame intestinale sono:

  • rilevazione di sangue e muco nelle feci;
  • ritenzione delle feci prolungata e difficoltà di escrezione delle feci;
  • dolore al colon;
  • sospetto della presenza di tumori nella zona dell'intestino crasso.

Attraverso questa procedura, non solo puoi esplorare la cavità intestinale, ma anche diagnosticare le malattie pericolose in modo tempestivo. Il vantaggio del metodo colonscopico è il fatto che l'esame visivo non richiede un'incisione chirurgica sulla pelle.

La colonscopia consente di diagnosticare i seguenti tipi di malattie:

  1. Cancro.
  2. Erosione.
  3. La malattia di Crohn.
  4. Tubercolosi intestinale
  5. Colite ulcerosa
  6. La presenza di polipi.

Se non prendi misure tempestive per curare le malattie di cui sopra, allora la persona potrebbe morire. Inoltre, la morte può verificarsi in qualsiasi momento, dal momento che molte malattie possono provocare lo sviluppo di peritonite, che porterà ad una diffusione accelerata dei processi infiammatori in tutto il corpo. È possibile salvare una persona con peritonite eseguendo un'operazione.

Se il medico ha prescritto il passaggio della colonscopia, allora non dovresti aver paura di questa procedura, e soprattutto di rimandarla per dopo. Va sempre ricordato che è meglio eliminare la malattia in una fase precoce dello sviluppo piuttosto che affrontare le sue forme complicate. In conclusione, vale la pena notare che il costo dell'esame colonscopico parte da $ 100.

http://proskopiyu.ru/kolonoskopiya/skolko-po-vremeni-dlitsya-kolonoskopiya.html

Quanto dura la colonscopia?

La colonscopia è un metodo endoscopico di esame dell'intestino (sezione spessa), con il quale il medico può valutare visivamente le condizioni della mucosa del tratto digerente inferiore. La colonscopia diagnostica dell'intestino è considerata il metodo più affidabile per identificare la maggior parte delle patologie localizzate in tutte le parti dell'intestino crasso, ma, come altri metodi, ha le sue caratteristiche e controindicazioni. Questo articolo ti spiegherà perché e a chi viene prescritto un esame di colonscopia, come procede la procedura e ne viene fatta una conclusione.

Colonscopia: cos'è?

La colonscopia è una procedura che consiste in un esame endoscopico delle superfici interne dell'intestino crasso. Viene eseguito utilizzando un dispositivo speciale composto da diversi elementi:

  • un tubo sottile lungo circa 1,5 metri;
  • videocamere ad alta risoluzione;
  • fonte di luce;
  • tubi di anidride carbonica all'interno del lume intestinale;
  • Manipolatori per la presa di materiale biologico.

In coloproctology, si distinguono i seguenti tipi di colonscopia:

  1. Diagnostica, in cui il medico esamina la mucosa intestinale, fissa i cambiamenti patologici e valuta la sua struttura, il modello vascolare, la presenza di tumori, le fonti di sanguinamento e molto altro. Nel corso di un esame diagnostico, uno specialista può staccare un piccolo pezzo di membrana mucosa o neoplasma per ulteriori ricerche in laboratorio.
  2. Terapeutico o terapeutico, in cui il medico rimuove le patologie precedentemente diagnosticate, più spesso polipi, cisti e oggetti estranei. Con l'aiuto di una configurazione colonscopica, un medico può eliminare il sanguinamento minore nell'intestino coagulando le ferite aperte sulla mucosa dell'organo.

La colonscopia classica, ampiamente praticata diversi anni fa, oggi ha praticamente soppiantato l'esame mediante colonscopia video. In generale, l'essenza dell'esame è rimasta la stessa, e solo l'apparato diagnostico ha subito alterazioni: il tubo in fibra ottica è stato sostituito con uno più sottile e flessibile, e il medico potrebbe guardare le mucose del colon non attraverso un oculare, ma tramite un monitor. Viene alimentata un'immagine ingrandita dalle telecamere, quindi il test rivela i tumori più piccoli, il cui diametro non supera 1 mm.

Quali sezioni dell'intestino guardano la colonscopia

A differenza dei metodi simili alla tecnica utilizzata, ad esempio la sigmoidoscopia, un esame colonscopico consente di esaminare l'intestino crasso per tutta la sua lunghezza, che è di circa 150 cm.
Lo studio dell'intestino crasso inizia con l'ispezione del retto. Il medico inserisce il tubo del colonoscopio nell'ano e lo fa avanzare a una profondità di circa 15 cm, esaminando le mucose di questa sezione. Durante la colonscopia del retto, il medico eroga anidride carbonica, poiché la sua mucosa è coperta da pieghe profonde, e sarà problematico visualizzare la mucosa senza raddrizzarla.

Il prossimo è lo studio del colon per tutta la sua lunghezza:

  • prima viene esaminata la regione sigmoidea, che si apre nel retto;
  • poi la parte discendente del colon, che si trova a sinistra nella cavità addominale e si trova verticalmente;
  • inoltre, viene esaminata la sezione trasversale situata orizzontalmente nell'addome superiore;
  • l'ultimo medico esamina i reparti ascendenti e prossimali, oltre a valutare la bocca dell'intestino tenue e l'appendice.

Durante l'avanzamento, l'endoscopista fissa tutti i cambiamenti presenti sulla superficie della mucosa e, se necessario, preleva piccoli frammenti per analisi microscopiche e istologiche.

Quando hai bisogno di fare una colonscopia - indicazioni

Indicazioni dirette per la colonscopia dell'intestino sono stati che indicano malattie del colon:

Queste patologie presentano sintomi estesi, che non sono sempre specifici. Tuttavia, gli esperti identificano una serie di manifestazioni cliniche in cui è necessario eseguire una colonscopia. Questi includono:

  • la presenza di sangue nelle feci;
  • la presenza di scarico da muco e pus durante i movimenti intestinali;
  • disagio nello stomaco di natura cronica - gonfiore, coliche, dolore di diversa localizzazione;
  • costipazione cronica;
  • sgabelli instabili quando la diarrea si alterna alla stitichezza.

Inoltre, le indicazioni per la colonscopia includono l'anemia progressiva. Questa condizione può segnalare sanguinamento intestinale latente, che non si manifesta con lo scarico di sangue nelle feci. La colonscopia obbligatoria dell'intestino viene prescritta quando il paziente, per ragioni inspiegabili, inizia a perdere peso rapidamente e non aumenta di peso quando la dieta cambia. Un tale sintomo può essere dovuto alla lenta colite ulcerosa o ai processi neoplastici nell'intestino.

È importante! I pazienti con patologie benigne intestinali precedentemente identificate e curate hanno una colonscopia regolarmente ogni 3 anni.

Per la colonscopia, le indicazioni includono quelle non correlate a problemi di condizione esistenti. Prima di tutto, è l'età del paziente. Secondo le statistiche, varie patologie, come la poliposi, si sviluppano negli anziani. Al fine di prevenire la loro trasformazione in cancro, è necessario eseguire una colonscopia in pazienti con più di 50 anni e nel tempo rimuovere tumori benigni.

Un'altra categoria di pazienti per i quali viene mostrata la colonscopia è obbligatoria: individui con predisposizione ereditaria al cancro del colon-retto (tumori del colon). La procedura può essere somministrata a loro a qualsiasi età, che dipende dall'età in cui è stata rilevata l'oncologia nel parente più prossimo. Quindi, se l'oncopatologia è stata diagnosticata a 40-50 anni, le indicazioni per eseguire una colonscopia arrivano in 30-40 anni, cioè 10 anni prima.

Controindicazioni alla procedura

Esistono molte controindicazioni alla colonscopia: queste includono condizioni che aumentano il rischio di sanguinamento, la diffusione di infezioni e che non consentono la visualizzazione delle mucose intestinali. Tutte queste restrizioni possono essere suddivise nei seguenti gruppi:

Oltre a queste situazioni, ci sono controindicazioni alla colonscopia, che sono anche incluse nell'elenco delle indicazioni. Questi includono malattie croniche e condizioni patologiche dell'intestino - colite ulcerosa, morbo di Crohn - in uno stato di esacerbazione. I medici raccomandano prima di arrestare i sintomi di esacerbazione e solo allora esaminano il colon con colonscopia.

La procedura è controindicata nelle donne in gravidanza, soprattutto se il feto è già abbastanza grande da influenzare significativamente la posizione delle anse intestinali nello spazio retroperitoneale. Nel periodo iniziale (fino a 4-6 settimane), il medico può consentire la diagnosi con questo metodo, ma solo se la gravidanza è buona.

Controindicazioni per la colonscopia dell'intestino possono essere chiamate altre malattie e condizioni che possono essere complicate a causa delle manipolazioni diagnostiche. In ogni caso, il medico pesa tutte le possibili complicanze e rischi, li confronta con i potenziali benefici della procedura per il paziente.

Com'è la colonscopia

La maggior parte dei pazienti che avranno un esame intestinale per la prima volta hanno una vaga idea di colonscopia e non capiscono come sono fatti e che cos'è. Questo può in qualche modo complicare la procedura, perché molto dipende dallo stato emotivo e dalla capacità di rilassamento del paziente. Pertanto, poco prima della diagnosi, il medico spiega in dettaglio come si svolgerà l'esame e cosa aspettarsi da esso.

L'ispezione consiste in diverse fasi:

  1. Trattamento dell'area perianale e del colonoscopio direttamente con antisettici. Allo stesso tempo, se necessario, il medico usa l'anestesia locale o generale. La seconda opzione viene utilizzata più spesso, in quanto consente al paziente di sopravvivere alla diagnosi senza il minimo disagio.
  2. La parte finale della sonda del colonscopio viene trattata con lubrificante. Se l'anestesia generale non è stata applicata, il medico usa un lubrificante contenente anestetico.

Una colonscopia viene completata rimuovendo senza fretta il tubo dall'intestino e concludendo una conclusione.

Se è stata utilizzata l'anestesia generale, il paziente dovrà passare un po 'di tempo nella clinica sotto la supervisione di specialisti. Se è stata eseguita una colonscopia con anestesia locale, il paziente può immediatamente tornare a casa.

Fa male fare una colonscopia

Durante la colonscopia, il dolore può solo disturbare i pazienti in assenza di anestesia generale. Sono descritti come scoppianti e la loro localizzazione dipende esattamente da dove si trova la parte finale del tubo del colonoscopio al momento:

  • se visto dal sigmoide - nel basso addome e nella zona rettale;
  • se visto dal reparto in ascesa - nella metà sinistra dell'addome;
  • se visto dalla sezione trasversale - nella parte superiore dell'addome e nello stomaco;
  • se osservato dalle parti discendenti e distali, il disagio compare nell'area dell'appendicite e nella metà destra dell'addome.

Buono a sapersi! Il disagio durante la colonscopia si verifica a causa dell'iniezione di anidride carbonica nel colon. Con questa manipolazione, il medico può esaminare in dettaglio la superficie della mucosa intestinale.

Se il paziente è troppo preoccupato per il fatto che la procedura sia dolorosa per colonscopia, il medico può suggerire una diagnosi in anestesia generale.

Quanto dura la colonscopia?

La durata di una colonscopia dell'intestino non è lunga quanto può sembrare. In media, la durata della procedura è compresa tra 10 e 25 minuti. La sua durata dipende da diversi fattori:

  1. Preparazione adeguata per l'esame: la procedura richiede il minor tempo possibile, che viene eseguito con un intestino purificato qualitativamente. Se ci sono frammenti di cibo o masse fecali che rimangono nel suo lume, la diagnosi durerà più a lungo, ma più spesso il medico trasferirà l'esame in una data diversa, poiché sarà estremamente difficile identificare cambiamenti patologici nelle condizioni intestinali a causa della mancanza di una revisione normale.
  2. Obiettivi del sondaggio - una colonscopia di revisione richiederà meno tempo di un sondaggio, che è associato alla necessità di effettuare una biopsia per ulteriori citologie. Se durante la diagnosi il medico trova polipi o altre neoplasie benigne che possono essere rimosse immediatamente, la colonscopia durerà ancora più a lungo, poiché servirà anche a "bruciare" le ferite che si sono formate.

Se è importante che il paziente sappia per quanto tempo sarà nello studio del medico, questo momento è discusso in anticipo all'appuntamento preliminare.

Cosa mostra la colonscopia

Durante la procedura di colonscopia intestinale, il medico lo ispeziona letteralmente dall'interno per vari cambiamenti. I punti principali a cui viene prestata particolare attenzione:

  • colore e modello vascolare della mucosa;
  • la forma dell'intestino si piega e la loro conformità con la norma anatomica;
  • formazioni patologiche - focolai infiammatori, polipi, erosione, ulcerazione, suppurazione, diverticoli, crepe;
  • la larghezza e il grado di pervietà delle aree intestinali, i segni di stenosi (restringimento) e aderenze;
  • accumuli di muco e secrezione purulenta;
  • fonti e cause di sanguinamento.

Sulla base di un'ispezione visiva, il medico fa una conclusione sullo stato dell'intestino. Se non ci sono cambiamenti critici, la mucosa è liscia, leggera, con un modello vascolare moderato e lucentezza lucida, si ritiene che non ci siano patologie. Se qualsiasi indicatore si discosta dalla norma, il medico fa una diagnosi corrispondente a questi cambiamenti.

L'elenco che può rivelare la colonscopia, così come i cambiamenti inerenti alle malattie, sono i seguenti:

  • mucosa infiammata con aree di distrofia o atrofia indicano colite;
  • focolai infiammati con ulcerazione, suppurazione ed erosione, secrezione purulenta, lividi indicano colite non ulcerosa;
  • mucosa ispessita, che i medici descrivono come "pavimentazione di ciottoli", cicatrici longitudinali, ulcere e fistole indicano la malattia di Crohn;
  • edema della mucosa, dipinto in un colore bluastro-cremoso, focolai emorragici, costrizione intestinale anormale, ulcere indicano processi ischemici nell'intestino;
  • il sanguinamento della mucosa, il suo gonfiore, il restringimento del lume intestinale possono indicare lo sviluppo dell'amiloidosi del colon (la diagnosi finale viene fatta dopo lo studio della biopsia);
  • numerose o singole protrusioni nelle pareti intestinali, che sembrano favi, indicano dyutikrileze;
  • macchie gialle sporgenti sulla superficie della mucosa intestinale indicano lo sviluppo di colite pseudomembranosa;
  • neoplasie di varie dimensioni sulla mucosa del colon possono significare sia un processo benigno (poliposi) sia un tumore maligno (cancro).

Sfortunatamente, la colonscopia non consente di determinare con precisione la natura di alcune formazioni al momento dell'ispezione. La diagnosi richiede analisi microscopiche e istologiche del tessuto tumorale. La conferma della presenza di oncologia viene effettuata utilizzando l'analisi per il sangue nascosto, ma più spesso questo tipo di diagnosi viene utilizzato prima della colonscopia.

I benefici e i rischi della procedura

La colonscopia è un tipo di diagnosi assolutamente sicuro che non causa conseguenze e complicazioni negative. Nonostante questo, molti pazienti dubitano dell'opportunità di seguire questa procedura, perché ci sono altri metodi di visualizzazione dell'intestino: la tomografia computerizzata con contrasto o radiografia intestinale, per esempio. Gli esperti dicono che altri tipi di esami non sono così informativi come la colonscopia.

La maggior parte dei pazienti che devono sottoporsi all'esame, dubita: se il trauma addizionale all'intestino non sia dannoso nelle loro condizioni. Tali dubbi non sono irragionevoli, perché il rischio di lesioni alla mucosa dell'intestino crasso è sempre presente, anche se insignificante (meno dello 0,1%). Secondo gli esperti, è pericoloso fare una colonscopia solo nella fase di esacerbazione delle malattie, quando un effetto aggiuntivo sulla parete intestinale può essere fatale.

È importante! Prima della nomina della diagnostica, i medici valutano attentamente i pro ei contro e, se vi sono preoccupazioni minori sulla sicurezza della procedura, vengono trasferiti in un secondo momento o sostituiti con un altro metodo.

Dubbi sul fatto che una colonscopia sia pericolosa, in molti casi infondata. I benefici della procedura superano di gran lunga i rischi. Complicazioni come sanguinamento, infezioni intestinali e dolore sono estremamente rare. Il loro aspetto è spesso associato a preparazione impropria o controindicazioni nascoste dal paziente.

Con quale frequenza può essere eseguita la colonscopia?

La frequenza degli esami intestinali mediante colonscopia è regolata da standard internazionali. Viene effettuato a qualsiasi età in presenza di indicazioni dirette. Inoltre, ci sono istruzioni su quanto spesso deve essere eseguita una colonscopia per alcune categorie di pazienti:

  • coloro che hanno precedentemente identificato patologie intestinali (poliposi, colite e diverticoli) sono invitati a visitare l'ufficio dell'endoscopista ogni 3-5 anni per una colonscopia;
  • nei pazienti che hanno subito precedentemente un intervento chirurgico intestinale, gli esami sono indicati ogni 5 anni;
  • i pazienti del gruppo a rischio di cancro intestinale dopo i 50 anni hanno una colonscopia con un intervallo di 3-5 anni;
  • Pazienti dopo 60 anni di esami effettuati con un intervallo di 3 anni.

I pazienti i cui parenti hanno sofferto di cancro intestinale dovrebbero essere esaminati dopo 40 anni o prima, a seconda dell'età in cui sono stati trovati processi maligni nei parenti.

testimonianza

Secondo le raccomandazioni di una delle associazioni sanitarie più famose, tale procedura dovrebbe essere eseguita almeno una volta ogni cinque anni per le persone di età superiore ai quaranta. Tuttavia, se ci sono lamentele sulla funzione intestinale, è necessaria immediatamente una colonscopia. Queste indicazioni includono:

• vari tipi di scarico dall'intestino;

• dolore nel tratto gastrointestinale;

• disturbi alle feci regolari;

• perdita di peso acuta e irragionevole;

• sospetto di cancro;

• polipi e altre formazioni identificate mediante un rektoskop.

Ma ci sono alcune situazioni in cui la procedura di colonscopia è controindicata a causa della presenza delle seguenti patologie:

• processi infiammatori acuti nel tratto gastrointestinale;

• tutti i tipi di insufficienza cardiaca e polmonare;

• la presenza di malattie associate a scarsa coagulazione del sangue;

• con colite ulcerosa pronunciata;

• se un paziente ha una peritonite. Condurre una colonscopia per tutte le suddette malattie rappresenta una seria minaccia per la vita del paziente, quindi viene sostituita con misure alternative.

Procedura di colonscopia

La tecnica di condurre una tale indagine è abbastanza semplice. Il paziente, nudo fino alla vita, si trova su un letto medico, girando sul lato sinistro. In questo caso, le sue gambe dovrebbero essere piegate alle articolazioni del ginocchio e dell'anca e premute sull'addome (posizione fetale). Uno specialista che esegue una colonscopia inserisce delicatamente il dispositivo nel retto. Vale la pena notare che, nel caso di sensibilità speciale per il paziente, l'ano è pre-lubrificato con gel anestetici.

A poco a poco, il colonoscopio con movimenti regolari viene introdotto nell'intestino, parallelamente all'esame delle sue pareti per rilevare danni o segni di una malattia in via di sviluppo. Inoltre, al fine di allungare le pareti intestinali, l'aria viene lisciata attraverso un tubo speciale, che leviga l'intestino. Quanto dura una colonscopia, chiedi? L'intera procedura, a seconda delle misure diagnostiche e terapeutiche, richiede da dieci minuti a un'ora.

Se ti trovi in ​​uno dei suddetti sintomi e desideri sottoporti a una procedura di colonscopia qualitativamente e indolore, contatta la nostra clinica di Mosca. Gli specialisti del nostro istituto medico ispezionano il colon con l'aiuto di moderne attrezzature high-tech, che consentono di esaminare anche i difetti più piccoli. Contattandoci, puoi essere completamente sicuro che l'intero processo sarà rapido, indolore ed efficace. In caso di rilevamento di eventuali patologie, il medico redigerà il programma di trattamento necessario o scriverà un referral allo specialista appropriato.

Colonscopia come parte della diagnosi

Un modo progressivo per valutare le condizioni generali del colon negli esseri umani oggi è una procedura chiamata colonscopia. Rappresenta l'esame dell'apparato digerente dei pazienti mediante una videocamera, posizionata all'estremità del tubo flessibile di un dispositivo speciale: un endoscopio. Durante questa procedura, il dottore centimetro per centimetro esamina l'intestino del paziente dall'interno, contemporaneamente raccoglie i campioni per l'analisi e rimuove anche i polipi, che sono vari cambiamenti nella mucosa. Tali polipi possono degenerare in un tumore maligno. È importante sapere come prepararsi per una colonscopia. Di questo qui sotto.

Quando questa procedura è stata introdotta solo nella pratica delle cliniche statali, questa manipolazione è stata considerata dolorosa. Qualsiasi specialista potrebbe causare notevole disagio al paziente durante l'inserimento. Ma allo stesso tempo, questa procedura non ha suggerito alcuna anestesia. È per questo motivo che molte persone, quando hanno sentito parlare della necessità di un tale sondaggio, hanno cercato di trovare un'alternativa possibile a causa della paura del dolore. Dove fare una colonscopia, non tutti lo sanno.

L'esame del colon è effettivamente possibile con l'aiuto di un'irrigoscopia, che è un esame a raggi X, in cui un agente di contrasto viene iniettato nella cavità dell'organo attraverso un clistere. Anche usato e tomografia computerizzata. Gli svantaggi di questi metodi includono il carico di radiazioni sul paziente, insieme a meno informazioni, che ora è riconosciuto in tutto il mondo come il gold standard per lo screening per il cancro del colon.

Capiremo cosa è meglio - una colonscopia con o senza anestesia?

Colonscopia e anestesia

Il problema associato alla penosità di questa procedura ha già perso la sua rilevanza, dal momento che i moderni centri medici lo offrono sotto anestesia. L'introduzione di farmaci prima di eseguire la manipolazione implica un diverso grado di anestesia:

  1. Effettuare una colonscopia sotto anestesia locale suggerisce che la punta dell'endoscopio sia lubrificata con una sostanza che riduce leggermente il disagio durante l'inserimento del tubo nel retto. È vero, la sensazione di dolore durante la procedura, di regola, può essere causata non dal contatto diretto del dispositivo con la membrana mucosa, ma forzando aria nell'intestino. Sfortunatamente, l'anestesia locale non allevia questo disagio.
  2. Colonoscopia durante il sonno. Per questo tipo di procedura viene utilizzata l'anestesia superficiale, in altre parole la sedazione. Al paziente viene somministrato un agente che ha un effetto ipnotico. Sotto la sua influenza, le sensazioni spiacevoli sono notevolmente offuscate e l'esame stesso è abbastanza indolore. Non richiede l'uso di apparecchi per anestesia. Inoltre, non dovrai rimanere a lungo in clinica dopo una colonscopia, poiché gli effetti dell'anestesia sono molto rapidi e non ci sono ricordi della procedura.
  3. Colonscopia con anestesia generale. Questo tipo di diagnosi viene eseguita in sala operatoria. I pazienti sotto il controllo dell'anestesista sono immersi in un sonno profondo. Questo sogno dura, di regola, un po 'più lungo della procedura stessa. Questa opzione viene solitamente utilizzata per esaminare le persone con una bassa soglia di sensibilità al dolore, nonché sullo sfondo della malattia dell'intestino adesivo, quando viene eseguita una colonscopia a un bambino di età inferiore ai dodici anni. Considera quali prove in questa procedura.

Indicazioni per colonscopia utilizzando l'anestesia

Le persone spesso chiedono: "Cosa c'è di meglio - una colonscopia con o senza anestesia?" Molto spesso, i pazienti preferiscono optare per una tale diagnosi con l'uso dell'anestesia sotto forma di sedazione. Questo metodo è indolore ed esclude possibili complicazioni dell'anestesia generale. Di norma, il rimando a questo esame viene rilasciato dal medico di medicina generale o da uno stretto specialista, che nota le deviazioni nello stato di salute del suo paziente. Quindi, la colonscopia sotto anestesia è prescritta in una serie delle seguenti situazioni:

  • basso livello di emoglobina nell'analisi generale, cioè anemia senza ovvi motivi;
  • la presenza di sanguinamento nell'intestino o nelle feci nere;
  • problemi associati ai movimenti intestinali, che sono espressi in costipazione cronica, diarrea, sensazione di corpo estraneo nella zona rettale e simili;
  • una sensazione regolare di trabocco intestinale, che è accompagnata da una maggiore formazione di gas con indigestione cronica;
  • perdita di peso inspiegabile insieme all'affaticamento;
  • ha superato il tasso di marcatori tumorali specifici a seguito di analisi del sangue;
  • esame di pazienti affetti da colite ulcerosa o malattia di Crohn;
  • esame delle persone dalla categoria di rischio di tumori nel colon.

Tali pazienti includono parenti nelle cui famiglie si sono verificati casi di cancro dell'intestino. Anche questa categoria include le persone che sono state trattate per il cancro in passato.

Va sottolineato che la colonscopia di screening può essere mostrata a tutte le persone di età superiore ai quarantacinque anni. Da questa età in poi, si consiglia di sottoporsi a questa procedura ogni anno.

Le istruzioni prima di una colonscopia possono essere ottenute dal medico.

Controindicazioni alla procedura

Nonostante il fatto che la colonscopia in anestesia generale sia una procedura comune, per alcune persone sarà comunque meglio rifiutare questa diagnosi. Quindi, l'esame è controindicato nei seguenti casi:

  • in presenza di malattie infettive acute;
  • peritonite o sospetto di esso;
  • gravi disturbi della coagulazione;
  • fasi tardive di insufficienza cardiaca;
  • la presenza di stenosi delle valvole cardiache;
  • allergia ai farmaci anestetici;
  • malattie neurologiche e psichiatriche;
  • epilessia;
  • durante la gravidanza.

Va notato che nessuna di queste condizioni non è una controindicazione completa all'esame della colonscopia in anestesia generale. È estremamente importante discutere le caratteristiche individuali dell'organismo con l'endoscopista in modo che lo specialista possa decidere sull'opportunità della diagnosi, tenendo conto dei possibili vantaggi e rischi della procedura. Nel caso della nomina dello studio, è necessario prestare attenzione alle attività preparatorie. Questa misura aiuterà a facilitare il compito del medico, inoltre, un impatto positivo sulle condizioni del paziente durante e dopo la procedura.

Come prepararsi per la colonscopia?

Considerando che durante la diagnosi il medico esaminerà l'intestino crasso, è estremamente importante pre-pulire la mucosa. L'effetto desiderato è difficile da ottenere con un clistere. Per questo motivo si consiglia ai pazienti di prepararsi in anticipo con l'aiuto di diete e medicinali venduti in qualsiasi farmacia. Una corretta preparazione per la colonscopia diagnostica di solito comporta i seguenti due passaggi:

  1. Tre giorni prima della procedura è necessario abbandonare l'uso di carni grasse. E 'vietato mangiare pesce insieme a prodotti caseari, cereali, cereali, pane di segale. È anche importante abbandonare frutta e verdura fresca. Bevande alcoliche, acqua gassata, condimenti piccanti e cibi in scatola sono proibiti. È permesso mangiare pane bianco e brodi insieme a carne magra, uova, pasta, riso, patate bollite, burro. Bevi mentre puoi succo o gelatina. La pulizia del colon per la colonscopia è essenziale.
  2. Alla vigilia della procedura, il paziente dovrebbe assumere un lassativo. Come parte della preparazione dell'intestino per l'esame, viene prescritta una soluzione di polietilenglicole o di droghe come Dufalac e Fortrans. Inoltre, la persona dovrà bere due litri di liquido alla vigilia dell'indagine. Altri due litri di bevanda il giorno della procedura nel caso in cui è previsto per il pomeriggio. Se la preparazione viene somministrata meno di un giorno, l'intero volume della soluzione viene bevuto dalle quattro alle otto di sera.

La preparazione per l'anestesia con colonscopia viene effettuata direttamente il giorno stesso della procedura. In questa mattina, dovresti rifiutarti di mangiare e bere. È anche importante rimuovere le lenti a contatto con protesi prima di manipolare adeguatamente.

Dove fare una colonscopia? La procedura può essere eseguita in qualsiasi istituzione medica o centro diagnostico.

Sotto anestesia

Nella stanza di trattamento, i pazienti sono invitati a rimuovere i vestiti sotto la cintura. La persona è posizionata sul lato sinistro del divano. In questo caso, il paziente deve portare le ginocchia al petto. Successivamente, l'anestesista inietta il farmaco per l'anestesia nella vena, dopo di che il paziente si addormenta. Secondo le sensazioni generali, questo, di regola, sembra un sogno ordinario, sebbene sia molto breve. Durante questo periodo, il medico inserisce una punta oliata con olio speciale.

L'endoscopio viene inserito attraverso l'ano nel retto. Il dispositivo quindi inserisce i due punti. Con l'aiuto dell'immagine visualizzata sullo schermo del monitor, lo specialista esamina la mucosa. In caso di necessità, il medico può fermarsi per scattare una foto, rimuovere un polipo o fare un prelievo. Dopo il completamento dell'esame, il medico rimuove la provetta dall'intestino e l'anestesista sveglia il paziente e chiede informazioni sulla sua salute.

durata

La durata totale di una procedura di colonscopia che utilizza l'anestesia basata su un farmaco sedativo è tra i quindici ei trenta minuti. Di solito, i pazienti si sentono bene in questo, notando solo una leggera debolezza dopo il risveglio. Subito dopo aver completato questa procedura, una persona può bere o mangiare cibo, e dopo mezz'ora viene mandato a casa o al lavoro.

Quali sono le possibili complicanze dopo colonscopia?

Nella stragrande maggioranza delle situazioni, una colonscopia viene eseguita senza complicazioni. Il paziente non avverte disagio, dolore, gonfiore o grave debolezza. Ma se immediatamente o poche ore dopo questa procedura si notano questi sintomi, se il paziente ha febbre e nausea insieme a sanguinamento dal retto, consultare immediatamente un medico.

Raramente, ma complicazioni molto pericolose includono danni alle pareti intestinali e arresto respiratorio durante anestesia, rottura della milza e infezione del paziente con epatite B, così come altre malattie infettive. Per questo motivo, è estremamente importante adottare un approccio responsabile alla scelta della clinica in cui si intende sottoporsi a una colonscopia. La preferenza dovrebbe essere data all'istituzione medica, che è famosa per la sua reputazione impeccabile, una vasta esperienza in questa manipolazione.

Colonscopia

Il costo di questa procedura con l'anestesia nelle cliniche russe varia da 4.000 a 20.000 rubli. Un tale divario di prezzo è associato non solo al livello e alla qualità delle attrezzature, dipende dal servizio in una particolare struttura medica, dai diversi approcci alla formazione del costo della tecnica presentata.

Di norma, le cliniche che offrono il costo più basso della colonscopia non includono il pagamento per l'anestesia e il lavoro dell'anestesista. Anche le procedure diagnostiche e terapeutiche richieste durante la procedura potrebbero non essere prese in considerazione. Ad esempio, stiamo parlando di prelevare campioni della membrana mucosa con il loro ulteriore esame istologico, la rimozione di piccoli polipi e simili. Il costo totale di questo metodo di diagnosi è molto impressionante e inaspettato per i pazienti.

Consulenza costosa

In altri casi, il costo interessante di una colonscopia in anestesia generale può essere combinato con la costosa consultazione di gastroenterologi, senza la quale, secondo le regole della clinica, è considerato impossibile sottoporsi a questa procedura. Pertanto, i pazienti devono chiarire in anticipo tutte le condizioni per il passaggio della colonscopia, non esitate a fare ulteriori domande. Non bisogna inoltre dimenticare che non si dovrebbero risparmiare soldi per la diagnostica, poiché la salute dipende direttamente dalla qualità del lavoro di uno specialista e dagli standard generali di assistenza medica.

Eppure, cosa è meglio - una colonscopia con o senza anestesia, il medico deve decidere.

Colonscopia in anestesia generale

Questa procedura viene eseguita con anestesia se applicata ai seguenti gruppi di pazienti:

• bambini sotto i 12 anni;

• Pazienti con malattia intestinale adesiva;

• Pazienti con processi intestinali distruttivi.

La colonscopia in anestesia generale viene eseguita utilizzando l'anestesia generale o utilizzando la sedazione. Quest'ultimo metodo consente di inserire il paziente in uno stato di sonno dormiente medico. Questo è aiutato da farmaci come Propofol e Midazolam. Con una corretta anestesia, il paziente non ha problemi con le vie aeree, che è un altro vantaggio di questo metodo.

Preparazione per colonscopia

Il successo della diagnosi dipende dalla corretta preparazione. Dovrebbe essere avviato 2-3 giorni prima della procedura. È necessario seguire una dieta, così come lavare l'intestino, gli antispastici possono essere prescritti da un medico. Riceverai altri consigli da uno specialista.

Come viene eseguita la colonscopia?

La tecnica di questa procedura è molto semplice. Il paziente dovrebbe spogliarsi nudo dalla vita in giù, quindi giacere sul suo lato sinistro sul divano. Le gambe dovrebbero essere piegate e premute allo stomaco. Quindi un endoscopio viene inserito nel retto, l'ano viene imbrattato con un unguento anestetico o gel. Questo dispositivo viene gradualmente introdotto nell'intestino e consente di ispezionare le sue pareti. Prima che l'endoscopio venga inserito nell'intestino, viene iniettata aria, che consente di levigare le pieghe della mucosa, migliorando la visibilità.

Quanto dura la diagnosi

Siamo arrivati ​​alla domanda di base su quanto tempo una colonscopia è sotto anestesia. L'intera procedura potrebbe richiedere 10 minuti. Ma in alcuni casi, questa volta può aumentare fino a mezz'ora, soprattutto se sono richieste varie procedure terapeutiche e diagnostiche. In ogni caso, il tempo della procedura dipende da molti fattori, incluso il tipo di malattia diagnosticata e i dati da ottenere.

Dopo colonscopia

Al completamento della procedura, il paziente può quasi immediatamente tornare alla vita di tutti i giorni. Dopo la colonscopia, non sono necessarie diete speciali, quindi di solito si può mangiare. Vale la pena notare che dopo una colonscopia, forse una sensazione residua di gonfiore per liberarsene, viene prescritto carbone attivo. Assumere immediatamente 10 compresse, pre-macinare, bere con acqua tiepida.

Sono anche possibili altri effetti della diagnosi, sebbene siano osservati molto raramente. Questi includono perforazione intestinale, che è possibile con una procedura non qualificata. Ecco perché è così importante avvicinarsi alla scelta di uno specialista e di un centro medico per l'esame.

Dove ottenere una colonscopia?

La decisione più corretta sarà contattare il nostro centro a Mosca. Impieghiamo professionisti esperti che condurranno la procedura in modo rapido ed efficiente. Visitandoci, ti dimenticherai di tutti i problemi con l'intestino, i nostri specialisti non solo diagnosticheranno, ma cureranno anche te. Prenota un appuntamento nel nostro centro a Mosca.

http://bolvkishkah.com/diagnostika/skolko-po-vremeni-dlitsya-kolonoskopiya-kishechnika.html

Pubblicazioni Di Pancreatite