Infezione intestinale

L'infezione intestinale è una malattia pericolosa che colpisce, prima o poi, ogni persona. La malattia presentata comprende un gran numero di processi patologici che influenzano negativamente il tratto gastrointestinale. La malattia si verifica spesso a causa della presenza di virus, tossine e batteri nel corpo. I sintomi della malattia differiscono in modo significativo, dato il grado della sua gravità.

Cosa contribuisce al verificarsi della malattia?

Se il corpo è influenzato da virus e batteri, è irto di malattie come:

  • ehsherihiozom;
  • klebsiellez;
  • dissenteria;
  • salmonellosi;
  • diarrea;
  • infezione da stafilococco.

Tutti presentano processi patologici e causano infezioni intestinali. Inoltre, lo sviluppo di questa malattia è influenzato dal mancato rispetto delle norme di igiene personale, dall'uso di frutta e verdura sporche, dal reintegro del corpo con acqua, che include microrganismi dannosi. Si muovono dall'esofago attraverso lo stomaco e nell'intestino.

Come si manifesta la malattia negli adulti?

Ci sono casi in cui l'infezione intestinale negli adulti per un certo periodo di tempo non si fa sentire, quindi il paziente non sospetta nemmeno di questa malattia insidiosa. I sintomi più comuni di infezione intestinale sono i seguenti:

  1. Dolore all'addome. La ragione di questo dolore è la presenza di batteri. È di natura spasmodica e la sua durata è di 3-4 minuti.
  2. La diarrea. La ragione di questa condizione è la presenza di microrganismi patogeni nel tratto gastrointestinale. La diarrea può contribuire alla disidratazione, quindi vale la pena prendere sul serio questo sintomo.
  3. Cattivo appetito
  4. Costipazione. Se le infezioni intestinali provocano parassiti, e in particolare l'infestazione da vermi, allora il processo di defecazione diventerà molto difficile.
  5. Sindrome dell'intestino irritabile.
  6. Cattivo sonno. Molti non capiscono come i disturbi del sonno possano essere interconnessi con le infezioni intestinali. È molto semplice: l'infezione contribuisce all'irritazione ed è difficile per una persona dormire. Durante il sonno, il corpo cerca di rimuovere le tossine dal fegato, ma rendono difficile questo compito.
  7. Sistema immunitario compromesso negli adulti. I batteri nel corpo assorbono tutti i nutrienti, il che porta ad un indebolimento del sistema immunitario. In futuro, un tale processo potrebbe causare lo sviluppo di anemia.
  8. Gnashing di denti, particolarmente aggravato di notte.
  9. Depressione e dolore alla testa sono segni di un'infezione da lievito negli adulti. Per coloro che soffrono di mal di testa, non perdere tempo, ma dovresti immediatamente andare dal medico.
  10. Eruzione cutanea, prurito, bruciore.
  11. La nausea e il vomito sono sintomi comuni dell'infezione intestinale. Il meccanismo della nausea è complesso ed eterogeneo.

Infezioni intestinali da bambini

Le infezioni intestinali nei bambini si verificano per la stessa ragione che negli adulti (la sconfitta di agenti patogeni). Sconfiggono principalmente il tratto digestivo e sono accompagnati da una reazione tossica del corpo.

L'infezione intestinale nei bambini, come tutte le altre malattie di natura infettiva, si verifica all'improvviso. Anche nelle prime fasi della malattia dei bambini frequenta debolezza, scarso appetito, mal di testa, febbre. A prima vista, tutti i segni presentati indicano un raffreddore. Ma dopo un po ', il bambino ha nausea e vomito, dolore allo stomaco, crampi, diarrea, brividi.

Infezione intestinale acuta

Le infezioni intestinali acute sono un tipo di patologie acute infettive che derivano dall'influenza di vari agenti patogeni. Manifestazione di infezione intestinale acuta con febbre e contribuisce allo sviluppo di ulteriore disidratazione. L'infezione acuta particolarmente grave si verifica nei bambini e nelle persone in età pensionabile. Il periodo di incubazione della patologia dura da 5 ore a 2 giorni.

Molto spesso, la salmonellosi inizia acutamente dopo una breve sensazione di disagio addominale. Durante questo periodo, il paziente nota i seguenti sintomi di un'infezione intestinale acuta:

  • la debolezza;
  • sentirsi nauseante;
  • vomito;
  • aumento della temperatura (38-39 С);
  • le infezioni intestinali acute sono accompagnate da sensazioni dolorose nell'addome, che sono diffuse;
  • diarrea, che è caratterizzata da abbondanti vuoti acquosi di colore verdastro.

Se un paziente presenta sintomi di un'infezione intestinale acuta, deve essere immediatamente ricoverato in ospedale. Questa forma di infezione intestinale nei neonati è spesso diagnosticata. Pertanto, se si scopre che il bambino ha una diarrea verde, un aumento della temperatura, è necessario mostrarlo immediatamente a uno specialista.

Influenza intestinale (infezione da rotavirus)

Le infezioni intestinali di questa forma si verificano a causa della presenza di rotavirus nel corpo. Il processo di irritazione avviene attraverso cibo, acqua e mani. L'infezione da rotavirus inizia a formarsi dopo che i batteri hanno invaso le cellule della mucosa intestinale piccola. Di conseguenza, la sua attività fisica aumenta, il che contribuisce a una sensazione di nausea, vomito e diarrea.

La malattia inizia a manifestarsi anche prima che i virus si moltiplichino nella quantità necessaria per causare irritazione all'intestino. Questo è un periodo di incubazione, la sua durata è di circa 5 giorni.

Terapia efficace

Il trattamento delle infezioni intestinali dovrebbe comportare un approccio integrato. Oltre ad arrestare i microbi dannosi, il paziente deve neutralizzare le tossine e ripristinare l'equilibrio idrico.

Sintomi come vomito e diarrea introducono sostanze nocive dal corpo, quindi non trattenersi. Al contrario, durante questo periodo viene persino chiamato. Il trattamento dell'infezione intestinale non può fare a meno del lavaggio intestinale. Questa procedura viene eseguita con un clistere. È anche necessario trattare la malattia con l'aiuto di assorbenti che neutralizzano gli effetti negativi delle tossine. I più efficaci sono:

Nel periodo di infezione intestinale è utile il digiuno. Il motivo è che il cibo può causare lo sviluppo di batteri. Utile riso e farina d'avena senza aggiungere sale. Hanno un effetto calmante sull'intestino.

Trattare le infezioni intestinali con una soluzione di rehydron o behydrone. Questi fondi nel periodo di malattia aiutano a ripristinare l'equilibrio elettrolitico. La loro ricezione viene eseguita in un paio di sorsi ogni 10 minuti. Il paziente durante il periodo di infezione intestinale dovrebbe essere più fluidi. L'opzione migliore sarebbe una composta di frutta secca e vari tè alle erbe.

Per quanto riguarda gli antibiotici per le infezioni intestinali, non è consigliabile utilizzarli immediatamente dopo l'insorgenza dei primi sintomi. Hanno un impatto negativo sulla microflora intestinale e sulle normali prestazioni del tratto gastrointestinale. Il trattamento di un'infezione intestinale con antibiotici può essere prescritto solo dal medico curante. È consentito trattare la malattia con farmaci moderni come Linex e Lactobacterin.

Si sconsiglia inoltre di trattare l'infezione intestinale da solo durante un periodo in cui il paziente presenta vomito grave e debilitante, a causa del quale non può bere, febbre alta e sangue nelle sue feci.

Terapia della malattia nei bambini

Se l'infezione intestinale in un bambino è accompagnata da grave diarrea e vomito, allora è necessario prendere immediatamente misure e trattare il disturbo che è sorto. L'errore più comune dei genitori durante il trattamento di un'infezione intestinale è quello di fermare i sintomi indesiderati della malattia. Non è consigliabile farlo nelle prime ore, poiché il vomito e la diarrea sono una reazione protettiva del corpo, in conseguenza del quale il corpo cerca di eliminare le tossine da solo.

Se durante il trattamento delle infezioni intestinali nei bambini per fermare queste manifestazioni, allora questo porterà ad un'intossicazione ancora maggiore. Inoltre, se i genitori sanno per certo che il bambino li mangia e la temperatura sale, i dolori addominali sono causati proprio da questo, quindi per trattare efficacemente un'infezione intestinale, si dovrebbe provocare vomito o defecazione.

In tali casi è molto importante compensare costantemente la perdita di liquidi e sali minerali. Pertanto, durante il trattamento delle infezioni intestinali nei bambini, i genitori devono fare attenzione a prendere molti liquidi. Per questo è necessario dargli soluzioni speciali, polveri che vengono vendute in farmacia. È vietato dare al bambino succhi e latticini.

cibo

Se la malattia procede in forma lieve, quindi per il trattamento di un'infezione intestinale, la dieta comporta solo una diminuzione della quantità di nutrizione. Se la malattia è in forma moderata, il cibo viene ridotto del 30-50% e il numero di pasti dovrebbe essere 5-8 volte al giorno.

La dieta per le infezioni intestinali nei bambini di età inferiore ai 4 mesi dovrebbe escludere l'uso di miscele di latte fermentato. In caso di malattia in forma acuta, il trattamento dell'infezione intestinale con l'aiuto di diete per neonati comporta l'uso di miscele arricchite con fattori protettivi: bifidobatteri, lattobatteri, additivi biologicamente attivi.

Durante il trattamento delle infezioni intestinali usando una dieta, agli adulti è vietato l'uso di tali prodotti:

  • latte intero;
  • pane nero;
  • yogurt;
  • ryazhenka;
  • crema;
  • barbabietole;
  • fagioli;
  • agrumi;
  • brodi di carne e pesce.

Se lo sviluppo di un'infezione intestinale in un bambino piccolo è accompagnato dalla comparsa di una carenza di proteine, allora viene corretto dal terzo giorno di malattia da miscele che includono questo elemento. Quando la funzione pancreatica esocrina è compromessa e si sviluppa la sindrome da malassorbimento, le miscele terapeutiche sono un trattamento efficace per le infezioni intestinali nei pazienti giovani.

Misure preventive

Prevenire le infezioni intestinali sono attività che aiutano a proteggere il tuo corpo da questa malattia. Per fare ciò, segui queste semplici regole:

  • lavarsi le mani prima di mangiare;
  • non usare dolci con panna durante la stagione calda;
  • mantieni la carne e il pesce nel frigorifero;
  • lavare accuratamente frutta, bacche e verdure;
  • utilizzare solo carne e latte freschi;
  • bere acqua bollita o minerale.

L'infezione intestinale è un processo patologico che può colpire non solo gli adulti, ma anche i bambini. È possibile eliminare questo disturbo se si aderisce rigorosamente al regime di trattamento stabilito dal proprio medico.

http://simptomer.ru/bolezni/zheludochno-kishechnyj-trakt/530-kishechnaya-infektsiya-simptomy

Infezione intestinale

Le infezioni intestinali sono un grande gruppo di malattie infettive di natura batterica e virale, che si verificano con intossicazione, sindrome intestinale e disidratazione. Nella struttura della morbosità infettiva, le infezioni intestinali occupano il secondo posto, secondo solo in frequenza alle infezioni virali respiratorie acute. È molto più probabile che colpiscano i bambini rispetto agli adulti. Le infezioni intestinali sono particolarmente pericolose per i bambini nei loro primi anni di vita.

Cause e fattori di rischio

Gli agenti causali dell'infezione intestinale possono essere vari microrganismi patogeni: batteri, protozoi, funghi e virus. Più spesso, lo sviluppo della malattia è causato da:

  • enterobatteri gram-negativi (Yersinia, Escherichia, Campylobacter, Salmonella, Shigella);
  • batteri opportunistici (stafilococco, Proteo, Clostridium, Klebsiela);
  • virus (adenovirus, enterovirus, rotavirus);
  • protozoi (coccidi, amebe, Giardia);
  • funghi.

Tutti gli agenti patogeni delle infezioni intestinali presentano enteropatogenicità e capacità di sintetizzare eso e endotossine.

La base per la prevenzione delle infezioni intestinali è l'osservanza delle norme igienico-sanitarie.

La fonte di infezione sono i pazienti con un quadro clinico ovvio o cancellato della malattia, portatori, alcuni tipi di animali domestici. L'infezione avviene attraverso il meccanismo fecale-orale dell'acqua, alimentare (attraverso il cibo), contatto domestico (attraverso articoli per la casa, giocattoli, mani sporche, piatti) modi.

La ragione per lo sviluppo di infezioni intestinali causate da flora opportunistica, è un forte indebolimento delle difese del corpo, che può essere causato da vari motivi. Di conseguenza, viene disturbata la normale biocenosi intestinale, che è accompagnata da una diminuzione del numero di microflora normale e un aumento di patogenicità condizionale.

Un ruolo importante nello sviluppo dell'infezione intestinale è giocato dalle violazioni delle regole per la preparazione e la conservazione del cibo, l'ammissione al lavoro nelle cucine dei dipendenti con streptoderma, foruncolosi, tonsillite e altre malattie infettive.

Le infezioni veicolate dall'acqua e dagli alimenti possono colpire vaste popolazioni che causano epidemie, ma casi sporadici sono molto più comuni.

L'incidenza di alcuni tipi di infezioni intestinali ha una pronunciata dipendenza stagionale, ad esempio, la gastroenterite da rotavirus è più spesso registrata nei mesi invernali e la dissenteria - in estate.

I fattori predisponenti per l'infezione sono:

  • inosservanza dell'igiene personale;
  • bassa acidità del succo gastrico;
  • cattive condizioni di vita sanitarie e igieniche;
  • mancanza di accesso a acqua potabile di qualità;
  • disbiosi intestinale.

Forme della malattia

La classificazione delle infezioni intestinali viene effettuata secondo il principio etiologico-clinico. Il più frequentemente osservato nella pratica clinica:

  • infezione da rotavirus;
  • dissenteria (shigellosi);
  • colibacillosi (infezione da coli);
  • salmonellosi;
  • infezione da stafilococco.

A seconda delle caratteristiche dei sintomi (intossicazione, violazioni del bilancio idrico ed elettrolitico, danni agli organi del tratto gastrointestinale), il decorso di un'infezione intestinale può essere atipico (ipertossico, cancellato) o tipico (grave, moderato, lieve).

Grave disidratazione può portare allo sviluppo di shock ipovolemico, insufficienza renale acuta.

Le manifestazioni locali di infezioni intestinali sono determinate da quale organo specifico del sistema digestivo è maggiormente coinvolto nel processo patologico. A questo proposito, si distinguono gastrite, gastroenterite, gastroduodenite, duodenite, enterite, colite e enterocolite.

Nei pazienti indeboliti, l'infezione intestinale può diffondersi oltre il tratto gastrointestinale e causare danni ad altri organi e sistemi. In questo caso, parliamo della generalizzazione del processo infettivo.

Per la durata del flusso:

  • infezione intestinale acuta - meno di 6 settimane;
  • prolungato - oltre 6 settimane;
  • cronica - la malattia dura per più di 6 mesi.

Sintomi di infezione intestinale

L'infezione intestinale, indipendentemente dal tipo di patogeno, manifesta sintomi di intossicazione e lesioni del tratto gastrointestinale. Tuttavia, alcuni tipi di malattia hanno sintomi caratteristici.

dissenteria

Il periodo di incubazione dura da 1 a 7 giorni. La malattia inizia acutamente con brividi e un rapido aumento della temperatura a 39-40 ° C. Al culmine della febbre, il paziente può sperimentare delirio, compromissione della coscienza, convulsioni. Altri sintomi:

  • la debolezza;
  • grave debolezza;
  • mancanza o significativa perdita di appetito;
  • mal di testa;
  • mialgia;
  • dolore addominale crampi, localizzato nella regione iliaca sinistra;
  • spasmo e tenerezza del colon sigmoideo;
  • tenesmo (falso bisogno di defecare);
  • segni di sphincteritis;
  • defecazione da 4 a 20 volte al giorno.

Liquido fecale, contiene una miscela di sangue e muco. Con grave infezione, si sviluppa la sindrome emorragica, manifestata dal sanguinamento intestinale.

Il più grave corso di dissenteria causato da Shigella Grigoriev - Shiga o Flexner.

salmonellosi

Nel 90% dei casi, la salmonellosi si verifica in base al tipo di gastrite, gastroenterite o gastroenterocolite. L'insorgenza subacuta è caratteristica - la temperatura sale a 38-39 ° C, si verificano nausea e vomito.

Durante il periodo acuto della malattia, viene prescritta una pausa con acqua e tè per 1-2 giorni.

In alcuni casi, aumenta il fegato e la milza (epatosplenomegalia). Le feci sono frequenti e abbondanti, le masse fecali acquisiscono il colore del fango palustre, contengono lievi mescolanze di sangue e muco. Questo tipo di infezione intestinale negli adulti di solito finisce nel recupero, e nei bambini può diventare pericolosa per la vita a causa della disidratazione in rapido sviluppo.

La forma respiratoria (simile all'influenza) dell'infezione da Salmonella si verifica nel 4-5% dei pazienti. I suoi sintomi principali sono:

La forma tifoide della salmonellosi è estremamente rara (non più del 2% di tutti i casi). È caratterizzato da un lungo periodo di febbre (fino a 1-1,5 mesi), disfunzioni del sistema cardiovascolare e grave intossicazione generale.

La forma settica della salmonellosi viene principalmente diagnosticata nei bambini dei primi mesi di vita o in pazienti adulti con un sistema immunitario fortemente indebolito (infezione da HIV, gravi malattie concomitanti). Fluisce molto duramente. Accompagnato da setticopoiemia o setticemia, disturbi metabolici, sviluppo di gravi complicanze (epatite parenchimale, polmonite, meningite, ooantrite, osteomielite).

ehsherihiozom

Il gruppo più ampio di infezioni intestinali. Combina le infezioni da coli causate da escherichia enteroemorragica, enteroinvasiva, enterotossigena ed enteropatogena.

I principali sintomi della colibacillosi sono:

  • bassa temperatura corporea o febbrile;
  • letargia, debolezza;
  • vomito persistente (nei bambini - frequente rigurgito);
  • diminuzione dell'appetito;
  • flatulenza.

Feci frequenti, abbondanti, acquose, giallastre. Se la malattia è causata da Escherichia enteroemorragica, allora le feci contengono sangue.

L'incidenza di alcuni tipi di infezioni intestinali ha una pronunciata dipendenza stagionale, ad esempio, la gastroenterite da rotavirus è più spesso registrata nei mesi invernali e la dissenteria - in estate.

Il vomito ripetuto e la diarrea grave portano rapidamente alla disidratazione, lo sviluppo di exsiccosi. C'è una mucosa secca e pelle, elasticità e diminuzione del turgore del tessuto, diminuisce la quantità di urina.

Infezione da rotavirus

L'infezione intestinale da rotavirus nella maggior parte dei casi procede secondo il tipo di enterite o gastroenterite. La durata del periodo di incubazione è in media 1-3 giorni. La malattia inizia in modo acuto, i suoi sintomi raggiungono la massima severità entro la fine del primo giorno. Una delle caratteristiche principali di questa forma è la combinazione di danni agli organi del tratto gastrointestinale con fenomeni catarrali.

I pazienti hanno notato:

  • segni di intossicazione generale;
  • aumento della temperatura corporea;
  • nausea, vomito;
  • diarrea con una frequenza di movimenti intestinali da 4 a 15 volte al giorno (le feci sono schiumose, acquose);
  • sindrome respiratoria (mal di gola, rinite, iperemia della faringe, tosse).

La durata della malattia di solito non supera i 4-7 giorni.

Infezione intestinale da stafilococco

A seconda del meccanismo di infezione, l'infezione intestinale stafilococcica è di due tipi:

  • primario - l'agente patogeno entra nel tratto gastrointestinale con acqua o mezzi alimentari dall'ambiente;
  • secondario - gli stafilococchi sono introdotti nel sistema digestivo con sangue da qualsiasi altro focolaio di infezione primaria nel corpo.

L'infezione intestinale stafilococcica è piuttosto difficile, accompagnata dallo sviluppo di tossicosi grave ed exsiccosi. Sgabelli acquosi, frequenti, 10-15 volte al giorno. Ha un colore verdastro e può contenere una piccola quantità di muco.

L'infezione intestinale da stafilococco secondaria negli adulti è estremamente rara. Più spesso, si sviluppa nei bambini come una complicazione di tonsillite acuta, stafiloclomo, polmonite, pielonefrite e altre malattie causate da stafilococchi. Questa forma è caratterizzata da un lungo flusso ondulato.

diagnostica

Sulla base di dati clinici ed epidemiologici, i risultati di un esame fisico di un paziente, è possibile fare una diagnosi di infezione intestinale e in alcuni casi addirittura suggerirne l'aspetto. Tuttavia, la determinazione della causa eziologica esatta della malattia è possibile solo sulla base dei risultati di laboratorio.

L'esame batteriologico delle masse fecali ha il maggior valore diagnostico. Il materiale per lo studio deve essere preso dalle prime ore della malattia, prima dell'inizio della terapia con farmaci antibatterici. Con lo sviluppo di una forma generalizzata di infezione intestinale, viene eseguito l'esame batteriologico del sangue (semina per la sterilità), l'urina, il liquido cerebrospinale.

Un certo valore nella diagnosi delle infezioni intestinali sono metodi di ricerca sierologici (RAC, ELISA, RPHA). Rendono possibile rilevare la presenza di anticorpi contro gli agenti causali dell'infezione intestinale nel siero del sangue e quindi identificarli.

Per chiarire la localizzazione del processo patologico nel tratto gastrointestinale viene assegnato un coprogramma.

La diagnosi differenziale viene effettuata con discinesia biliare, deficit di lattasi, pancreatite, appendicite acuta e altre patologie con sintomi simili. Se ci sono prove dal paziente, consultare un chirurgo, un gastroenterologo.

Le manifestazioni locali di infezioni intestinali sono determinate da quale organo specifico del sistema digestivo è maggiormente coinvolto nel processo patologico.

Trattamento dell'infezione intestinale

Il regime di trattamento per le infezioni intestinali comprende le seguenti aree:

  • reidratazione orale;
  • cibo salutare;
  • terapia patogenetica - correzione dei disturbi esistenti degli organi interni, aumento della reattività immunitaria e resistenza aspecifica dell'organismo, normalizzazione del metabolismo;
  • terapia etiotropica - eliminazione della causa che ha causato lo sviluppo della malattia;
  • terapia sintomatica - eliminazione dei sintomi del processo patologico.

La reidratazione orale (polvere OMS, Regidron, Peditral) viene eseguita per correggere i disturbi di squilibrio idrico ed elettrolitico. Le soluzioni di glucosio salino devono essere bevute spesso, a piccoli sorsi - questo aiuta a prevenire l'insorgenza o la ripresa del vomito. In una condizione grave del paziente, quando non riesce a prendere un liquido all'interno, effettua una terapia di infusione con soluzioni di elettrolita e glucosio.

La terapia specifica delle infezioni intestinali viene effettuata con antisettici intestinali e antibiotici (acido Nalidixico, Furazolidone, Polimixina, Gentamicina, Kanamicina), enterosorbenti (carbone attivo, Filtrum STI, Smecta). Se indicato, vengono prescritte immunoglobuline (antistaphylococcal, anti-rotavirus), lattoglobuline e batteriofagi (klebsielle, coliprotein, dysenteric, salmonella e altri).

Il trattamento patogenetico delle infezioni intestinali comporta la nomina di antistaminici ed enzimi.

A temperatura corporea elevata, sono indicati i farmaci antinfiammatori non steroidei. I dolori addominali spastici si fermano assumendo antispastici.

Durante il periodo acuto della malattia, viene prescritta una pausa con acqua e tè per 1-2 giorni. La dieta dei pazienti con infezioni intestinali è finalizzata a migliorare i processi di digestione, garantendo un risparmio meccanico, termico e chimico della membrana mucosa del tratto gastrointestinale. Il cibo dovrebbe essere assunto spesso in piccole porzioni. Dopo il cedimento degli eventi acuti, i baci, i brodi deboli con cracker bianchi, il riso ben bollito, il purè di patate, le polpette di carne vengono introdotte nella dieta.

Possibili conseguenze e complicazioni

Grave disidratazione può portare allo sviluppo di shock ipovolemico, insufficienza renale acuta. Non meno pericolosa è la generalizzazione del processo patologico, che può essere complicato da shock tossico-infettivo, sepsi, DIC, edema polmonare, insufficienza cardiovascolare acuta.

prospettiva

In generale, la prognosi dell'infezione intestinale è favorevole. Si aggrava con la malattia dei bambini nei primi anni di vita, le persone con stati di immunodeficienza e coloro che soffrono di grave patologia concomitante, così come con il tardivo inizio del trattamento.

Prevenire le infezioni intestinali

La base per la prevenzione delle infezioni intestinali è l'osservanza delle norme igienico-sanitarie.

  • lavarsi accuratamente le mani dopo aver usato il bagno e prima di mangiare;
  • rispetto delle regole di cottura e conservazione degli alimenti;
  • rifiuto dell'acqua da fonti non verificate;
  • lavaggio accurato prima di mangiare verdure e frutta;
  • isolamento dei pazienti con infezioni intestinali;
  • conducendo disinfezione corrente e finale nell'epidemia di infezione.
http://www.neboleem.net/kishechnaja-infekcija.php

Sintomi e trattamento delle malattie infettive intestinali negli adulti

Quasi ogni persona, almeno una volta nella vita, si trova di fronte a un'infezione intestinale. Molte persone confondono questa malattia con l'intossicazione alimentare, ma a differenza di questa, l'infezione è provocata da microrganismi patogeni che causano infiammazione nel tratto digestivo ed è una malattia grave e pericolosa che richiede un esame dettagliato e un trattamento qualificato. In questo articolo, consideriamo i sintomi e il trattamento delle infezioni intestinali negli adulti, i metodi di diagnosi, il primo soccorso e la prevenzione di queste malattie.

Per i pazienti ipertesi, è stata assegnata una quota dal 1 ° marzo a ogni persona con ipertensione ha il diritto di. Maggiori informazioni >>>

Infezione intestinale - che cos'è?

Infezione intestinale acuta è un termine che unisce un gruppo di malattie trasmesse per via oro-fecale causate da microrganismi patogeni. Gli agenti causali sono batteri e virus.

Gli agenti patogeni patogeni possono essere trovati nel cibo o trasmessi da persona a persona. I microrganismi, entrando nel corpo attraverso il tratto digestivo, iniziano a rilasciare tossine pericolose e si riproducono attivamente. Possono penetrare nella parete intestinale, causando l'infiammazione in loro. Tali malattie sono sempre accompagnate da grave intossicazione e sintomi intestinali.

In assenza di un trattamento medico adeguato e tempestivo, le infezioni intestinali acute possono portare a un significativo deterioramento delle condizioni del paziente e rappresentare una minaccia per la sua vita. Si ritiene che i più sensibili a queste malattie siano i bambini. Ma negli adulti, queste malattie infettive possono verificarsi in forma acuta, portando alla disidratazione e al fallimento dell'intero corpo.

Nel caso di intossicazione alimentare convenzionale, la malattia non è provocata da batteri, ma da tossine formate in prodotti avariati e di bassa qualità. Tali condizioni non richiedono la terapia batterica e il trattamento a lungo termine. Una persona avvelenata non è contagiosa e pericolosa per le altre persone.

Tipi di infezioni intestinali, metodi della loro trasmissione

Quali malattie sono correlate alle infezioni intestinali e come possono essere infettate? Questa domanda, a prima vista, è semplice, ma molte, infezioni confusionarie con avvelenamenti, non possono dare una risposta esatta e riconoscere nel tempo una condizione pericolosa per la vita.

Le infezioni intestinali comprendono un gran numero di varie malattie. Alcuni di loro sono acuti e sono pericolosi per il paziente, mentre altri passano in modo sicuro e rapido.

La principale modalità di trasmissione dell'infezione intestinale è fecale-orale. Una persona può essere infettata da una persona malata o da una persona che ha avuto recentemente la malattia. A volte nel periodo successivo alla malattia, le persone rimangono portatrici di batteri e sono pericolose per gli altri.

Un focolaio di infezione intestinale può svilupparsi in persone che mangiano cibo preparato da una persona infetta. I batteri non vengono lavati dopo che le mani del bagno entrano nel cibo.

Ogni tipo di infezione intestinale ha le sue caratteristiche nei modi di trasmissione e distribuzione tra la popolazione. Gli agenti patogeni possono diffondersi non solo da persona a persona. Alcuni prodotti sono serbatoi naturali per loro.

Di seguito sono riportati i principali tipi di infezioni intestinali e le caratteristiche della loro trasmissione agli esseri umani.

dissenteria

La dissenteria, o una malattia delle mani sporche, è una malattia infettiva diffusa in tutto il pianeta. Più spesso si sviluppa nella stagione calda. Causato dai batteri Shigella. Puoi essere infettato da una persona malata, oltre che bere acqua contaminata, verdure non lavate o frutta.

Le epidemie di dissenteria sono frequenti in estate. Le persone che nuotano nell'acqua possono ingoiare acqua contaminata. La mentalità del nostro popolo permette loro di alleviare se stessi durante il viaggio, esponendo così altri nuotatori al pericolo di infezione.

salmonellosi

Questa infezione intestinale è molto insidiosa. Spesso, gli agenti causali della salmonellosi si moltiplicano nei cibi senza alterarne il gusto. Puoi contrarre la salmonellosi mangiando uova, latticini e prodotti a base di carne e salsicce. Allo stesso tempo, il cibo consumato può essere fresco e di alta qualità, senza alcun odore o sapore sgradevole.

Molto spesso, una persona viene infettata da salmonellosi semplicemente mangiando pollo o uova di anatra da uccelli infetti. Allo stesso tempo, le uova non sono diverse dal normale, è impossibile sospettare l'infezione senza test di laboratorio.

I batteri causati dalla salmonellosi sono dentro le uova, non sul guscio. Per qualche ragione, c'è un'opinione tra la popolazione che se l'uovo è completamente lavato, puoi proteggerti dalla salmonellosi. Le uova, ovviamente, devono essere lavate, ma non ti proteggono da questa infezione batterica intestinale.

colera

Questa malattia intestinale è una delle più pericolose. Una persona può morire in poche ore dalla perdita di grandi quantità di acqua e da grave intossicazione.

Fortunatamente, nel nostro tempo non succede spesso, i suoi episodi sono rari. L'epidemia di colera si sviluppa più spesso in estate.

Puoi ammalarti bevendo acqua contaminata o facendo il bagno nell'acqua. Una persona malata può infettare gli altri mentre cucina con le mani sporche. Vibrio cholerae può essere trasportato dalle mosche.

rotavirus

Questa malattia virale intestinale è comunemente chiamata "influenza intestinale", in quanto si manifesta non solo dai sintomi dell'apparato digerente, ma anche dai sintomi catarrali caratteristici di ARVI.

Il rotavirus è una malattia stagionale e le sue epidemie si manifestano più spesso nel periodo autunno-invernale.

Puoi diventare infetto da una persona malata.

Storie dei nostri lettori

Pulisco il corpo dei parassiti regolarmente ogni anno. Ho iniziato a farlo quando ho compiuto 30 anni, perché la mia salute era fuori di testa. I medici si limitarono a scrollare le spalle. Ho dovuto prendere la mia salute. Ho provato diversi metodi, ma uno mi aiuta particolarmente bene.
Altro >>>

Questa infezione è trasmessa dalla via oro-fecale.

enterovirus

Le epidemie di enterovirus sono molto comuni. Questo agente patogeno può essere trasmesso da persona a persona.

Può anche accumularsi nel terreno, cibo. Il virus è in grado di rimanere attivo per lungo tempo, rimanendo su articoli per l'igiene personale.

Una persona che ha avuto un'infezione da enterovirus per un lungo periodo è pericolosa per gli altri e può rimanere portatrice dell'infezione per un certo periodo.

Il quadro clinico delle infezioni intestinali

I segni dell'infezione intestinale non compaiono immediatamente dopo l'infezione. Di norma, esiste un periodo di incubazione tra il contatto con l'infezione e l'aspetto dei primi sintomi. Questo è il tempo richiesto ai microbi patogeni per penetrare la parete intestinale, la riproduzione e la produzione di tossine.

La durata del periodo di incubazione è individuale per ciascun patogeno. Ad esempio, con la salmonellosi, può durare da 6 ore a 3 giorni e, nel caso del colera, da 1 a 5 giorni.

I seguenti sono i principali sintomi che manifestano infezioni gastrointestinali:

  • Ipertermia - aumento della temperatura corporea. I suoi numeri possono raggiungere 38-39 gradi. Ciò è dovuto a grave intossicazione e infiammazione acuta che si sviluppa nelle pareti intestinali.
  • Nausea e vomito. In primo luogo, il paziente può vomitare residui di cibo, quindi il vomito consiste nel succo gastrico, nella bile e nel liquido ingerito.
  • Dolore addominale Può essere acuto o dolente, localizzato in diverse parti dell'addome. Dissenteria è caratterizzata da tenesmo - dolore acuto durante un movimento intestinale.
  • La diarrea. Il tipo e la consistenza delle feci dipende dal tipo di agente patogeno. Quindi, quando il colera si innaffia, ricorda l'acqua di riso. La salmonellosi è caratterizzata da feci fetide verdi liquide. Quando la dissenteria nelle feci può vedere le strisce di sangue e muco.
  • Debolezza generale e malessere - si sviluppano a causa dell'intossicazione e della perdita di grandi quantità di liquidi.
  • Aumento della flatulenza, flatulenza, gonfiore. Questi processi possono essere accompagnati da una grave colica intestinale.
  • Nel caso del rotavirus, il paziente ha sintomi catarrali: congestione nasale, naso che cola, mal di gola, tosse.

In caso di infezione intestinale, la disidratazione può svilupparsi. In caso di vomito e diarrea, il corpo perde una grande quantità di elementi oligominerali fluidi ed essenziali. Le pulsazioni del paziente accelerano, il livello della pressione sanguigna diminuisce, la respirazione diventa più veloce, la pelle diventa bianca. Sullo sfondo di tale stato, possono svilupparsi convulsioni, disturbi del ritmo cardiaco e coscienza.

Pronto soccorso per l'infezione intestinale

Aiutare con lo sviluppo dell'infezione intestinale dovrebbe essere fornita nei primi minuti dall'inizio dei sintomi. È possibile determinare lo sviluppo di questa malattia aumentando rapidamente la temperatura e le feci abbondanti, il deterioramento della condizione umana. Con lo sviluppo dei primi segni clinici di questa malattia, è necessario chiamare un'ambulanza.

Ricorda che l'auto-trattamento delle infezioni intestinali negli adulti a casa è molto pericoloso, può portare a gravi conseguenze. Solo un medico dopo un esame dettagliato del paziente può prescrivere il trattamento etiologico corretto.

In attesa dell'arrivo dei medici, inizia a fornire il primo soccorso alla persona avvelenata. Grazie a lei, è possibile alleviare leggermente le condizioni del paziente, per ridurre la gravità della sindrome da intossicazione.

Di seguito sono riportati i passaggi principali che è possibile aiutare i malati prima dell'arrivo della brigata SMP.

Lavanda gastrica

Perché risciacquare, chiedi, se l'intossicazione intestinale si verifica dopo un certo periodo di incubazione, il cibo pericoloso ha lasciato a lungo la cavità gastrica? In effetti, questa procedura aiuterà a rimuovere alcune delle tossine e dei prodotti di scarto dei microrganismi, il che faciliterà notevolmente il benessere del paziente. Va inoltre tenuto presente che sintomi simili possono manifestarsi all'inizio e avvelenamento acuto, in cui la pulizia dello stomaco è la principale procedura di salvataggio di emergenza.

Per lavare lo stomaco, avrai bisogno di acqua normale a temperatura ambiente. È necessario bere 2-3 bicchieri d'acqua in un sol boccone e provocare un attacco di bavaglio premendo il dito sulla radice della lingua.

Secondo i moderni protocolli di primo soccorso, i medici non sono i benvenuti all'uso della soluzione di permanganato di potassio per lavare lo stomaco. L'efficacia di questo metodo non supera l'uso di acqua normale. La soluzione del lavaggio con permanganato di potassio preparata in modo improprio può causare avvelenamento acuto e ustioni dell'esofago e della mucosa dello stomaco.

Clistere purificante

Aiuta a rimuovere le tossine formate nell'intestino sotto l'influenza di batteri patogeni. È effettuato sulla base di acqua bollita semplice. Per la sua realizzazione avrete bisogno di una tazza di Esmarkh, crema per neonati o vaselina. Per il ritaglio, utilizzare solo acqua a temperatura ambiente. I liquidi caldi e freddi sono controindicati.

assorbenti

Qualsiasi adsorbente, ad esempio, sorbeks, atoksil, smekta o carbone attivo per le infezioni intestinali può essere assunto nella fase di primo soccorso. Questi farmaci aiutano a neutralizzare e rimuovere le tossine dall'intestino e a ridurre il livello della sindrome da intossicazione.

Prima di assumere il farmaco, è necessario leggere attentamente le istruzioni, controllare la data di scadenza del farmaco. Osservare il dosaggio raccomandato, non eccedere.

Bevanda abbondante

Il liquido deve essere ingerito in grandi quantità. Può essere acqua normale o minerale, tè nero o verde debole. È necessario bere costantemente, gradualmente. Ad esempio, cinque sorsi ogni 10 minuti.

Il resto dell'aiuto sarà fornito da medici dell'ambulanza e dell'ospedale. I principali farmaci contro le infezioni intestinali saranno assegnati dopo un esame dettagliato del paziente e della diagnosi.

Fare una diagnosi

Se si sospetta un'infezione intestinale, i pazienti vengono ospedalizzati nel reparto di malattie infettive. Il medico esamina il paziente, raccoglie l'anamnesi, gli chiede dei prodotti che ha usato negli ultimi giorni, i luoghi della ristorazione pubblica dove ha mangiato. Per trovare la giusta cura eziologica per un'infezione intestinale, è necessario fare una diagnosi accurata, identificare l'agente eziologico e valutare le condizioni degli organi interni e dell'intero organismo.

I seguenti sono i principali metodi di analisi di laboratorio e strumentali per sospette infezioni intestinali:

  • Un esame del sangue dettagliato generale può distinguere tra infezioni batteriche e virali.
  • L'analisi biochimica del sangue mira a identificare le anomalie degli organi interni e il guasto dell'elettrolita nel corpo.
  • L'esame batteriologico delle feci viene effettuato per identificare l'agente patogeno. Con esso, è possibile determinare il tipo di infezione intestinale. È necessario per la nomina di trattamento etiologico.
  • Un elettrocardiogramma è necessario per la rilevazione tempestiva di un disturbo del ritmo che può verificarsi su uno sfondo di spostamento dell'elettrolita dell'acqua.
  • L'analisi delle urine è necessaria per valutare le condizioni dei reni, che sono molto sensibili a varie intossicazioni e infezioni.
  • L'esame ecografico degli organi interni viene effettuato per identificare eventuali irregolarità nel pancreas, nel fegato, nella cistifellea e nei reni.

Questo elenco di esami può essere ampliato o ridotto dal medico curante in base al quadro clinico e alle condizioni del paziente, i risultati delle analisi già ricevute.

Si noti che la diagnosi e la diagnosi vengono eseguite parallelamente alla fornitura di assistenza necessaria al paziente, alla lotta contro l'intossicazione e la disidratazione.

Trattamento dell'infezione intestinale

Come trattare l'infezione intestinale negli adulti a casa? La risposta a questa domanda è molto semplice, in nessun modo. Non rischiare la salute con l'auto-guarigione. Molti hanno paura delle malattie infettive e pensano che lì possano prenderne altri ancora. Infatti, in ospedale tutti i pazienti sono in box isolati separati o divisi per tipo di malattia. Il rischio di prendere qualcosa lì è molto piccolo. Ma l'opportunità di avere complicazioni durante l'autotrattamento è molto alta.

Quindi cosa fare? Dobbiamo accettare il ricovero proposto dall'ambulanza. Il medico dell'ospedale selezionerà i farmaci necessari per il trattamento dell'infezione, regolerà il bilancio idrico-elettrolitico. Per curare rapidamente questa malattia, è necessario seguire rigorosamente tutte le sue raccomandazioni e aderire agli appuntamenti.

I seguenti sono i componenti principali del trattamento dell'infezione intestinale:

  • La terapia di reidratazione ha lo scopo di combattere la disidratazione e l'intossicazione. Inizialmente, il paziente viene iniettato con soluzioni di gocciolamento endovenoso, poiché non può bere acqua a causa del costante vomito. Quindi, dopo la stabilizzazione della condizione, viene prescritto un consumo abbondante. È possibile bere acqua naturale o soluzioni speciali, ad esempio, rehydron.
  • Gli antibiotici sono le pillole principali per le infezioni intestinali di eziologia batterica. Sono nominati dal medico dopo aver identificato l'agente patogeno. Sono selezionati individualmente.
  • Dieta. Durante i primi giorni, puoi mangiare solo acqua di riso o porridge di farina d'avena bollito della consistenza mucosa.
  • I sorbenti sono prescritti per rimuovere le tossine dalla cavità intestinale. Prendili separatamente dagli altri farmaci.
  • Enzimi. Sono usati per migliorare la digestione e lo scarico del pancreas.
  • Gli antiacidi sono prescritti per bruciore di stomaco e dolore addominale. Questi sintomi manifestano spesso una gastrite cronica, che può peggiorare nel corso della malattia.
  • Dopo la fine del ciclo di antibiotici, vengono prescritti farmaci che ripristinano la microflora intestinale.

Paziente dimesso dopo aver superato ripetuti test fecali. Se non vengono rilevati microrganismi in essi, la persona è considerata non pericolosa e non in grado di provocare l'infezione delle persone che lo circondano.

Inoltre, in parallelo con il trattamento prescritto dal medico, possono essere usati alcuni rimedi popolari per le infezioni intestinali. Il tè alla camomilla è il più sicuro e benefico. È considerato un antisettico naturale naturale, aiuta a rimuovere l'infiammazione dalle pareti intestinali. Può anche essere usato decotto di semi di lino. Sono trattati con aggravamento della gastrite. Puoi prenderlo quando senti fastidio allo stomaco, frequente bruciore di stomaco.

Prevenire le infezioni intestinali

Come proteggere te stesso e i tuoi cari da questa terribile malattia infettiva? Sfortunatamente, non esistono vaccini e vaccinazioni contro le infezioni intestinali o il 100% dei metodi di prevenzione esistenti. Dallo sviluppo di questa malattia, nessuno è immune. Ma grazie a semplici consigli, è possibile ridurre al minimo il rischio del suo sviluppo.

Di seguito abbiamo raccolto suggerimenti per te che ti aiuteranno nella prevenzione delle infezioni intestinali:

  1. Seguire le regole dell'igiene personale, lavarsi sempre le mani prima di mangiare, anche prima di un piccolo spuntino.
  2. Conservare i prodotti a base di carne e le uova solo nel frigorifero, separatamente dai pasti pronti.
  3. Acquista i prodotti solo nei mercati autorizzati o nei negozi. Evita i bazar naturali.
  4. Non mangiare torte alla crema nella stagione calda. In questo momento, il rischio di sviluppare un'infezione aumenta in modo significativo.
  5. Non comprare cibo da strada. Molto spesso, la sua preparazione non è conforme ai principi di igiene e viola tutti gli standard sanitari.

Le infezioni intestinali sono malattie pericolose, puoi ottenerle da una persona malata. Quando compaiono i primi sintomi della malattia, consultare un medico. L'autotrattamento è un atto pericoloso e sconsiderato che può portare a gravi conseguenze. Non è necessario cercare te stesso su Internet che curare questa malattia, si dovrebbe immediatamente contattare specialisti qualificati. Tutti i farmaci sono prescritti dal medico dopo l'esame e l'esame del paziente. La loro azione è volta a combattere le infezioni, riducendo l'intossicazione e la disidratazione, ripristinando il sistema digestivo.

http://otravlenye.ru/zabolevaniya/drugie/kishechnye-infektsionnye-zabolevaniy-u-vzroslyh.html

Come trattare l'infezione intestinale negli adulti

Le infezioni intestinali sono un intero gruppo di malattie causate da agenti patogeni. Nonostante i sintomi e i metodi generali di infezione che li uniscono, ciascuna patologia ha le sue caratteristiche distintive, ad esempio il grado di pericolo per l'organismo, il periodo di incubazione, la gravità della malattia. Per evitare gravi complicazioni, è necessario sapere come trattare l'infezione intestinale negli adulti e su quali basi può essere determinata.

Come trattare l'infezione intestinale negli adulti

Tipi di infezioni intestinali

Queste malattie sono caratterizzate da decorso acuto e localizzazione nel tratto gastrointestinale. Si manifestano per infiammazione delle mucose, alterazioni dei processi digestivi, forte deterioramento del benessere. Circa il 90% delle infezioni va via da solo, cioè senza l'uso di droghe, ma solo sotto la condizione di pieno rifornimento di liquidi e sali corporei. Senza questo, anche una forma lieve della malattia può scatenare gravi complicazioni.

Sviluppo dell'infezione intestinale

Nel 10% dei casi di malattia è richiesta una terapia medica obbligatoria e se al paziente non viene fornito un aiuto qualificato in modo tempestivo, le conseguenze possono essere le più negative - fino a un risultato letale. Gli agenti causali delle patologie sono virus, protozoi parassiti e batteri patogeni, in conseguenza delle quali le infezioni intestinali sono divise in tre gruppi: virali, protozoi e batterici.

Infezioni virali

L'infezione da virus porta a danneggiare le pareti dell'intestino tenue, dello stomaco, delle vie respiratorie, meno spesso - altri organi e sistemi. I virus vengono trasmessi in tre modi: contatto-domestico, fecale-orale e aereo.

Dove vive l'infezione intestinale

Le infezioni più comuni in questo gruppo sono:

  • enterovirus;
  • rotavirus o influenza intestinale;
  • adenovirus.

Tali malattie sono prevalentemente di natura stagionale: la percentuale più alta di infezione cade nel periodo autunno-invernale. Il recupero avviene in 5-7 giorni, ma per 2-4 settimane dopo, la persona rimane la portatrice del virus e può infettare altri. La base del trattamento delle infezioni virali è una dieta rigorosa, bere molti liquidi per ricostituire l'equilibrio di sale marino e l'uso di droghe per eliminare i sintomi.

Dieta richiesta per l'infezione intestinale

Per prevenire la diffusione di agenti patogeni, il paziente deve essere messo in quarantena.

Quarantena raccomandata per i pazienti con infezione intestinale

Infezioni batteriche

Le malattie di questo gruppo sono più pericolose di quelle virali a causa dell'alto rischio di complicanze. Sono trasmessi dal contatto familiare e dal metodo fecale-orale, che colpisce lo stomaco, l'intestino, il tratto urinario. Il pericolo è rappresentato dalle tossine, che vengono rilasciate non solo nel processo di attività vitale dei batteri, ma anche dopo la loro morte. Ad esempio, la decomposizione di un gran numero di batteri nel corpo rilascia così tanto veleno che può verificarsi uno shock tossico o addirittura la morte.

Le infezioni batteriche includono:

  • dissenteria;
  • salmonellosi;
  • il botulismo;
  • paratifo;
  • febbre tifoide;
  • il colera;
  • Infezione da Pseudomonas.

Per il trattamento di tali malattie è necessaria una terapia complessa: è necessario non solo distruggere l'agente infettivo, ma rimuovere le tossine dal corpo e eliminare i sintomi associati per alleviare le condizioni del paziente. Il ruolo principale nel trattamento è dato agli antibiotici, mentre è molto importante scegliere la medicina giusta e seguire con precisione il dosaggio.

Il trattamento viene effettuato con l'uso di antibiotici.

I batteri tendono a sviluppare resistenza agli antibiotici se i farmaci non vengono assunti correttamente, cioè diventano insensibili alla loro azione.

Regole antibiotiche

Infezioni da protozoi

In termini di prevalenza, le infezioni da protozoi sono inferiori alle altre due specie, ma la maggior parte di esse rappresenta un serio pericolo per l'uomo. Oltre al metodo di contatto familiare e fecale-orale, puoi contrarre il contatto sessuale. Nonostante la rapida riproduzione dell'agente patogeno nel tratto gastrointestinale, molte malattie richiedono molto tempo senza alcun sintomo, il che complica il processo di trattamento.

Le infezioni intestinali da protozoi includono:

L'amebiasi è una delle malattie parassitarie più pericolose del tubo digerente.

La giardiasi è una malattia infettiva dell'apparato digerente.

A differenza delle infezioni di altra origine, le malattie protozoarie richiedono un trattamento più prolungato e non c'è modo di fare a meno della terapia farmacologica.

È importante! La scelta dei farmaci antiprotozoari, il loro dosaggio è determinato dal medico dopo la ricerca di laboratorio e l'identificazione del patogeno. Di regola, il trattamento di tali infezioni viene effettuato in un ospedale.

Sintomi comuni

La principale manifestazione dell'infezione intestinale, indipendentemente dal tipo di patogeno, è la diarrea grave. Si differenzia significativamente dal solito disturbo: le feci sono liquide, abbondanti, con schiuma o una miscela di muco, sangue, la voglia di defecare troppo frequente e quasi non portare sollievo.

Vi è una grave diarrea nelle infezioni intestinali.

Inoltre, ci sono una serie di altri sintomi che combinano queste malattie:

  • debolezza muscolare;
  • dolori muscolari;
  • aumento della temperatura;
  • dolore lancinante nell'intestino o nello stomaco;
  • brontolio nello stomaco;
  • una forte diminuzione dell'appetito;
  • periodi di nausea.

Il paziente può avvertire dolore addominale e nausea.

Ulteriori sintomi osservati nel 50-70% dei casi comprendono sete, vomito ripetuto, ritenzione urinaria, mucose secche dovute alla disidratazione. Se la malattia è lieve, queste manifestazioni potrebbero non essere presenti, e viceversa, nei casi gravi, i sintomi sono molto pronunciati.

Una forte sensazione di sete indica la disidratazione

Prodotti per il trattamento

Alle prime manifestazioni della malattia, dovresti smettere di mangiare e bere quanto più liquido possibile per prevenire la disidratazione. L'acqua minerale non gassata, il decotto di frutta secca, il tè debole non zuccherato sono i migliori per bere. Il liquido deve essere a temperatura ambiente o leggermente più caldo, ma non ghiacciato o caldo.

Composta di frutta secca

Preparati per la reidratazione

Con diarrea grave o vomito, si consiglia di assumere preparazioni farmaceutiche per reintegrare i fluidi corporei: "Regidron", "Reosolan", "Hydrovit".

Sono prodotti sotto forma di polvere, che deve essere diluita prima dell'uso in acqua calda. Il dosaggio è di 10 ml / kg di peso corporeo all'ora, cioè un adulto con un peso corporeo di circa 70 kg deve bere 0,7 l di soluzione entro un'ora. Quando la condizione migliora leggermente, il dosaggio si dimezza e la soluzione viene bevuta solo dopo un movimento intestinale o un altro attacco di vomito.

Gli agenti di reidratazione sono usati per tutti i tipi di infezioni intestinali.

antibiotici

Gli antibiotici sono usati nel trattamento delle infezioni batteriche e solo come prescritto da uno specialista. L'azione di ciascun farmaco è mirata a un certo tipo di microrganismi, quindi è necessario prima identificare l'agente eziologico della malattia. L'uso corretto di antibiotici dà un risultato tangibile già il primo giorno di trattamento, ma è impossibile smettere di prenderli prima del tempo indicato dal medico. I batteri rimasti nel corpo diventeranno resistenti al farmaco e provocheranno una ricaduta acuta, che sarà più difficile da combattere.

Regole antibiotiche

Gli antibiotici più efficaci

http://stomach-info.ru/drugoe/drugie-bolezni/chem-lechit-kishechnuyu-infektsiyu-u-vzroslyih.html

Pubblicazioni Di Pancreatite