Malattie intestinali e loro sintomi nelle donne

L'intestino è la parte più lunga del tubo digerente, che assicura la digestione del cibo, l'assorbimento di sostanze e vitamine essenziali. Partecipa anche ai processi di eliminazione dei prodotti metabolici dal corpo, alla produzione di ormoni, garantendo l'immunità del paziente. Pertanto, molte malattie nelle donne sono accompagnate da lesioni intestinali e, allo stesso tempo, patologie dell'apparato digerente possono portare allo sviluppo di malattie di altri organi.

È importante! L'intestino tenue e crasso si trova vicino agli organi riproduttivi della donna - l'utero e le ovaie. Pertanto, i processi infiammatori che non sono trattati in tempo, possono andare a loro. Di conseguenza, si presenta una situazione difficile, che spesso termina in chirurgia e infertilità.

Malattie intestinali e loro sintomi nelle donne

Cause di anomalie intestinali

Le malattie intestinali di solito si sviluppano gradualmente. Di solito, questo è segnato dall'impatto di diversi fattori causali. Più di loro, più dura è la malattia e più le sezioni intestinali sono coinvolte nel processo patologico. Una tale condizione è più difficile da ottenere una terapia farmacologica e la probabilità di una transizione verso una forma cronica incurabile della malattia è alta.

Il rischio di sviluppare malattie intestinali nelle donne aumenta a causa di:

  • presenza di predisposizione genetica;
  • disturbi dello stato immunitario;
  • errori nella dieta;
  • stress cronico, superlavoro;
  • mancanza di attività fisica;
  • fumo e altre cattive abitudini;
  • precedenti infezioni intestinali, presenza di malattie infettive croniche del tratto gastrointestinale;
  • farmaci a lungo termine, come gli antibiotici.

La mancata osservanza della dieta è una causa comune di malattia intestinale.

Alcuni dei fattori sopra elencati sono inevitabili, ad esempio la predisposizione ereditaria. Tuttavia, la maggior parte delle ragioni che possono portare alla malattia intestinale, se lo si desidera, possono essere eliminate. In questo caso, si ritiene che i fattori variabili giochino un ruolo importante nello sviluppo della malattia - il contributo dello stile di vita alla formazione della patologia è almeno dell'80%.

epidemiologia

La più alta incidenza di malattie gastrointestinali nelle donne è osservata nei paesi sviluppati. Circa il 90% della popolazione adulta soffre di tali patologie. L'incidenza non dipende dal sesso dei pazienti - secondo le statistiche, le malattie sono ugualmente comuni negli uomini e nelle donne.

Alcuni tipi di patologie intestinali sono diffusi, altri sono più rari. Ad esempio, almeno un quarto della popolazione soffre di sindrome dell'intestino irritabile. E la malattia di Crohn non viene diagnosticata più spesso di 200 pazienti ogni 100.000 abitanti.

Sintomi di malattie intestinali

Tutte le patologie dell'intestino si manifestano sugli stessi sintomi. Le differenze sono nella predominanza di alcune manifestazioni rispetto agli altri e nella loro gravità. Esistono diversi gruppi di segni clinici:

  • defecazione alterata - diarrea o stitichezza, in alcuni casi, possono alternarsi;
  • flatulenza;
  • dolore addominale;
  • disturbi dell'appetito;
  • la presenza di impurità nelle feci, ad esempio sangue, pus o muco;
  • violazione dell'assimilazione di nutrienti e vitamine, che si manifesta con una diminuzione del peso, delle difese corporee, del deterioramento del benessere generale.

Dolore addominale - un sintomo comune di malattie intestinali

A seconda della causa, della localizzazione del processo patologico e della sua gravità, un paziente può manifestare qualche combinazione di sintomi. Considerare le manifestazioni comuni delle patologie intestinali in modo più dettagliato.

Sindrome del dolore

La natura dell'apparenza del dolore nelle malattie dell'apparato digerente può essere variata. Il sintomo può essere localizzato in diverse parti dell'addome, avere un carattere e un'intensità diversi. Quando si effettua una diagnosi, è importante prestare attenzione alla connessione della sindrome del dolore con l'assunzione di cibo o la defecazione.

I processi patologici dell'intestino tenue sono caratterizzati dalla localizzazione del dolore nell'ombelico. È possibile che abbia un carattere estenuante, disturba costantemente il paziente, solo occasionalmente si attenua e si rafforza di nuovo. Al contrario, la natura acuta e penetrante della sindrome del dolore è osservata con spasmi intestinali, una violazione del passaggio dei contenuti attraverso di essa.

I processi patologici dell'intestino tenue sono caratterizzati dalla localizzazione del dolore nell'ombelico

Le malattie del colon sono meno dolorose. Spesso il paziente non riesce a localizzarlo con precisione, lamenta il dolore versato a destra oa sinistra a seconda della fonte di preoccupazione. Dopo lo scarico dei gas, i movimenti intestinali, la gravità del quadro clinico diminuisce. In questo caso, mangiare non influisce sulle manifestazioni della malattia.

diarrea

Secondo i concetti moderni, la presenza di questo sintomo è indicata nei casi in cui la frequenza dei movimenti intestinali è almeno quattro volte al giorno. La diarrea accompagna qualsiasi infiammazione intestinale, indipendentemente dalla posizione.

Il livello di danno d'organo può essere determinato dalla natura delle feci. Se sono abbondanti, acquosi, allora molto probabilmente la causa della malattia è localizzata nell'intestino tenue. In questo caso, nelle feci ci possono essere particelle di cibo non digerito, schiuma e altre impurità.

La diarrea accompagna qualsiasi infiammazione intestinale.

Le malattie del colon hanno meno probabilità di essere accompagnate da diarrea. Di solito questo sintomo è determinato solo durante le esacerbazioni. Allo stesso tempo, è caratterizzato da una piccola quantità di masse fecali, ma è possibile la presenza di tali impurità patologiche come muco o sangue.

costipazione

La situazione opposta, quando non vi è movimento intestinale per diversi giorni, è più spesso caratteristica delle malattie del colon. Questo sintomo può verificarsi nei casi in cui il processo patologico è causato da disturbi funzionali dell'attività intestinale (ad esempio, nel caso della sindrome dell'intestino irritabile).

Quando non ci sono movimenti intestinali per diversi giorni, questo indica una malattia del colon.

È importante! La comparsa di stitichezza non indica sempre la presenza di malattie intestinali. Abbastanza spesso sono associati alla malnutrizione. Una maggiore defecazione e cambiamenti nella natura delle feci possono verificarsi quando si consumano grandi quantità di cibi lassativi, cibi ricchi di fibre, latte, ecc. A volte questa condizione si sviluppa con disturbi del sistema endocrino e nervoso.

flatulenza

Molte condizioni patologiche in cui il colon o l'intestino tenue sono colpiti sono accompagnate da flatulenza. Questo sintomo è caratterizzato da una maggiore flatulenza, gonfiore. La ragione di ciò è spesso una violazione della digestione del cibo, a causa della quale si verificano processi di fermentazione nell'intestino.

Nelle donne, la flatulenza si verifica spesso nelle malattie delle vie biliari, quando una quantità sufficiente di enzimi digestivi non entra nel duodeno. Una causa comune di gonfiore addominale nei pazienti è la sindrome dell'intestino irritabile. Allo stesso tempo, c'è un aumento dei sintomi la sera. Ma di notte le manifestazioni della malattia scompaiono.

La colonscopia è spesso necessaria per diagnosticare le malattie intestinali.

Interruzione dei processi metabolici

Con lo sviluppo della sindrome da malassorbimento, quando il processo di assorbimento di nutrienti e vitamine viene disturbato, i pazienti sviluppano segni di disturbi metabolici. Di solito si manifestano con una diminuzione del peso corporeo, pelle secca, piccole emorragie, crepe negli angoli della bocca.

È importante! Nelle donne, questa sindrome può manifestarsi con un cambiamento nella durata del ciclo mestruale, una diminuzione della perdita di sangue durante le mestruazioni. In questo caso, è anche possibile la violazione della funzione riproduttiva, tali pazienti non possono diventare incinta.

La malattia intestinale più comune nelle donne

Sindrome dell'intestino irritabile

Parete intestinale con sindrome dell'intestino irritabile

Secondo le statistiche, le pazienti di sesso femminile hanno spesso disturbi funzionali del sistema digestivo. La più importante di queste è la sindrome dell'intestino irritabile. Una caratteristica caratteristica di IBS è una varietà di manifestazioni, così come l'assenza di cambiamenti infiammatori nel sistema digestivo.

eziologia

Le cause del disturbo non sono note esattamente. L'emergere di IBS è associato a stress emotivo, dieta malsana. Anche la predisposizione del paziente e la condizione della microflora intestinale giocano un ruolo importante.

Parete intestinale infiammata

sintomi

IBS può manifestarsi come segue:

  • aumento della peristalsi del colon - questo porta alla diarrea;
  • la sua oppressione, con conseguente costipazione;
  • in alcuni casi, l'alternanza di questi due stati patologici è possibile.

È importante! La presenza di sindrome dell'intestino irritabile può ridurre significativamente la qualità della vita del paziente. Questo è particolarmente pronunciato nel caso di diarrea cronica.

I sintomi della sindrome dell'intestino irritabile

A differenza delle malattie infiammatorie intestinali, il disagio nella cavità addominale scompare dopo un movimento intestinale. Un'altra importante caratteristica della sindrome da diarrea in IBS è che di solito compare al mattino subito dopo colazione. L'aumento della gravità delle manifestazioni cliniche è anche osservato dopo esperienze psico-emotive.

trattamento

La terapia per IBS è a lungo termine, che richiede un cambiamento significativo nello stile di vita del paziente. Correzione di una dieta, la consultazione dello psicoterapeuta è necessaria. In caso di natura psicogena della malattia, vengono prescritti sedativi.

Dieta per la sindrome dell'intestino irritabile

Trattamento della sindrome dell'intestino irritabile

dysbacteriosis

Un'altra malattia intestinale comune nelle donne è la disbatteriosi. Questa condizione è associata a un cambiamento nella normale microflora del tubo digerente, che porta alla crescita di microbi indesiderabili. Come l'IBS, questa malattia viene raramente diagnosticata e curata, poiché molti pazienti semplicemente non vanno dal medico con questo problema.

motivi

La disbacteriosi non è considerata una malattia indipendente. Più spesso è considerato come una sindrome associata ad altre patologie dell'apparato digerente e di altri sistemi. Può verificarsi con lo sviluppo di reazioni allergiche, immunodeficienza, carenza di vitamine, intossicazione e altre patologie. Tuttavia, nella maggior parte dei casi la disbatteriosi è il risultato di un uso improprio di agenti antibatterici, non conformità con il dosaggio raccomandato e durata dell'uso di antibiotici.

Fattori che causano disbiosi

sintomi

Lo squilibrio della microflora si manifesta con una varietà di sintomi non specifici. Molto spesso, i pazienti si lamentano:

  • per la presenza di diarrea, distensione addominale;
  • Spesso, l'appetito diminuisce, il peso corporeo diminuisce, in bocca si verificano spiacevoli sensazioni gustative.

A lungo termine, le manifestazioni di disordini neurologici si uniscono. I pazienti diventano irritabili, le loro prestazioni diminuiscono, il mal di testa appare e il sonno è disturbato.

I principali sintomi della disbiosi

trattamento

Prima di tutto, è necessario influenzare la causa della malattia, correggere la patologia che ha causato la disbatteriosi. Per ripristinare i normali probiotici della microflora vengono assegnati, ad esempio, Bifiform o Linex.

Terapia combinata per dysbacteriosis

Malattia infiammatoria intestinale

Tra tutte le patologie intestinali che possono disturbare le donne, anche le malattie infiammatorie occupano un posto importante. Sono classificati dal livello delle lesioni intestinali (enterite, colite, enterocolite) e anche dal corso (acuto e cronico).

enterite

Questo termine si riferisce a un ampio gruppo di patologie associate alla presenza di infiammazione nell'intestino tenue. Spesso, l'enterite si sviluppa insieme ad altri processi infiammatori nel sistema digestivo - spesso medici diagnosticano come enterocolite, gastroenterite, ecc.

La posizione dell'intestino tenue

eziologia

La malattia può manifestarsi sotto forma di un processo acuto e cronico. Il primo di solito si verifica a causa di intossicazione alimentare, malattie infettive acute - salmonellosi, colera, ecc. È anche possibile la comparsa di segni di enterite nell'uso di un gran numero di prodotti mucosi irritanti (cibi piccanti, alcool).

L'enterite cronica è spesso il risultato di un trattamento insufficientemente efficace della forma acuta della malattia. In alcuni casi, si sviluppa in presenza di gastrite cronica e altre patologie infiammatorie del tratto gastrointestinale.

sintomi

Sintomi di enterite acuta

L'enterite acuta inizia con i seguenti sintomi:

  • diarrea;
  • dolore intorno all'ombelico;
  • perdita di appetito;
  • nausea e vomito.

Nel tempo, è possibile aggiungere segni comuni:

  • aumenti di temperatura;
  • sintomi neurologici;
  • sudorazione;
  • debolezza.

Sintomi di enterite cronica

Nei casi più gravi, la diarrea può verificarsi fino a 15 volte al giorno. Feci liquido con inclusioni di cibo insufficientemente digerito, bolle di gas. Se il paziente è a lungo senza trattamento, ci sono segni di esaurimento generale, sindrome da malassorbimento. Inoltre caratterizzato da un generale peggioramento della salute, dalla presenza di sintomi di ipovitaminosi.

La forma cronica di enterite è sintomi meno pronunciati, corso prolungato, periodi alternati di remissione e riacutizzazioni. Con il trattamento tempestivo della patologia acuta, la guarigione avviene abbastanza rapidamente.

trattamento

La terapia per l'enterite dipende dalla causa della malattia. Se la patologia è associata a un processo infettivo, è necessaria una terapia antibiotica (ad esempio, Ciprofloxacina), dopo la quale vengono prescritti i probiotici per ripristinare la normale microflora intestinale.

Principi di nutrizione con enterite

Se la malattia è causata da altri motivi, ad esempio l'irritazione della mucosa di alcuni tipi di alimenti, è necessario seguire una dieta delicata. In quei casi in cui l'enterite si sviluppa come complicazione di altre patologie infiammatorie intestinali, viene eseguita una terapia complessa, che ha lo scopo di eliminare la fonte originale di infiammazione.

Metodi di trattamento di enterite

colite

L'infiammazione nel colon può essere una patologia separata o una complicazione di altre malattie intestinali. Molto spesso la causa è associata a dissenteria o un'altra infezione. In alcuni casi, la colite può svilupparsi con avvelenamento da cibo, disturbi alimentari, mangiare cibi piccanti.

La colite cronica può essere il risultato di altre malattie infiammatorie del tratto gastrointestinale, incapacità di aderire ad una dieta sana.

La gravità della colite intestinale

sintomi

Segni di colite acuta:

  • dolori acuti;
  • diarrea - feci liquide con muco;
  • deterioramento del benessere generale, malessere;
  • febbre, febbre.

Le manifestazioni di colite cronica sono meno pronunciate rispetto alla forma acuta della malattia. Durante esacerbazioni, dolore doloroso all'addome, flatulenza, diarrea. Con un lungo percorso, il peso corporeo del paziente diminuisce, probabilmente una violazione delle mestruazioni e lo sviluppo di infertilità.

Sintomi di colite cronica

trattamento

La terapia per la colite non è diversa da quella mostrata con l'enterite. È importante determinare la vera causa della malattia per selezionare il farmaco più efficace.

Video - Sintomi e trattamento della colite ulcerosa

Morbo di Crohn e colite ulcerosa

Queste due patologie hanno molto in comune e sono associate con l'infiammazione autoimmune della membrana mucosa del tubo digerente. Le differenze tra queste due patologie sono presentate nella seguente tabella.

http://stomach-info.ru/bolezni-kishechnika/bolezni-kishechnika-i-ikh-simptomy-u-zhenshh.html

Malattie intestinali - sintomi, segni, diagnosi, trattamento e metodi di prevenzione

I problemi digestivi per la persona moderna sono quasi familiari: la ragione di ciò è lo stile di vita, la dieta malsana, i fattori psico-emotivi. Le malattie intestinali tra tutti i disturbi gastroenterologici sono tra le più comuni e non sempre sicure. Quali sono i segni per riconoscerli e cosa si può dire esattamente sul dolore nell'intestino crasso o nella piccola instabilità delle feci, flatulenza?

Quali sono le malattie intestinali?

Nella medicina moderna sono menzionate un gran numero di varie patologie intestinali, tra le quali anche le più comuni malattie sono più di 10. Possono essere classificati per localizzazione (quale dipartimento è interessato) o per la natura del problema:

  • Infiammatorio - può essere di natura infettiva (l'influenza di batteri patogeni o virus), si verificano sullo sfondo di lesioni, prolungata irritazione della mucosa. Caratterizzato da danni ai tessuti e cambiamenti nella loro struttura.
  • Funzionale - caratterizzato da una violazione della peristalsi intestinale, non implica danni organici ai tessuti, ma porta a interruzioni nel processo digestivo.
  • Patologie con processi metabolici compromessi, che influenzano le condizioni generali del corpo, modificando la composizione del sangue e persino l'equilibrio ormonale.

sottile

Le enteriti nella forma acuta o cronica sono le più comuni malattie dell'intestino tenue, che possono essere accompagnate da una sindrome di insufficiente assorbimento (malassorbimento) delle sostanze nutritive. Non escluso:

  • dispepsia (digestione dolorosa o difficile);
  • carenze enzimatiche congenite o acquisite (enzimopatie: malattia celiaca o incapacità di scomporre il glutine, carenza di disaccaridi);
  • diverticolosi (stiramento del muro con formazione di una "tasca").

Tolstoj

La formazione di un nodulo fecale di cibo digerito, l'assorbimento (assorbimento) di sostanze preziose dai prodotti in entrata - gli obiettivi principali del colon, che è suscettibile di infiammazione, tumori e motilità alterata sono più forti del sottile. La maggior parte delle malattie di questo reparto si sviluppa gradualmente, quindi l'appello al medico diventa tardivo: quando c'è una temperatura durante l'infiammazione intestinale, sanguinamento dall'ano. Le malattie più comuni di questo sito sono:

  • colite ulcerosa;
  • diverticolosi (stiramento del muro con la formazione di una "tasca") del colon sigmoideo;
  • tumori del colon (tumori, polipi);
  • anomalie congenite e acquisite (allungamento del colon sigmoideo - dolicosigmoide, ipertrofia del colon - megacolon: rilevato alla radiografia);
  • Morbo di Crohn;
  • colite ischemica (sullo sfondo della sconfitta delle navi che alimentano le pareti).

I sintomi della malattia intestinale

Secondo le statistiche mediche, il quadro clinico per la maggior parte delle malattie che colpiscono l'intestino è quasi lo stesso, quindi una diagnosi accurata può essere fatta solo dopo test strumentali e di laboratorio. I sintomi più comuni dei problemi intestinali:

  • Sindrome del dolore: locale o comune, di vari gradi di intensità, associata a defecazione o alimentazione. Le zone principali sono l'ombelico, l'addome inferiore a destra o sinistra.
  • Diarrea: feci liquide e acquose, possono avere impurità di muco, sangue, pus, frequenza dei movimenti intestinali più di 4 volte al giorno. Principalmente questo sintomo accompagna i processi infiammatori nell'intestino tenue.
  • Stitichezza: nessuna voglia di sgabello per diversi giorni, scarico di masse fecali densi e incrostati. È un raro sintomo di disturbi funzionali.
  • Flatulenza: aumento della formazione di gas, gonfiore sullo sfondo dei processi di fermentazione, soprattutto di sera.
  • Disturbi metabolici: perdita di peso, aumento della secchezza della pelle, formazione di crepe negli angoli della bocca. Si verificano sullo sfondo di problemi con l'assorbimento di sostanze alimentari.

I sintomi della malattia intestinale nelle donne sono spesso associati a manifestazioni di disordini degli organi riproduttivi: disturbi mestruali (cambiamento di durata, programma), problemi con il concepimento - specialmente nelle malattie dell'intestino tenue. Flatulenza nelle donne può verificarsi in patologie delle vie biliari, creando una carenza di enzimi digestivi. Alcune sfumature:

  • Nei bambini, sullo sfondo delle malattie intestinali osservate per lungo tempo, ci sono possibili violazioni dello sviluppo generale e inibizione della crescita, manifestazioni di beri-beri e indebolimento del sistema immunitario.
  • Negli uomini con disturbi intestinali a lungo termine, l'impotenza non è esclusa, nelle donne può verificarsi amenorrea (assenza di sanguinamento mestruale per diversi cicli).

Colon Ulcer

Violazione dell'integrità della copertura epiteliale, che può essere singola o multipla - i medici di questa definizione danno ulcera peptica. Una lesione si verifica in qualsiasi parte del colon, i sintomi specifici della malattia sono assenti, quindi la sua diagnosi indipendente è difficile. L'infiammazione è cronica, aggravata principalmente in autunno e in primavera. In remissione, i sintomi della malattia intestinale possono essere completamente assenti. Il quadro clinico delle ulcere sono:

  • dolore di diversi gradi di intensità nell'addome, che può diffondersi su tutta la superficie o concentrarsi a sinistra, nella regione ombelicale;
  • Disturbi della sedia: la stitichezza è sostituita dalla diarrea, nella malattia grave, dalla voglia di defecare fino a 20 volte al giorno;
  • sanguinamento dal retto;
  • la secrezione di muco, pus (nelle feci o al posto di loro);
  • tenesmo (contrazioni spastiche del retto, imitazione della voglia di defecare), stitichezza cronica;
  • gonfiore;
  • prurito nell'ano (con una lesione infettiva), irritazione della pelle.

Lo sviluppo della malattia si verifica rapidamente. Negli individui con forme gravi di malattia da ulcera peptica con una lesione del colon, si può osservare un aumento della temperatura fino a 38 gradi, perdita di appetito, vertigini e una forte diminuzione del peso corporeo. Se la malattia si fa sentire per più di un anno, vengono aggiunti i sintomi extraintestinali:

  • eruzione cutanea in bocca;
  • lesioni cutanee;
  • malattie degli organi rimanenti del tratto gastrointestinale e del sistema epatobiliare (stomaco, fegato, cistifellea);
  • danno ai vasi sanguigni.

Il processo infiammatorio può contribuire allo sviluppo della colite ulcerosa, che si verificherà con frequenti esacerbazioni dovute alla suscettibilità genetica a questa malattia oa causa di alterazioni delle funzioni metaboliche. Quando la colite ulcerosa colpisce non solo il colon, ma anche un processo infiammatorio diretto, si alza, diventando più esteso. Non è escluso il rischio di crescita di polipi e neoplasie.

Sindrome dell'intestino irritabile

Questa malattia è un disturbo funzionale, in quanto non vi sono cambiamenti organici o infiammazione nell'intestino. Al centro della sindrome c'è una violazione della motilità del colon, che porta a disturbi della sedia, dolore. Le cause del problema non sono chiarite, lo stress è considerato il principale fattore predisponente, poiché la maggior parte dei pazienti ha la sindrome dell'intestino irritabile (IBS) sullo sfondo dei disturbi emotivi. L'impatto non è escluso:

  • trasferite infezioni intestinali;
  • alimentazione di scarsa qualità;
  • allergie alimentari;
  • abuso di caffeina, bevande gassate, grassi animali e vegetali.

Conoscere le cause è importante per differenziare la sindrome dell'intestino irritabile da altre malattie di questo organo. Nelle donne, può verificarsi durante le mestruazioni, che i medici associano con l'aumento dei livelli di ormoni sessuali. I sintomi caratteristici di questa sindrome includono:

  • dolore o fastidio ricorrente (ricorrente) nell'addome, indebolimento dopo defecazione;
  • feci troppo rare (meno di 3 volte a settimana) o più frequenti (più di 3 volte al giorno);
  • violazioni della consistenza delle feci (non pastorizzato, acquoso, bene solido - "pecora");
  • sensazione di movimenti intestinali incompleti dopo le feci;
  • flatulenza;
  • muco nelle feci;
  • costipazione (sullo sfondo dell'oppressione della peristalsi del colon);
  • diarrea sullo sfondo dello stress psico-emotivo o al mattino.

La triade principale dei sintomi della sindrome dell'intestino irritabile - dolore, flatulenza e disturbi delle feci - può essere integrata da manifestazioni extraintestinali. Nel corso cronico di patologia, si verificano disturbi da reflusso gastroesofageo (lancio di contenuti gastrici nell'esofago) e dolori muscoloscheletrici. Ulteriori sintomi includono:

  • sindrome della vescica irritabile (minzione frequente, dolore);
  • dispepsia di origine non ulcerosa;
  • disturbi autonomici (emicrania, freddezza degli arti, brividi);
  • disturbi psicopatologici (ansia, attacchi di panico, isteria, depressione).

colite

Secondo le statistiche ufficiali, la malattia infiammatoria della mucosa dell'intestino crasso colpisce principalmente le donne tra i 20 ei 60 anni e gli uomini tra i 40 ei 60 anni. La colite si verifica sullo sfondo di una deficienza di fibre vegetali, disbiosi, infiammazione nel retto (percorso ascendente). Il quadro clinico dipende dalla forma della malattia - la colite acuta è caratteristica di:

  • brontolio, flatulenza;
  • frequenti tenesmo;
  • feci molli (se la lesione è di lato destro) con un odore fetido;
  • stitichezza, secrezione di muco prodotta dalla parete interna, con sangue (se la lesione è a sinistra);
  • forte dolore addominale;
  • aumento della temperatura;
  • malessere generale.

Nelle donne con colite acuta, il ciclo mestruale può essere interrotto, l'infertilità si sviluppa e il peso corporeo diminuisce. La forma cronica dei sintomi è simile a quella acuta, ma tutte le manifestazioni sono meno pronunciate, vengono aggiunti i seguenti punti:

  • debolezza, letargia;
  • perdita di appetito;
  • sensazione di pienezza, pressione nella cavità addominale;
  • dolori crampi, calando dopo le feci dopo 2-3 ore;
  • feci frequenti (fino a 5 r / giorno).

Cancro dell'intestino tenue

Lesioni neoplastiche maligne che colpiscono il 12 duodenale (50% dei casi), l'intestino magro (30%) o ileale (20%), principalmente osservato negli uomini più anziani (di età superiore a 60 anni). La malattia si sviluppa spesso a seguito di patologie croniche del tratto gastrointestinale o sullo sfondo di tumori benigni epiteliali. Nelle fasi iniziali del cancro umano sono interessati:

  • dolore spastico nella regione epigastrica, soggetto a ripetizione periodica;
  • sgabelli sciolti alternati a stitichezza;
  • nausea, vomito;
  • flatulenza;
  • perdita di peso, che è in costante progresso (a causa della crescita del tumore).

A poco a poco, il paziente sviluppa avversione al cibo, i sintomi dell'intestino malato diventano più pronunciati, appare il sanguinamento dall'organo colpito. Non si esclude la perforazione (attraverso la distruzione dell'integrità) della parete intestinale, sullo sfondo del quale il contenuto cade nella cavità addominale, si sviluppa la peritonite (infiammazione infettiva in quest'area). Con la crescita attiva dei tumori sono possibili:

  • ostruzione intestinale;
  • pancreatite (infiammazione del pancreas);
  • ittero;
  • ascite (accumulo di liquido nella cavità addominale);
  • fistola intestinale (con decadimento del cancro).

enterite

La malattia cronica dell'intestino tenue, caratterizzata dall'infiammazione delle sue membrane mucose, è polietiologica - diversi fattori contribuiscono alla comparsa. Spesso l'enterite è di natura secondaria: si sviluppa sullo sfondo delle infezioni intestinali, tra cui il colera, la febbre tifoide e la salmonellosi. Inoltre contribuire alla formazione della malattia può:

  • alcol;
  • cibi grassi e piccanti;
  • allergie alimentari;
  • avvelenamento.

Il quadro clinico dipende dalla forma specifica della malattia: l'enterite è spesso associata a processi infiammatori nelle parti adiacenti del tratto gastrointestinale, che danno luogo a gastroenterite (con lo stomaco), enterocolite (con il colon), duodenite (infiammazione del 12 duodeno). L'enterite acuta "pulita", in cui gli organi adiacenti non sono interessati, presenta i seguenti sintomi:

  • dolore improvviso nella regione ombelicale;
  • aumento della temperatura;
  • nausea, vomito, diarrea;
  • manifestazioni di intossicazione generale (debolezza, letargia, sudorazione, mal di testa);
  • disidratazione del corpo (secchezza delle mucose, convulsioni).

Se l'enterite è di origine virale, il quadro clinico apparirà diverso: la malattia inizierà con un aumento della temperatura, grave debolezza, vertigini. Dopo che i sintomi intestinali sono stati aggiunti: distensione addominale, diarrea (la frequenza dei movimenti intestinali raggiunge 20 volte al giorno), quindi c'è disidratazione. Nel decorso cronico della malattia si osservano:

  • brontolio nello stomaco dopo aver mangiato;
  • dolore sordo di debole intensità vicino all'ombelico;
  • nausea;
  • gonfiore;
  • particelle di cibo non digerito nelle feci;
  • perdita di peso.

Cancro al colon

L'aspetto di un tumore maligno nel colon o appendice (processo vermiforme) anche in uno stadio avanzato è rilevato solo nel 70% dei casi, il che aumenta il rischio di morte. Le cause della malattia possono essere l'obesità, il fumo, l'abuso di alcool, una dieta non sana, patologie intestinali con infiammazione. Nelle fasi iniziali, l'oncologia è asintomatica, ma con la crescita del tumore:

  • costipazione;
  • distensione addominale, brontolio;
  • dolore addominale doloroso prolungato e opaco;
  • sangue nelle feci;
  • perdita di appetito o perdita completa;
  • aumento della temperatura;
  • malessere generale (sensazione di debolezza, debolezza);
  • drastica emaciazione;
  • pallore della pelle.

Tra i sintomi non specifici (tipici della maggior parte delle malattie intestinali), i medici menzionano un cambiamento nella forma e / o nella natura delle feci, un'eccessiva formazione di gas e una costante sensazione di sovraffollamento, provocando falsi stimoli a defecare. Segni di emorragia intestinale, anemia, stanchezza e perdita di peso dovrebbero essere la ragione per andare dal medico e per l'esame.

http://vrachmedik.ru/1494-zabolevaniya-kishechnika-simptomy.html

Quali sono i sintomi della malattia intestinale negli esseri umani?

L'intestino umano è un lungo organo cavo, che è una sorta di "conduttore" di sostanze nutritive dal cibo al sangue. Se smette di funzionare "come dovrebbe", non solo appaiono i dolori di una certa localizzazione e carattere - tutte le strutture del corpo iniziano a soffrire e il loro grado di sofferenza sarà diverso.

La causa principale delle malattie del tubo intestinale, sia esso tumorale o infiammatorio, infettivo o causato dall'attivazione della propria flora è il cibo. In alcuni casi, aiuta solo a "identificare" il problema, in altri lo causa. I principali sintomi delle patologie intestinali non sono specifici: indicano la localizzazione del processo patologico, ma la causa è spesso richiesta ulteriormente, attraverso ulteriori analisi di laboratorio e strumentali.

Come fa l'intestino

La lavorazione del cibo inizia in bocca, dove si trovano le ghiandole salivari. La saliva prodotta da loro contiene alcuni enzimi che iniziano a scomporre i carboidrati - sostanze che il corpo considera più necessarie, poiché danno più rapidamente energia agli organi interni.

L'entrata del cibo in bocca "preme" su recettori che vanno direttamente alle ghiandole situate nello stomaco e nel pancreas. Questi organi sono sintonizzati per aiutare la digestione nel tratto intestinale.

Dalla bocca, il cibo entra nell'esofago e poi nello stomaco. C'è una disinfezione parziale del cibo con acido cloridrico di succo gastrico. Questo segreto dello stomaco abbatte parzialmente le proteine ​​presenti nel cibo. Dopo questa prima elaborazione, il cibo penetra nel tratto intestinale: prima nel duodeno, poi attraversa altre due sezioni dell'intestino tenue e solo allora entra nell'intestino crasso.

Il dotto pancreatico duodenale viene aperto nel duodeno, che produce enzimi che abbattono proteine, grassi e carboidrati in "strutture elementari": amminoacidi, acidi grassi e monosaccaridi, rispettivamente. Questo vale anche per il dotto biliare principale, il cui risultato è che la bile aiuta a scomporre i grassi. Poi, gradualmente, mentre si muovono attraverso l'intestino tenue, le "strutture elementari" vengono assorbite dalla sua membrana mucosa e penetrano nel sangue e nella linfa.

Questo porridge alimentare liquido raggiunge il confine con il colon. C'è un tipo di valvola che passa solo in una direzione. Lo fa gradualmente in modo che l'appendice, che è un particolare amigdala, abbia il tempo di "filtrare" il contenuto del canale intestinale dai microbi. Fibra e tessuto connettivo assorbito dai batteri locali vengono assorbiti nel colon. Quest'ultimo "aggiunge" alle sostanze assorbite anche le vitamine, che sono necessarie per la coagulazione del sangue e la trasmissione degli impulsi dai nervi agli altri nervi e da loro ai muscoli. È in questa sezione che i batteri trattano le proteine ​​rimanenti in modo tale che i prodotti di tale elaborazione diventino la formazione di sostanze tossiche (normalmente dovrebbero essere rimosse con le feci) e le feci acquisiscono l'odore caratteristico che si avverte quando vanno in bagno.

La sezione finale dell'intestino crasso viene creata per formare masse fecali succhiando l'acqua dalla pappa di cibo, in cui non rimane nulla di nutriente.

Sintomi di malattie intestinali

Poiché diverse parti del tubo intestinale sono responsabili di diversi processi:

  1. l'intestino tenue - per l'assorbimento dei nutrienti necessari all'organismo per entrare nel sangue,
  2. l'intestino crasso - per l'assorbimento dell'acqua dal "precedente pappa" nel sangue, per la formazione di feci decorate e il loro rilascio tempestivo, per la produzione di vitamine e per garantire la lavorazione della fibra,

allora i sintomi dell'intestino e dello spessore saranno diversi. Molto spesso capita che un processo possa essere:

  • ereditaria: ad esempio, insufficienza congenita di un enzima digestivo;
  • infettivo: come nella forma di avvelenamento, i cui sintomi sono causati dalle tossine microbiche che entrano nel tratto gastrointestinale, e nella forma di infiammazione della parete intestinale causata dai microbi stessi, così come dalle più semplici amebe e balantidi;
  • parassitario (causato da vermi);
  • tumore;
  • neurogenico o endocrino, quando i sintomi intestinali sono causati da una disregolazione della sua attività da parte degli ormoni e del sistema nervoso;
  • adesioni;
  • infiammatoria cronica: ad esempio, morbo di Crohn, Whipple, colite ulcerosa,

si sviluppa contemporaneamente nel colon e nell'intestino tenue.

Come fanno le malattie dell'intestino tenue

Le malattie dell'intestino tenue si manifestano:

  • Dolore, che di solito è localizzato nell'ombelico.
  • Sgabelli liquidi, che hanno spesso un colore chiaro, carattere schiumoso o pastoso con "inclusioni" di prodotti non digeriti, soprattutto di origine vegetale, e un odore sgradevole acre.
  • Sensazioni e suoni di "trasfusione" nello stomaco.
  • Una sensazione di gonfiore, pesantezza, pienezza dell'addome, che è leggermente sollevata dall'atto di defecazione.
  • L'urgenza dell'imperativo della defecazione, non possono essere tollerati.
  • Le malattie infiammatorie dell'intestino possono essere accompagnate da un aumento della temperatura a numeri diversi, che dipende dal numero di microbi introdotti, dal grado di tossicità dell'organismo e dalla resistenza (immunità) dell'organismo stesso.
  • Con la continua esistenza di sintomi simili, si notano segni di sofferenza in altri organi:
    • stanchezza;
    • la debolezza;
    • perdita di peso;
    • la pelle diventa secca e sottile;
    • le unghie diventano più sottili, fragili, ricoperte di striature trasversali;
    • diminuzione dell'acuità visiva;
    • i panini appaiono agli angoli della bocca;
    • il bianco degli occhi diventa rosso;
    • frequenti mal di testa;
    • i punti spesso "galleggiano" davanti ai miei occhi;
    • periodicamente, articolazioni di diversa localizzazione, in cui viene diagnosticata l'artrite, feriscono e si gonfiano.

Come fanno le malattie del colon

Queste malattie sono caratterizzate da:

  • Sindrome del dolore. Il dolore intestinale del colon è solitamente localizzato lungo il perimetro dell'addome: lato sinistro, lato destro. Può essere localizzato sopra l'ombelico o "sotto il cucchiaio", ma meno. Sono forti, stupidi, inarcano, ti fanno venire voglia di andare in bagno per alleviare la condizione. Il dolore "rotola" le onde; non correlato al mangiare Di solito tali dolori aumentano di sera.
  • Feci frequenti, fetide, possono essere: sangue, muco, pus, "strisce" che assomigliano al fango della palude.
  • Se il colon è infiammato a causa dell'infezione, la temperatura corporea sale a numeri diversi, l'appetito diminuisce, appaiono mal di testa e vertigini.
  • Incontinenza di gas e feci.
  • Brontolio nell'addome, che, insieme a una sensazione di gonfiore, aumenta di sera, indebolendosi verso la notte.

Cause di malattie del tratto intestinale

Le malattie di qualsiasi parte del tubo intestinale possono verificarsi a causa di uno dei seguenti motivi:

  • Difetti o "combinazione infruttuosa" di geni responsabili della struttura e del funzionamento del tratto gastrointestinale.
  • Immunità "iperattiva", che, quando rilasciata nel tratto intestinale di un microrganismo (ameba, batteri, virus, funghi) non solo la distrugge, ma danneggia anche la parete intestinale.
  • Nutrizione impropria, quasi monotona: eccessivo entusiasmo per carboidrati, grassi o proteine, bevande gassate o cibi ricchi di fibre.
  • Accettazione di determinati farmaci. I "leader" nel campo delle malattie intestinali sono antibiotici che non danneggiano la parete dell'organo, ma cambiano la composizione della microflora, in conseguenza della quale viene modificato non solo l'assorbimento di substrati benefici dal cibo e la produzione di vitamine necessarie, ma anche l'immunità complessiva di una persona.
  • Stile di vita sedentario La peristalsi, cioè le contrazioni degli organi del tratto digerente, che sono necessarie per promuovere e "impastare" il cibo con la sua lavorazione uniforme con enzimi e succhi digestivi, dipende anche dall'attività fisica di una persona.
  • Cattive abitudini, come fumare e bere alcolici, che portano all'ischemia (cioè mancanza di ossigeno nella parete intestinale).
  • Mangiare prodotti microbici germinati. I "leader" in questo campo sono latticini scaduti, pasticcini alla panna e uova crude "sane", carne cruda e acqua cruda.
  • Mangiare cibo con le mani sporche o dallo stesso piatto con una persona che soffre di infezione intestinale.
  • Per alcuni virus che causano infezioni intestinali, esiste anche una via di trasmissione aerea del microbo dal paziente al sano.
  • Lo stress. Questo fattore, che influenza la regolazione del sistema digestivo, può causare sintomi di danno a uno qualsiasi dei suoi reparti.
  • Alcuni veleni sono contenuti, ad esempio, in funghi, piante trattate con pesticidi o liquidi che non sono destinati al consumo umano.
  • Aumento della produzione di ormone VIP. Ciò porta a una violazione dell'assorbimento di acqua dall'intestino, con conseguente comparsa di feci acquose frequenti.
  • Disturbo dell'interazione del cervello con l'intestino, che viene effettuata attraverso il midollo spinale e le fibre del sistema nervoso simpatico e parasimpatico.
  • Uno squilibrio tra ormoni e sostanze simili agli ormoni: istamina, bradichinina, serotonina, colecistochinina-pancreozigina, che sono coinvolti nella regolazione del tratto digestivo.

Come può soffrire il sistema digestivo intestinale

L'infiammazione più comune di questo reparto, chiamata "enterite". Inoltre, questa sezione può essere "bloccata" dalle aderenze, può sviluppare il cancro o interrompere la sua interazione con il sistema nervoso. I sintomi principali di queste patologie sono associati a uno dei due stati:

  1. malassorbimento - compromissione dell'assorbimento dall'intestino;
  2. Maldigestiya - "interruzione" della possibilità di dividere il cibo nelle componenti principali. Questo processo può essere disturbato o nella cavità dell'intestino, o nella regione dei suoi villi, che assorbono il cibo, o già all'interno delle cellule intestinali.

Ognuna di queste condizioni ha una sua ragione:

  • La mancanza di digestione nella cavità intestinale è associata a malattie delle ghiandole che aiutano a scomporre il cibo nei suoi componenti: il pancreas, il fegato e la cistifellea. Lo stato di nutrizione squilibrata è aggravato quando, sullo sfondo di una grande quantità di carboidrati e grassi, vengono ingerite poche vitamine, stress psico-emotivo e anche infezioni intestinali, quando la composizione della microflora dell'intestino tenue è cambiata significativamente.
  • Interruzione dell'interazione del cibo con i villi intestinali, che dovrebbero succhiarlo, si verifica a causa della sconfitta di questi villi da parte di vari processi dolorosi. Questo tipo di maldigestione si sviluppa con enteropatia, enterite cronica e anche con la malattia di Whipple. Ne parleremo ulteriormente.
  • Perturbazione dell'assunzione di nutrienti nel villi intestinale stesso, dove si trova il vaso sanguigno dove dovrebbe andare il cibo. Questo accade in caso di deficit congenito o acquisito di enzimi che scompongono i carboidrati disaccaridi.
  • La disgregazione dell'assorbimento di cibo nell'intestino tenue è associata a cambiamenti nella struttura della mucosa a causa di processi infiammatori e neoplastici, così come il trattamento di quest'ultima con radioterapia. La ragione diventa anche una violazione della funzione motoria dell'intestino e della disbiosi. Causa malassorbimento e malattie del fegato, pancreas, infiammazione peritoneale, malattie sistemiche che causano danni all'intero tessuto connettivo nel corpo. Assorbimento alterato delle sostanze necessarie si svilupperà anche dopo la rimozione di più di 1,5 metri dell'intestino tenue.

Perché questa divisione "intelligente" dei disturbi della parte sottile del tubo digerente? Il fatto è che sono trattati in modo diverso, e una comprensione di dove il "blocco" ha avuto luogo aiuterà a superarlo, e non prendere misure generali.

Le più comuni malattie dell'intestino tenue

Ci sono molte malattie di questa parte del tubo digerente. A ciascuno di essi verrà violato uno o più meccanismi sopra descritti: assorbimento o digestione nelle cellule intestinali o al di fuori di essi.

Enterite eosinofila

Questa è una malattia che si verifica a causa dell'accumulo nella parete intestinale delle cellule del sangue rilasciate dai vasi, che sono responsabili per l'allergia - eosinofili. Il motivo per cui non è chiaro.

Si manifesta con tali sintomi:

  • dolore nella regione ombelicale dell'addome;
  • nausea, vomito;
  • diarrea, con feci fecali, scarsamente lavate dalle pareti del water;
  • allergie alimentari;
  • perdita di peso;
  • l'ascite può svilupparsi - versamento di liquido nella cavità addominale.

In questo caso, il sondaggio non rivela segni di tumore, parassitosi o altre malattie. Di solito, i parenti di una persona hanno allergie a cibo o droghe.

La malattia di Whipple

Questa è una patologia infettiva che si verifica in persone che hanno un'immunità cellulare compromessa, le cui cellule macrofagiche non sono in grado di "digerire" i batteri o gli antigeni batterici.

Questa è una malattia rara che colpisce soprattutto gli uomini di 40-50 anni.

I primi sintomi della malattia: febbre, dolore in tutte le articolazioni senza cambiamenti esterni, localizzazione incerta del dolore addominale. Inoltre, gradualmente, una persona perde peso, spesso ha la diarrea, che segna lo scarico delle feci oleose e scarsamente lavate.

L'ulteriore corso della malattia "porta" sintomi extraintestinali:

  • ipovedenza e visione;
  • mal di testa;
  • l'incapacità di guardare altrove in qualche direzione;
  • stretta di mano;
  • insonnia;
  • disturbo del ritmo cardiaco;
  • difficoltà a respirare;
  • il desiderio di bere e mangiare molto;
  • la demenza (demenza) progredisce gradualmente.

Cancro dell'intestino tenue

È estremamente raro, nel 2% di tutti i cancri del tratto digestivo. Le statistiche dicono che questo cancro si sviluppa 2 volte più spesso negli uomini. Malati, per lo più anziani che hanno più di 60 anni. Le cause del cancro sono:

  • polipi che si sviluppano nella mucosa con la sua frequente infiammazione;
  • agenti cancerogeni chimici contenuti negli alimenti in scatola, geneticamente modificati e fritti;
  • alcune forme genetiche di poliposi intestinale;
  • Morbo di Crohn (su di esso - oltre);
  • celiachia;
  • diverticolite;
  • colite ulcerosa (ne parleremo anche brevemente);
  • irradiazione della cavità addominale;
  • patologia del cancro di altri siti, in cui le cellule tumorali con il sangue scorrono nell'intestino tenue;
  • alcune anomalie genetiche (es. sindrome di Jagers).

I sintomi del cancro sono legati al fatto che il tumore di solito cresce nel lume intestinale, restringendolo e rendendo difficile il passaggio del cibo in questo luogo. A volte i primi segni sono associati al fatto che il tumore "risolve" diversi organi (anse intestinali, vescica, intestino crasso, organi genitali interni, linfonodi o vasi adiacenti), crescendo in essi. La metastasi del tumore può essere la "comparsa" visibile della malattia.

Manifestazione del cancro dell'intestino tenue in seguito a segni non specifici:

  • nausea ricorrente, vomito;
  • gonfiore;
  • spremere dolore all'ombelico, che passa dopo aver assunto No-shpa, Baralgin o droghe simili.

Inoltre, la riduzione del peso, la secchezza della pelle e il deterioramento della vista appaiono e crescono.

Se si sviluppa un'ostruzione, associata a una diminuzione critica nel lume del tubo intestinale, questo si manifesta con distensione addominale, vomito, cessazione della scarica gassosa, dolore addominale e disidratazione. Questa condizione richiede un intervento chirurgico urgente.

La malattia di Crohn

Se l'infiammazione specifica che si sviluppa in questa patologia colpisce la piccola parete intestinale, si verificano i seguenti sintomi:

  1. dolori all'ombelico;
  2. brontolio nello stomaco;
  3. diarrea.

A poco a poco, una persona che subisce tali attacchi perde peso, la sua pelle diventa più sottile e si asciuga, gli inceppamenti compaiono agli angoli della bocca, le sue unghie si sbriciolano e ingialliscono e appaiono macchie rosse sulla pelle.

Patologie comuni del colon

Le più comuni malattie che colpiscono l'intestino crasso sono:

Colon discinesia

Viene anche chiamato "colon irritabile", "colite mucosa". La patologia si manifesta con ricorrenti attacchi di distensione, ronzio dell'addome, dolore in esso, solitamente alleviato dalla defecazione. Gli attacchi si verificano dopo un errore nella dieta o nello stress. Quando si esaminano i cambiamenti nel canale digestivo non viene rilevato, perché la base della malattia - una violazione della regolazione nervosa del suo lavoro.

diverticolosi

I diverticoli sono protuberanze sacciformi della parete intestinale nella direzione opposta al suo lume. Si verificano in persone che preferiscono il cibo che è povero di fibre vegetali e fibre. Molto spesso i diverticoli cominciano ad apparire solo in età avanzata o avanzata. La loro localizzazione "preferita" è l'intestino sinistro.

La malattia non sembra nulla di speciale per molto tempo. Occasionalmente possono verificarsi dolore addominale e stitichezza. La comparsa di sintomi è associata alle complicanze della diverticolosi: diverticolite (infiammazione della protrusione), comparsa di ulcere e suppurazioni nei diverticoli. Questo si manifesta con dolore addominale persistente, vomito, debolezza, febbre, dolore quando si tocca lo stomaco. Questo quadro clinico suggerisce che è necessario un intervento chirurgico.

Colite cronica

Questa malattia può verificarsi dopo aver sofferto dissenteria, può causare vermi e tali protozoi come Giardia. La colite cronica può svilupparsi a seguito di avvelenamento cronico con sali di metalli pesanti e può anche diventare una "risposta" all'assunzione di allergia.

I sintomi non sono specifici, si verificano in modo parossistico:

  • dolore addominale;
  • gonfiore;
  • esortando a sgabello, dopo di che il movimento intestinale stesso non si verifica;
  • diarrea, che sono sostituiti da stitichezza;
  • nausea;
  • striature di muco e sangue si trovano nelle feci;
  • perdita di peso;
  • diminuzione dell'appetito;
  • irritabilità;
  • insonnia;
  • mal di testa.

Colite ulcerosa

Questa è una malattia, la cui causa non è stata ancora chiarita. La teoria più comune è che i batteri siano considerati il ​​principale "colpevole" dell'aspetto delle ulcere sulla mucosa del colon. È confermato nel trattamento: l'uso di antibiotici specifici può migliorare significativamente la condizione della persona.

  • sangue sanguigno scarlatto dal retto;
  • diarrea ricorrente;
  • forte dolore nella metà sinistra (forse nella parte destra) dell'addome;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • debolezza.

La colite ulcerosa può diventare una malattia precancerosa, oltre a causare l'ingresso del contenuto dell'intestino nella cavità addominale, quindi dovrebbe essere "tenuta sotto controllo" con un farmaco, una volta ogni 6-12 mesi, controllando la condizione delle ulcere con metodi endoscopici (rectoromanoscopy, colonscopia).

La malattia di Crohn

Con questa patologia, la comparsa di aree di infiammazione di qualsiasi parte del tratto gastrointestinale, che vanno dall'esofago al colon sigmoideo. Allo stesso tempo sono interessate tutte le membrane del "tubo digestivo".

I primi sintomi di questa malattia intestinale:

  • dolore addominale, di solito nella parte destra di esso, simile a un attacco di appendicite;
  • gonfiore;
  • diarrea;
  • aumento della temperatura corporea;
  • brontolando nello stomaco.

Se l'edema della parete intestinale è così significativo da sovrapporsi al lume del canale alimentare, si sviluppa un'ostruzione parziale o completa dell'intestino, che si manifesta con distensione addominale, cessazione della scarica di gas, vomito. All'inizio ci può essere una sedia, poi si ferma e diventa impossibile.

Con l'esistenza a lungo termine della malattia di Crohn, una persona ha spesso articolazioni gonfie e gonfie, inizia a ferire proprio sotto la costola, ci sono delle macchie rosse sulla pelle simili a un'eruzione allergica.

Cancro al colon

Questa malattia si sviluppa abbastanza spesso. I fattori di rischio per il suo sviluppo sono considerati una dieta ricca di grassi animali, cibi farinacei e cibi senza fibre, assunzione di alcol, stress e lesioni delle mucose con oggetti estranei. Il colpevole è anche un'esistenza a lungo termine senza trattamento della poliposi intestinale, la colite ulcerosa, quando le cellule gastrointestinali intestinali, modificate a seguito di un'infiammazione cronica, devono trasformarsi ancora di più, diventando un po 'come quelle che dovrebbero essere in questa posizione.

I segni del cancro del colon-retto sono:

  • stitichezza, soprattutto se il tumore cresce all'interno del canale intestinale;
  • dolore addominale;
  • l'aspetto del sangue nelle feci, mentre non deve essere molto, abbastanza da essere esaminato, sono singole strisce di sangue;
  • un aumento della temperatura, di solito a numeri piccoli;
  • riduzione del peso;
  • diarrea ricorrente;
  • debolezza.

Nelle fasi iniziali della malattia "silente", può essere rilevato solo se sottoposti annualmente ad esami endoscopici profilattici.

Altre malattie

L'intestino crasso può essere una localizzazione per lo sviluppo di tali malattie chirurgiche come:

  1. papillite;
  2. ascessi;
  3. Crypto;
  4. ragadi anali;
  5. emorroidi;
  6. poliposi rettale;
  7. condiloma retto;
  8. passaggio epiteliale coccigeo e sua cisti.

Malattie che colpiscono entrambi intestinali

Questo può essere attribuito alla malattia adesiva, che viene trattata in un ospedale chirurgico, e alla gastroenterocolosi infettiva, che è impegnata in specialisti in malattie infettive.

Malattia adesiva

La malattia adesiva è una patologia, che è caratterizzata dalla comparsa di "maglioni" tra gli organi addominali. Consistono dello stesso tessuto che costituisce la parete esterna del canale digerente e del peritoneo e possono portare alla compressione degli organi interni dall'esterno e modificarne la localizzazione.

I sintomi della malattia dell'intestino commissurale non sono specifici e dipendono dalla localizzazione delle linee di ormeggio (questo è anche chiamato aderenze): proprio come un tumore e un edema pronunciato possono apparire quando, come le adesioni, bloccano il lume del "tubo" lungo il quale si muove il cibo. Sono come segue:

  • dolore addominale, avendo inizialmente una chiara localizzazione, quindi diventando diffuso;
  • costipazione;
  • sensazione di gonfiore;
  • termine dello scarico di gas;
  • nausea;
  • vomito, mentre il vomito può avere un odore fecale.

Prima che il passaggio del cibo attraverso il canale alimentare sia disturbato, la malattia adesiva non sarà praticamente avvertita. Può solo verificarsi:

  • sgabello instabile quando la stitichezza è sostituita da diarrea,
  • anche il dolore addominale, che è inizialmente di natura locale (la localizzazione può essere indicata con un dito) e appare diverse ore dopo aver mangiato del cibo.

Gastroenterocolite infettiva

Tale diagnosi viene effettuata quando vi sono segni di un'infezione intestinale, ma non esiste ancora un'analisi batteriologica delle feci, in base alla quale è stato possibile stabilire quale microbo abbia causato la malattia: se si tratta di dissenteria, se si tratta di salmonellosi, se si tratta di un'infezione o di un'altra.

La malattia di solito si manifesta in 3-24 ore dopo aver mangiato un prodotto scaduto, inacidito, rimasto senza frigorifero o cotto in violazione delle condizioni tecniche del prodotto. Molto spesso nel ruolo di tali alimenti ci sono latticini e latticini, uova crude, prodotti con crema pasticcera, insalate con maionese e carne non sufficientemente arrostita. La ragione può anche essere bevuta da uno stagno aperto e dall'acqua non bollita.

I sintomi della gastroenterocolosi infettiva sono:

  • aumento della temperatura;
  • la debolezza;
  • nausea e vomito;
  • dolore addominale crampi, che diminuisce dopo le feci;
  • le feci possono avere un carattere fecale (specialmente all'inizio), quindi può essere emessa "acqua da sola";
  • le feci possono avere striature di sangue, muco, "melma palustre", le feci possono assomigliare a gelatina;
  • con vomito abbondante o diarrea, si verifica rapidamente la disidratazione, caratterizzata da raucedine, marcata debolezza, anche svenimento, diminuzione della pressione sanguigna, oscuramento delle urine e diminuzione della sua quantità (fino alla completa cessazione della minzione);
  • se il microbo che ha causato il processo è molto aggressivo, allora la debolezza, la diminuzione della pressione e l'annebbiamento della coscienza possono essere anche senza disidratazione.

La localizzazione più pericolosa del dolore: l'addome destro

Il dolore sul lato destro dell'addome può accompagnare malattie non solo dell'intestino, ma anche di altri organi. Proviamo a trovare la causa del dolore, a seconda della loro natura:

Dolori fastidiosi

Le loro cause possono essere:

  • nelle donne, infiammazione dell'utero (annessite, salpingo-ooforite);
  • cisti dell'ovaia destra;
  • negli uomini: prostatite;
  • negli uomini e nelle donne: cistite.

Dolori doloranti

Se si sviluppano nelle donne in gravidanza nei primi due trimestri di gravidanza, possono indicare un aborto spontaneo minacciato. Dopo 30 settimane, "parlano" di una rapida nascita.

Nelle donne e negli uomini non gravidi, una tale natura di dolore può indicare l'insorgenza di enterocolite infettiva o disfunzione funzionale dell'intestino, causata, ad esempio, da fibre o grassi alimentari.

Dolore acuto

Questa natura di dolore parla della necessità di fare appello al chirurgo, perché può essere:

  1. appendicite;
  2. rottura ovarica;
  3. tumori intestinali;
  4. torcere le gambe della cisti dell'ovaio destro;
  5. negli uomini, può anche essere un segno di malattie sessualmente trasmissibili, cistite o uretrite.

Dolore da pugilato

Questo carattere indica più spesso diverticolite o tumori intestinali.

Forte dolore

Sono caratteristici della malattia di Crohn, dell'appendicite e talvolta della colite ulcerosa.

Dolore acuto

È caratteristico della gravidanza ectopica durante la rottura della tuba di Falloppio destra, in cui si trovava il feto. La stessa parola può essere descritta apoplessia ovarica e appendicite acuta.

Dolore sordo

Le ragioni principali sono:

  • annessite;
  • pielonefrite;
  • cisti dell'utero;
  • cistite.

Dolori crampi

Quindi di solito descriviamo:

  • gravidanza ectopica;
  • colica renale associata, ad esempio, allo scarico della pietra nell'uretere;
  • appendicite;
  • colica biliare;
  • nelle donne in gravidanza, l'inizio del travaglio.

Malattie intestinali nei bambini

Nell'infanzia, molte patologie del tratto intestinale sono più frequenti. Questo è:

  1. infezione intestinale causata da rotavirus, salmonella, dissenterica shigella e molti altri microbi;
  2. insufficienza congenita di enzimi, il più delle volte quelli che scompongono i componenti del latte materno;
  3. malformazioni intestinali, ad esempio, malattia di Hirschsprung, megacolon congenito, stenosi (sovrapposizione) del lume del tubo intestinale;
  4. l'invaginazione, cioè "l'inserimento" di una sezione intestinale in un'altra, che si sviluppa più spesso all'età di 1,5 mesi o più tardi, richiede un intervento chirurgico urgente.

Leggermente meno comuni sono la diverticolite, la colite spastica, ulcerativa e pseudomembranosa, la poliposi intestinale e i tumori locali.

I sintomi delle malattie intestinali nei bambini dipenderanno dalla causa della malattia:

  • In caso di infezione intestinale, sarà febbre, vomito, diarrea, a volte con striature di sangue, rifiuto di mangiare.
  • Patologia chirurgica: invaginazione, appendicite, stenosi intestinale hanno sintomi che aumentano rapidamente: la pancia del bambino si gonfia, compare il vomito, che spesso ha un colore verdastro o contiene latte non digerito o cibo non digerito. All'inizio, il bambino piange, è irrequieto, preme le gambe allo stomaco, ma diventa presto pigro, indifferente, si rifiuta di mangiare o bere.
  • La carenza enzimatica si manifesta con abbondante diarrea sullo sfondo di un certo cibo (spesso da latte), quando la miscela viene sostituita con lattosio, questo sintomo scompare e il bambino inizia a ingrassare.

Nei bambini di età inferiore a 6 anni, qualsiasi reclamo di dolore addominale, gonfiore o vomito dovrebbe causare un esame immediato da parte di un chirurgo con ecografia addominale. A causa della natura dell'innervazione del tratto intestinale a questa età, il bambino non sarà in grado di indicare la posizione esatta del dolore, e anche l'appendicite non avrà una posizione caratteristica del dolore - sotto e alla destra dell'addome.

I genitori dovrebbero ricordare che più giovane è il bambino, minore è la perdita di liquidi di cui ha bisogno per la disidratazione critica, quindi "sedia 10 volte, 2 cucchiai in volume" nei neonati è un motivo per contattare un pediatra, un medico infettivo o un chirurgo pediatrico lo stesso giorno.

Trattamento di malattie del tratto intestinale

Per iniziare il trattamento, è necessario trovare la causa della malattia. Per fare questo, eseguire studi come:

  • Ecografia addominale per la quale è necessario preparare;
  • Radiografia della cavità addominale. Condotto senza contrasto, consente solo di vedere l'ostruzione intestinale, che si è formata sullo sfondo di aderenze, infiammazioni o processi neoplastici, ma non di scoprire la causa. Se non ci sono segni di ostruzione, è possibile eseguire la radiografia con il contrasto. Ciò fornirà l'opportunità di vedere il tumore, i diverticoli o un sito di infiammazione.
  • Tomografia computerizzata Il metodo esatto di ricerca, che consente di visualizzare una varietà di diverse patologie.
  • Esami endoscopici che consentono di ispezionare il tubo digerente dall'interno inserendo il dispositivo nella sua cavità. Questo può essere un FEGD, quando un'ispezione è fatta al duodeno incluso, una colonscopia, quando un endoscopio aiuterà a ispezionare l'intestino crasso. Per l'esame dell'intestino tenue vengono utilizzate capsule speciali, che una persona ingoia e visualizzano un'immagine del reparto in cui sono ora posizionate su un monitor.
  • Esame batteriologico delle feci: utilizzato in caso di sospetta gastroenterocolite infettiva.
  • Per chiarire la natura del processo, la malignità o la benignità del tumore è possibile solo attraverso l'esame istologico. Per fare questo, durante l'esame endoscopico (se non ci sono segni di malignità) o separatamente - durante la laparoscopia, è necessario "pizzicare" un pezzo della formazione o dell'intestino infiammato per fare una diagnosi. Se il processo maligno non può essere escluso, un materiale prelevato durante l'operazione viene inviato per l'esame istologico, poiché il rischio di un'ulteriore potenziale diffusione delle cellule cancerose è maggiore della "pietà". In precedenza, il chirurgo è convinto che non vi siano metastasi nel fegato, nelle ossa, nei reni e negli atti durante tale operazione, rispettivamente, rimuovendo solo la sezione intestinale. Se, tuttavia, prima dell'intervento, vengono visualizzate metastasi, il volume dell'operazione aumenta e viene attivata la chemioterapia e la radioterapia.

Cosa puoi fare?

  • forte dolore addominale;
  • sangue di qualsiasi volume nelle feci;
  • deterioramento delle condizioni generali: debolezza, letargia, febbre;
  • pus in feci;
  • gonfiore;
  • arresto di gas e / o feci;
  • vomitare, soprattutto se la "massa verde" o "verde", o con un odore fecale, o con una "cioccolata", di colore scarlatto o marrone, "chiama" l'ambulanza. "

Prima del suo arrivo, non è necessario bere pillole e, inoltre, riscaldare il "punto dolente". Quest'ultimo è molto pericoloso!

Se c'è gonfiore, un senso di brontolio o trasfusione, la diarrea con un odore putrido o aspro prevale, è necessaria una visita programmata a un gastroenterologo. Prima di questo, i seguenti sono esclusi dalla dieta:

  • bevande gassate;
  • tè e caffè forti;
  • brodi grassi;
  • carni e pesce grassi;
  • prodotti a base di latte fermentato;
  • cottura;
  • le banane;
  • succhi di frutta;
  • insalate alla maionese;
  • carne affumicata;
  • borscht;
  • zuppe con fritto.

La dieta può includere frutti di mirtillo, ciliegia di uccello, camomilla, acqua di riso, un'infusione di bucce di melograno. Dai tablet, puoi prendere solo "Buscopan" 3 compresse al giorno, "Omeprazolo" - fino a 4 compresse al giorno. Negli intervalli tra i pasti e le pillole, puoi (se sei uno sgabello e un gas) bere "Smektu", "Atoksil" o "White coal".

L'intestino è un organo che svolge le funzioni di digestione ed escrezione nell'uomo, situato nella cavità addominale. La sua lunghezza totale è di 4 metri. L'intestino dal piloro dello stomaco inizia e finisce con l'ano.

È noto che la maggior parte di tutte le patologie del tratto gastrointestinale (tratto gastrointestinale, foto sopra), è direttamente collegata all'intestino. La medicina non si ferma, molte malattie intestinali sono state studiate da molto tempo e sono facilmente curabili. Esistono anche diagnosi "misteriose", come la sindrome dell'intestino irritabile (IBS) e la disbiosi. I metodi di trattamento di queste malattie sono piuttosto controversi e l'atteggiamento della comunità medica nei loro confronti è ambiguo.

Nell'articolo proposto, ti parleremo della struttura anatomica, dove si trova l'intestino e delle sue capacità funzionali, dei sintomi e del trattamento di varie malattie intestinali, di come fa male. E anche sulla prevenzione delle malattie e quale specialista contattare, ai primi segni della malattia.

L'intestino è diviso in due segmenti principali: spessi e sottili:

  • L'intestino tenue, che parte dal piloro (piloro) dello stomaco, è costituito da 12 duodenali, digiuno e ileo (parte inferiore dell'intestino tenue) e termina con una valvola bauhinia (valvola ileocecale). Serve anche da connettore intestinale tra loro.
  • L'intestino crasso è diviso nelle seguenti sezioni: il cieco è la prima sezione dell'intestino crasso, il colon è la parte centrale e termina con il retto. La produzione di enzimi digestivi, le funzioni di secrezione, la formazione di muco e la produzione di ormoni hanno preso il sopravvento sul duodeno.

È utile sapere! Nell'intestino c'è un numero enorme di microrganismi. La salute del tratto gastrointestinale, dell'intero organismo, dipende in gran parte dalla microflora e dalla sua composizione. L'ulcera duodenale si distingue per la sua sterilità, poiché la maggior parte dei batteri benefici muoiono quando l'ambiente acido viene rilasciato dallo stomaco. Nell'intestino crasso ci sono circa cinquecento specie di microrganismi.

Fattori che influenzano l'insorgenza e lo sviluppo di malattie intestinali

  • la presenza di malattie concomitanti del tratto gastrointestinale; infezioni intestinali;
  • ereditarietà;
  • farmaci incontrollati ea lungo termine (la composizione della microflora è disturbata);
  • dieta scorretta (grassi, fritti, salati, a basso consumo o completa assenza di fibre);
  • fumo e alcol;
  • chili in più di peso corporeo;
  • mancanza di vitamine e microelementi;
  • lo stress;
  • stile di vita sedentario.

Ci sono fattori che non dipendono dalla persona, ad esempio la genetica, è impossibile eliminarli. Ma è possibile influenzare altri fattori - cambiare il tuo stile di vita, abbandonare cattive abitudini, perdere peso.

Secondo le statistiche, oltre il 90% della popolazione di paesi civili del mondo soffre di malattie gastrointestinali.

Segni comuni di malattia intestinale

Con la sconfitta dell'intestino, i sintomi e i segni della malattia sono di natura diversa e sono presenti indipendentemente dalla natura della loro origine. I sintomi di un intestino malato hanno un carattere diverso:

  • allergica;
  • immunitario;
  • motore;
  • tumore;
  • infettiva.

Segni di malattie intestinali:

  • dolore, diverse posizioni nell'addome;
  • diarrea;
  • costipazione;
  • flatulenza (gonfiore);
  • impurità patologiche (muco, sangue) nelle feci;
  • perdita di appetito;
  • forte perdita di peso;
  • desiderio doloroso e falso di svuotare;
  • nausea e vomito fecale.

Dolore addominale

Il dolore addominale può essere localizzato o di natura intensa. Dipendono dalla manifestazione del dolore durante il pasto e lo svuotamento intestinale.

Per esempio: quando una malattia dell'intestino tenue, il paziente ha dolore all'ombelico. Questi dolori si distinguono per la natura tirante e dolorante e, in caso di spasmo, si osserva una colica intestinale.

Scoppiando, i dolori non acuti sono caratteristici della malattia nell'intestino crasso. La connessione del dolore con l'assunzione di cibo non è praticamente osservata. I dolori sono migliori con le feci e dopo lo scarico del gas.

diarrea

La diarrea (diarrea) è considerata una malattia patologica ed è considerata come un sintomo di esso quando le feci diventano frequenti, più di 3 volte al giorno. Le feci sono fluide (acquose), accompagnate da dolore, forse da incontinenza anale e frequenti sollecitazioni in bagno. La diarrea è divisa in due tipi: acuta e cronica. La diarrea è considerata acuta se la sua durata supera le due settimane. Dopo il termine scaduto, è qualificato come a lungo termine e trasferito alla categoria di cronica.

costipazione

Costipazione difficile, insufficiente, molto lento costipazione. La stitichezza è considerata un problema serio, sia in medicina che nelle aree sociali. Le persone anziane soffrono di stitichezza cinque volte più spesso dei giovani. Nei paesi civilizzati, la stitichezza si verifica dal 30-50% negli adulti e fino al 20% nei bambini. Si considera defecazione normale fino a tre volte al giorno e almeno tre volte alla settimana, tutti i rientri da questi dati, la manifestazione di sintomi di stitichezza. La stitichezza è caratterizzata da una piccola quantità di feci, durezza e eccessiva secchezza. Durante la stitichezza non c'è un rilascio completo dell'intestino dalle feci.

flatulenza

La flatulenza si osserva negli esseri umani, con la formazione di quantità eccessive di gas nell'intestino. Caratterizzato da singhiozzi di flatulenza, eruttazione dell'aria, un senso di natura "esplosiva" e inarcata. Con flatulenza, la diarrea può essere stitica. Scarico di gas aumentato e involontario, ha detto una violazione del sistema digestivo.

Impurezze patologiche nelle feci

Rilevamento nelle feci di impurità sotto forma di sangue e muco, indica la presenza di patologia acuta o cronica dell'intestino. Quando defecano, negli esseri umani senza patologia intestinale, le feci hanno una consistenza uniforme nella forma di una forma cilindrica. Colore da marrone chiaro a scuro.
Le impurità considerano la presenza di feci, residui di cibo non digerito, muco, sangue, ritagli di tessuto intestinale, e va notato che in una piccola quantità è consentita la presenza di muco nelle feci.

Scambiare violazioni

Una forte perdita di peso corporeo, anemia (anemia), perdita di appetito, labbra appiccicose, lentezza e pelle secca sono segni che indicano la presenza di patologia nell'intestino tenue. Quando i disordini metabolici nel corpo peggiorano l'assorbimento, che porta a varie malattie gravi.
Il disturbo del ciclo mestruale, in alcuni casi, indica la presenza di sintomi di malattia intestinale nelle donne.

Urge dolorose e false da svuotare

Falso invito a svuotare (tenesmo), accompagnato da costante dolore acuto, tagliente, severo nel retto, senza un atto di defecazione. Si verifica quando l'irritazione dell'intestino crasso. Tenesmo si complica in modo significativo e apporta le proprie regolazioni nella vita di una persona.

Nausea e vomito fecale

Se si verifica un'ostruzione intestinale o una formazione di fistola tra il colon e lo stomaco, una persona ha sintomi come nausea costante e vomito fecale. La manifestazione dei sintomi inizia pochi giorni dopo l'inizio della malattia e tutto indica una grave patologia del tratto gastrointestinale.

I sintomi delle più comuni malattie intestinali

I sintomi più comuni dei problemi intestinali sono infiammatori. Hanno due forme di malattia: acuta e cronica.

Colite ulcerosa

Colite ulcerosa È caratterizzato come una malattia cronica del colon, quando si verifica, la membrana mucosa è interessata. L'insorgenza della patologia si verifica nella parte inferiore del colon, gradualmente il processo infiammatorio aumenta e interessa completamente l'intestino crasso. Nel processo infiammatorio, la mucosa è completamente coperta di ulcere, diventa vulnerabile e sanguinante.

Le cause di questa malattia non sono state stabilite. In circoli ristretti, gli esperti attribuiscono questa patologia ad ereditaria, che si verifica a seguito di un fallimento genetico, quando la mucosa intestinale comincia a decomporsi e l'infiammazione si verifica su questo sfondo. Ma questa ipotesi, non ci sono dati esatti.

La diagnosi di colite ulcerosa viene eseguita strumentalmente, nel cuore di una colonscopia. La presenza di strutture erosive sulla mucosa e sintomi identificati è una conferma diretta della malattia. Per una diagnosi completa, è prescritta una radiografia con l'adozione di un mezzo di contrasto (bario).

Tratta la colite ulcerosa con diete speciali. Il paziente è sottoposto a terapia ormonale e generale.

La malattia di Crohn

La malattia di Crohn si manifesta come colite ulcerosa, ma presenta alcune differenze. La lesione non si verifica in parte e l'intero tratto gastrointestinale è completamente compromesso. Quando il processo infiammatorio colpisce diverse parti del cieco, diretto, ileo. La malattia è classificata come cronica, richiede molto tempo, le remissioni si alternano con le esacerbazioni.

I sintomi che indicano una malattia:

  • dolore addominale ricorrente e persistente;
  • diarrea;
  • perdita di peso improvvisa;
  • febbre alta

Il processo di defecazione è doloroso, ci sono crepe nel passaggio anale, nelle feci si possono trovare segni di sangue e molto muco. Ci sono dolori articolari e lesioni cutanee (eruzioni cutanee). Con una lunga durata della malattia, sono possibili gravi complicanze: ostruzione intestinale, formazione di fistole e ascessi.

enterite

L'enterite è una malattia infiammatoria di tutte le parti dell'intestino tenue con danni ad alcune parti del tratto gastrointestinale (gastroenterite, enterocolite). Ha una forma della malattia - acuta e cronica.

L'enterite acuta si verifica con intossicazione alimentare, ma può anche verificarsi con malattie infettive (colera, influenza intestinale, febbre tifoide), con l'uso frequente di cibi molto piccanti e grossolani, l'alcol. I primi sintomi della malattia del piccolo intestino si manifestano sotto forma di diarrea, dolori di taglio intorno alla regione ombelicale, accompagnati da vomito.

La malattia progredisce rapidamente a temperatura corporea elevata, aumento della sudorazione e debolezza. Se la malattia è prolungata in natura, sullo sfondo della gastrite, diventa cronica.

Enterite cronica

L'enterite cronica si manifesta con dolori all'ombelico, una costante sensazione di nausea, rumore e gonfiore. È considerato una malattia dell'intestino tenue. Una forma grave della malattia è la frequenza delle feci più di venti volte al giorno. Bolle e piccole particelle di cibo intero sono visibili nella massa fecale. C'è una forte perdita di peso corporeo, c'è una debolezza generale, malessere.

colite

La sconfitta dell'infiammazione del colon della mucosa. Si verifica sia in una forma indipendente, sia con parti affette dell'intestino tenue o dello stomaco (enterocolite). La causa della colite acuta è l'intossicazione alimentare e procede in forma acuta. A volte ha un'origine infettiva. I sintomi sono simili all'enterite.

La colite cronica (non infettiva) ha conseguenze dopo gastrite e enterite complicate. Si manifesta dopo delizie gastronomiche, a seguito di intossicazione prolungata. Sintomi: dolore doloroso intorno al perimetro dell'addome, stitichezza o diarrea.

I malati soffrono di perdita di appetito, letargia, debolezza, disturbi nervosi, flatulenza, malessere generale. Nelle donne, c'è amenorrea (assenza di mestruazioni, su più cicli), negli uomini, impotenza.

La colite ulcerosa non specifica, differisce nella sua natura dalla colite cronica ed è classificata come malattia indipendente. La natura della malattia non è completamente compresa, forse si verifica a livello genico. La colite ulcerosa colpisce il retto. Con un decorso prolungato della malattia, l'infiammazione passa all'intestino crasso. Sintomi di problemi intestinali: sanguinamento, dolore acuto nella parte sinistra dell'addome, diarrea sostituita da stitichezza.

"Misterioso" intestino malato

La domanda di massa si pone in persone con il nome delle malattie più "misteriose", IBS o disbatteriosi: si ritiene che la seconda malattia in linea di principio non esista. Eppure i sintomi di un intestino malato nei pazienti sono presenti e molto tangibili.

dysbacteriosis

Un disturbo nell'intestino di una composizione completa di microflora è chiamato dysbacteriosis. Con una riduzione del numero di batteri benefici o della loro completa scomparsa (lacto e bifido), aumenta la quantità di microflora condizionatamente patogena.

Per riferimento: il termine Dysbacteriosis è usato solo nel mercato farmaceutico russo da venditori che promuovono i probiotici alle masse.

Disbacteriosi, non classificata come malattia indipendente. È una sindrome di varie malattie in via di sviluppo (con la sconfitta del tratto gastrointestinale, intossicazione, manifestazioni allergiche, immunodeficienza, avitaminosi), sullo sfondo di situazioni stressanti, depressione. I sintomi si manifestano come diarrea, dolore crampi, sapore sgradevole in bocca, mal di testa, affaticamento, perdita di appetito e sonno.

Sindrome dell'intestino irritabile (IBS)

L'IBS è una normale malattia intestinale, con questa diagnosi non sono stati osservati cambiamenti organici nel tratto gastrointestinale e nei processi infiammatori. È espresso in violazione del colon con manifestazioni sintomatiche. Le cause esatte sono sconosciute. Nello sviluppo della patologia, i fattori appaiono a livello psico-emotivo. Può influenzare l'ereditarietà, specialmente nella dieta e nella microflora intestinale. Sintomi speciali - violazione della defecazione (diarrea o stitichezza), gonfiore, flatulenza, dolore tedioso. Per evitare qualsiasi problema con la diagnosi, è necessario contattare il proprio medico di famiglia locale per chiarire il tipo di malattia e il suo ulteriore trattamento.

L'alterazione intestinale è la violazione più comune del lavoro e delle funzioni dell'intestino.

Le malattie intestinali e i loro sintomi nelle donne non sono molto diversi dagli uomini. Eppure, i processi patologici possono influenzare gli organi genitali femminili e sviluppare in essi focolai di infezione. Il corpo femminile è molto più difficile da portare a malattie intestinali, che a volte porta a un intervento chirurgico.

Diagnosi patologia

Per installare la malattia esatta dell'intestino tenue, è necessario un esame strumentale (diagnostica dettagliata), a questo scopo si applica:

  • Endoscopia: un esame eseguito con un endoscopio. Viene introdotto nello stomaco attraverso la cavità orale.
  • Colonscopia: la diagnostica viene eseguita con una sonda speciale per l'esame del colon.
  • Raggi X: studio dello stato dell'intestino nelle immagini usando un agente di contrasto.
  • Fibroscopia: designata per uno studio completo e dettagliato della parte superiore del tratto gastrointestinale. La procedura viene eseguita utilizzando un gastroscopio, il metodo di ingresso nell'esofago.
  • L'irrigoscopia è un esame radiografico del colon con l'introduzione di una preparazione speciale in esso. Durante lo studio, i risultati rimangono sulle immagini (irrigogramma).

Specialisti intestinali

A quale medico consultare, in violazione della corretta funzionalità dell'intestino e della sua malattia.

  • Gastroenterologo. Un esperto nel trattamento dell'intestino negli adulti e in tutto il tratto gastrointestinale, rileva le malattie e prescrive un trattamento terapeutico.
  • Chirurgo. Il medico ha ricevuto una formazione specifica sui metodi di diagnosi e chirurgia, nonché sul trattamento di patologie e lesioni.
  • Oncologo. Specializzato nel rilevamento di tumori, compreso il tratto intestinale.
  • Proctologist. Specializzato nella diagnosi e nel trattamento dell'intestino.
  • Specialisti aggiuntivi Medici di ristretta specializzazione, operanti nelle aree di: esami ad ultrasuoni (ultrasuoni), esami radiografici e metodi diagnostici FGDS (fibrogastroduodenoscopia).

Ai primi sintomi che caratterizzano la malattia intestinale, è necessario cercare immediatamente un aiuto qualificato. È necessario, nel corso del trattamento, seguire scrupolosamente le prescrizioni, una dieta rigorosa e il corso di assunzione dei farmaci prescritti dal medico.

Durante la terapia dell'intestino tenue, il paziente deve assumere farmaci antimicrobici (probiotici). Per migliorare il lavoro dell'intestino, è necessario seguire dei corsi: terapia vitaminica ed enzimi. Vitamine - per ripristinare la forza, gli enzimi - per normalizzare la funzione di assorbimento intestinale dei nutrienti.

Per alleviare l'infiammazione e l'intossicazione nel corpo prendi:

  • antibiotici;
  • corticosteroidi;
  • farmaci immunomodulatori;

Nel corso del trattamento, con un risultato negativo della terapia, il medico prende una decisione su ulteriori trattamenti chirurgici.

prevenzione

Le malattie intestinali possono essere evitate secondo la lista elementare delle regole:

  • corretta alimentazione Escludere dalla dieta tutti i cibi nocivi (fast food, salato, fritto, grasso, cotto). Include: verdure, frutta, carni magre e pollame, pesce;
  • evitare situazioni stressanti;
  • eliminare completamente alcol e tabacco;
  • le donne controllano da vicino gli organi pelvici (per qualsiasi manifestazione di sintomi, con urgenza dal medico);
  • lavare accuratamente frutta e verdura;
  • impegnarsi nella cultura fisica;
  • prendere vitamine;
  • bere più liquidi
http://kishechnikok.ru/problemy/zabolevaniya-kishechnika/kakie-simptomy-pri-zabolevanii-kishechnika-u-cheloveka.html

Pubblicazioni Di Pancreatite