Come mangiare dopo la rimozione della cistifellea

Alcuni cambiamenti nel corpo umano possono causare un intervento chirurgico. Metabolismo e digestione interessati Pertanto, è sempre importante, per il rapido recupero del corpo, seguire le istruzioni del medico. La nutrizione dopo la rimozione della cistifellea è progettata per garantire il normale funzionamento della funzione biliare. Esistono diversi tipi di diete per la normalizzazione del metabolismo sia nell'ulteriore trattamento e restauro del corpo, sia immediatamente dopo l'operazione.

Come mangiare dopo la rimozione della cistifellea

La ragione per l'infiammazione del corpo può essere una dieta irregolare e l'assunzione di cibo nel pane secco. In questi casi, la bile tende ad accumularsi nella vescica. Questo minaccia di indossare le sue mura e il conseguente sfondamento nella cavità addominale del segreto. Possibile formazione di pietre nel corpo. Tutti questi punti possono portare alla morte del paziente. Per prevenire tale scenario, la cistifellea viene rimossa dalla laparoscopia.

La bile nel corpo serve come sostanza ausiliaria per garantire il processo digestivo. Consiste di composti di acidi biliari. Formata e raccolta nel fegato, la bile entra ulteriormente nella vescica. Controlla la secrezione del segreto per il duodeno. Quando la cistifellea viene rimossa, il controllo del flusso segreto viene perso. Per normalizzare questo processo, ci sono un certo numero di ricette. Poiché la bile è composta da acidi, esiste il rischio di formazioni distruttive nel duodeno. In modo che non ci siano tali problemi, dovresti seguire alcune regole.

Dieta dopo l'intervento chirurgico

Un componente importante sulla via del recupero è la nutrizione dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea. Il compito principale è quello di tornare ad uno stile di vita normale dopo colecistectomia (rimozione della cistifellea). Nel periodo postoperatorio, il controllo della quantità di fluido consumato è obbligatorio. Il primo orologio dovrebbe solo inumidire le labbra e risciacquare la cavità orale con brodo vegetale. La prima assunzione di acqua è consentita in un giorno. Deve essere senza gas.

Cosa posso mangiare dopo l'intervento chirurgico? Dopo tre giorni, è consentito aggiungere tè non zuccherato leggermente preparato e kefir a basso contenuto di grassi alla dieta. La quantità massima consentita di liquido in questo periodo non deve superare 1,5 litri. La quantità di cibo consumato - 200 grammi per porzione. Dieta quando si rimuove la cistifellea tramite laparoscopia:

  • omelette proteiche;
  • pesce bollito;
  • succhi di frutta e verdura;
  • patate schiacciate;
  • minestre leggere

Il quinto giorno della dieta terapeutica, al paziente è permesso usare prodotti a base di farina, ma non più di cento grammi al giorno. Questo può essere pane (bianco), biscotti dietetici. Dall'ottavo giorno della dieta dopo l'intervento chirurgico, la quantità di acqua consumata può essere aumentata da un litro e mezzo a due litri. Dieta dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea:

  • cereali schiacciati (grano saraceno, avena) nel latte;
  • pesce bollito;
  • bollito tritato finemente;
  • ricotta;
  • latte e kefir.

Il prossimo passo è la transizione verso una dieta parsimoniosa. Dura fino a un mese e mezzo. Mangia in piccole quantità. La cottura a vapore e la bollitura sono i segni distintivi della nutrizione dopo la rimozione della cistifellea. I cibi fritti e piccanti non sono i benvenuti. L'elenco di piatti dietetici delicati è simile a questo:

  • verdure al vapore;
  • pesce e carne (bolliti);
  • minestre di verdure leggere (senza friggere);
  • cotolette (al vapore);
  • purè di patate;
  • porridge con latte;
  • succhi di frutta e verdura.

Dopo 3 mesi

L'attenzione dovrebbe essere sui cibi proteici (cozze bollite, gamberetti, calamari). Aiuta a diluire la bile. L'uso di alcol, cibi fritti e piccanti è severamente vietato. Con un normale ciclo di trattamento, quando non ci sono dolori, vale la pena espandere la dieta. È opportuno utilizzare prodotti che migliorano il processo di escrezione biliare. Tra questi troverai:

Pasti in un anno

Se segui le regole della dieta fino a un anno, a quest'ora arriverà il normale funzionamento del tratto gastrointestinale. Normalizzazione della bile nel duodeno. Tuttavia, dimenticare i prodotti vietati non vale la pena. Continua a mangiare cibo cotto. Spesso, dopo un'operazione per rimuovere la cistifellea, si verifica un aumento di peso incontrollato. In questo intervallo, è normalizzato, che è un risultato positivo.

Menu 5 dieta dopo la rimozione della cistifellea

Devi seguire la dieta no5 per tre mesi dopo la dimissione dall'ospedale. È indicato per cirrosi epatica, colecistite, epatite acuta e cronica e malattia calcoli biliari. La dieta numero 5 è costituita da proteine ​​e carbonio, mentre limita i grassi. Sono esclusi cibi fritti e colesterolo alto. Dai un'occhiata alla dieta del menu campione numero 5. Consiste in due colazioni, pranzo, merenda e cena:

  1. Colazione numero uno: farina d'avena con latte, ricotta con panna acida, tè.
  2. La colazione numero due: una mela cotta.
  3. Pranzo: zuppa di verdure in olio vegetale, pollo bollito nel latte, riso, frutta in umido.
  4. Pranzo: decotto di rosa selvatica.
  5. Cena: pesce bollito, purè di patate, cheesecake, tè.
  6. Prima di andare a letto - kefir.

Video: dieta con cistifellea a distanza per la perdita di peso

Il video qui sotto, che viene presentato alla vostra attenzione, spiega perché è importante prestare attenzione all'alimentazione frazionale dopo la rimozione della cistifellea. Il medico guida e visitante che usa un buon esempio mostra come distribuire l'assunzione di cibo all'ora. Sono elencate anche le conseguenze della malnutrizione senza cistifellea. Segui le raccomandazioni fornite nel video e imparerai come perdere peso con una dieta.

Recensioni

Alain, 28 anni: un anno fa, la mia cistifellea è stata rimossa. Il medico raccomandò di attenersi a una dieta rigorosa. Per diversi mesi non ho bevuto alcol, grassi e pepe. La dieta in assenza di cistifellea è abbastanza semplice. Dopo sei mesi, ho iniziato a vivere una vita piena e mi concedo un po 'di tutto.

Igor, 44 anni: rimossa la gallia per molto tempo, sono trascorsi circa 7 anni. Dopo la dimissione, ho dimenticato il cibo senza una cistifellea, anche se mi è stato prescritto. Il risultato - Sono stato tormentato da bruciore di stomaco grave, eruttazione costante, ho guadagnato 30 chili in più. Quando ho capito che avevo commesso un errore, ho iniziato a osservare il regime, ho perso peso e il mio benessere è tornato. Ti consiglio di ascoltare le raccomandazioni dei medici.

Anna, 31 anni: l'anno scorso ho dovuto rimuovere la cistifellea. Ho mangiato bene per due mesi, eliminando cibi piccanti e grassi dal menu affumicato quotidianamente. Nel tempo, la dieta si è espansa in modo significativo e mi concedo cibi "nocivi", ma con moderazione. La cosa più importante è mangiare spesso, ma in piccole porzioni.

http://sovets.net/4592-pitanie-posle-udaleniya-zhelchnogo-puzyrya.html

Dieta dopo la rimozione della cistifellea

La cistifellea è coinvolta nel processo di digestione del cibo. Forma di pera d'organo, situata sotto il fegato. Le funzioni principali sono l'accumulo (deposizione) e l'escrezione del fluido secreto dal fegato. La bile aiuta ad assorbire i grassi nel corpo e attiva il lavoro dello stomaco.

Quando rimuovi la cistifellea

La colecistectomia è un'operazione chirurgica per rimuovere la cistifellea. L'intero corpo è tagliato dall'intervento chirurgico. Senza di esso, le persone conducono una vita normale, seguendo le regole della nutrizione.

Durante il normale funzionamento, la cistifellea svolge un ruolo importante nella digestione degli alimenti. Nel caso di processi patologici che si verificano nel corpo, dà molti inconvenienti: peggiora la salute e lo stato di salute. I sintomi appaiono:

  • Dolore addominale;
  • Sgabello sconvolto;
  • Nausea e vomito;
  • Aumento della temperatura corporea, ecc.
  • Malattia di calcoli biliari (ICD). Si manifesta con sintomi gravi sotto forma di dolore acuto allo stomaco, febbre alta e vomito abbondante.
  • Colecistite acuta Una persona avverte una sensazione di nausea, vomito, febbre, crampi addominali, sapore amaro in bocca.
  • La coledocolitiasi è un tipo di JCB.
  • La formazione di polipi sulla cistifellea.

Con le diagnosi sopra, il paziente necessita di un intervento medico operativo. La medicina moderna durante la rimozione del corpo conduce la colecistectomia per via laparoscopica. La durata dell'operazione da 30 minuti a 1,5 ore. Il metodo chirurgico consente di eseguire un intervento chirurgico, riducendo il tempo per la riabilitazione dopo la rimozione della cistifellea e aiuta ad evitare conseguenze postoperatorie.

Periodo postoperatorio

Dopo aver rimosso l'organo, il paziente viene immediatamente trasferito all'unità di terapia intensiva e fornisce cure adeguate. Il paziente deve rimanere in ospedale fino a quando non si riprende. Quando complicazioni possibili colecistectomia. Oggi la chirurgia viene eseguita per via laparoscopica, le complicanze e gli effetti indesiderati sono ridotti al minimo. La prima volta (12-24 ore) non puoi alzarti dal letto, mangiare e bere. Se hai bisogno di alzarti, devi muoverti con il supporto del personale medico. Vertigini e svenimenti possono verificarsi dopo l'anestesia. Il periodo di recupero dura 7 giorni. Dopo 10 giorni in condizioni soddisfacenti, il paziente viene dimesso.

Una persona che ha una cistifellea tagliata deve osservare i seguenti suggerimenti:

  • Non rompere la dieta, rispettare la dieta. Cibo sano, un menù dietetico equilibrato - una parte importante nel processo di ripristino del corpo. Dieta dopo colecistectomia laparoscopica deve essere seguita per tutta la vita. Lo scopo della dieta è quello di stimolare l'escrezione della bile dal corpo, stabilizzare il metabolismo. Se il paziente non ha aderito alle raccomandazioni del medico sulla nutrizione, sono possibili attacchi di colecistite.
  • L'uso di droghe. La terapia farmacologica aiuta una persona ad adattarsi a vivere senza la cistifellea. Al paziente vengono prescritti epatoprotettori - una classe di farmaci che svolgono la funzione protettiva del fegato. Sei mesi dopo, il corpo recupera dopo colecistectomia laparoscopica.
  • Fare esercizi. Massaggio di ginnastica per l'addome (due mesi). La prima volta per fare gli esercizi dovrebbe essere sotto la supervisione di un medico. Si raccomanda di limitare l'attività fisica per un mese.

Importanti tre regole aiuteranno il corpo ad adattarsi alla vita dopo l'intervento chirurgico, per migliorare rapidamente il benessere e normalizzare il lavoro del tratto digestivo. Il mancato rispetto delle prescrizioni del medico curante avrà un impatto negativo sulla salute.

Dieta dopo l'intervento chirurgico

La nutrizione dopo colecistectomia è mirata a ripristinare i processi metabolici nel corpo, il cibo dovrebbe essere sano, risparmiando per lo stomaco. Prima di prepararsi per un intervento chirurgico, è importante che una persona si sintonizzi con i cambiamenti nella sua dieta abituale e le restrizioni nel primo mese.

Dopo colecistectomia laparoscopica, si raccomanda la dieta numero cinque.

Raccomandazioni per la nutrizione dopo la rimozione della cistifellea:

  • I primi giorni sono i più difficili. Non puoi bere acqua, muoverti in modo indipendente. È permesso prendere un sorso d'acqua, sciacquare la bocca con decotti di erbe neutrali. Dopo 1 giorno è possibile bere liquidi (fino a 1000 ml al giorno). Come si sente meglio, sotto la supervisione del medico curante, bevono composta non zuccherata (da frutta secca), tè debolmente fermentato (preferibilmente con l'aggiunta di erbe medicinali), kefir a basso contenuto di grassi.
  • Mangiare dopo la colecistectomia iniziare dopo 3 giorni. Hai bisogno di mantenere una dieta. Nei primi 5 giorni del periodo postoperatorio, vengono aggiunti gradualmente al menu purè di patate, burro (1 cucchiaino), brodi freschi, piatti a base di pesce (in un bagno d'acqua), succo di carota, gelatina (da frutti, bacche). Le porzioni dovrebbero essere 150-200 gr. Mangiare 6 volte al giorno appena in tempo.
  • Il giorno 5, è consentito diversificare la dieta con prodotti a base di latte fermentato, cagliata dietetica, cracker, pane grattugiato, purea di verdure, porridge grattugiato in acqua. La prima settimana postoperatoria è la più difficile.
  • Entro 1,5 mesi dopo la colecistectomia laparoscopica, il cibo deve essere frazionario, le porzioni sono piccole, i prodotti si risparmiano. I pasti sono preparati sul bagno di vapore, bollito. Limitare l'aggiunta di sale, zucchero. Escludere i condimenti piccanti. Segui le raccomandazioni del medico, assicurati di stare bene, dipende dal recupero della salute. Un atteggiamento coscienzioso porterà risultati positivi e in un mese tornerai al tuo normale stile di vita.

Tabella dei prodotti alimentari (consentiti e proibiti) dopo colecistectomia

Nonostante i limiti, il cibo di una persona con una cistifellea rimossa rimane in equilibrio. Il corpo ha bisogno di un costante rifornimento di sostanze nutritive, elementi in traccia utili. Una corretta alimentazione: la chiave per una ripresa rapida. Dopo l'intervento, c'è una mancanza di appetito. Questo è importante per informare il medico.

Per affrontare correttamente il periodo di riabilitazione e l'adattamento dello stomaco dopo la colecistectomia, è importante sapere quali prodotti sono autorizzati a consumare e quali sono severamente vietati.

Il menu può contenere:

  • Dieta di carne di pollame;
  • Schiavi al vapore;
  • Carne di coniglio;
  • Prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi
  • Latte di capra;
  • Uova (omelette proteiche);
  • burro;
  • Grano saraceno, riso, orzo perlato, farina d'avena;
  • Frutta (ad eccezione di agrumi, frutta acida);
  • Verdure stufate;
  • Melone, anguria (sono buoni diuretici);
  • Bacche (fragole, mirtilli, ciliegie, ciliegie);
  • Acqua minerale non gassata (prescritta a scopo terapeutico, un ciclo di 30 giorni, dopo un mese per fare una pausa);
  • Zuppe vegetariane;
  • Succhi di frutta e verdura (non zuccherati);
  • Frutta secca (albicocche secche, prugne secche, uvetta);
  • gelatina;
  • Marshmallow, marshmallow, gelatina, miele, marmellata.

La frutta fresca e le verdure sono vietate. Provocano un'aumentata secrezione di bile.

Si consiglia di aggiungere gradualmente nuovi alimenti, osservando il benessere dopo aver mangiato. Se c'è disagio nell'addome, eliminare temporaneamente il piatto dalla dieta.

Prodotti proibiti

L'elenco dei prodotti che possono interrompere l'attività del tratto gastrointestinale - formano l'aspetto dei crampi addominali, creano un carico eccessivo sul processo digestivo:

  • Alimenti ricchi di olio vegetale;
  • Cibi piccanti, speziati, grassi;
  • Marinate, cibo in scatola (se nella composizione di acido acetico);
  • Carne affumicata;
  • aglio;
  • Ravanello, ravanello;
  • Salò;
  • Panetteria e pasticceria;
  • Fagioli, piselli (i prodotti a base di fagioli contengono fibre grossolane);
  • funghi;
  • Succhi gassati, acqua minerale;
  • noci;
  • Semi di girasole;
  • Crauti;
  • Piatti freddi, gelati, ghiaccio;
  • Tè forte, caffè;
  • Prodotti contenenti cacao (cioccolato, dolci, dessert, confetteria);
  • Alcol (vino, champagne, vodka).

Se si escludono gli alimenti elencati, è possibile evitare spiacevoli conseguenze e complicazioni. Un anno dopo, è possibile inserire nella dieta di alcuni alimenti dall'elenco di quelli proibiti, viene utilizzata una dieta quotidiana. I pasti sono negoziati con il medico.

Menu dietetico campione dopo colecistectomia laparoscopica

Ci sono molte opzioni per un'alimentazione bilanciata dopo l'intervento chirurgico. Sapendo come preparare correttamente gli alimenti consentiti, è possibile rendere i pasti utili, gustosi, vari. Crea un menu per la settimana. Usa diversi metodi di cottura. Una dieta rigorosa aiuterà a far fronte alle patologie dell'apparato digerente, con l'eccesso di peso, a migliorare la salute. Ricordate! Le porzioni devono essere piccole (200 g), frazioni alimentari (6 volte al giorno), la quantità di acqua consumata non più di 2 litri. Dopo 3 mesi, quasi tutte le verdure e i frutti sono aggiunti al menu.

Considerare la dieta dopo colecistectomia laparoscopica ed esempi.

  • Prima colazione. Per il pasto del mattino, cuocere la farina d'avena. Consentito aggiungere un pezzo di burro nel porridge, pane di segale. Si consiglia di bere il tè verde (si possono fare decotti da piante medicinali).
  • Seconda colazione Mele grattugiate senza buccia.
  • Pranzo. Zuppa di pollo con verdure (carote, patate, broccoli, filetto di pollo, prezzemolo, un po 'di sale). Pane con formaggio (formaggio a pasta dura, non grasso), composta da una miscela di frutta secca.
  • High tea Kissel con cracker, banane.
  • Cena. Cuocere le cotolette di pesce tritato nel bagno di vapore. Casseruola di cagliata, composta.
  • Seconda cena Di notte puoi bere un bicchiere di yogurt.
  • Prima colazione. Preparare una frittata di proteine ​​(separare il tuorlo). Fai fianchi di brodo.
  • Seconda colazione Per uno spuntino adatto alle albicocche.
  • Pranzo. Zuppa di verdure dietetiche (cavolfiore, carote, peperone, sale). Al secondo, cuocere il fegato di merluzzo. Biscotti di farina d'avena per dessert, latte scaldato.
  • High tea Pane di ieri (cracker), formaggio, composta.
  • Cena. Cucinare la pasta con il sugo. Tè con latte Per dessert, uvetta o marshmallows.
  • Seconda cena Una porzione di ricotta a basso contenuto di grassi.
  • Prima colazione. Porridge di miglio, succo di frutta
  • Seconda colazione Yogurt dietetico
  • Pranzo. Zuppa (funghi, patate, verdure). Biscotti non zuccherati, composta.
  • High tea Zucchine al vapore, tè alla menta.
  • Cena. Lessare i gamberi, fare il purè di patate. Per dessert, gelatina di frutta e tè.
  • Seconda cena Un bicchiere di ryazhenka e cracker.
  • Prima colazione. Porridge di grano saraceno, tisane e soufflé (è possibile aggiungere lamponi, bacche che attivano il processo di digestione).
  • Seconda colazione Prodotti lattiero-caseari (kefir, yogurt).
  • Pranzo. Pesce cucinato in un bagno di vapore, fare un'insalata. Bevi un bicchiere di succo.
  • High tea Mais bollito, composta
  • Cena. È consentito cucinare la pizza utilizzando prodotti approvati per il ripieno. Come un tè da dessert con pastila.
  • Seconda cena Le insalate leggere lo faranno.
  • Prima colazione. Ricotta dietetica (può essere schiacciata in un frullatore, aggiungere un po 'di albicocche secche), tè verde.
  • Seconda colazione Banana.
  • Pranzo. Purè di patate con cotolette di pesce. Marshmallow, tè.
  • High tea Panino, decotto di rosa canina.
  • Cena. Zuppa di pesce Tè con gelatina.
  • Seconda cena Albicocche secche, uva passa.

All'inizio non è consigliabile utilizzare il succo di pomodoro. Si suppone di mangiare, osservando rigorosamente la prescrizione e le raccomandazioni del medico. La durata del trattamento e il comportamento nutrizionale sono prescritti singolarmente. Per il periodo di recupero passato rapidamente e senza complicazioni, condurre uno stile di vita sano.

http://gastrotract.ru/obsledovanie/dieta-posle-udaleniya-zhelchnogo-puzyrya.html

Dieta dopo la rimozione della cistifellea: come mangiare in un primo momento e 5 regole obbligatorie per il futuro

Le pietre che non sono suscettibili di trattamento conservativo - l'indicazione principale per la rimozione della cistifellea. I medici si calmano: i pazienti che hanno subito una tale procedura chirurgica si sono ripresi rapidamente. E se seguono le raccomandazioni del medico e mangiano bene, possono vivere una vita piena. Che tipo di dieta è necessaria dopo la rimozione della cistifellea nei primi giorni dopo l'intervento chirurgico e in futuro?

La cistifellea è il "serbatoio" per l'accumulo di bile. La bile è coinvolta nella digestione, fornendo un cambiamento nella digestione gastrica intestinale. Nel duodeno la bile entra attraverso il dotto biliare comune.

Perché hai bisogno di "tagliare"

L'indicazione principale per la chirurgia per rimuovere la cistifellea - colecistectomia - è la colelitiasi. Inoltre, a volte è necessario un trattamento chirurgico per la colecistite.

Preoccupato per le pietre

Nella malattia del calcoli biliari, le pietre si formano nella cistifellea o nei suoi dotti. Scientificamente parlando. In termini di dimensioni e composizione chimica, sono diversi. Ci sono quelli che sono meno di un millimetro. E a volte i medici estraggono pietre delle dimensioni di un uovo di gallina. La formazione di calcoli biliari richiede da diversi mesi a decenni.

I calcoli biliari si formano per due motivi. Innanzitutto, la bile ristagna. In secondo luogo, la qualità e la consistenza della bile cambia a causa di disordini metabolici.

La formazione di pietre contribuisce a:

  • eccesso di cibo;
  • la fame;
  • pasti irregolari;
  • diete espresse sbilanciate;
  • colesterolo elevato;
  • lavoro sedentario;
  • la gravidanza;
  • alcuni farmaci ormonali;
  • l'obesità;
  • malfunzionamenti nel pancreas.

Se le pietre sono nella cistifellea e non si muovono, allora la persona potrebbe anche non "sentirle". Ma quando muovi le pietre sul collo della cistifellea, i sintomi diventeranno evidenti. È un sapore amaro in bocca, nausea, vomito, "sparo" sotto il bordo a destra.

Le pietre hanno causato infiammazione

L'infiammazione della cistifellea si chiama colecistite. La causa del suo sviluppo può essere la colelitiasi, tuttavia, la colecistite è spesso un fattore predisponente per la formazione della colelitiasi in un paziente.

Infezione batterica e parassiti possono anche fungere da stimolo per lo sviluppo della colecistite. La malattia si sviluppa sullo sfondo della pancreatite. Altri fattori di rischio: anomalie congenite, età avanzata, cibo secco.

I principali sintomi della colecistite comprendono il dolore parossistico nell'ipocondrio destro associato all'assunzione di cibo.

La cistifellea per i pazienti con diagnosi di colecistite viene rimossa se la malattia è accompagnata da colelitiasi. La colecistite congenita viene solitamente trattata con farmaci. La fisioterapia viene anche utilizzata, un trattamento termale e una dieta moderata sono raccomandati su base continuativa.

Metodo di laparoscopia: approccio moderno al trattamento e alla dieta

I medici moderni supportano un collega eccezionale. Le pietre non si verificano se la cistifellea funziona correttamente. Cioè, le pietre non sono la causa, ma l'effetto. E un metodo più efficace per trattare questa afflizione rispetto all'intervento chirurgico non è stato ancora inventato.

Ma la tecnologia dell'operazione stessa balza in avanti. Se il primo paziente di Karl Langenbuch trascorso quasi sette settimane in ospedale dopo la rimozione della colecisti, ora i pazienti vengono dimessi il secondo o il terzo giorno! E ogni anno i chirurghi nell'arsenale ci sono sempre più nuove opportunità.

Oggi la chirurgia della corsia per rimuovere la cistifellea è estremamente rara. Ciò è dovuto al fatto che il paziente ha bisogno di molto tempo per riprendersi da loro. E aumenta anche il rischio di una serie di complicazioni: ernia postoperatoria, aderenze, problemi con il concepimento nelle donne.

Caratteristiche postoperatorie

Abbiamo chiesto al gastroenterologo Andrey Naletov ulteriori informazioni su come costruire una corretta alimentazione dopo la rimozione della cistifellea. "Nella maggior parte dei pazienti, non si presentano problemi dopo la rimozione della cistifellea. Naturalmente, a condizione che soddisfino tutte le prescrizioni del medico. Tali pazienti ritornano rapidamente al servizio. Si raccomanda di seguire la dieta semplice numero 5, che è utile anche per le persone assolutamente sane ", dice Andrei Vasilyevich.

Tuttavia, ci sono casi in cui il paziente ha la sindrome postcolecistectomia. Lo sviluppo di questa patologia può essere assunto con la comparsa di una serie di sintomi dopo l'intervento: un cambiamento nella natura delle feci, dolore addominale, nausea, vomito al picco del dolore, debolezza, letargia.

"Perché sta succedendo questo? La domanda è discutibile. Tra le ragioni - la disfunzione dell'apparato sfintere Oddi. È un tipo di valvola che regola il flusso di bile e succo pancreatico nel duodeno. Il paziente può anche avere altri problemi agli organi del tratto gastrointestinale che non sono stati diagnosticati prima dell'operazione e, di conseguenza, non sono stati risolti. È impossibile negare il fatto che la causa della sindrome da postcolecistectomia possa essere un errore commesso dal chirurgo durante l'operazione ", dice il dottore.

Dieta dopo la rimozione della cistifellea: prima settimana

Pertanto, la seguente discussione riguarda la nutrizione di solo quei pazienti che non hanno complicanze postoperatorie dopo la rimozione della cistifellea e problemi di salute associati. Il menu per la prima settimana dopo la colecistectomia è progettato per aiutare delicatamente il corpo a sintonizzarsi per lavorare in nuove condizioni.

La dieta dopo la rimozione della colecisti per via laparoscopica di giorno è approssimativamente la stessa.

  • Il primo giorno Devi astenersi da qualsiasi cibo e bevanda. Quando il paziente si riprende, la bocca secca lo disturba. Per alleviare la condizione, il caregiver sfrega le labbra del paziente con una garza umida. Sono inumiditi in acqua alcalina o bollita. Dopo cinque-sei ore, il paziente può sciacquarsi la bocca con un decotto alle erbe non zuccherato. Ma non puoi ingoiare il liquido.
  • Il secondo giorno Ora il paziente può gradualmente bere una bevanda di rosa canina tiepida e non dolce, acqua alcalina non gassata. Il volume del fluido totale arriva fino a un litro. Inoltre, nella dieta sono presenti kefir a basso contenuto di grassi, kissel, tè e composta di zucchero. Il primo cibo dovrebbe essere consumato frazionalmente a intervalli di 3-4 ore. Il volume di una porzione è di circa 150 g.
  • Terzo: il quinto giorno. Il menu postoperatorio si espande. Ecco cosa puoi mangiare: purè di patate, pesce bollito magro sotto forma di paté. E anche provare le zuppe in brodo vegetale, passato attraverso un setaccio.
  • Il sesto - il settimo giorno. Ora puoi aggiungere il pane secco. Inserisci il porridge dai cereali schiacciati. Sono fatti in acqua o latte, diluiti a metà con acqua. Le varietà a basso contenuto di grassi di carne sono polpette cotte o polpette di carne. Presentare latte magro e latte acido. E anche verdure bollite e tagliate a pezzi. Approssimativamente lo stesso cibo fornisce la dieta "pulita" numero 1. La tabella numero 1 di solito è nominata yazvennikami durante l'esacerbazione.

Menu per il periodo di recupero

La dieta numero 5 dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea è un alimento completo, ma gentile. Il paziente mangia prevalentemente piatti bolliti o al vapore. Puoi usare il fornello lento. Questo dispositivo consente di cucinare alimenti che soddisfano i requisiti della dieta, con costi di tempo minimi. A volte puoi cuocere la ricotta o la frutta. Il cibo crudo è indesiderabile. Il cibo ha bisogno di macinare. Ad esempio, la carne viene sempre contorta in carne tritata.

Assunzione di calorie - 2600 kcal. Dovrebbe mangiare spesso. Minimo: quattro poster, e meglio - sei. Di seguito sono elencate le liste di prodotti utili e dannosi all'interno della quinta tabella dopo la rimozione della cistifellea.

Tabella - Recupero dopo colecistectomia: prodotti utili e nocivi

Un esempio di un menu paziente giornaliero che viene ripristinato dopo colecistectomia.

  • Prima colazione numero 1. Torta di pesce al vapore Patate bollite pestate. Tea.
  • La colazione numero 2. Ricotta a basso contenuto di grassi montata con un frullatore allo stato pastoso.
  • Pranzo. Zuppa di granella di riso su brodo vegetale. Porridge di grano saraceno. Purea di manzo bollito Composta.
  • High tea biscotti wafer. Bere dai fianchi.
  • Cena. Petto di pollo bollito. Porridge sull'acqua o mezzo latte. Kissel frutta.
  • Due ore prima di andare a dormire. Kefir.

Ecco altre ricette consentite: casseruola di ricotta, charlotte, spezzatino di coniglio, carne macinata e casseruola di patate grattugiate, torta di mele e carote grattugiate.

Come vivere e mangiare

Quanto dura il periodo di recupero? Tutti individualmente Secondo le recensioni, alcuni pazienti ritornano alla vita normale dopo 1 mese. Allo stesso tempo si vantano nei forum tematici che, come prima, si concedono il fast food, i dessert alla crema e persino le feste alcoliche il venerdì.

I medici, per usare un eufemismo, non approvano tali "esperimenti" di cibo. Sì, i pazienti che hanno subito la colecistectomia non dovrebbero mangiare solo "porridge-malaši" fino alla fine della loro vita.
Ma la dieta dopo un mese di rimozione della cistifellea non dovrebbe finire come se nulla fosse accaduto. È necessario lasciarlo passo dopo passo, da qualche parte entro un anno.

Ad esempio, dopo circa 3 mesi, puoi tranquillamente passare al cibo bitorzoluto, cucinare i cereali regolari e preparare primi piatti di carne. Ed è meglio introdurre verdure fresche e frutta nel menu non prima di 6 mesi. Allo stesso tempo, ci sono regole perentorie che dovranno essere seguite tra sei mesi e tra dieci anni...

Il gastroenterologo Andrei Naletov raccomanda che quei pazienti che vivono senza cistifellea aderiscano alle cinque regole.

  1. C'è un po '. Ora che non c'è deposito per la bile nel corpo, il segreto passa direttamente dal fegato all'intestino. Ciò significa che la bile è meno concentrata. Questo è sufficiente per far fronte a quantità modeste di cibo. Ma grandi porzioni del corpo sono già molto difficili da digerire. Lo stomaco da eccesso di cibo farà male, nausea, vomito, frustrazione sono possibili.
  2. Ci sono spesso. Almeno quattro o cinque tavoli. È importante evitare il ristagno della bile. Dopo tutto, il segreto può accumularsi nei dotti, che è irto di formazione di nuove pietre nei dotti intraepatici.
  3. Limita il colesterolo. Ancora una volta, l'alto contenuto di questa sostanza nel corpo - una delle principali cause della comparsa di pietre.
  4. Spostati e prenditi cura di te stesso. La dieta dopo la rimozione della colecisti suggerisce che il paziente cambierà non solo le sue abitudini alimentari, ma cambierà anche il suo atteggiamento nei confronti di se stesso e della sua salute. È necessario mettere il peso in ordine, smettere di fumare, imparare a evitare lo stress e dormire a sufficienza. È importante prendersi cura dell'igiene personale e dell'igiene a casa. Inoltre ha bisogno di esercizio fisico. Sono la prevenzione dei processi congestizi nei dotti biliari. Già dopo 1 mese dall'intervento, puoi iniziare a praticare le passeggiate quotidiane. In futuro, vale la pena fare esercizi. Come opzione - iscriviti per nuotare.
  5. Mantenere la microflora. Sopra si diceva che la bile neutralizza i microrganismi nocivi nell'intestino. Dopo l'operazione per rimuovere la cistifellea, la funzione battericida della bile si indebolisce. Di conseguenza, il paziente può soffrire di stitichezza o, al contrario, di perdita di feci. Qui la consultazione del gastroenterologo è obbligatoria. Forse, dopo la colecistectomia, al paziente verranno raccomandati farmaci per ripristinare la microflora. E come misura preventiva, si raccomanda di abbandonare i dessert. I dolci sono meglio sostituiti dai frutti di bosco.

Il gastroenterologo sottolinea che i problemi con la cistifellea non derivano da zero. E il paziente arriva ai chirurghi per una combinazione di ragioni. E gli errori nutrizionali sono uno dei più significativi. Pertanto, se un paziente dopo la colecistectomia vuole evitare nuovi problemi di salute, in ogni caso dovrà cambiare. In particolare, la dieta dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea mette permanentemente un tabù su alcol, strutto, grasso, affumicato e salato.

http://womanwin.ru/zdorove/pravilnoe-pitanie/dieta-posle-udaleniya-zhelchnogo-puzyrya/

Quale dovrebbe essere la dieta dopo la rimozione della cistifellea nei primi giorni e dopo 1 mese?

La dieta dopo la rimozione della cistifellea è una parte importante del processo di riabilitazione, necessaria per l'adattamento del sistema digestivo a nuove condizioni di funzionamento. Qualsiasi intervento chirurgico è uno stress serio per il corpo. Tuttavia, la rimozione della cistifellea (colecistectomia) non è una catastrofe. Dopo l'intervento, il paziente può condurre una vita piena a lungo, osservando una dieta speciale.

Qual è l'operazione di colecistectomia?

La cistifellea è un organo importante necessario per la normale digestione. È una specie di riserva in cui la bile si accumula (si accumula). Quindi la secrezione biliare, se necessario, entra nel duodeno e partecipa al processo di digerire il cibo e assimilare vitamine e grassi istantanei.

Le malattie della colecisti (colelitiasi, colecistite, colangite) portano al fatto che il corpo perde gradualmente la sua funzione. Una cistifellea inattiva rappresenta una seria minaccia per la salute, in quanto vi è il rischio di infiammazione purulenta e lo sviluppo di peritonite. Una condizione grave che richiede un intervento chirurgico immediato si verifica quando il dotto biliare viene bloccato con la pietra.

La rimozione della cistifellea aiuta a evitare gravi conseguenze per la salute. Oggi, praticamente, le operazioni addominali non vengono eseguite, ricorrendo al metodo della laparoscopia, quando l'organo interessato viene rimosso attraverso una piccola puntura nella cavità addominale. Questo aiuta a minimizzare le complicanze postoperatorie e riduce significativamente il periodo di riabilitazione.

La vita di una persona con una cistifellea rimossa è assolutamente completa e differisce dalla vita di una persona comune solo in quanto dopo l'operazione devi aderire a un certo schema nutrizionale, poiché la rimozione di un importante organo cambia il sistema digestivo stesso. Ciò significa che la dieta dopo la colecistectomia deve essere rigorosamente seguita, senza di essa la remissione del paziente è impossibile. Dovrebbe diventare parte della vita, ma in nessun caso non dovrebbe essere percepito come una sorta di frase o uno stato di inferiorità.

Cosa succede dopo l'intervento?

Dopo l'operazione per rimuovere la cistifellea, il fegato continua a produrre bile, ma il serbatoio in cui è conservato non esiste più. Pertanto, il carico cade sui dotti biliari. Naturalmente, non svolgono le funzioni di un organo a distanza, ma dirigono solo la bile dal fegato al sistema digestivo. Poiché la bile prodotta non si è accumulata da nessuna parte, la sua concentrazione diminuisce e penetra nell'intestino costantemente, in una forma "diluita" e in un grande volume.

Tale cambiamento può essere irto di infiammazione dei dotti biliari e del duodeno. Inoltre, poiché la bile non ha un posto dove concentrarsi, la quantità di enzimi responsabili della scomposizione dei grassi è molto più bassa in essa. Questo momento deve prendere in considerazione la dieta dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea.

Come mangiare dopo l'intervento chirurgico?

Per le persone che vivono con una cistifellea rimossa, due regole nutrizionali dovrebbero essere un assioma:

  • hai bisogno di mangiare spesso ea poco a poco, in modo che la bile nell'intestino non ristagni, ma venga immediatamente consumata;
  • il cibo non dovrebbe essere pesante e grasso, in modo che un basso livello di concentrazione della bile sia sufficiente per la sua scissione e assimilazione.

Per quanto riguarda lo stesso schema di alimentazione, dipende da due fattori:

  • dal tempo trascorso dal giorno dell'operazione;
  • dal modo in cui è stata eseguita la colecistectomia.
Dieta dopo la laparoscopia

Questo metodo di rimozione di un organo è il più moderno e meno traumatico. Il paziente, di regola, viene dimesso il 3 ° giorno dopo l'operazione, ma la dieta dopo la rimozione della laparoscopia della colecisti implica gli stessi limiti di una normale operazione chirurgica.

Il primo giorno dopo l'operazione, è impossibile non solo mangiare, ma anche bere acqua. Puoi solo bagnare le labbra con un panno umido o sciacquarti la bocca con un decotto a base di erbe. Quindi, gradualmente, il paziente è autorizzato a bere poco alla volta (brodo di rosa canina, acqua bollita), e dopo tre giorni, iniziano a introdurre nella dieta alimenti consentiti. Quindi il paziente deve seguire una dieta rigorosa 5a e aderire ad una dieta frazionata. Cioè, mangiare spesso e gradualmente (5-6 volte al giorno) allo stesso tempo. I principi di base della dieta dopo la rimozione della cistifellea:

  • Il più delicato Ciò significa che tutti i piatti sono serviti in una forma squallida e bollita, facilitando il processo di digestione.
  • Trattamento termico I pasti sono al vapore, bolliti, in umido o al forno. Questo metodo di cottura, come la torrefazione, è completamente escluso. Tutti i piatti dovrebbero essere sottoposti a trattamento termico, cibo pesante, verdura e frutta con fibra grezza esclusa.

Quali prodotti sono vietati?

Le ricette per una dieta dopo la rimozione della colecisti sono varie e diverse, un nutrizionista aiuterà sempre a sviluppare e selezionare la migliore opzione di menu per ogni giorno. Pertanto, non dovresti soffermarti in particolare sull'elenco dei piatti, ma devi ricordare quali alimenti dovrebbero essere definitivamente esclusi dalla dieta:

  • spezie, spezie;
  • cipolle;
  • ravanello;
  • aglio;
  • ravanello;
  • funghi;
  • carne grassa;
  • grasso;
  • grassi di manzo, di montone e d'anatra;
  • salsicce affumicate e mezzo affumicate:
  • carni e pesce grassi;
  • bevande gassate;
  • confetteria (torte, pasticcini), dolciumi;
  • torte del burro;
  • piselli, fagioli;
  • gelato;
  • carne gelatina fredda;
  • spaghetti istantanei;
  • l'intera gamma di fast food;
  • verdure in salamoia e in scatola;
  • uova di pesce;
  • carne di anatre, oche, selvaggina e prodotti di caccia, ad esempio carne di alce, orso, ecc.;
  • divieto totale di alcol.

Come per altre restrizioni, oltre al modo in cui il cibo viene lavorato, anche la sua temperatura è importante, non dovrebbe essere calda o fredda, cioè, i piatti dovrebbero essere serviti in una forma calda.

Prima settimana senza cistifellea

I momenti più severi e psicologicamente difficili delle restrizioni dietetiche e di stile di vita sono la dieta dopo che la cistifellea viene rimossa nei primi giorni dopo l'operazione. Include un adattamento umano di otto giorni ai nuovi processi fisiologici di fisiologia:

  • Primo giorno Durante il giorno dopo il completamento dell'operazione, un divieto totale di mangiare, compreso bere. In realtà, non è così spaventoso come sembra, perché, la maggior parte di questa volta, il paziente sta dormendo.
  • Secondo giorno Puoi bere acqua calda bollita, brodo e frutta secca senza zucchero (non più di 150 ml alla volta).
  • Terzo giorno Aggiungere il succo di zucca, carota o barbabietola, mezzo diluito con acqua, kefir senza grassi, tè salato e debole.
  • Quarto giorno È possibile includere gradualmente nella dieta di purea di verdure liquide, zuppe vegetariane purè. Un tempo la quantità di cibo non dovrebbe essere superiore a 100 grammi e devi mangiare 8-10 volte al giorno.
  • Quinto giorno Il pane di grano di ieri, i biscotti, le verdure passate bollite, i pesci a bassa percentuale di grassi del vapore sono aggiunti alla razione.
  • Sesto giorno È possibile inserire nel menu porridge, farina d'avena, miglio, grano saraceno. Il porridge va ben bollito e strofinato sull'acqua.
  • Settimo giorno Puoi iniziare a mangiare tutti i prodotti di latte magro senza latte e le puree di frutta e verdura (alimenti per l'infanzia), i prodotti a base di carne di pollo tritato (gnocchi di vapore, polpette di carne, soufflé).
  • L'ottavo giorno Le porzioni aumentano gradualmente, ma non più di 200 grammi per dose e il numero di pasti al giorno si riduce a 6-8.

Di norma, una settimana dopo il completamento dell'operazione, viene effettuato un esame completo, seguito dal quale i medici raccomandano un'ulteriore nutrizione. Sin dai tempi sovietici, i cosiddetti "fogli dietetici numerati" sono rimasti in sanità, che tenevano pienamente conto delle specificità della malattia e erano intesi come promemoria per il paziente. Il più raccomandato e universale per i pazienti con una cistifellea rimossa è "Dieta numero 5".

Tabella 5 - dieta dopo la rimozione della cistifellea

A prima vista può sembrare che la dieta 5 dopo la rimozione della cistifellea sia molto severa e scarsa. Tuttavia, questo non è il caso. Se hai voglia e tempo, puoi diversificare in modo significativo il menu e scoprire molti piatti sani e deliziosi. Diamo un menu approssimativo per la settimana, che puoi adottare.

http://pechenzdrav.ru/zhelchnyj-puzyr/dieta-posle-udaleniya-zhelchnogo-puzyrya/

Nutrizione dopo la rimozione della cistifellea: dieta, menu, ricette

La rimozione della cistifellea o colecistectomia è un'operazione che influisce in modo significativo sulle caratteristiche della digestione e richiede un aggiustamento nel modo di nutrizione. In una persona sana, la bile viene sintetizzata dal fegato ed entra nella cistifellea attraverso i dotti. In esso c'è una condensazione o concentrazione di bile. Quando mangia, la cistifellea secerne attraverso i dotti nel duodeno la quantità di bile necessaria per assicurare una normale digestione.

Colecistectomia altera in modo significativo il processo digestivo. La vescica viene rimossa e la bile entra immediatamente nel duodeno dal fegato attraverso i dotti biliari intraepatici ed extraepatici. Di conseguenza, la bile di una diversa composizione entra nel lume dell'intestino. Ciò influisce negativamente sulla peristalsi e porta a interruzioni nel processo digestivo. Tale bile è relativamente liquido, non protegge adeguatamente l'intestino dai microrganismi, il che porta ad un aumentato rischio di disbiosi.

Regole nutrizionali dopo la rimozione della cistifellea

L'obiettivo principale di una corretta alimentazione dopo la rimozione della cistifellea è la normalizzazione dell'escrezione biliare e della digestione del cibo. Per evitare effetti negativi dell'operazione, è necessario regolare la modalità di assunzione di cibo e la dieta stessa.

  • Pasti più frequenti (4-5 volte al giorno) riducono il carico sull'apparato digerente.
  • Una riduzione significativa dell'assunzione di cibi grassi dopo la colecistectomia ha lo scopo di prevenire lo spasmo del piloro e dello sfintere di Oddi e lo sviluppo di sintomi: amarezza nella cavità orale, nausea, disagio nell'ipocondrio destro, dolore nell'ipocondria.
  • Le persone con una cistifellea rimossa dovrebbero mangiare cibi prevalentemente non grassi, cucinati senza friggere. Il cibo proteico e vegetale, cotto a vapore, bollito o cotto, è la base della dieta delle persone che hanno subito la colecistectomia. Sulla base di questi principi di nutrizione clinica, si basa la riabilitazione dei pazienti dopo la colecistectomia. Non preoccuparti: questa è una dieta salutare, che generalmente tutti dovrebbero seguire!

Mancato rispetto della dieta - conseguenze

Dopo che la cistifellea viene rimossa, la bile secreta è sufficiente per digerire una quantità significativamente inferiore di cibo, quindi l'eccesso di cibo può avere conseguenze spiacevoli. La mancata osservanza della dieta prescritta dal medico dopo la colecistectomia è irta di altri problemi del tratto gastrointestinale (disfunzione dell'intestino, dello stomaco, dell'esofago, del pancreas, ecc.) Con varie complicazioni: colite, colangite, esofagite, duodenite e altre malattie. La nutrizione medica è particolarmente importante per i pazienti sottoposti a colecistectomia in relazione a colecistite calcicola.

Una dieta scorretta, un consumo significativo di cibi fritti e ricchi di animali possono portare alla riformazione dei calcoli biliari già presenti nei dotti.

Dieta in ospedale

La durata della degenza in ospedale è in gran parte determinata dalla tecnologia della colecistectomia. Il gold standard nel trattamento della colecistite è la colecistectomia laparoscopica. Questo tipo di operazione si distingue per trauma minimo e degenza ospedaliera ridotta (di solito 1-3 giorni). Dopo la laparoscopia, il recupero dei pazienti è relativamente rapido e indolore e la dieta in ospedale e nelle settimane successive è meno conservativa.

Sfortunatamente, la colecistectomia laparoscopica non può sempre essere eseguita a causa della natura del decorso della malattia e delle caratteristiche individuali della struttura anatomica della cistifellea e dei dotti. Per questo motivo, il medico è costretto a ricorrere alla colecistectomia (laparotomica) aperta. A seconda del grado di invasività dell'operazione, la durata della degenza in ospedale può aumentare (5-10 giorni o più). L'aumentata invasività di questo approccio alla rimozione della cistifellea porta a restrizioni dietetiche più significative nelle prime settimane dopo l'intervento chirurgico.

Dopo colecistectomia laparoscopica, il paziente trascorre 2 ore nel reparto di terapia intensiva, recuperando dall'anestesia. Quindi viene trasferito alle condizioni dei reparti, dove viene eseguita una terapia postoperatoria appropriata. Le prime 5 ore al paziente è vietato alzarsi dal letto e bere. A partire dalla mattina del giorno successivo, è consentito bere acqua semplice in piccole porzioni (fino a 2 sorsi ogni 15 minuti). Puoi alzarti dopo circa 5 ore dall'intervento. Questo è permesso fare solo in assenza di debolezza e vertigini. I primi tentativi di recupero dovrebbero essere effettuati solo in presenza di un'infermiera.

A partire dal giorno successivo, il paziente può muoversi nel reparto e iniziare a mangiare. È consentito utilizzare solo alimenti liquidi (farina d'avena, kefir, zuppa dietetica). A poco a poco, il paziente ritorna alla modalità normale di assunzione di liquidi - questo è importante per diluire la bile. La prima settimana dopo l'intervento chirurgico, è importante eliminare completamente l'uso dei seguenti alimenti e bevande:

  • tè forte
  • caffè
  • alcool
  • bevande dolci
  • confezione
  • cioccolato
  • cibi fritti
  • cibi grassi
  • affumicato, piccante, salato, marinato.

Nella dieta del paziente in ospedale ci sono una varietà di latticini a basso contenuto di grassi: yogurt, ricotta, kefir, latte acido. Inoltre, grano saraceno e farina d'avena in acqua, purè di patate, carne magra di manzo magro, carne di pollo bianca tritata, soufflé di carote, piatti di barbabietola, zuppe magra, banane e mele cotte vengono gradualmente introdotte nella dieta.

Dieta nella prima settimana dopo la dimissione dall'ospedale

Di solito, dopo colecistectomia laparoscopica, il paziente viene dimesso già 1-3 giorni. A casa, è necessario organizzare una corretta alimentazione, tenendo conto delle raccomandazioni fornite alla dimissione. Il cibo dovrebbe essere preso in piccole porzioni, 6-7 volte al giorno. I pasti sono desiderabili per costruire in un certo programma, ridurrà il carico sul tratto digestivo. L'ultimo pasto dovrebbe essere non meno di 2 ore prima di andare a dormire.

Per normalizzare la digestione è necessario garantire un consumo abbondante durante il giorno (l'assunzione totale di liquidi è di 1,5 litri). La bevanda ottimale è i succhi non acidi sterilizzati con polpa, brodo fianchi e acqua minerale, il marchio che è meglio coordinare con il medico.

Nella prima settimana dopo la dimissione dall'ospedale, è necessario aderire alla dieta terapeutica "Tabella n. 1" ed evitare verdure fresche e bacche, pane di segale, poiché questi prodotti aumentano la secrezione biliare. L'enfasi principale nella dieta è su purè di carne, pesce e piatti di verdure, al vapore. Il cibo non dovrebbe essere caldo o freddo.

Esempi di piatti che possono essere utilizzati durante questo periodo:

  • rotolo di pollo al vapore
  • zuppa di latte
  • soufflé al vapore
  • casseruola di ricotta
  • frittata di proteine ​​al vapore
  • yogurt magro o kefir
  • grano saraceno o farina d'avena
  • Formaggio Adyghe

I primi giorni dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la dieta della colecisti è il più limitato e conservatore. Il 5-7 ° giorno - una transizione graduale tra diete chirurgiche 1a e 1b (a volte chiamate 0b e 0c). Di seguito viene mostrato un menu di esempio per un giorno per le diete chirurgiche 1a e 1b.

Menu campione per un giorno per una dieta chirurgica 1a

  • 1a colazione: una frittata proteica da 2 uova per una coppia, 200 g di farina d'avena a pezzetti con latte e 5 g di burro e tè con succo di limone.
  • 2 ° colazione: ricotta a zero contenuto di grassi e 100 g di brodo di rosa selvatica.
  • Pranzo: 50 g di soufflé di carne bollita al vapore, 200 g di zuppa di muco su semolino, 100 g di brodo di rosa selvatica e 150 g di crema di latte.
  • Cena: 200 g di porridge liquido di grano saraceno sminuzzato con 5 g di burro, soufflé al vapore di pesce bollito e tè con succo di limone.
  • Il pasto finale: 100 g di brodo di rosa selvatica e 150 g di gelatina di frutta.
  • Dose totale giornaliera: 40 g di zucchero, 20 g di burro.

Menu di esempio per un giorno per una dieta chirurgica 1b

  • 1a colazione: 200 grammi di porridge di latte a base di riso con 5 grammi di burro, una frittata di vapore a base di proteine ​​dell'uovo, tè dolce con succo di limone.
  • 2 ° colazione: 100 g di mele cotte tritate, 120 g di cagliata tritata con panna, 180 g di brodo di rosa selvatica.
  • Pranzo: 100 g cotolette di carne al vapore, 300 g di crema di verdure con verdure, 200 g di purè di patate, 150 g di gelatina di frutta.
  • Pranzo: 180 g di succo di frutta, 150 g di pollo bollito tritato.
  • Cena: 200 g di porridge di farina d'avena tritata con 5 g di burro, 100 g di soufflé al vapore di pesce bollito, tè con 50 g di latte.
  • Il pasto finale: 180 g di kefir.
  • Dose giornaliera totale: 60 g di zucchero, 20 g di burro, 100 g di cracker bianchi.

Dieta nel primo mese (2-4 settimane dopo l'intervento)

Il primo mese dopo l'operazione è particolarmente importante per ripristinare il normale funzionamento del tratto digestivo del paziente e migliorare il benessere generale. Questo periodo di tempo è la chiave per la normalizzazione delle funzioni digestive del corpo. Pertanto, durante il corso, è necessario seguire attentamente le raccomandazioni prescritte dal medico. Questi includono non solo i requisiti per il catering, ma anche una serie di misure per garantire il corretto esercizio fisico, la terapia farmacologica e la cura delle ferite.

Dopo colecistectomia laparoscopica, la dieta è solitamente necessaria per 1 mese. Quindi, in coordinamento con il gastroenterologo, possono essere fatte indulgenze nella dieta, la gamma di alimenti consumati può essere ampliata e le restrizioni alimentari vengono eliminate.
Con la colecistectomia a cavità aperta, il periodo di severe restrizioni nutrizionali è più lungo rispetto alla colecistectomia. Indipendentemente dal tipo di operazione eseguita durante il primo mese, si raccomanda di escludere dalla dieta:

  • cibo fritto
  • cibi grassi
  • cibo piccante e speziato
  • carne affumicata
  • alcool.

Anche durante questo periodo, è stato raccomandato di abbandonare completamente il fumo di tabacco, poiché rallenta il recupero postoperatorio del corpo. I pasti dovrebbero essere un po 'caldi, evitare cibi freddi o caldi. Richiede pasti regolari 4-6 volte al giorno, è consigliabile assumere il cibo all'incirca alla stessa ora. L'introduzione di nuovi prodotti nella dieta deve essere effettuata gradualmente, ascoltare attentamente la reazione del corpo e, se necessario, consultare un gastroenterologo.

Dalla seconda settimana, in assenza di complicazioni, viene utilizzata la dieta 5a. Questo è un tipo di dieta 5, caratterizzata da un ridotto effetto chimico e meccanico sul tratto digestivo, che lo rende preferibile dopo la colecistectomia. Questa dieta è molto benigna - tutti gli alimenti sono bolliti o al vapore. Il menu della dieta 5a si basa sul pesce bollito e carne, cotolette al vapore, omelette proteiche, zuppe di verdure, budini di vapore con ricotta, purè di patate, gelatina di frutta, cereali schiacciati con latte e verdure in umido.

Nel caso di un cattivo trasferimento della dieta 5a (gonfiore, diarrea, dolore nell'ipocondrio), può essere prescritta una dieta di 5 yu, caratterizzata da una maggiore sensibilità al sistema digestivo.

  • Prima colazione: mezza porzione di porridge di semolino con latte, tè, 110 g di frittata di vapore a base di proteine ​​dell'uovo.
  • Seconda colazione: decotto di rosa canina, 100 g di ricotta fresca non lievitata.
  • Pranzo: 100 g di soufflé di vapore di carne bollita, mezza porzione di zuppa di purea con verdure e farina d'avena, 100 g di gelatina di frutta, 100 g di purea di carote.
  • Spuntino: 100 g di mele cotte.
  • Cena: mezza porzione di puré di patate, pesce bollito, tè.
  • Il pasto finale: gelatina o kefir.
  • Dose giornaliera totale: 200 grammi di pane bianco, 30 grammi di zucchero.

Nella dieta non dovrebbero essere presenti condimenti piccanti, vietati cibi affumicati e piccanti. Il cibo è preso sotto forma di calore, è necessario evitare piatti caldi e freddi.

Dieta un mese dopo l'intervento

Si consiglia alle persone sottoposte a colecistectomia di attenersi alla versione base della dieta 5 per 1-1,5 anni dopo l'intervento. Successivamente, è possibile un rilassamento, ad esempio passando alla dieta numero 15, tuttavia è richiesto un approccio individuale e la consultazione con un gastroenterologo. Sotto controllo speciale è necessario continuare a mangiare dolci, grassi animali, uova, latte.

In caso di un malfunzionamento del sistema digestivo richiede una revisione della dieta con l'aiuto del medico curante. In alcuni casi, è possibile tornare alla dieta 5, 5a o 5. Per migliorare la digestione, il medico può raccomandare l'uso di preparati enzimatici, come mezim-forte o festal.

Ci sono un certo numero di regole che dovrebbero essere seguite per tutta la vita da persone sottoposte a colecistectomia:

  1. È necessario mangiare 4-5 volte al giorno, evitare grandi pause tra un pasto e l'altro. È consigliabile insegnare a mangiare da soli all'incirca nello stesso tempo.
  2. Le porzioni dovrebbero essere piccole in modo che la bile diluita possa far fronte al cibo in arrivo.
  3. È necessario escludere completamente i grassi animali refrattari: maiale, manzo e montone.
  4. I metodi di cottura principali dovrebbero essere l'ebollizione, lo stufato e la cottura a vapore.
  5. Mostra bevande abbondanti 1,5-2 litri al giorno.
  6. Per evitare la disbatteriosi nel duodeno, a causa dell'assenza della cistifellea, è opportuno utilizzare regolarmente i probiotici del latte fermentato. L'eccezione dei dolci ti consente anche di affrontare la disbiosi.
  7. Aumentare la diarrea aiuta ad eliminare caffè, tè e altre bevande contenenti caffeina.

Di seguito sono elencate le liste di prodotti consentiti e vietati per l'uso dopo colecistectomia.

Elenco dei prodotti consentiti:

  • verdure al vapore e purea di verdure
  • polpette e polpette al vapore
  • carne magra bollita (pollo, tacchino, coniglio, carne magra)
  • salsiccia bollita
  • pesce
  • zuppe di verdure
  • zuppa a basso contenuto di grassi
  • insalate di frutta e verdura
  • insalata
  • latte intero
  • latticini
  • succhi di frutta
  • grassi vegetali
  • un po 'di burro

Elenco dei prodotti vietati:

  • specie di uccelli grassi (oca, anatra)
  • agnello, maiale, altre carni grasse
  • condimenti piccanti
  • alcool
  • cacao
  • marinate
  • cibi affumicati, fritti e salati
  • pane fantasia
  • confezione
  • bevande gassate zuccherate.

ricette

Offriamo diverse ricette che possono essere utilizzate dopo 2 mesi dal momento della colecistectomia.

  1. Insalata di carote con miele e uvetta. Grattugiare 100 g appena sbucciato, grattugiare, aggiungere 10 g di uva passa lavata, mettere in un'insalatiera, aggiungere 15 g di miele, decorare con fette di limone.
  2. Macedonia di frutta Lavare e sbucciare il frutto (30 g di kiwi, 50 g di mela, 30 g di banana, 30 g di fragole, 30 g di mandarini). Tagliare i frutti, mettere in un'insalatiera, condire con 20 grammi di panna acida al 10%.
  3. Zuppa di grano saraceno con latte Lavare 30 g di grano saraceno, versare 300 ml di acqua calda, far bollire, aggiungere sale, aggiungere 250 ml di latte caldo, 2 g di zucchero e portare a prontezza. Aggiungere 5 g di burro.
  4. Branzino bollito Circa 100 grammi di pesce persico pulito, lavare, tagliare a pezzetti e cuocere in acqua salata. Aggiungere 5 g di prezzemolo e 10 g di carote tagliuzzate.
  5. Eglefino al vapore con burro Circa 100 g di eglefino sbucciato, sciacquato e cotto a vapore. Versare 5 g di burro fuso e cospargere con 5 g di aneto.
  6. Ricotta a basso contenuto di grassi con mirtilli rossi e panna acida. Macinare circa 100 g di ricotta a basso contenuto di grassi, versare 20 g di panna acida al 10% e cospargere con zucchero 30 g di mirtilli rossi.
  7. Cavolini di Bruxelles bolliti. Risciacquare e far bollire circa 250 g di punte di germogli di Bruxelles in acqua leggermente salata. Prima dell'uso, versare 10 g di burro.
http://expert-gepatolog.ru/articles/pitanie-posle-udaleniya-zhelchnogo-puzyrya

Pubblicazioni Di Pancreatite