Cos'è l'adenocarcinoma?

Adicocarcinoma (aden-glandia greca, karcinoma - "tumore") - cancro ghiandolare; tumore maligno, che si sviluppa da cellule epiteliali ghiandolari, che fanno parte di tutti gli organi. L'adenocarcinoma colpisce ciascuno di essi.

motivi

Le cause dell'adenocarcinoma sono comuni e specifiche, peculiari del corpo, dove il tumore è localizzato.

comune

Molto spesso, la mutazione delle cellule epiteliali è causata dal ristagno di secrezioni di ghiandole e infiammazioni delle mucose.

Ci sono i seguenti fattori che possono portare a mutazioni cellulari:

  • scarsa nutrizione;
  • ereditarietà;
  • malattia cronica;
  • l'effetto dell'elevata radiazione a raggi X,
  • contatto con sostanze chimiche tossiche;
  • fumo perenne;
  • sviluppo del papillomavirus.

specifico

Le cause particolari dello sviluppo dell'adenocarcinoma sono determinate dalla struttura e dal funzionamento degli organi:

  • nell'intestino, l'adenocarcinoma è provocato da costipazione frequente, fistole, tumori villosi, polipi, colite;
  • nell'esofago - brucia le ustioni calde; lesioni meccaniche di cibo scarsamente masticato;
  • nel fegato - infezioni trasferite, compresa l'epatite virale; cirrosi;
  • nel rene - gli effetti della pielonefrite, glomerulonefrite;
  • nella vescica - infiammazione cronica (cistite), leucoplachia, stasi urinaria.

sintomi

Nello sviluppo dei sintomi di adenocarcinoma, ci sono tre periodi:

  1. nascosto (latente), quando la malattia non si manifesta;
  2. manifestazione di segni oncologici con crescita tumorale: tenerezza del sito di formazione del tumore, aumento dei linfonodi;
  3. segni di lesione di un particolare organo nelle fasi di rapida crescita del tumore, metastasi.

Localizzazione di adenocarcinoma nell'intestino:

  • costipazione alternata a diarrea;
  • disagio dopo aver mangiato, vomitato, nausea;
  • dolore addominale;
  • ostruzione intestinale;
  • muco, sangue nelle feci.

Adenocarcinoma nell'esofago:

  • disfagia (disturbo della deglutizione alimentare);
  • salivazione eccessiva dovuta al restringimento dell'esofago;
  • odonophage (deglutizione dolorosa).

Sintomi di adenocarcinoma nel fegato:

  • dolore nell'addome superiore destro;
  • ascite (accumulo di liquido nell'addome);
  • Giallo di pelle e proteine ​​dell'occhio.

Segni di adenocarcinoma nel rene:

  • il suo volume è aumentato;
  • dolore lombare;
  • sangue nelle urine.

I principali segni di adenocarcinoma della vescica:

  • urina con sangue, disuria (difficoltà a far scorrere l'urina attraverso il canale urinario),
  • dolore nel pube e nella parte bassa della schiena;
  • gonfiore delle gambe a causa del drenaggio linfatico compromesso.

diagnostica

Prima viene diagnosticato l'adenocarcinoma, più è efficace e più facile curarlo. La diagnosi viene effettuata sulla base di diversi metodi.

Test di laboratorio

Analisi cliniche e biochimiche di sangue, feci, urina.

Massa fecale, l'urina controllata per il sangue; urina e sangue - per biochimica, sangue - per il contenuto di leucocitosi. Materiali per biopsia - su marker tumorali, istologia.

fluoroscopia

La forma e la lunghezza del tumore, la sua posizione, la presenza di possibili complicanze determinano gli studi a raggi X utilizzando agenti di contrasto:

  • scintigrafia radioisotopica (latino scintillo -'shine ', greco grafo' scrivi ');
  • urografia escretoria (introduzione di una sostanza attraverso una vena per esaminare la vescica);
  • radiografia a contrasto con bario;
  • ureteropyelography (esame dei dipartimenti dell'uretere e del rene).

Esame endoscopico

Un esame interno degli organi interessati viene effettuato con dispositivi ottici illuminati (endon greco - 'inside', skopeo - 'look'):

  • laparoscopia (Greek.lapara - 'utero') - esame di linfonodi, peritoneo, fegato e altri organi;
  • rectoromanoscopy - esame intestinale (rekto - 'rectum', s-romanum - sigmoid);
  • esofagoscopia (oisophagos greco - 'esofago') - esame dell'esofago;
  • cistoscopia (greco: kystis - "vescica") - esame della vescica;
  • linfoadenoangiografia: studio dei linfonodi retroperitoneali.

Per scopi diagnostici, viene eseguita la colonscopia.

Studio ad ultrasuoni

I primi ultrasuoni rilevano un focus primario; linfonodi ingrossati, il grado di danno d'organo, la diffusione del tumore all'interno delle pareti. Il metodo principale per rilevare l'oncologia dei reni, la vescica.

Tomografi di ricerca

La TC, tomografia ad emissione di positroni (PET) determina accuratamente la configurazione delle aree interessate, specifica la dimensione delle metastasi, la natura della loro localizzazione e del loro decadimento.

Tipi di adenocarcinoma in base al grado di differenza tra le cellule maligne da quelle sane:

  1. Adenocarcinoma altamente differenziato: le cellule sono simili a quelle sane, solo i nuclei delle cellule malate sono leggermente più grandi. Questo tipo di adenocarcinoma è a basso rischio di sviluppare complicazioni;
  2. adenocarcinoma moderatamente differenziato - adenocarcinoma con un gran numero di cellule anormali. Cambiamenti pericolosi negli organi. metastatizza;
  3. l'adenocarcinoma di basso grado è il tipo più pericoloso. Presto dà metastasi. Difficile da curare

Tipi di educazione

L'adenocarcinoma mucinoso è un raro tipo di oncologia endometriale. Il tumore consiste di cellule epiteliali cistiche che secernono muco (mucina). Il muco è la parte principale del tumore, le cellule sono sospese in esso. Può essere formato in qualsiasi organo. Recidive pericolose, metastasi nei linfonodi regionali.

L'adenocarcinoma dell'intestino colpisce tutti i reparti, dal cieco al retto. Le specie sono nominate per le aree interessate. Cresce rapidamente e in modo aggressivo negli organi e nei tessuti circostanti.

L'adenocarcinoma dell'esofago si sviluppa dalla sua membrana epiteliale. Differisce in alto tasso di sopravvivenza. Più spesso negli uomini.

L'adenocarcinoma epatico è formato dall'epitelio dei dotti biliari. Distinguere tra il principale (formato nel fegato) e secondario (inserito da metastasi da altri organi). Secondario è più comune. Metastatizza ai linfonodi regionali.

L'adenocarcinoma renale è un carcinoma a cellule renali che origina dall'epitelio dei tubuli renali. Germina nelle vasi venosi del rene. Metastatizza all'osso, al cervello, ai polmoni, ai linfonodi, al fegato.

L'adenocarcinoma della vescica si sviluppa dall'epitelio ghiandolare delle sue pareti interne. Può crescere in tessuto connettivo sottomesso, negli strati dello strato muscolare. Il più delle volte colpisce gli uomini: a causa delle caratteristiche anatomiche delle loro vie urinarie.

Che cos'è - l'adenocarcinoma ovarico è scritto qui.

Trattamento di adenocarcinoma

La scelta del metodo di terapia è determinata dallo stadio, dal grado di diffusione e dallo sviluppo generale della malattia. I risultati più favorevoli si ottengono con una combinazione di chirurgia, radio e chemioterapia.

Tecniche chirurgiche

Chirurgia - il trattamento principale di tutti i tipi di adenocarcinoma.

L'operazione è preceduta e completata da un corso di fisioterapia. Prescrivere farmaci che aumentano l'effetto della terapia, alleviando lo stato dopo l'intervento chirurgico ("Flaraxin", ecc.). Con la terapia epatica a lungo termine vengono eseguite resezione parziale e trapianto.

L'intestino infetto da adenocarcinoma viene asportato, rimuovendo parti tumorali.
Il retto viene rimosso insieme all'ano, viene applicato un ano artificiale (colonostoma). Nelle prime fasi del trattamento renale è indicata la nefrectomia parziale (resezione), con progressione - nefrectomia completa con successiva radioterapia.

L'esofago colpito viene rimosso completamente o parzialmente, in base alla diffusione del processo. Come un innesto, viene utilizzato un intestino tenue o sottile. Vescica - resezione transuretrale (attraverso l'uretra) o rimozione completa, se diversi onkokhogov.

Radioterapia

La radioterapia è raccomandata per ridurre il dolore dopo l'intervento chirurgico, con un tumore chiaramente inoperabile o le sue metastasi. Come tecnica autosufficiente applicabile al trattamento di casi con controindicazioni alla chirurgia. In altri casi, è un componente della terapia complessa, che riduce le metastasi, il tasso di recidiva.

chemioterapia

La chemioterapia è indicata per la diffusione metastatica di un tumore verso altri organi.

Come tecnica indipendente usata quando è impossibile eseguire un intervento chirurgico nei periodi successivi, con ricadute. L'obiettivo è l'estensione della vita.

preparazioni:

  • "Doxorubicina";
  • "Ftorafur";
  • "Diyodbenzotef";
  • "5 - Fluorouracile";
  • "Bleomicina";
  • "Cisplatino" e altri sono somministrati per via sistemica, endolinfatica, intraarterialmente.
http://rak.hvatit-bolet.ru/vid/adenokarcinoma/

Adenocarcinoma: tipi (alta, bassa, moderatamente differenziata), localizzazione, prognosi

L'adenocarcinoma è un tumore maligno (cancro) dell'epitelio ghiandolare. Avendo ricevuto l'opinione di un medico con diagnosi di adenocarcinoma, ogni paziente vuole sapere cosa aspettarsi dalla malattia, qual è la prognosi e quali metodi di trattamento saranno offerti.

L'adenocarcinoma è considerato forse il tipo più comune di tumori maligni, che può essere formato in quasi tutti gli organi del corpo umano. Non influenzato da esso, forse, il cervello, le strutture del tessuto connettivo, i vasi sanguigni.

L'epitelio ghiandolare forma il rivestimento degli organi digestivi e respiratori, è rappresentato nel sistema urogenitale e costituisce la base delle ghiandole della secrezione interna ed esterna. Il parenchima degli organi interni - il fegato, i reni, i polmoni - è rappresentato da cellule altamente specializzate, che possono anche dar luogo ad adenocarcinoma. La pelle, uno degli organi umani più estesi, è interessata non solo dal carcinoma a cellule squamose, ma anche dall'adenocarcinoma, che origina dalle ghiandole intradermiche.

adenocarcinoma - carcinoma papillare dell'epitelio ghiandolare (a sinistra) e carcinoma squamoso - carcinoma dell'epitelio squamoso (a destra)

Molti secoli fa, i guaritori sapevano già che non tutti gli adenocarcinomi crescono rapidamente, rovinando il paziente in pochi mesi. Sono stati descritti casi di crescita più lenta, con metastasi tardive e un buon effetto della sua rimozione, ma la spiegazione è arrivata molto più tardi quando è diventato possibile guardare "all'interno" del tumore con un microscopio.

L'esame al microscopio ha aperto una nuova pietra miliare oncologica. È diventato chiaro che i tumori hanno una struttura diseguale e le loro cellule hanno un potenziale diverso per la riproduzione e la crescita. Da questo momento in poi, è diventato possibile identificare i tumori in gruppi in base alla loro struttura e origine. Le caratteristiche cellulari e tissutali della neoplasia formavano la base della classificazione, in cui il posto centrale era occupato da tumori - adenocarcinomi e varianti squamose, come i tipi più comuni di tumori.

Tipi di gamberi ghiandolari

La base dell'adenocarcinoma è l'epitelio, che è in grado di secernere varie sostanze - muco, ormoni, enzimi, ecc. Di solito è simile a quello nell'organo dove viene rilevato un tumore. In alcuni casi, l'epitelio maligno è molto simile a quello normale e il medico può facilmente determinare la fonte di crescita neoplastica, in altri è solo condizionato a determinare l'origine esatta della neoplasia perché le cellule tumorali sono troppo diverse dal tessuto originale.

immagine istologica di adenocarcinoma

Il grado di "somiglianza" o differenza dal normale epitelio dipende dalla differenziazione delle cellule. Questo indicatore è molto importante e nella diagnosi appare sempre prima del termine "adenocarcinoma". Il grado di differenziazione indica quanto siano mature le cellule tumorali, quanti stadi di sviluppo sono riusciti a percorrere e quanto sono lontane dalle cellule normali.

È facile intuire che più alto è il grado di differenziazione e, quindi, l'organizzazione interna delle cellule, più maturo sarà il tumore e migliore sarà la prognosi che ci si può aspettare da esso. Di conseguenza, una bassa differenziazione indica l'immaturità degli elementi cellulari. È associato a una riproduzione più intensiva, quindi questi tumori crescono rapidamente e iniziano a metastatizzare presto.

Dal punto di vista delle caratteristiche istologiche, ci sono diversi gradi di maturità dei tumori ghiandolari:

  • Adenocarcinoma altamente differenziato;
  • Moderatamente differenziato;
  • Basso differenziato.

I tumori altamente differenziati hanno cellule abbastanza sviluppate che sono molto simili a quelle dei tessuti sani. Inoltre, parte delle cellule del tumore può essere completamente formata correttamente. A volte questo è il motivo delle conclusioni errate e un medico inesperto può "vedere" il tumore, scambiandolo per una patologia diversa, non tumorale.

L'adenocarcinoma altamente differenziato è in grado di formare strutture, come le cellule mature delle mucose o delle ghiandole. Si chiama papillare, quando gli strati cellulari formano papille, tubolari, se le cellule formano tubuli come dotti escretori delle ghiandole, trabecolare, quando le cellule vengono "deposte" nelle partizioni, ecc. La caratteristica principale di un adenocarcinoma altamente differenziato dalla posizione della struttura istologica è considerata più simile al tessuto normale in presenza di alcuni segni di atipia - nuclei grandi, mitosi patologiche, aumento della proliferazione cellulare (riproduzione).

L'adenocarcinoma moderatamente differenziato non può "vantarsi" di uno sviluppo cellulare così elevato come una specie altamente differenziata. I suoi elementi nella loro struttura cominciano ad allontanarsi dalle cellule mature, fermandosi a stadi intermedi di maturazione. In questo tipo di adenocarcinoma, i segni di malignità non possono essere trascurati - le cellule di diverse dimensioni e forme sono divise in modo intensivo, e nei nuclei possono essere visti un gran numero di mitosi anormali. Le strutture dell'epitelio diventano disordinate, in alcuni frammenti la neoplasia assomiglia ancora al tessuto maturo, in altre (e la maggior parte di esse) perde l'organizzazione tessutale e cellulare.

L'adenocarcinoma di basso grado è considerato sfavorevole in termini di decorso e prognosi di una variante del cancro ghiandolare. Ciò è dovuto al fatto che le sue cellule cessano di maturare almeno allo stato minimo sviluppato, acquisiscono nuove caratteristiche, si dividono intensamente e rapidamente si impossessano di un territorio sempre più vasto.

Con la perdita dei segni di maturità, anche i contatti intercellulari sono persi, quindi, con una diminuzione del grado di differenziazione, il rischio di distacco cellulare dal loro ammasso principale aumenta, dopo di che facilmente cadono nelle pareti dei vasi, spesso danneggiati dai metaboliti del tumore e metastatizzano con il flusso sanguigno o linfatico.

metastasi - una proprietà più caratteristica dei tumori scarsamente differenziati

Il tipo più pericoloso di adenocarcinoma può essere considerato un cancro indifferenziato. Con questo tipo di neoplasia, le cellule sono così lontane nella loro struttura dalla norma che è quasi impossibile determinarne la fonte. Allo stesso tempo, queste cellule non sviluppate sono in grado di dividersi estremamente rapidamente, portando alla comparsa di un grande tumore in un breve periodo di tempo.

La rapida divisione richiede grandi risorse nutritive, che il tumore "estrae" dal sangue del paziente, in modo che quest'ultimo possa rapidamente perdere peso e sperimentare una rottura. Avendo espulso prodotti metabolici durante la riproduzione intensiva, l'adenocarcinoma indifferenziato avvelena il corpo del paziente con loro, causando disturbi metabolici.

Distruggendo tutto sul suo cammino nel più breve tempo possibile, il cancro ghiandolare indifferenziato viene introdotto nei tessuti e negli organi vicini, nel sangue e nel sistema linfatico. La metastasi è una delle manifestazioni più importanti di qualsiasi adenocarcinoma, che può realizzare abbastanza rapidamente dal momento della sua comparsa.

Una delle caratteristiche dei tumori bassi e indifferenziati è la possibilità che le cellule acquisiscano nuove proprietà. Ad esempio, una neoplasia inizia a secernere muco (tumore delle mucose), sostanze biologicamente attive, ormoni. Questi processi influenzano inevitabilmente le manifestazioni cliniche.

Adenocarcinoma nella diagnosi

Spesso negli estratti o conclusioni di medici possono essere trovate frasi come "malattia del colon", "c-r prostata". Così velato può indicare la presenza di cancro. Diagnosi più accurate contengono il nome della neoplasia, in questo caso l'adenocarcinoma, con l'indicazione obbligatoria del grado di differenziazione - altamente, moderatamente o scarsamente differenziato.

Il grado di differenziazione può essere indicato come G1, 2, 3, 4, mentre più alto è il G, minore è la maturità della neoplasia, cioè il tumore altamente differenziato corrisponde a G1, differenziazione moderata - G2, G3 scarsamente differenziato, anaplastico (carcinoma indifferenziato) - G4.

La diagnosi può indicare il tipo di struttura - tubolare, papillare, ecc., Come e dove il cancro è cresciuto, e quali cambiamenti ha causato. Assicurati di chiarire la presenza o l'assenza di metastasi, se lo sono, quindi segna il luogo del loro rilevamento.

Il rischio di metastasi è direttamente correlato al grado di differenziazione di adenocarcinoma. Più è alto, più saranno trovate le metastasi successive, perché le cellule hanno ancora forti legami tra loro. Con adenocarcinomi scarsamente differenziati, le metastasi compaiono rapidamente.

Il modo preferito di diffondere cellule tumorali ghiandolari è considerato linfatico - attraverso i vasi linfatici. Da tutti gli organi, questi vasi raccolgono la linfa, indirizzandola verso i linfonodi, che fungono da una specie di filtro che contiene microrganismi, molecole proteiche, cellule superate e i loro frammenti. Nel caso della crescita del cancro, le sue cellule sono anche trattenute dai linfonodi, ma non muoiono, ma continuano a moltiplicarsi, formando un nuovo tumore.

La presenza o l'assenza di metastasi e il "range" della loro distribuzione sono indicati dalla lettera N con il numero corrispondente (N0, N1-3). Rilevamento di metastasi nei linfonodi vicini - N1, nel telecomando - N3, assenza di metastasi - N0. Questi simboli nella diagnosi di adenocarcinoma dovrebbero essere notati.

La prognosi per il cancro ghiandolare è direttamente correlata al grado di differenziazione delle cellule tumorali. Più è alto, migliore è la previsione. Se la malattia viene diagnosticata precocemente e in conclusione compare un "adenocarcinoma scarsamente differenziato", specialmente quando N0-1, la prognosi è considerata favorevole e il paziente può anche sperare in una cura completa.

La prospettiva di un adenocarcinoma scarsamente differenziato è molto più difficile da chiamare bene. Se non ci sono metastasi, la prognosi può essere favorevole, ma non in tutti i pazienti. Quando un tumore si diffonde agli organi vicini, ampie metastasi linfogene o ematogene, specialmente al di fuori dell'area del corpo in cui il tumore cresce, il paziente può essere considerato non cooperativo e il trattamento consisterà principalmente di misure di supporto e sintomatiche.

Alcuni tipi di adenocarcinomi

Il decorso dei tumori ghiandolari è per molti aspetti simile, ma l'una o l'altra delle loro varietà può prevalere in diversi organi. Quindi, tra i tumori dello stomaco, la variante predominante è l'adenocarcinoma. Questo non è casuale, perché la mucosa di questo organo è una grande superficie dell'epitelio e nel suo spessore è concentrata un'enorme quantità di ghiandole.

A questo proposito, lo strato interno dell'intestino è anche un terreno "fertile" per la crescita di adenocarcinoma. Nell'intestino crasso, le specie altamente differenziate sono le più frequenti - adenocarcinoma tubulare, papillare, quindi la prognosi per il cancro dell'intestino ghiandolare è generalmente favorevole.

Le varianti a basso grado di adenocarcinoma del tratto gastrointestinale sono spesso rappresentate dal cancro cricoide, le cui cellule formano attivamente il muco stesso e che muoiono in esso. Questo cancro procede negativamente, metastatizza presto ai linfonodi vicino allo stomaco, al mesentere e attraverso i vasi sanguigni raggiunge il fegato e i polmoni.

Il cancro uterino si verifica dalla sua cervice o corpo, dove la fonte diventa lo strato interno - l'endometrio. In questo organo, si osservano differenze nell'incidenza del cancro ghiandolare a seconda della parte interessata: nella cervice, gli adenocarcinomi sono relativamente rari, significativamente inferiori in termini di frequenza del carcinoma a cellule squamose, mentre nell'endometrio, l'adenocarcinoma è la variante più comune della neoplasia.

Tra i tumori del polmone, l'adenocarcinoma rappresenta circa un quinto di tutte le neoplasie maligne, e cresce principalmente nelle parti periferiche dell'albero bronchiale - piccoli bronchi e bronchioli, l'epitelio alveolare. La decima parte è costituita da tumori ghiandolari a bassa differenziazione - piccolo-cellulare, bronchiolo-alveolare.

Una caratteristica distintiva dell'adenocarcinoma polmonare può essere considerata una metastasi precoce con una crescita relativamente lenta del tumore primario. Allo stesso tempo, se viene rilevata una malattia nel primo stadio, è possibile raggiungere un tasso di sopravvivenza fino all'80%, a condizione che il trattamento sia iniziato in modo tempestivo.

Nel carcinoma della prostata, l'adenocarcinoma rappresenta circa il 95% dei casi. La prostata è una ghiandola tipica, quindi questa frequenza di cancro ghiandolare è abbastanza comprensibile. Il tumore cresce piuttosto lentamente, a volte fino a 10-15 anni, mentre la clinica può non essere luminosa, tuttavia, le prime metastasi pelviche ai linfonodi rendono la malattia pericolosa e possono influenzare significativamente la prognosi.

Oltre a questi organi, l'adenocarcinoma si trova nella mucosa mammaria, del pancreas, della pelle e della bocca. Tipi speciali - carcinoma epatocellulare e renale, che, di fatto, sono adenocarcinomi, ma hanno una struttura eccellente, poiché le loro cellule non sono simili all'epitelio ghiandolare, ma con gli elementi di questi organi che formano la maggior parte del parenchima.

Pertanto, l'adenocarcinoma è un tipo morfologico diffuso di tumori di localizzazioni molto diverse. Trovando un'indicazione della sua presenza nella diagnosi, è necessario prestare attenzione al grado di differenziazione, che determina il tasso di crescita e la prognosi. La presenza di metastasi è anche un importante segno prognostico del cancro ghiandolare.

Con la diagnosi di adenocarcinoma altamente differenziato in caso di successo del trattamento, il tasso di sopravvivenza è piuttosto alto e raggiunge il 90% o più in certi siti di cancro. Gli adenocarcinomi moderatamente differenziati possono dare una possibilità di vita con la diagnosi precoce in circa la metà dei pazienti, gli adenocarcinomi scarsamente differenziati e indifferenziati sono caratterizzati da una bassa aspettativa di vita dei pazienti, solitamente al livello del 10-15% o inferiore.

Autore: medico-istologo Goldenshlyuger N.I.

http://onkolib.ru/vidy-opuxolej/adenokarcinoma/

Adenocarcinoma. Tipi, diagnosi, trattamento

L'adenocarcinoma è un tipo di cancro che si sviluppa nelle ghiandole, cioè nelle cellule secretorie che rilasciano sostanze chimiche all'interno o all'esterno del corpo.

Il termine "adenocarcinoma" consiste di due parti: "adeno" significa "si riferisce alle ghiandole" e "carcinoma" descrive un cancro che si sviluppa nelle cellule epiteliali.

Le prospettive, il trattamento e la sopravvivenza per l'adenocarcinoma dipendono dalla posizione del tumore, dalle sue dimensioni e dai singoli fattori, che includono la salute generale del paziente.

Quali sono i tipi di adenocarcinoma?

Le ghiandole producono sostanze necessarie per il funzionamento del corpo. L'adenocarcinoma si forma nelle ghiandole e quindi può diffondersi in altre aree del corpo.

L'adenocarcinoma inizia a svilupparsi nelle ghiandole, ma può successivamente diffondersi o metastatizzare in altre parti del corpo. Le ghiandole producono vari fluidi nel tessuto che rivestono molti organi.

Esistono diversi tipi di adenocarcinoma. Questa condizione può svilupparsi nelle seguenti parti del corpo.

  • Colon e retto. Il retto fa parte del tratto gastrointestinale. È un lungo canale che aiuta a rimuovere acqua e sostanze nutritive dal cibo che una persona consuma. L'adenocarcinoma è il tipo più comune di cancro del colon-retto. Inizia a formarsi sotto forma di piccoli polipi o formazioni, che di solito non causano danni alla salute, ma col tempo si trasformano in cancro. La malattia può anche iniziare nel retto. Il retto è la parte dell'intestino attraverso il quale una sedia lascia il corpo.
  • Le ghiandole mammarie. Più spesso, il cancro al seno è un adenocarcinoma. Questo tipo di cancro inizia nelle ghiandole che producono il latte.
  • Esofago. L'esofago è il canale attraverso il quale il cibo viaggia dalla bocca allo stomaco. L'adenocarcinoma di solito inizia nelle ghiandole mucose che coprono la parte inferiore dell'esofago.
  • Polmoni. Circa il 40% dei casi di cancro al polmone sono adenocarcinoma. Molto spesso, tali forme di cancro si trovano sul lato esterno degli organi e si sviluppano più lentamente rispetto ad altri tipi di cancro ai polmoni. Solitamente una tale malattia si riscontra in persone che hanno fumato o fumato in passato.
  • Pancreas. Questo organo si trova nella parte posteriore dell'addome, dietro lo stomaco. Produce ormoni ed enzimi che aiutano a digerire il cibo. L'80% dei tumori pancreatici sono adenocarcinomi. Tali tumori si formano nei dotti della ghiandola.
  • La ghiandola prostatica. Questa ghiandola si trova appena sotto la vescica negli uomini. Aiuta a produrre fluido protettivo contro gli spermatozoi. L'adenocarcinoma inizia nelle cellule che producono questo fluido. Nella maggior parte dei casi, il cancro alla prostata è un adenocarcinoma.

Un raro tipo di malattia è il carcinoma adenoideo cistico, che si forma nelle ghiandole della testa, come le ghiandole salivari. È un tipo di cancro a crescita lenta che può diffondersi nell'area del cranio.

L'adenocarcinoma può anche svilupparsi nel cervello.

Quali sono i sintomi di adenocarcinoma?

L'adenocarcinoma è un tipo di cancro che può comparire in diverse parti del corpo, quindi non esiste una procedura diagnostica che possa immediatamente indicare questo tipo di cancro. Inoltre, non esiste un elenco di sintomi che possano confermare inequivocabilmente l'adenocarcinoma.

Nella maggior parte dei casi, le persone cercano aiuto medico dopo aver riscontrato sintomi insoliti. Di seguito è riportato un elenco di tipi di adenocarcinoma, a seconda della zona interessata del corpo e dei sintomi che possono indicare la presenza della malattia.

  • Cervello o cranio: mal di testa, nausea, ictus, disturbi visivi, cambiamenti di personalità, strane sensazioni alle gambe o alle mani, cambiamenti nel modo di pensare.
  • Polmoni: tosse, raucedine, muco sanguinante, perdita di peso, debolezza e stanchezza.
  • Petto: tumori o altre lesioni.
  • Ghiandola prostatica: minzione dolorosa, problemi con il controllo della vescica, desiderio più frequente di urinare durante la notte, sangue nel seme, eiaculazione dolorosa.
  • Pancreas: perdita di peso involontaria, dolore all'addome e alla schiena, sgabelli oleosi o leggeri, prurito della pelle.
  • Intestino crasso: sensazione di sovraffollamento, feci sanguinolente, emorragia rettale, dolore addominale, perdita di peso inspiegabile.

Come viene diagnosticato l'adenocarcinoma?

Per una diagnosi più accurata di adenocarcinoma, vengono utilizzati CT, RM o biopsia.

La diagnosi di solito inizia con l'esame del paziente e uno studio dettagliato della sua storia medica. Il medico chiede anche alla persona i sintomi osservati e i fattori di rischio per il cancro, come il fumo.

Un certo numero di procedure diagnostiche può rilevare l'adenocarcinoma. Per confermare in modo affidabile una diagnosi, potrebbero essere necessari diversi esami.

Gli esami medici per sospetto adenocarcinoma possono includere quanto segue.

biopsia

Come parte di questa procedura, viene rimosso un piccolo campione di tessuto per verificare la presenza di cellule tumorali. Una biopsia può anche fornire ai medici informazioni su quale area del corpo è comparsa per la prima volta il cancro. Alcuni tipi di cancro possono metastatizzare, cioè diffondersi da un'area del corpo a un'altra.

Metodi di diagnostica visiva

La tomografia computerizzata (TC) è un esame a raggi X che produce immagini tridimensionali delle formazioni presenti nel corpo. A volte i medici usano queste immagini per vedere il tasso di crescita dei tumori e scoprire quanto sia efficace questo o quel tipo di terapia.

La risonanza magnetica (MRI) è un'altra tecnica diagnostica visualizzata che utilizza le onde radio per creare immagini di varie parti del corpo.

Esami del sangue

Nello studio del sangue, è possibile vedere i cambiamenti nelle cellule del sangue che indicano il cancro. Alcuni prodotti chimici nel sangue possono anche essere associati a determinati tipi di cancro. Ad esempio, il livello di antigene prostatico specifico (PSA) varia con il cancro alla prostata.

Come viene trattato l'adenocarcinoma?

Il trattamento dell'Adenocarcinoma dipende dalla localizzazione dell'area interessata, dal grado di sviluppo dei tumori maligni e dalla diffusione della malattia ad altre aree del corpo. Quando si sviluppa un piano di trattamento, i medici possono prendere in considerazione la salute generale del paziente, dal momento che il trattamento per il cancro può essere associato a gravi effetti collaterali.

Le opzioni di trattamento per l'adenocarcinoma possono includere quanto segue.

Rimozione del tumore

La rimozione chirurgica nel trattamento del cancro viene utilizzata molto spesso. Con alcuni tipi di cancro, questo metodo è più sicuro di altri tipi di malattia. Ad esempio, la rimozione dei tumori dalla mammella (lumpectomia) è una procedura relativamente sicura e la chirurgia per rimuovere i tumori nel cervello può essere pericolosa per la vita.

Il medico può anche suggerire l'ablazione con radiofrequenza al paziente - un'opzione di trattamento in cui vengono utilizzate le onde energetiche per distruggere o ridurre le dimensioni del tumore.

I linfonodi vicini possono anche essere rimossi insieme al tumore.

chemioterapia

La chemioterapia è un tipo di trattamento che viene solitamente eseguito attraverso un ago inserito in una vena.

Questa manovra terapeutica uccide le cellule tumorali, ma può anche distruggere alcune cellule sane. Molte persone che passano attraverso la chemioterapia diventano dolorose, perdono i capelli o sperimentano altri sintomi. Pertanto, i pazienti sottoposti a chemioterapia potrebbero dover assumere altri farmaci o rimanere in ospedale per tutto il corso del trattamento.

Terapia oncologica mirata

Alcuni farmaci sono progettati specificamente per il trattamento di determinati tipi di cellule tumorali. Sono un'alternativa meno pericolosa alla chemioterapia. La capacità di usare un particolare farmaco dipende dal tipo di cancro e dalla salute generale del paziente.

Radioterapia

Radiazioni o radioterapia utilizzano onde ad alta energia per uccidere le cellule tumorali. Con questo metodo di trattamento, anche le cellule sane possono morire.

immunoterapia

L'immunoterapia utilizza farmaci che aiutano il sistema immunitario a combattere il cancro. La maggior parte dei fondi per la terapia immunitaria prolungano la vita, ma non possono curare completamente il cancro. Poiché questi farmaci supportano il sistema immunitario, causano meno effetti collaterali rispetto alla chemioterapia o alla radioterapia.

Le opzioni di immunoterapia disponibili dipendono dal tipo di cancro, dallo stadio e dalla salute generale del paziente.

Quali sono le cause di adenocarcinoma?

I medici non sanno esattamente perché si sviluppa l'adenocarcinoma o qualsiasi altro tipo di cancro.

Gli esperti operano solo sui fattori di rischio e sulla probabilità di questa malattia, a seconda della parte del corpo.

Ad esempio, i fattori che influenzano la probabilità di sviluppare adenocarcinoma del colon e del retto sono i seguenti:

  • età;
  • altre forme di cancro del colon o del retto, trasferite dal paziente;
  • storia del polipo;
  • malattie infiammatorie (sindrome dell'intestino irritabile, morbo di Crohn);
  • storia familiare di cancro;
  • etnia;
  • dieta e livello di attività fisica;
  • uso di alcol;
  • il fumo;
  • il diabete.

I polipi causano l'adenocarcinoma?

Nelle mucose di alcuni organi, i polipi a volte si formano a causa della crescita incontrollata delle cellule. Queste sono escrescenze benigne che possono alla fine diventare cancerose. Cioè, i polipi possono essere la causa dell'adenocarcinoma, anche se i medici non sono ancora in grado di spiegare sotto quali fattori i polipi diventano maligni.

Stadio di progressione e adenocarcinoma

I medici fanno affidamento sui sistemi di stadio del cancro per determinare il tipo di trattamento necessario.

Stage aiuta a determinare la progressione di qualsiasi tipo di cancro, incluso l'adenocarcinoma. Diversi medici preferiscono diversi sistemi di classificazione dei tumori maligni.

Alcuni fanno affidamento su un sistema semplice che include cinque fasi (da 0 a 4). Lo stadio 0 indica la presenza di cellule anomale che non si diffondono ad altre parti del corpo.

Il primo, secondo e terzo stadio del cancro suggeriscono la diffusione della malattia, con gradi più alti che indicano tumori più grandi che si diffondono ai tessuti circostanti.

Nella quarta fase, il cancro si diffonde ad altre aree del corpo.

Il TNM è il sistema di classificazione più popolare per le fasi di sviluppo dei tumori maligni. Le lettere in questa abbreviazione indicano la dimensione del tumore, il numero di linfonodi e metastasi interessati, cioè la diffusione del tumore dal tumore primario ad altre parti del corpo.

  • La lettera T caratterizza la dimensione del tumore principale. TX indica che il tumore primitivo non può essere valutato e T0 indica che non ci sono dati sul tumore primario. Gli indici T1-T4 indicano la dimensione del tumore primario: maggiore è il numero, maggiore è il tumore.
  • La lettera N consente di misurare il grado di danno ai linfonodi vicino al tumore. NX indica che i linfonodi vicini non possono essere valutati, N0 indica che i linfonodi vicini non sono influenzati dal cancro. Gli indici N1-N3 indicano il numero di linfonodi colpiti dalla malattia: più alto è il numero, più linfonodi sono interessati.
  • La lettera M caratterizza la metastasi, cioè la diffusione del cancro in altre aree del corpo. MX indica l'assenza di informazioni sulle metastasi a distanza, M0 - l'assenza di metastasi a distanza. M1 dice che il cancro si sta diffondendo.

Alcuni tipi di cancro tendono a diffondersi più velocemente di altri. Altri spesso passano inosservati nelle fasi iniziali e vengono rilevati durante la diagnosi tardiva. Il cancro alla prostata è uno di questi tipi. È più probabile che sia fatale rispetto a quelli che si sviluppano lentamente e possono essere diagnosticati precocemente.

Le fasi successive del cancro sono più difficili da trattare e sono più probabilità di essere fatali. Tuttavia, queste regole variano a seconda del tipo di cancro, del trattamento disponibile e dell'area interessata del corpo.

Tasso di sopravvivenza per adenocarcinoma

Il tasso di sopravvivenza varia considerevolmente in base al tipo di adenocarcinoma. Ad esempio, nelle donne con il secondo stadio del cancro al seno, la probabilità di vivere per cinque anni dopo la diagnosi è del 93% e per il secondo stadio del cancro del polmone lo stesso indicatore è solo del 30%.

Va sottolineato che i tassi di sopravvivenza medi non danno un quadro completo, poiché la prognosi dipende in gran parte dalla qualità della terapia e dalle caratteristiche individuali del paziente.

Cosa non si applica all'adenocarcinoma?

Alcuni tumori delle ghiandole esocrine (ghiandole della secrezione esterna), come il vipoma o il feocromocitoma, di solito non sono considerati adenocarcinomi. Tali tumori in medicina sono chiamati neuroendocrini.

Se il tessuto ghiandolare non è maligno o canceroso, il tumore è chiamato adenoma. L'adenoma di solito non invade altri tessuti e raramente metastatizza. L'adenocarcinoma maligno invade altri tessuti e spesso metastatizza.

http://medmaniac.ru/adenokarcinoma/

Cos'è l'adenocarcinoma

Adenocarcinoma: cos'è e quanto è pericoloso? C'è una possibilità di sopravvivere con una diagnosi del genere? Un paziente che ha sentito la parola "cancro" nella conclusione di un dottore ha molte domande nella sua testa per quanto riguarda il trattamento e l'ulteriore prognosi. A proposito di ciò che costituisce l'adenocarcinoma, come identificare la malattia nelle prime fasi e quali metodi di trattamento offre la medicina moderna - ne parleremo nell'articolo.

A proposito della malattia

L'adenocarcinoma - o cancro ghiandolare - cresce dalle cellule epiteliali ghiandolari che rivestono la superficie di molti organi interni ed esterni nel corpo umano. La malattia colpisce i seguenti organi:

  • Ghiandola pituitaria
  • Ghiandola tiroide
  • reni
  • polmoni
  • Ghiandole salivari
  • esofago
  • stomaco
  • fegato
  • pancreas
  • Intestino Intestinale
  • Ghiandola della prostata
  • utero
  • ovaie
  • Ghiandole mammarie
  • Ghiandole sudoripare

La malattia non si sviluppa sempre rapidamente. A volte il tumore cresce lentamente, non dando metastasi - in questa situazione, la rimozione della formazione offre grandi possibilità di guarigione. Il decorso del cancro dipende dal grado di differenziazione delle cellule tumorali.

Qual è il grado di differenziazione? Questo è un indicatore della maturità delle cellule tumorali. Più è alto - più sono sviluppate le cellule dell'epitelio maligno e più sono simili a quelle sane. A seconda di questo indicatore, l'adenocarcinoma è suddiviso in diversi tipi:

  1. Altamente differenziato (in conclusione indicato come G1). Un medico esperto non avrà problemi a distinguere tali cellule da quelle normali e a determinare la fonte della lesione. Se le cellule sono mature, questo suggerisce che il tumore si sviluppi lentamente e la prognosi del trattamento in questo caso sarà abbastanza ottimistica.
  2. Moderatamente differenziato (G2). Le cellule tumorali si fermano in uno stadio intermedio. Già differiscono maggiormente da quelli sani e si dividono più intensamente.L'esame microscopico dei nuclei delle cellule rivela mitosi anormali.
  3. Bassa differenziazione (G3). È considerato sfavorevole in termini di decorso della malattia. Le cellule tumorali si dividono così rapidamente da non avere il tempo di formarsi completamente. Le formazioni di cellule immature iniziano a metastatizzare più rapidamente - e i tessuti e gli organi circostanti sono già colpiti dal cancro.
  4. Adenocarcinoma indifferenziato (G4). Il più pericoloso di tutti i gradi. Determinare il punto focale della malattia in questo caso è estremamente difficile, poiché le cellule si dividono ad alta velocità, interessando infine l'intero corpo.

Cause della malattia

È difficile determinare l'eziologia nel caso del cancro ghiandolare. I medici possono solo parlare dei possibili fattori che hanno provocato lo sviluppo della malattia. Le cause più probabili potrebbero essere:

  • Dieta malsana, abuso di alcol
  • Stile di vita sedentario, obesità
  • Predisposizione genetica
  • Gli effetti della chirurgia
  • Uso intensivo di droghe per un lungo periodo
  • Avvelenamento tossico
  • Cambiamenti legati all'età nel corpo

L'adenocarcinoma, localizzato in una certa parte del corpo, può essere innescato da fattori specifici: ad esempio, il fumo provoca il cancro delle ghiandole salivari, un'ulcera può portare al cancro allo stomaco e cambiamenti ormonali possono causare il cancro alla prostata o all'utero.

sintomatologia

Il quadro clinico della malattia dipende dal focus dello sviluppo della malattia e dallo stadio attuale. Tuttavia, è possibile identificare i sintomi comuni caratteristici di tutti i tipi di adenocarcinoma:

  1. Il numero di globuli rossi diminuisce, i linfonodi aumentano
  2. Una persona avverte disagio e dolore nel luogo in cui il tumore è localizzato
  3. C'è una forte perdita di peso.
  4. Il sonno è disturbato, frequente stanchezza senza motivo appare
  5. La temperatura corporea diventa instabile.

Considera i sintomi di certi tipi di oncologia:

  • Molto spesso, il cancro ghiandolare colpisce la ghiandola prostatica. Allo stesso tempo, dolore nell'addome inferiore, nell'ano, nella cistifellea; minzione frequente.
  • Il cancro della vescica si manifesta con l'incapacità di andare in bagno, il dolore, l'aspetto di una miscela di sangue nelle urine. Il lombo e la regione pubica iniziano a dolere, le gambe si gonfiano a causa di una violazione del drenaggio linfatico.
  • Con lo sviluppo di adenocarcinoma renale, l'organo aumenta di dimensioni. C'è dolore nella parte bassa della schiena, quando si va in bagno si osserva l'urina con il sangue.
  • Nel cancro intestinale, il primo campanello d'allarme è una violazione del tratto gastrointestinale - frequenti diarrea, stitichezza, fastidio dopo aver mangiato e vomitato. Negli stadi successivi ci sono impurità di muco e sangue nelle feci.
  • Disturbi della deglutizione, disfagia e odonofagia, salivazione abbondante parlano di cancro esofageo.
  • Il tumore del pancreas provoca dolore allo stomaco, perdita di appetito, vomito e diarrea.
  • I sintomi del cancro del fegato ghiandolare sono dolore epigastrico, nausea e vomito e anemia. Il fegato aumenta di dimensioni. La pelle diventa gialla, ci possono essere frequenti epistassi.

L'adenocarcinoma ovarico si manifesta come una violazione del ciclo mestruale, il dolore nella regione inguinale, che è aggravato dall'avere rapporti sessuali. Possono verificarsi nausea, vomito, malessere generale. La sintomatologia è simile al cancro uterino, il secondo è caratterizzato da sanguinamento a metà ciclo e abbondanti periodi mestruali.

Difficoltà nella deglutizione, mancanza di respiro, cambiamenti nella voce indicano un tumore della tiroide. Il collo è deformato nella zona interessata.

Metodi diagnostici e di trattamento

Per diagnosticare i tumori, gli oncologi usano i seguenti metodi:

  • Analisi di laboratorio del biomateriale. Un esame del sangue consente di monitorare l'aumento dei livelli di leucociti e di determinare se vi sono marker tumorali nel corpo - sostanze specifiche secrete nel corpo dei pazienti oncologici. Le feci e le urine vengono controllate per rilevare tracce di sangue. Su una biopsia vengono valutati la struttura cellulare e i marcatori tumorali.
  • Fluoroscopia. Questo metodo determina la dimensione e la forma del tumore, la localizzazione e la presenza di metastasi.
  • Endoscopia. L'ispezione interna degli organi consente di effettuare una diagnosi accurata.
  • Stati Uniti. Consente di rilevare la fonte di distribuzione e il grado di danno d'organo, diagnostica la linfoadenopatia
  • Imaging. Con l'aiuto della tomografia, i medici trovano la configurazione delle aree interessate, la direzione delle metastasi, la natura del collasso.

Dopo queste procedure, viene effettuata una diagnosi accurata e viene prescritto un trattamento. L'esito più favorevole è raggiunto attraverso una combinazione di trattamento chirurgico, radioterapia e chemioterapia. Durante l'operazione, i tessuti sani adiacenti vengono tagliati insieme al tumore. Questo è necessario in modo che le cellule tumorali non inizino a crescere con una nuova forza e non provochino una ricaduta.

La radioterapia viene utilizzata per ridurre il dolore dopo l'intervento chirurgico. La chemioterapia precede la chirurgia e viene prescritta dopo di essa.

Le tossine e i veleni hanno un effetto dannoso sul tumore, prevenendo la divisione cellulare - allo stesso tempo l'effetto negativo sul corpo del paziente è minimo. Nelle fasi finali del cancro, quando la terapia chirurgica non è possibile, la chemioterapia viene utilizzata come procedura indipendente. Dipende da quanto tempo il paziente vivrà.

L'efficacia del trattamento dipende in gran parte da quale tipo di cellule prevale nel neoplasma. I tumori altamente differenziati rispondono abbastanza bene al trattamento, la sopravvivenza del paziente è del 90%. Un tipo moderatamente differenziato con diagnosi precoce dà speranza per la vita al 50% dei pazienti. Le persone con tumori scarsamente differenziati e indifferenziati, secondo le statistiche, non vivono a lungo; Il tasso di sopravvivenza dopo l'intervento chirurgico è del 10-15%.

http://onkologpro.ru/carcinoma/adenokartsinoma.html

Cosa devi sapere sull'adenocarcinoma

L'adenocarcinoma è un tumore localizzato nei tessuti dell'epitelio ghiandolare. Può essere formato in qualsiasi organo umano, ad eccezione del cervello, del tessuto connettivo e dei vasi sanguigni. Questa è una malattia maligna e può colpire chiunque.

Informazioni generali

Questa malattia è divisa in diversi tipi:

  1. L'adenocarcinoma moderatamente differenziato è una patologia maligna degli organi con un grado medio di sviluppo delle cellule tumorali. Le cellule in questa forma non sono capaci di divisione rapida, quindi il cancro è suscettibile di trattamento conservativo e chirurgico.
  2. L'adenocarcinoma altamente differenziato è considerato uno dei più semplici tumori maligni. Si sviluppa lentamente, quindi la patologia può essere sospettata nelle fasi successive. La struttura delle cellule del carcinoma altamente differenziato presenta alcune somiglianze con le cellule sane dell'organo interessato. È possibile distinguere un tumore da una cellula sana dalla forma allungata del nucleo. Con questo tipo di tumore, la presenza di metastasi in altri organi è solo del 2-4 per cento.
  3. L'adenocarcinoma a basso grado, una neoplasia maligna, si sviluppa nel tessuto epiteliale della ghiandola. Il basso grado di differenziazione provoca una crescita aggressiva e rapida della neoplasia. È possibile riconoscere l'adenocarcinoma papillare quando si preleva materiale per l'analisi. Le cellule tumorali sono simili ai capezzoli di diverse forme. L'adenocarcinoma papillare si forma in qualsiasi organo interno, una caratteristica di tale tumore è la diversità della struttura.

La ricerca di adenocarcinoma al microscopio ha dato impulso allo sviluppo dell'oncologia e all'identificazione di diversi tipi di neoplasie. Ovviamente, i tumori hanno una struttura diversa e le cellule si moltiplicano in modi e progressi diversi. Le cellule e i tessuti neoplasici hanno fornito le basi per la classificazione delle formazioni in cui le neoplasie maligne dell'epitelio ghiandolare - adenocarcinoma, un tipo di formazione tumorale tumorale di frequente insorgenza, hanno preso un posto speciale. Le cellule sono localizzate principalmente nei vasi linfatici.

Cause di

Assegnare le cause principali e originali di adenocarcinoma. L'analisi dell'adenocarcinoma ha permesso di determinare che più, in generale, i cambiamenti nelle cellule epiteliali dei tessuti causati dal ristagno della secrezione delle ghiandole e la loro ulteriore infiammazione.

Le principali cause dello sviluppo del tumore:

  1. Cibo irrazionale
  2. L'influenza della radiazione radioattiva.
  3. Patologie lunghe.
  4. Contatto con determinati tipi di prodotti chimici
  5. Fumo lungo
  6. Infezione da papillomavirus.
  7. C'è una propensione ad ereditare l'adenocarcinoma.

Cause in organi specifici

Adenocarcinoma moderatamente differenziato si verifica in alcuni organi a causa della loro forma e funzione.

Quando un tumore del cancro è localizzato nell'intestino, questo è causato da costipazione cronica, colite, tumori benigni, tumori villosi, fistole.

Il cancro ghiandolare dell'esofago inizia spesso dopo ustioni da calore e sullo sfondo di lesioni prolungate a pezzi di cibo scarsamente masticato.

L'adenocarcinoma nel fegato inizia a formarsi a causa di infezioni e danni agli organi da parte dei parassiti.

La malattia renale può svilupparsi con glomerulonefrite o pielonefrite. La congestione urinaria e la cistite cronica possono innescare lo sviluppo di adenocarcinoma della vescica.

L'endometrio nelle donne colpisce principalmente l'adenocarcinoma mucinoso. La neoplasia include cisti di cellule epiteliali che producono muco. Il muco è il componente principale della neoplasia. Un tumore è in grado di formare in qualsiasi organo, manifestazione pericolosa di recidiva e metastasi a linfonodi linfatici distanti.

Il tumore sieroso è localizzato nelle ovaie. Questo tumore produce un fluido sieroso, che è simile nella struttura alle secrezioni dell'epitelio che rivestono le tube di Falloppio.

Il tumore ha una struttura cistica ramificata che si sviluppa rapidamente e raggiunge grandi dimensioni. Ciò può portare al fatto che il cancro inizierà a penetrare attraverso la capsula in altri organi e ad influenzare gli organi addominali.

Le metastasi penetrano nella cavità addominale e l'ascite inizia a svilupparsi.

L'adenocarcinoma papillare dell'epitelio ghiandolare si presenta con scarsa ecologia e frequenti stress. Il fattore ereditario è anche la causa dello sviluppo di questa patologia.

Adenocarcinoma altamente differenziato nell'endometrio o in un altro modo un tumore dell'utero ha le sue ragioni per la formazione:

  • età delle donne oltre i 50 anni;
  • ipertensione;
  • malattie endocrine;
  • obesità di secondo e terzo grado;
  • le mestruazioni sono iniziate in anticipo o la menopausa è arrivata in ritardo;
  • varie malattie ginecologiche;
  • Tumore ovarico;
  • la gravidanza non arriva a lungo;
  • cancro al seno;
  • iperplasia endometriale;
  • infertilità;
  • esposizione alle radiazioni.

diagnostica

Gli oncologi russi stanno lavorando con la sistematizzazione, che comprende quattro fasi di avanzamento dei tumori maligni:

  1. Per il primo grado, la posizione esatta della formazione è caratteristica, quando i tumori cancerosi che si verificano in una certa area non crescono nell'organo. Il primo grado si verifica senza metastasi.
  2. Nella seconda fase, il tumore è già cresciuto, ma non va oltre il suo limite. La penetrazione delle metastasi è possibile sugli organi prossimali e nelle vicinanze nei linfonodi localizzati.
  3. Il terzo stadio dello sviluppo del cancro è caratterizzato da un grande focus di infezione. Negli organi del corpo dopo il collasso del tumore, cresce la metastasi nella parete degli organi.
  4. Nella quarta fase, la malignità è localizzata ad altri tessuti. A questo stadio può essere attribuito a qualsiasi neoplasma, che darà metastasi a distanza.

È possibile confermare la presenza della malattia come adenocarcinoma moderatamente differenziato, utilizzando il metodo della biopsia - prendendo le cellule tumorali per rilevare le cellule atipiche al microscopio.

  1. Incisionale. Una piccola parte del tumore viene tagliata ed esaminata al microscopio. La tecnica è popolare nei casi in cui un tumore maligno si forma nel rivestimento esterno della pelle o della mucosa.
  2. L'escissione. Il metodo consiste nell'analisi dell'intero tumore, che viene rimosso insieme all'organo interessato. L'intervento chirurgico può essere eseguito se l'organo non è vitale.
  3. Foratura. Prendi un pezzo di tessuto per la ricerca usando un ago sottile. Il metodo viene utilizzato se l'organo interessato si trova in profondità sotto la pelle.

Il metodo di biopsia è una conferma teorica della presenza di una diagnosi di cancro. Lo studio dei campioni di materiale viene effettuato in laboratorio al microscopio, dove il patologo esamina attentamente la struttura del tumore e identifica le cellule atipiche caratteristiche del processo maligno.

La diagnosi del cancro include l'hardware standard e le procedure di laboratorio:

  • prendendo l'urina, il sangue, le feci;
  • Ultrasuoni degli organi interni;
  • RM, CT, PET;
  • Raggi X;
  • esame vascolare basato sulle proprietà dei raggi X;
  • esame endoscopico - gastroscopia, colonscopia, broncoscopia.

Il cancro alla prostata ghiandolare viene spesso diagnosticato. Secondo le statistiche, questa malattia è la seconda in termini di tasso di mortalità di tutti i tumori maligni.

sintomi

I sintomi dei tumori maligni sono suddivisi in tre fasi:

  1. Al primo stadio, la malattia è nascosta, è asintomatica. Di solito ci può essere una leggera debolezza, affaticamento, dolore lieve e rapido.
  2. Nella seconda fase, la malattia appare come un tumore.
  3. Nella terza fase, gli organi colpiti iniziano a crescere e si ammalano, le metastasi iniziano a diffondersi in organi sani.

In generale, i seguenti sintomi comuni del cancro ghiandolare possono essere identificati:

  • sentimenti di difficoltà e dolore nella parte dell'organo interessato;
  • perdita di peso improvvisa;
  • difficoltà con il tratto digestivo;
  • temperatura corporea instabile;
  • disturbo del sonno;
  • accumulo linfonodale;
  • astenia rapida senza motivo apparente;
  • ridotto numero di globuli rossi.

All'inizio dello sviluppo, l'adenocarcinoma moderatamente differenziato è asintomatico.

Mentre si diffonde agli organi vicini e lontani, peggiorano i sintomi della malattia, compaiono sintomi funzionali peculiari, i linfonodi iniziano a crescere, i sintomi del dolore progrediscono e può comparire un forte esaurimento del corpo.

Con la sconfitta del cieco del paziente può essere disturbato:

  1. Frequente spinta al bagno, costipazione alternata a diarrea.
  2. Segni di anemia
  3. Quando si svuotano, le feci presentano muco e sangue.
  4. Temperatura instabile
  5. Appetito perso e rifiuto dei prodotti a base di carne
  6. Nella fase avanzata della neoplasia, si verifica l'ostruzione intestinale.

Il primo segno che l'adenocarcinoma della vescica si sviluppa è la presenza di impurità nel sangue nelle urine.

Più lontano i sintomi seguenti si sviluppano:

  1. Dolore acuto all'inguine, di solito si verifica quando si riempie la vescica.
  2. Senti dolore e bruciore durante la minzione.
  3. Anemia, a seguito del rilascio di coaguli di sangue.
  4. Quando il tumore sviluppa cistite, pielonefrite acuta.

trattamento

Il trattamento di un tumore ghiandolare maligno dipende dallo stadio della malattia, dalla sua localizzazione e dalla rapidità con cui si diffonde. L'esito favorevole della malattia può essere raggiunto se si combinano tre metodi: chirurgia, radio e chemioterapia.

Dopo l'operazione, vengono prescritti farmaci prescritti che aumentano il risultato del trattamento, alleviare le condizioni del paziente ("Flaraxin", ecc.).

Se il cancro viene trovato nel fegato in una fase successiva, la resezione di una parte specifica, il trapianto è fatto.

Nell'intestino affetto, l'adenocarcinoma viene tagliato insieme all'area della membrana mucosa.

Nel cancro del retto, l'ano è tagliato e viene inserito un passaggio sintetico.

Nella diagnosi precoce del cancro del rene, la rimozione parziale viene eseguita se la malattia progredisce - neurorectomia completa seguita da radioterapia.

Se l'esofago è danneggiato, viene completamente rimosso, vengono invece utilizzati i tessuti intestinali.

Radioterapia

La radioterapia viene effettuata per ridurre il dolore dopo l'intervento chirurgico. Condurre anche su un tumore o metastasi di adenocarcinoma, se l'operazione è controindicata.

chemioterapia

Il trattamento di chimica è mostrato, se è impossibile effettuare un intervento chirurgico in una fase avanzata. Lo scopo del sondaggio è estendere la vita del paziente. Preparativi: "5 - Fluorouracile, idrossicarbamide, doxorubicina"; "Ftorafur"; "Bleotsin"; Clexan viene somministrato per via endovenosa sistemica. Se un'operazione è controindicata nell'adenocarcinoma epatico, le sostanze chimiche vengono iniettate nel tumore per ottenere un effetto positivo.

Trattamento completo

Quando la metastasi cresce sui tessuti sani, viene effettuata la radioterapia utilizzando la chimica. Il trattamento nel complesso (radioterapia prima dell'intervento chirurgico + chirurgia + post chirurgia con farmaci chimici) aiuta a ridurre la ricorrenza della malattia e rallenta l'attività delle cellule tumorali.

Nuovi trattamenti

Nelle prime fasi della malattia, il tumore ghiandolare viene trattato con i seguenti metodi:

  • la laparoscopia minimamente invasiva è un metodo delicato in cui gli strati superiori della pelle del paziente non sono interessati;
  • al fine di salvare tessuti sani, l'uso di agenti chimici nel sito di localizzazione del tumore e la radioterapia locale;
  • durante la tomoterapia, il sito dell'incisione è controllato, crea l'aspetto dei confini dell'area interessata durante la rimozione.

Preparati per la chemioterapia: citostatici (Embihin, Vincristina, Ciclofosfamide), antibiotici antracicline (Mitolik, Doksolek, Flutamide, Epirubicina.), Chemioterapia (puri netol, segdrin) ormoni (vengono utilizzati in base alla posizione del tumore, il chirurgo, il chirurgo, il chirurgo. le droghe di platino (Platidiam, cisplatino, carboplatino, oxaliplatino), spesso usano droghe di origine naturale, come Shiitake, Banisan, Estravel, Menoril sono usate nelle donne durante la menopausa. L'immunoterapia comprende una serie di tecniche: rafforzare l'intero sistema immunitario (l'effetto è ambiguo), vaccinazione locale, introduzione di cellule in grado di distruggere cancri, somministrazione di fattori di crescita ematopoietici, terapia specifica con vaccini e sieri antitumorali.

L'eliminazione completa dell'adenocarcinoma di secondo grado dell'esofago di secondo grado aumenta la durata della vita di una persona. È possibile prolungare la vita per 5 anni a seguito della chemioterapia fino al 60%; ma con la sconfitta più profonda la morte in oltre il 25% dei casi. L'aspettativa di vita media per l'adenocarcinoma mucinoso è di tre anni. Nell'adenocarcinoma epatico, il tasso di sopravvivenza è del 10%. Quando viene rilevata una malattia nel primo stadio - fino al 40%. Il trattamento appropriato e competente dell'adenocarcinoma della vescica offre una probabilità del 98% di guarire. Dopo la rimozione dei reni con metastasi elevate nei polmoni e nelle ossa, il tasso di sopravvivenza a 5 anni raggiunge il 40-70%.

http://opake.ru/zlokachestvennaya-opuhol/adenokarcinoma

Pubblicazioni Di Pancreatite